Categoria: ingiustizia

adunata sediziosa, antagonisti, ingiustizia, Lega, Matteo Salvini

AGGREDIRONO SALVINI: ASSOLTI DAL GIUDICE

COLPIRE L’AUTO DELL’EURODEPUTATO A VIAREGGIO NON E’ UN CRIMINE! CONDANNATI IN 27 A PAGARE UNA MULTA PER IL REATO DI ADUNATA SEDIZIOSA TUTTI PROSCIOLTI DOPO IL PROCESSO. ___di Carlo Domenico Cristofori___ In Italia l’auto di un europarlamentare può essere circondata da un branco di facinorosi antagonisti di sinistra, sballottata e colpita ma ciò non costituisce reato nonostante una precedente condanna. Siamo nella Repubblica delle Banane o forse delle Toghe Rosse, chissà… Fatto sta che assaltare la vettura di un rappresentante del Parlamento Europeo in quel di Viareggio non è un crimine se su quel veicolo viaggia un tale Matteo Salvini, segretario della Lega poi destinatoContinue reading

Abraham Lincoln, Albert PIke, Antonino Paternò marchese San Giuliano, Borboni, delitti, Ernest Nathan, Francesco Ferdinando d'Asburgo, Giovane America, Giovane Bosnia, Giovanni Falcone, Giovine Italia, Giuseppe Mazzini, greenback, guerra, Guerra dell'Oppio, guerra di secessione Usa, Henry John Temple visconte Palmerston, illuminati, Impero Austtro-Ungerico, ingiustizia, Johann Adam Weishaupt, MAFIA, Mano Nera, MASSONERIA, Mayer Amschel Rothschild, omicidi, Palermo, Prima Guerra Mondiale, Regno delle Due Sicilie, religione, rivoluzione francese, Rocco Chinnici, Sicilia, Sidney Sonnino, Stato Vaticano, unità d'italia

MASSONERIA E GRANDI CRIMINI

DALL’AUTOBOMBA PER IL GIUDICE CHINNICI ALL’ASSASSINIO DEL PRESIDENTE LINCOLN: IL FILO ROSSO SANGUE CHE LEGA LE LOGGE INTERNAZIONALI di Fabio Giuseppe Carlo Carisio © COPYRIGHT GOSPA NEWS divieto di riproduzione senza autorizzazione “C’è un filo rosso che lega tutti i grandi delitti. Un unico progetto politico…” Rocco Chinnici Giudice – Capo dell’Ufficio Istruzione del Tribunale di Palermo A 35 anni dala strage di via Pipitone a Palermo nella quale il 29 luglio 1983 furono dilaniati da un’autobomba il giudice istruttore Rocco Chinnici, l’inventore del Pool Antimafia con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e gli uomini della sua scorta, in loro memoria desidero seguire quel filoContinue reading

delitti, femminicidio, guerra, ingiustizia, omicidi, partigiani, strage, stupri

FEMMINICIDI PARTIGIANI

STORIE DI STUPRI E MATTANZE  DEI LIBERATORI D’ITALIA di Fabio Giuseppe Carlo Carisio © COPYRIGHT GOSPA NEWS divieto di riproduzione senza autorizzazione fonte bibliografica: Il Sangue dei vinti di Giampaolo Pansa Il femminicidio è una grave piaga della società contemporanea, epifenomeno di un retaggio culturale che nei secoli legittimò gli abusi maschilisti ma anche, o forse soprattutto, di una generale inaudita deflagrazione di violenza sociale che miete vittime tra genitori anziani come tra bambini in culla. Se ne discute ogni giorno in Parlamento alla ricerca di risposte legislative che spesso si rivelano solo un vacuo tentativo di smorzare gli effetti più che una reale soluzioneContinue reading

delitti, guerra, ingiustizia, MASSONERIA, omicidi, religione, strage

MASSONERIA E SATANISMO – 1

Il “PAPA” DEI MASSONI AMERICANI CHE FONDO’ IL KU KLUX KLAN E CREO’ IL PALLADISMO CON MAZZINI OGGI NEGLI USA HA UN MONUMENTO! di Fabio Giuseppe Carlo Carisio © COPYRIGHT GOSPA NEWS divieto di riproduzione senza autorizzazione “In coscienza e sinceramente credo che l’Ordine massonico sia, se non il più grande, uno dei più grandi mali morale e politici che grava su tutta l’Unione” John Quincy Adams, VI presidente degli Stati Uniti d’America Letters on Freemasonry «Lettere sulla Massoneria», 1833 “La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le potestà, contro i dominatori diContinue reading

Bernardo Mattarella, Danilo Dolci, Giorgio Napolitano, Giovanni Leone, ingiustizia, Ponte Morandi, Sergio Mattarella, Tiziano Renzi, tragedia, Vajont, viadotto Polcevera

PONTE MORANDI: GIUSTIZIA IN CRISI

DISASTRO GENOVA: NESSUN INDAGATO! LA CULTURA NAZICOMUNISTA DIFESA DA NAPOLITANO E MATTARELLA HA FATTO DIVENTARE LO STATO GIUSTIZIERE COL CITTADINO GARANTE CON GLI AMICI DEI POLITICI. di Fabio Giuseppe Carlo Carisio © COPYRIGHT GOSPA NEWS divieto di riproduzione senza autorizzazione Se un cittadino qualunque alla guida della sua auto, procedendo a 60 km orari su una strada periferia urbana dove il limite è ancora di 50, investe ed uccide un pedone che ha attraversato incautamente e non ha la fortuna di trovare un testimone lucido capace di asseverare l’incauto gesto dell’investito rischia fino a 7 anni di carcere. Dopo trent’anni di cronaca nera e giudiziaria,Continue reading