RUSSIA: AGENTI STUPRANO COLLEGA

VIOLENZA SESSUALE DI GRUPPO
NEL QUARTIER GENERALE DI POLIZIA:
TRE UFFICIALI IN MANETTE
E LICENZIATI IN TRONCO
PER ABUSI SULLA GIOVANE DETECTIVE

Report by Russia Today
Traduzione Gospa News

Un grosso scandalo ha scosso le forze dell’ordine russe dopo che tre ufficiali di alto rango sono stati arrestati per uno stupro di gruppo nei confronti delloro collega più giovane durante una festa movimentata con alcolici nel quartier generale della polizia di Ufa. Non c’è ancora chiarezza su cosa sia effettivamente accaduto lunedì sera (29 ottobre ndr) nella capitale della Repubblica di Bashkortostan, in Russia, ma i media stanno portando a galla cose infamanti sui presunti autori di reati sessuali e sulla loro vittima. Il giorno in questione sembra essere iniziato in modo abbastanza tranquillo. Due capi distretti del dipartimento di polizia distrettuale, Eduard Matveev, 51 anni, e Salavat Galiyev, 50 anni, hanno deciso di incontrarsi per condividere qualche drink, rilassarsi e ricordare il loro passato. Alcuni rapporti suggeriscono che i poliziotti stavano festeggiando un pensionamento o il ritorno a casa di un ex capo. L’usanza russa impone che un gruppo di bevitori abbia bisogno di almeno tre persone e ha invitato il capo della sezione di migrazione di 34 anni, Pavel Yaromchuk, a unirsi a loro per soddisfare tale requisito. La festa è durata per diverse ore e i tre uomini erano apparentemente molto ubriachi quando hanno deciso che al loro party mancava la presenza femminile.

L’immagine della poliziotta violentata diffusa dai media russi

Era tardi ma una giovane investigatrice ventitreenne, appena laureata all’università, era ancora al suo posto di lavoro. La giovane donna ha accettato di unirsi ai suoi superiori in uno degli uffici del quartier generale della polizia. Più tardi disse che non avrebbe potuto immaginare cosa sarebbe successo lì. Secondo diversi rapporti, fu portata alla festa da un’altra ufficiale donna, che se ne andò prima che gli eventi prendessero una svolta sinistra. Ad un certo punto, l’alcol e l’aspetto attraente della donna hanno fatto perdere completamente la testa agli ufficiali. Hanno iniziato a strapazzare la loro collega più giovane e le hanno strappato via i vestiti, ha riferito Komsomolskay Parvda. La donna non aveva alcuna possibilità di restistere gli uomini, e ed è stata brutalmente violentata da tutti e tre. L’abuso riferito è durato per tutta la notte, e la vittima è riuscita a scappare solo al mattino. Matveev, Galiyev e Yaromchuk hanno aggredito la giovane donna, pur sapendo che era la figlia di un comandante di alto rango della Guardia nazionale russa (Rosgvardia).

La giovane detective ha denunciato l’episodio all’ufficio del procuratore alcune ore più tardi ed è stata aperta subito un’inchiesta penale nei confronti dei presunti stupratori. Giovedì sono stati licenziati dalla polizia e, venerdì, un Tribunale ha disposto di arrestare tutti e tre gli uomini con l’accusa di stupro collettivo e violenze sessuali. Gli investigatori di Mosca sono arrivati ​​a Ufa per assistere la polizia locale nell’analisi dell’evento scandaloso, che ha causato una forte protesta pubblica. Fonti hanno riferito ai media locali che un esame medico forense ha stabilito che la vittima ha subito un esteso danno tissutale e ha confermato che si sono verificate violente azioni sessuali.

Tuttavia, alcuni nella polizia hanno difeso i loro colleghi e messo in discussione il merito delle accuse di stupro. “Nessuno qui dubita che ci siano stati rapporti sessuali… Ma c’è la convinzione che è successo con reciproco consenso. E al mattino, la ragazza si è vergognata di se stessa e ha avuto l’idea di denunciare uno stupro” ha detto nell’anonimato un ufficiale che ha lavorato con Matveev. In particolare, i media locali hanno riferito che non è la prima denuncia di stupro presentata dalla giovane detective. Durante i suoi anni universitari, aveva avuto rapporti sessuali con un collega studente in una classe, e l’atto era stato catturato su CCTV. Quando questo divenne noto, la giovane donna avrebbe dichiarato alla polizia di essere stata violentata. L’uomo ha dovuto lasciare l’accademia per evitare l’accusa, e il caso è stato alla fine messo a tacere, dicono le fonti. “Era sempre arrogante. Amava l’attenzione degli uomini e non ha mai avuto problemi a causa dei suoi sguardi” ha rivelato uno dei suoi compagni di studio. Vari media hanno anche postato le foto di lei che in cui indossava un bikini e abiti equivoci, che presumibilmente provenivano dall’account social media della giovane investigatrice.

Tuttavia, un altro compagno di classe ha descritto la vittima come “una brava ragazza, una bellezza, che ha sempre ricevuto voti A”, aggiungendo che “gli stupratori sono animali, che dovrebbero essere puniti”. Nonostante i primi resoconti suggerivano che gli ufficiali detenuti avessero curriculm di servizio perfetti, la loro condotta passata ha anche sollevato alcune dubbi. Non ci sono informazioni compromettenti su Galiyev, ma il suo capo dipartimento Matveev sarebbe stato coinvolto in diversi affari loschi. Era un teppista conosciuto dalla polizia durante la sua adolescenza, ma poi ha cambiato le sue abitudini ed è diventato avvocato. Nel 2010, l’ufficiale è stato implicato nel tentativo di vendita di un’auto, che aveva targhe false e risultata rubata al suo proprietario. È stato avviato un procedimento penale contro di lui, ma non è mai andato a processo. I giornali hanno anche accusato Matveev di fornire copertura e incassare operazioni minerarie illegali in cave di sabbia locali. Il più giovane dei tre, Yaromchuk, è stato descritto come un ottimo padre, marito e atleta. Ma è il suo matrimonio che ha sollevato il sospetto tra i giornalisti. La cerimonia del 2009 era così elegante che è stata persino riportata dai media locali e non avrebbe potuto essere organizzata sul suo stipendio ufficiale. La moglie di Yaromchuk ha rifiutato di accettare l’accusa di stupro nei confronti di suo marito, dicendo che martedì sera “era a casa, nel suo letto”. Ha detto di aver scoperto che suo marito era stato arrestato solo dopo che gli investigatori erano arrivati ​​a perquisire la sua casa.

Report by Russia Today
Traduzione Gospa News

LINK TESTO ORIGINALE IN INGLESE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *