WUHAN-GATES – 41. “SARS-2 E’ BIO-ARMA”. Denuncia alla Corte dell’Aja con Perizia di Montagnier. Intelligence USA “Divisa” tra Virus Naturale o da Laboratorio

WUHAN-GATES – 41. “SARS-2 E’ BIO-ARMA”. Denuncia alla Corte dell’Aja con Perizia di Montagnier. Intelligence USA “Divisa” tra Virus Naturale o da Laboratorio

82.337 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

«Ora abbiamo prove convincenti che il virus SARS-CoV-2 e i “vaccini” COVID-19 sono armi biologiche deliberatamente progettate che sono state rilasciate in due fasi sui popoli ignari del mondo. Siamo particolarmente lieti che ci sia stato gentilmente concesso l’accesso esclusivo a una copia anticipata del nuovo libro del dottor Richard M. Fleming, “Is COVID-19 a Bioweapon?” Un’indagine scientifica e forense, che riteniamo fornirà prove incontrovertibili all’ICC della natura di arma biologica del virus SARS-CoV-2 e dei cosiddetti vaccini COVID-19».

Lo hanno scritto le britanniche Kaira S. McCallum, farmacista, e Melinda C. Mayne, avvocatessa, in un secondo ricorso presentato alla Corte Penale Internazionale nel quale trova spazio anche un affidavit, ovvero una dichiarazione giurata, del celebre virologo francese Luc Montagnier, tra i primi ad avvalorare la teoria del virus della pandemia da Covid-19 costruito in laboratorio. Tutto ciò era stato svelato in anteprima da Davide Donateo su Database Italia, da mesi consolidato partner mediatico di Gospa News, grazie alla rubrica Bersaglio Mobile da me curata.

11 SETTEMBRE, L’EVITABILE STRAGE PERMESSA DALLA CIA. Aiutò Al Qaeda in Afghanistan e nei Balcani. Ostacolò l’agente FBI O’Neil, Morto nel WTC dopo Probabile Complotto

Sulla base di questa novità eravamo pronti a sviluppare un riepilogo degli elementi probatori più significativi raccolti nelle 40 inchieste del ciclo WuhanGates (27 delle quali sintetizzate nel libro WuhanGates disponibile ora anche come E-Book) ma dagli USA è arrivata nel frattempo un’altra comunicazione degna di massima nota sebbene confusa e molto sospetta.

L’Intelligence Community americana, tramite la sua direzione di coordinamento ODNI (Office of the Director of the Nazional Intelligence), ha rilasciato una nota ufficiale non-classificata per smentire proprio il fatto che il SARS-Cov-2 sia un’arma batteriologica. Ma lo ha smentito così male da lasciare in chi ha letto il documento gli stessi dubbi di prima.

LIBRO WUHAN-GATES… SARS-COV2 BIO-ARMA DA LABORATORIO. E-BOOK A 7 EURO. Libro Cartaceo: ULTIME COPIE disponibili

Dubbi che diventano enormi nel momento in cui si rammenta che il Direttore dell’Intelligence Nazionale USA dal 21 gennaio 2021 è l’avvocatessa Avril Haines, esperta di bio-armi ed ex vicedirettrice della Central Intelligence Agency (2013-2015) ed ex Vice Consigliere della Sicurezza Nazionale della Casa Bianca (2015-2017) durante l’amministrazione Obama-Biden, proprio nel periodo in cui, grazie al progetto Predict 2 finanziato dall’agenzia governativa americana USAID (braccio finanziario della CIA), dalla Bill & Melinda Gates Foundation e da NIH (National Institute of Health) guidato da Anthony Fauci, furono condotti gli esperimenti sui supervirus chimerici.

PROFETESSA DI PANDEMIA CON GATES, ORA A CAPO DELL’INTELLIGENCE USA. L’ex CIA Avril Haines confermata Direttore Nazionale da Biden e Senato

Furono infatti costruiti degli agenti patogeni ricombinanti di SARS (del 2003), infettato con HIV/AIDS, e potenziati nella carica virale con Guadagno di Funzione per finalità “dual use” vaccino-bioarma proprio nel Wuhan Institute of Virology e nei bio-laboratori di Chapel Hill dell’University of North Carolina, sotto la supervisione dell’intelligence americana in collaborazione (a Wuhan) con apparati militari cinesi.

La parte interessante del comunicato ODNI è infatti quella che fa un brevissimo riferimento proprio a queste pericolose ricerche sui coronavirus. Ma prima di analizzarne i contenuti vediamo con attenzione la denuncia delle attviste britanniche facendo il riepilogo di tutti gli ormai numerosi scienziati ed esperti di intelligence che hanno sostenuto e sostengono la tesi del SARS-Cov-2 creato in laboratorio.

“VACCINO PFIZER E’ COSA NOSTRA“. Biden Ordina, FDA Esegue: Ok Definitivo senza Analisi Dati. Polemica del British Medical Journal. Ora tocca all’UE…

 

LA DENUNCIA DELLE ATTIVISTE BRITANNICHE

«Il 20 aprile di quest’anno noi sottoscritte abbiamo inviato una “Richiesta di indagine” (Richiesta) di 27 pagine alla Corte penale internazionale (ICC) dell’Aia, sostenendo che alcuni membri del governo del Regno Unito e i suoi consiglieri erano complice in genocidio, crimini contro l’umanità e violazioni del Codice di Norimberga» scrivono Kaira S. McCallum e Melinda C. Mayne.

«Il 28 aprile 2021 abbiamo ricevuto un riconoscimento formale dall’ICC e ci è stato assegnato un numero di caso (143/21). A differenza di altri paesi, la nostra richiesta non è stata respinta entro poche settimane dall’invio, ma nemmeno formalmente accettata e quindi lo stato della nostra richiesta è stato effettivamente nel limbo negli ultimi mesi».

«Nonostante quanto sopra, abbiamo continuato a raccogliere e rivedere qualsiasi nuova ricerca e prova che potrebbe essere utilizzata nella nostra richiesta ICC se dovesse essere accettata per le indagini e abbiamo anche stabilito attivamente collegamenti con avvocati e ricercatori di tutto il mondo» aggiungono l’avvocatessa e la farmacista

«Data la quantità molto consistente di nuove prove e informazioni emerse da quando abbiamo originariamente emesso la nostra richiesta ad aprile, abbiamo deciso di presentare un’ulteriore richiesta all’ICC. Siamo molto lieti di aver ottenuto le dichiarazioni giurate dei massimi esperti, che sono in primo luogo: il ricercatore e cardiologo nucleare Dr Richard M. Fleming, il virologo premio Nobel Professor Luc A. Montagnier e il Dr Kevin W. McCairn, un neuroscienziato ed esperto di malattie neurologiche».

“VACCINARE IN PANDEMIA E’ ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA” SOS Varianti del Biologo Trinca e del Virologo Montagnier

E’ a questo punto che McCallum e Mayne riportano le perentorie frasi già citate nell’incipit dell’articolo: «Ora abbiamo prove convincenti che il virus SARS-CoV-2 e i “vaccini” COVID-19 sono armi biologiche deliberatamente progettate che sono state rilasciate in due fasi sui popoli ignari del mondo. Un’indagine scientifica e forense, che riteniamo fornirà prove incontrovertibili all’ICC della natura di arma biologica del virus SARS-CoV-2 e dei cosiddetti vaccini COVID-19».

«Abbiamo anche discusso con avvocati di diversi altri paesi, sulla possibilità di unificarsi per presentare una richiesta combinata all’ICC. Siamo lieti di annunciare che ora siamo stati raggiunti da avvocati che hanno presentato richieste ICC da Slovacchia, Francia e Repubblica Ceca e il 12 agosto 2021 abbiamo inviato una lettera all’ICC chiedendo che ci fosse permesso di presentare un accordo congiunto reclamo. Allo stesso tempo abbiamo anche presentato prove preliminari per le accuse che sono comuni a tutti noi, chiedendo al contempo di riservarci il diritto di far indagare dalla ICC, le affermazioni specifiche dei nostri singoli paesi».

TEST COVID ITALIANI IN MANO A PARTNER DI BIG PHARMA DA VACCINI. LifeBrain inglobata da CerbaHealthCare: i Francesi dell’Ong di AstraZeneca

Ad esempio: «Per quanto riguarda il Regno Unito, abbiamo chiesto un esame del genocidio degli anziani avvenuto nelle case di cura e degli ospedali e dell’uso inappropriato di midazolam e morfina. Abbiamo anche richiesto nella nostra richiesta congiunta, che ci sia una moratoria immediata sull’intero programma “vaccino” COVID-19 in tutti e quattro i nostri paesi e la fine dei test sulle persone asintomatiche».

«Attendiamo ora la decisione della Corte penale internazionale se a) consentiranno in linea di principio di presentare una richiesta congiunta di diversi paesi eb) accetteranno la nostra “Richiesta di indagine” congiunta» chiosano l’avvocatessa e la farmacista.

STAR BBC UCCISA DAL VACCINO ASTRAZENECA. Lara Shaw morta a 44 anni: il Medico Legale conferma la Correlazione

«Data la natura estremamente grave della situazione che riguarda tutti e quattro i nostri paesi per quanto riguarda l’escalation dell’apartheid medica, la perdita delle libertà e dei diritti fondamentali e il numero sempre crescente e molto elevato di decessi e gravi eventi avversi subiti dai destinatari di “vaccini” COVID -19, abbiamo portato all’attenzione della CPI l’urgente necessità che la Corte agisca rapidamente e senza ulteriori indugi e a tal fine abbiamo richiesto un incontro all’Aia non appena possibile».

In attesa di una risposta dall’ICC stanno dialogando con altri avvocati «che hanno indicato di voler unirsi a noi e intendiamo fornire loro tutta la nostra assistenza» focalizzata anche nel diffondere le informazioni sulle terapie efficaci contro il Covid-19, sovente ignorate dai governi come denunciato dal biologo Franco Trinca e dell’avvocato Alessandro Fusillo nella loro integrazione inviata ai magistrati e riferita all’ipotesi del reato di strage di stato.

CURE COVID IGNORATE, DENUNCIA-BOMBA DI TRINCA E FUSILLO AI PM: “Farmaco antiSARS finanziato UE ma Inutilizzato in Pandemia” (video)

 

IL VIRUS DA LABORATORIO NELLE INCHIESTE WUHAN-GATES

A conferma della fondatezza delle accuse delle due esperte di diritto britanniche rammentiamo che il loro collega americano Robert F. Kennedy jr., già capace di vincere una causa contro il Dipartimento della Salute degli USA in cui ha dimostrato la mancanza di una farmacovigilanza attiva sui danni da vaccini, in più occasioni ha dichiarato che l’attuale “pandemia è stata pianificata da decenni da Gates e Fauci”. Una sentenza politica forte, su cui ha basato il suo ultimo libro proprio su Fauci, che Gospa News ha di fatto avvalorato attraverso molteplici analisi di pubblicazioni scientifiche e intrighi d’affari internazionali.

Montagnier, vincitore del premio Nobel per la Medicina per la sua precedente scoperta dell’HIV, il virus dell’immunodeficienza umana, fu il primo a sostenere che il SARS-Cov-2 era statao creato in un laboratorio in un “affare tra Cina e Usa” come evidenziato da tutte le nostre successive ricerche. Il celebre virologo francese prese le difese dei biologi indiani della Kusuma School of Biology di New Delhi, che “furono costretti a ritirare”, secondo Montagnier, la loro ricerca in cui non solo si provava l’origine artificiale del virus della pandemia ma addirittura l’anomala presenza di quattro sequenze di HIV/AIDS, confermata dallo scienziato francese, luminare in materia.

WUHAN-GATES 21. “PANDEMIA PIANIFICATA DA DECENNI”. Kennedy accusa Gates e Fauci. Il Complotto in 200 righe: sunto di 30 Inchieste. Papa: “Troppi interessi”

Ben indirizzati da uno studio del bio-ingegnere Pierre Bricage, esperto di genetica molecolare ed ex consulente NATO, abbiamo sviluppato una ricerca sui virus chimerici (perché costruiti in laboratorio) ricombinanti, ovvero costruiti con un agente patogeno vettore ed uno aggregato, scoprendo decine di esperimenti pubblicati sulle principali riviste mediche negli ultimi 15 anni dove il SARS veniva usato come vettore di HIV nella finalità dual use per un vaccino contro l’AIDS o per una potentissima arma batteriologica.

Il primo di essi fu realizzato proprio nel Wuhan Institute of Virology nel lontanissimo 2004 grazie ad un finanziamento EPISARS della Commissione Europea presieduta da Romano Prodi, futuro premier in Italia nel primo governo del Partito Democratico (2006). Dal 2009 il piano di esperimenti sui coronavirus passò nelle mani dei Democratici usa durante l’amministrazione Obama-Biden.

WUHAN-GATES – 9. LE PROVE: HIV inserito in un virus SARS nel 2007. Grazie ai milioni UE della Commissione Prodi

Quel primo studio a Wuhan, supervisionato dall’Istituto Pasteur di Parigi dove Montagnier aveva lavorato fino al 2000 prima di recarsi in Cina, fornì i plasmidi infettati con HIV poi utilizzati a Chapel Hill dall’University of North Carolina nella costruzione dei supervirus SARS con guadagno di funzione (potenziamento di carica virale simile al concetto dell’arricchimento dell’uranio nelle armi atomiche). La ricerca americana fu condotta in deroga alla moratoria di Obama proprio contro gli esperimenti con Guadagno di Funzione, di cui furono sospesi i finanziamenti per la loro pericolosità. Ma stranamente 5 studi sul SARS continuarono grazie alla deroga concessa dal NIH di Fauci.

WUHAN-GATES – 11. SARS-2 COSTRUITO CON HIV COME PER UNA BIO-ARMA: Scienziati morti e spie in Canada, Cina e Usa

Per brevità possiamo solo citare i test su SARS, MERS (la medesima Sindrome Respiratoria Grave scoperta in Medio Oriente nel 2012) e HIV, ancora più misteriosi perché privi di pubblicazione, condotti presso il National Microbiology Lab in Winnipeg (Manitoba, Canada) dal compianto professor Frank Plummer, morto per un malore improvviso in Africa.

Nell’ultima inchiesta WuhanGates abbiamo invece pubblicato la storia di tutti i pericolosi esperimenti di laboratorio condotti sui coronavirus dal professor Ralph Baric, dell’University of Carolina, sotto l’egida di Anthony Fauci, riepilogati con minuzia investigativa dal medico americano David E. Martin, giunto a fare clamorose dichiarazioni.

WUHAN-GATES – 40. FAUCI & APPRENDISTI STREGONI. Virus SARS da Laboratorio fin dal 2000! Affare Usa-Cina

«In breve, il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti è stato coinvolto nel finanziamento dell’amplificazione della natura infettiva del coronavirus tra il 1999 e il 2002 prima che la SARS fosse mai rilevata nell’uomo» ha scritto Martin nel suo Dossier Fauci insinuando che persino il SARS di 18 anni fa potrebbe essere stato costruito in laboratorio.

 

L’INTELLIGENCE USA: “SARS-COV-2 NON E’ UNA BIO-ARMA MA…”

«L’IC (Intelligence Community – ndr) valuta che SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19, è probabilmente emerso e ha infettato l’uomo attraverso un’esposizione iniziale su piccola scala avvenuta non oltre novembre 2019 con il primo cluster noto di casi COVID-19 sorto a Wuhan , Cina nel dicembre 2019. Inoltre, l’IC è riuscita a raggiungere un ampio accordo su diverse altre questioni chiave. Riteniamo che il virus non sia stato sviluppato come arma biologica».

E’ quanto si legge nel comunicato diffuso ieri dall’ODNI (Office of the Director of the Nazional Intelligence) che nelle frasi successive, però, si riempie di dubbi., a causa della divergenza dei pareri tra le 16 agenzie federali che coordina (dalla CIA del controspionaggio estero ai militari NSA della sicurezza nazionale interna).

La nota diffusa il 27 agosto dall’US Intelligence Community guidata dall’ODNI – clicca sull’immagine per leggere il testo originale in inglese

«Riteniamo che il virus non sia stato sviluppato come arma biologica. La maggior parte delle agenzie valuta anche con scarsa fiducia che SARS-CoV-2 probabilmente non è stato geneticamente modificato; tuttavia, due agenzie ritengono che non vi fossero prove sufficienti per effettuare una valutazione in entrambi i casi. Infine, l’IC valuta che i funzionari cinesi non fossero a conoscenza del virus prima che emergesse lo scoppio iniziale di COVID-19».

In questa frase l’intelligence americana dell’ufficio guidato dal direttore Avril Haines arriva quindi persino a sollevare da ogni responsabilità gli scienziati cinesi ed in primis la cosiddetta “bat-woman” Shi Zhengli, direttore del Centro Malattie Infettive Emergenti del Wuhan Institute of Virology, che si gudagnò tale soprannome proprio per i ripetuti e rischiosi esperimenti sui coronavirus dei pipistrelli cinesi a ferro di cavallo, suervisionati dalla Central Intelligence Agency in virtù dei finanziamenti veicolati dall’amministrazione Obama-Biden al laboratorio cinese, proprio nel periodo in cui Haines era vice direttrice del più potente apparato di controspionaggio del mondo.

WUHAN-GATES – 38. VIRUS SARS-HIV CREATI IN LABORATORIO DAL DEEP STATE CINESE. Da figlio del Boia della Tienanmen e Gang di Shangai

Haines, inoltre, è stata la protagonista dell’esercitazione simulata su un’epidemia da coronavirus tenutasi a New York nell’ottobre 2019, denominata Event 201 e finanziata da Gates e dal World Economic Forum di Klaus Schwabs, teorico del Great Reset. Ma aveva profetizzato un evento pandemico per una grave malattia respiratoria nel 2018 auspicando un nuovo “Ordine Mondiale” per riuscire a contrastarla.

«Dopo aver esaminato tutti i rapporti di intelligence disponibili e altre informazioni, tuttavia, l’IC rimane diviso sull’origine più probabile del COVID-19. Tutte le agenzie valutano che due ipotesi siano plausibili: l’esposizione naturale a un animale infetto e un incidente associato al laboratorio» come si vede nel prosieguo del comunicato l’ipotesi del SARS-Cov-2 di origine artificiale rimane comunque in essere, anche in virtù del riferimento agli esperimenti sui coronavirus.

WUHAN-GATES – 26. BIO-ARMA SARS-2 & VACCINI D’ORO. Dai test CIA-OMS pagati da Gates al summit UE con PFIZER, sponsor di Biden, prima della pandemia. E le molecole Covid…

«Quattro elementi IC e il National Intelligence Council valutano con scarsa fiducia che l’infezione iniziale da SARS-CoV-2 è stata molto probabilmente causata dall’esposizione naturale a un animale infetto o a un virus progenitore vicino, un virus che probabilmente sarebbe più di 99 percento simile a SARS-CoV-2. Questi analisti danno peso alla mancanza di preconoscenza dei funzionari cinesi, ai numerosi vettori per l’esposizione naturale e ad altri fattori».

«Un elemento IC valuta con moderata sicurezza che la prima infezione umana con SARS-CoV-2 molto probabilmente è stata il risultato di un incidente associato al laboratorio, che probabilmente ha comportato sperimentazione, manipolazione di animali o campionamento da parte dell’Istituto di virologia di Wuhan. Questi analisti danno peso alla natura intrinsecamente rischiosa del lavoro sui coronavirus» ecco finalmente un timido riferimento a 15 anni di folli ricerche sui virus SARS ricombinati con HIV e potenziati con guadagno di funzione a scopo “dual use” sanitario-militare.

«Gli analisti di tre elementi IC rimangono incapaci di fondersi attorno a nessuna delle due spiegazioni senza ulteriori informazioni, con alcuni analisti che preferiscono l’origine naturale, altri un’origine di laboratorio, e alcuni vedono le ipotesi come ugualmente probabili» prosegue il comunicato.

WUHAN-GATES – 36. “SARS-COV-2 INCIDENTE DA LABORATORIO?” Intelligence USA e MIT accreditano la Teoria del Virus Artificiale

«Le variazioni nelle opinioni analitiche derivano in gran parte dalle differenze nel modo in cui le agenzie valutano i rapporti di intelligence e le pubblicazioni scientifiche e le lacune di intelligence e scientifiche. I giudici dell’IC non saranno in grado di fornire una spiegazione più definitiva sull’origine di COVID-19 a meno che nuove informazioni non consentano loro di determinare il percorso specifico per il contatto naturale iniziale con un animale o di determinare che un laboratorio di Wuhan stava gestendo SARS-CoV -2 o un virus progenitore vicino prima che emergesse il COVID-19».

In queste frasi la nota ODNI raggiunge il culmine dell’ipocrisia perché a quanto pare il webmedia Gospa News è riuscito a trovare più tracce dei collegamenti tra il SARS-Cov-2 di quante ne abbiano rinvenute o volute rinvenire gli 007 delle agenzie federali americane.

GREEN PASS UE, MICROCHIP SOTTOPELLE E MARCHIO DELLA BESTIA 666 DI GATES. Il Piano Transumanista di Klaus Schwab (Great Reset) e NWO contro il Cristianesimo

 

ANCHE IL MIT SOSTIENE LA TESI DEL VIRUS DA LABORATORIO

In tal senso, però, dobbiamo rammentare quanto scritto da un ufficiale in congedo dell’Israeli Defense Forces, esperto di microbiologia ed analista dell’intelligence militare.

«Questo dibattito è molto complicato e contiene il potenziale per rivelazioni esplosive a molti livelli, ma le comunità di intelligence di tutto il mondo sono rimaste in gran parte in silenzio sulla questione. Questo è intrigante e non sorprende. Diversi paesi occidentali, così come Russia, India, Giappone e Australia, avevano formulato stime dell’intelligence già nel gennaio 2020, ma hanno tenuto nascoste le loro conclusioni» scrisse su Besa Center il tenente colonnello in congedo Dr. Dany Shoham, esperto di bioarmi e di guerra chimica e biologica in Medio Oriente.

Poi ha aggiunto: «L’amministrazione statunitense ha indicato, diversi mesi fa, che era probabile un contagio innaturale, ma nessuna dichiarazione del genere è stata formalmente rilasciata dall’intelligence statunitense. A livello della NATO e dei “Five Eyes”, stime approfondite dell’intelligence sono state probabilmente prodotte internamente, ma anch’esse non sono state rese pubbliche»

SARS-2: “007 DI CINA, USA, NATO E FIVE EYES OCCULTANO L’ORIGINE DEL VIRUS DA LABORATORIO”. Rivelazioni shock dell’ufficiale dell’intelligence israeliana esperto di bio-armi

Stupisce che l’intelligence americana abbia voluto dare in pasto ai media un documento così controverso e confusionario nel momento in cui proprio dagli USA e dal Regno Unito sono giunte le ultime ricerche a sostegno della tesi del virus SARS-Cov-2 creato in laboratorio.

Tra queste, come anticipato dal Daily Mail lo scorso 28 maggio, c’è quella di Dalgleish-Sorensen. Gospa News fu infatti tra i pochi media italiani a riportare, già il 4 giugno 2020, le dichiarazioni dell’ex direttore del controspionaggio britannico MI6 Richard Dearlove, in riferimento proprio allo studio realizzato dal professor Angus Dalgleish dell’Ospedale di St. George presso l’Università di Londra e dal virologo norvegese Birger Sorensen, ma rimasto a lungo nel cassetto.

WUHAN-GATES – 39. “SARS-2 COSTRUITO IN LABORATORIO”. Due nuove Ricerche accusano Cina e Fauci. Ma ignorano Intrighi Gates-Biden e Tracce di HIV

«Le analisi genomiche mostrano che SARS-CoV-2 è una chimera, con la maggior parte della sua sequenza identica a quella del pipistrello CoV RaTG13, ad eccezione del dominio di legame al recettore (RBD), che è quasi identico a quello di un pangolino (Manis javanica) CoV ed è stato ottimizzato per legare il recettore ACE2 nelle cellule umane. Tali chimere con guadagno di funzione possono in linea di principio derivare dalla ricombinazione naturale, ma in questo caso sarebbe improbabile. La ricombinazione naturale richiederebbe che i virus di pipistrello e pangolino infettino contemporaneamente la stessa cellula dello stesso organismo, un evento piuttosto improbabile considerando la bassa densità di popolazione dei pangolini, la scarsità di esemplari infetti da CoV nelle loro popolazioni naturali e il fatto che CoV RATG13 non ha un’affinità significativa per il pangolino ACE2, e quindi è improbabile che penetri nella cellula di pangolina infetta».

Sono queste le conclusioni pubblicate su ACS Medicinal Chemistry Letters da Ariel Fernández, scienziato del Daruma Institute for AI in Pharmaceutical Research, AF Innovation Pharma Consultancy di Winston-Salem, North Carolina (US) e del CONICET, National Research Council for Science and Technology di Buenos Aires (Argentina).

La sua ricerca si basa proprio su quel genotipo CoV RaTG13 ritenuto chimerico anche dal professor Pierre Bricage nel suo studio della primavera 2020 ignorato dall’intera comunità scientifica e pubblicato in esclusiva solo da Gospa News.

WUHAN-GATES – 8. “SARS-2: virus OGM costruito con HIV”. Bio-ingegnere ex relatore NATO distrugge tesi “origine naturale”

Prima ancora, il 18 marzo scorso, Charles Schmidt sul Technology Review del MIT (Massachusetts Institute of Technology di Cambridge), aveva evidenziato i problemi di coloro che avevano cercato di sostenere la tesi del virus artificiale. Tra loro c’era Nikolai Petrovsky, professore molto stimato alla Flinders University australiana e presidente di Vaxine, una società che sviluppa immunizzazioni per malattie infettive, che dal 2005 ha ricevuto milioni di finanziamenti NIH.

“[La modellazione al computer] ha generato un risultato sorprendente: le proteine ​​spike che fissano SARS-CoV-2 si legano più strettamente al loro recettore cellulare umano, una proteina chiamata ACE2, rispetto ai recettori bersaglio su qualsiasi altra specie valutata. In altre parole, SARS-CoV-2 era sorprendentemente ben adattato alla sua preda umana, il che è insolito per un agente patogeno emergente”, registra la Technology Review.

Petrovsky e i suoi collaboratori iniziarono immediatamente a scrivere un documento speculativo chiedendo se il virus fosse “completamente naturale” o avesse avuto origine da “un evento di ricombinazione avvenuto inavvertitamente o intenzionalmente in un laboratorio che trattava i coronavirus”.

Ma come nota Technology Review, però, era diventato un “suicidio professionale per gli scienziati esprimere sospetti su una possibile fuga di notizie dal laboratorio” e la comunità era “riluttante a sfidare l’ortodossia” di conseguenza…

Per leggere in sintesi tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

LAWYERS PRESS RELEASE – LEGAL ACTION BEFORE INTERNATIONAL CRIMINAL COURT 

ODNI US INTELLIGENC COMMUNITY – KEY TAKEOVERS ON SARS-COV-2

IN MANO A GATES PURE LA TECNOLOGIA MILITARE “IA” ITALIANA. Accordo Leonardo-Microsoft e Intrighi DEM tra Intelligence e Pandemia

 

 

(Visited 15.445 times, 482 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

2 pensieri su “WUHAN-GATES – 41. “SARS-2 E’ BIO-ARMA”. Denuncia alla Corte dell’Aja con Perizia di Montagnier. Intelligence USA “Divisa” tra Virus Naturale o da Laboratorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *