IRON DOME NEGLI USA: Sistema israeliano anti-missili all’esercito americano. Proteste contro industria delle armi nell’anniversario Balfour

IRON DOME NEGLI USA: Sistema israeliano anti-missili all’esercito americano. Proteste contro industria delle armi nell’anniversario Balfour
Pubblicità

513 Views

Due articoli molto interessanti di Middle East Monitor sui rapporti bellici tra Stati Uniti e Israele. Come evidenziato dal precedente dossier, l’attività della lobby israeliana delle armi è supportata dalla Massoneria sionista, come confermato quando la loggia B’nai B’rith di Washington ha premiato il magnate dell’Elbit Michael Federmann per la sua filantropia come la Regina Elisabetta che gli ha conferito il prestigioso MBE, membro di l’Ordine più eccellente dell’Impero britannico.

Nei giorni il media arabo MEMO ha diffuso la notizia che sono stati consegnati i primi due sistemi anti-missile Iron Dome di fabbricazione israeliana (Elta – Israel Aerospace Industries IAI) all’esercito degli Stati Uniti d’America. Seguiranno altre consegne nei primi mesi del 2021.

LOBBY ARMI – 3: TYCOON SIONISTA DEI DRONI SPIA-KILLER PREMIATO DAI MASSONI USA E DALLA REGINA UK

Pochi giorni fa, invece, una massiccia protesta è scoppiata nel Regno Unito davanti alle fabbriche Elbit per l’anniversario di Balfour, il giorno in cui il 2 novembre 1917, Arthur James Balfour, conte di Balfour e Primo Ministro del Regno Unito, firmò l’accordo per la nascita di Israele. nazione in Palestina con il barone Walter Rothschild, figlio maggiore del barone Nathan (1840-1915), primo barone britannico Rothschild e pronipote del banchiere ebreo askenazi Mayer Amschel Bauer (1744-1812), fondatore della dinastia finanziaria dei Rossi Shield, ispiratore degli Illuminati di Baviera e uno dei promotori del tentativo di riconciliazione tra la Massoneria di rito scozzese inglese e franco-tedesca nel Congresso di Wilhelmsbad del 1782 (vedi reportage The Holocaust of Communist Freemasons).

L’OLOCAUSTO ROSSO VOLUTO DAI COMUNISTI MASSONI

Il mercato delle armi in Israele è in pieno boom dopo la privatizzazione delle industrie nazionali IMI (Israel Military Industries) acquistate da Elbit e IWI (Israel Weapons Industries) che sono riuscite a costruire alleanze internazionali così forti da vendere il fucile semiautomatico Tavor anche al Neonazisti ucraini del battaglione Azov.

ARTICOLI COMPLETI IN INGLESE CON TRADUZIONE AUTOMATICA

LOBBY ARMI – 2: LOSCHI AFFARI SIONISTI CON NEONAZISTI, ISLAMISTI E L’INDIA NUCLEARE

(Visited 128 times, 16 visits today)
Pubblicità

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *