STRAGI DI ISRAELE IN SIRIA: 79 attacchi missilistici e 509 morti militari e civili dal 2018

STRAGI DI ISRAELE IN SIRIA: 79 attacchi missilistici e 509 morti militari e civili dal 2018
Pubblicità

764 Views

ALTRA DEVASTANTE ESPLOSIONE IN LIBANO: Sospetto attacco Israeliano contro gli Hezbollah

 

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

Era la sera del 17 settembre 2018. L’equipaggio russo di un aereo da ricognizione di Mosca fu sterminato dal fuoco amico. La contraerea siriana, infatti, colpì con un missile un velivolo da ricognizione Ilyushin Il-20: il terribile erore fu causato dalla pioggia di razzi lanciata dai cacciabombardieri dell’Israeli Defense Forces (IDF) che usano la tattica di nascondersi dietro altri aerei, anche civili, col rischio di provocare gravissime tragedie sfiorate in più occasioni.

ANCORA GUERRA IN SIRIA: Abattuto aereo russo, strage di soldati

 

E’ questo forse il più tremendo episodio accaduto negli ultimi anni in Siria quando il premier sionista Benjamin Netanyahu, forte dell’alleanza con Washington ma anche con il Cremlino grazie alla quale non subì rappresaglie per l’incidente, ha cominciato a dare la caccia agli Hezbollah libanesi e alle Forze Al Quds dei Pasdaran iraniani che sono state fondamentali nell’aiutare il presidente Bashar Al Assad a sconfiggere lo Stato Islamico del califfo Al Baghdadi, sospettato di essere un agente segreto tanto della Central Intelligence Agency americana che del Mossad, lo spietato controspionaggio di Tel Aviv.

AL BAGHDADI, IL CALIFFO ISIS E AGENTE MOSSAD-CIA NASCOSTO DAGLI USA

Pochi mesi dopo un ufficiale in pensione dell’IDF confessò che erano state lanciate almeno 2000 bombe in un solo anno contro il già martoriato paese con la scusa della presenza delle milizie libanesi e iraniane di confessione Sciita come Assad e pertanto ritenute nemiche dai Sunniti radicali Salafiti Wahabiti dell’Arabia Saudita, storici alleati di Israele che guarda di traverso anche l’importante componente cristiana maronita della Siria. Per questo nel dicembre 2018 bombardarono il paese anche nella Notte di Natale.

NETANYAHU EMULA HITLER NELLA GUERRA RELIGIOSA ALLA SIRIA

L’altro giorno l’aviazione di Tel Aviv ha colpito una fabbrica di missili siriana violando così il proprio impegno morale ad attaccare solo le posizioni di Hezbollah e Pasdaran (le Guardie Islamiche della Rivoluzione di Teheran). Lo ha riportato Sputnik International nell’articolo che riportiamo integralmente sotto.

Ora l’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani (SOHR), diventato molto più obiettivo dopo l’invasione del Rojava (il Nord-est siriano) da parte della Turchia che ha tolto potere ai soccorrittori di facciata White Helmets alleati di Al Qaeda e controllati dall’intelligence britannica, ha fatto un lavoro enorme per documentare nel dettaglio tutti gli attacchi israeliani: 79 in due anni con 509 vittime tra miliziani iraniani, libanesi e siriani ma anche inermi civili.

Ma il bilancio delle vittime avrebbe potuto essere più alto se l’esercito arabo siriano non avesse avuto i sofisticati sistemi antimissili russi. S-300 e in alcune località anche S-400.

SIRIA, TRAFFICO D’ORGANI IGNORATO DA ONU E NATO: Da White Helmets e Al Qaeda al mercato nero in Turchia denunciato dalla TV CBS

 

Un’inchiesta che squarcia il velo sull’omertà con cui ONU, NATO e paesi occidentali che dovrebbero essere “civili” tollerano una guerra strisciante, di fatto la prosecuzione di quella che nel 1967 portò all’occupazione delle Alture del Golan che nessuna risoluzione delle Nazioni Unite è riuscita ancora a riportare nella proprietà di Damasco.

LIBANO ANCORA IN FIAMME: Bombe al Fosforo dopo il presunto Attacco Nucleare a Beirut

Nei giorni scorsi, invece, Israele si è di nuovo resa estremamente pericolosa contro il Libano, indebolito dalle sanzioni americane ma anche politicamente dalla caduta del governo tra Sciiti, Cristiani e Sunniti conseguente alla tremenda esplosione nel porto di Beirut che fonti di intelligence e militari ritengono possa essere stata causata da piccoli ordigni nucleari, essendo il nitrato di ammonio conservato nel deposito esploso di per sé inerte se non incendiato.

STRAGE BEIRUT PER UN MISSILE. Lo dicono il presidente del Libano e un esperto militare italiano. “Gli anelli termici indicano impatto dall’alto”

Un ex parlamentare del Kessnet di Gerusalemme ha sostenuto questa tesi augurandosi pure che fossero stati gli israeliani e lamentandosi perché non rendevano pubblica la cosa.

A questo presunto attacco micidiale, costato la vita a circa 200 persone, è seguito il lancio di bombe incediarie al fosforo bianco, messo al bando da molte nazioni ma non da Usa e soprattutto da Israele che ne producde in quantità grazie alla Elbit (come dimostrato in una nostra inchiesta sulla Lobby delle Armi). Gli Hezbollah hanno accusato nuovamente l’IDF quale responsabile di questi attacchi. Ma Tel Aviv si è limitata ad ammettere problemi di sicurezza al confine.

Vediamo quindi l’inchiesta di SOHR.

Articolo in inglese con traduzione automatica qui.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – JIHADISTS REPORTS

GOSPA NEWS – WARZONES REPORTS

LOBBY ARMI – 3: TYCOON SIONISTA DEI DRONI SPIA-KILLER PREMIATO DAI MASSONI USA E DALLA REGINA UK

BEIRUT: DEEP STATE Affossa il Governo Sciita-Cristiano. Ex Parlamentare Sionista: “Esplosione come Bomba Nucleare. Spero sia stato Israele”

 

(Visited 167 times, 23 visits today)
Pubblicità

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

2 pensieri su “STRAGI DI ISRAELE IN SIRIA: 79 attacchi missilistici e 509 morti militari e civili dal 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *