mgid.com, 457873, DIRECT, d4c29acad76ce94f

DISASTRO ANNUNCIATO ASTRAZENECA: Vaccino bloccato anche in tutta Italia, Germania, Francia e Olanda. Stop in 12 paesi UE

DISASTRO ANNUNCIATO ASTRAZENECA: Vaccino bloccato anche in tutta Italia, Germania, Francia e Olanda. Stop in 12 paesi UE
3.986 Views

ENGLISH VERSION HERE

AGGIORNAMENTO DEL 15 MARZO 2021 ORE 18 UTC + 1

Dopo Irlanda e Olanda anche l’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale.

“La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino Astrazeneca, per ragioni esclusivamente precauzionali, da parte di Aifa è stata assunta dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza. Durante la giornata Speranza ha avuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna”, spiegano fonti del Ministero della Salute.

“Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su Astrazeneca sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di Ema. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l’agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione”, afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei come Germania e Francia. Successivi a quelli di Irlanda e Olanda che hanno portato a 12 le nazioni dell’Unione Europea in cui il siero sviluppato da Jenner Isntitute e Oxford University è stato sospeso.

L’Agenzia italiana del farmaco comunica che renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, “incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”.

DEPOPOLAMENTO MONDIALE IN 5 MOSSE: A forza di inutili lockdown presto l’Italia in “Zona Viola”

 

AGGIORNAMENTO DEL 15 MARZO 2021 – ORE 15 UTC + 1

I carabinieri del Nas, su disposizione della Procura di Biella, stanno sequestrando le dosi del lotto ABV5811 AstraZeneca che l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha sospeso ieri dopo la morte di Sandro Tognatti, il professore di clarinetto morto nella sua abitazione di Cossato poche ore dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca.

La procura di Biella ha aperto una inchiesta sul decesso. Le indagini sono coordinate dal procuratore Teresa Angela Camelio e dirette dal sostituto procuratore Paola Francesca Ranieri, che ha disposto il sequestro delle dosi del lotto.

Le attività di sequestro dei Carabinieri NAS sono in corso di svolgimento presso tutti gli HUB di distribuzione e i centri di vaccinazione dove sono state consegnate complessivamente 393.600 dosi relative al lotto di vaccino Covid-19 ABV5811 di AstraZeneca, già bloccato in Piemonte. Lo rendono noto i Carabinieri Nas. Il sequestro è al fine di “porre a vincolo i quantitativi non ancora somministrati e presenti in giacenza”.

“Il Nas, sui disposizione della procura di Biella, ha sequestrato stamane in Veneto un ulteriore lotto, l’ABV5811 di vaccino Astrazeneca, come sta avvenendo in altre regioni italiane”. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia. “E’ un altro duro colpo – ha aggiunto – al sistema delle vaccinazioni. Non si sa se il vaccino di Astrazeneca sia concausa o causa della morte, ma bisogna chiarirlo velocemente”.

 

AGGIORNAMENTO DEL 15 MARZO 2021 – ORE 9 UTC + 1

Anche i Paesi Bassi hanno interrotto l’uso del vaccino Covid-19 di AstraZeneca per almeno due settimane, mentre l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sta conducendo un’indagine sui possibili effetti collaterali gravi del jab.
La decisione precauzionale di sospendere l’uso del vaccino almeno fino al 28 marzo si è basata su nuove informazioni giunte dalla Norvegia e dalla Danimarca riguardanti effetti collaterali potenzialmente gravi nelle persone che hanno ricevuto l’inoculazione, ha detto domenica il ministro della Salute olandese Hugo de Jonge.

L’Olanda è così il decimo paese dell’Unione Europea ad aver interrotto totalmente o parzialmente l’uso del siero prodotto dalla multinazionale anglo-svedese e basato sull’adenovirus vettore di uno scimpanzè grazie ad un ricombinante creato dallo Jenner Institute con l’Università di Oxford. Il vaccino aveva già creato allarme durante i trials clinici di fase tre con gravissime reazioni neurologiche anche letali. Allora come oggi AstraZeneca ha negato ogni correlazione con la somministrazione del farmaco approvato in via sperimentale contro il Covid-19.

MISTERO JOAO, VOLONTARIO VACCINO ASTRAZENECA MORTO DI COVID-19 A 28 ANNI. Il farmaco in Italia a dicembre agli anziani delle RSA

Nel frattempo dal Regno Unito giungono numeri sugli effetti indesidarati anche gravi comunicati dal governo mentre il premier Boris Johnson ha comunque voluto rassicurare la popolazione affermando che il vaccino AstraZeneca continuerà ad essere utilizzato. Il report aggiornato agli inizi di marzo riferisce di 54.180 reazioni avverse gravi su 201.622 segnalazioni di effetti indesiderati: tra essi 275 decessi. Un dato di mortalità superiore a quello di Pfizer che in Gran Bretagna ha fatto rilevare 227 morti su 94.809 segnalazioni di cui 33.207 con serie conseguenze.

STRAGE TRA VACCINATI COVID. L’ITALIA SUPERA GLI USA PER REAZIONI AVVERSE. Più di mille morti negli States, 2.787 casi fatali in Europa

 

AGGIORNAMENTO DEL 14 MARZO 2021

A seguito della morte, avvenuta nelle scorse ore a Biella, di un docente a cui nella giornata di ieri era stato somministrato il vaccino AstraZeneca, in attesa degli esiti dei riscontri per verificare l’eventuale nesso di causa, in via precauzionale il commissario dell‘Area giuridico-amministrativa dell’Unità di crisi della Regione Piemonte, Antonio Rinaudo, ha disposto immediatamente la sospensione su tutto il territorio regionale della somministrazione del vaccino AstraZeneca per i dovuti accertamenti sul lotto coinvolto. È stata subito convocata la Commissione piemontese sulla farmaco-vigilanza per l’attivazione di tutte le procedure previste dalla legge. Si riunirà nel pomeriggio.

“Si tratta – specifica l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Genesio Icardi – di un atto di estrema prudenza in attesa di verificare se esista un nesso di causalità tra la vaccinazione e il decesso. Ad oggi in Piemonte non era mai stata segnalata nessuna criticità particolare dopo la somministrazione dei vaccini”. Questo segue gli altri episodi di morti misteriose dopo i vaccini…

ERANO SANI E FORTI… MA DOPO I VACCINI COVID SONO MORTI! Allarme disturbi nel sangue per AstraZeneca nell’UE e per Pfizer negli USA

Ma a conferma che la ricchezza egli investimenti delle Big Pharma sono più “potenti” di ogni prudenza sanitaria pochi minuti dopo la Regione Piemonte ha interrotto il blocco che ovviamente stava suscitando l’attenzione mediatica mondiale.

«Sono riprese regolarmente in Piemonte le somministrazioni di vaccino AstraZeneca, dopo la sospensione precauzionale di un paio d’ore finalizzata a individuare e isolare il lotto del quale faceva parte la dose somministrata all’insegnante biellese deceduto. Il lotto è stato individuato e  proseguono ora regolarmente le somministrazioni di vaccini AstraZeneca appartenenti a lotti diversi, in attesa delle decisioni dell’Aifa e della Commissione piemontese per la farmaco vigilanza, che è stata già convocata».

LOCKDOWN FEROCE IN 14 REGIONI! Asporto Vietato dai bar dopo le 18. In Piemonte Cirio s’inchina alla Malora imposta da Conte. In Lombardia Fontana si ribella

Lo comunica l’Unità di crisi della Regione Piemonte. In attesa che siano fatte le verifiche, nel frattempo, i vaccinandi possono pure crepare… I Piemontesi ringraziano il governatore Alberto Cirio sempre allineato sulle posizioni dei vari governi (da Conte a Draghi) tanto sui lockdown quanto sui vaccini.

Anche le autorità sanitarie dell’Irlanda hanno chiesto al governo di sospendere vaccino AstraZeneca dopo aver analizzato nuovi dati sul farmaco forniti dall’Agenzia per il farmaco norvegese sul rischio di coaguli nel sangue. Lo riporta Skynews.

Il vice direttore della Sanità irlandese, Ronan Glynn, ha precisato che non sono stati provati “collegamenti tra il vaccino anti-Covid AstraZeneca e alcuni casi che si sono verificati” di coaguli nel sangue. Tuttavia, “in base al principio di precauzione e in attesa di ricevere ulteriori informazioni si raccomanda di sospendere temporaneamente il programma di vaccinazione” con quel farmaco.

Infine pure i Paesi Bassi hanno interrotto l’uso del vaccino Covid-19 di AstraZeneca per almeno due settimane, mentre l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sta conducendo un’indagine sui possibili effetti collaterali gravi dell’iniezione.

La decisione precauzionale di sospendere l’uso del vaccino almeno fino al 28 marzo si è basata su nuove informazioni giunte dalla Norvegia e dalla Danimarca riguardanti effetti collaterali potenzialmente gravi nelle persone che hanno ricevuto l’inoculazione, ha detto domenica il ministro della Salute olandese Hugo de Jonge.

 

ARTICOLO DELL’11 MARZO 2021

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato della Federconsumatori che conferma l’allarme già evidenziato da Gospa News in relazione al vaccino AstraZeneca, responsabile di migliaia di reazioni avverse gravi (anche fatali) nell’Unione Europea. Il siero bloccato dall’Austria lunedì fu invece autorizzato con totale azzardo dal Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza martedì scorso.

La notizia giunge a poche ore dalla clamorosa rivelazione del BMJ (British Medical Journal) di Londra in relazione a dosi difettose del vaccino Pfizer. Insomma tutti i dubbi avanzati da molti medici circa l’affidabilità dei sieri anti Covid-19 si stanno rivelando fondati...

La somministrazione del vaccino è stata sospesa anche in Danimarca, Norvegia, Lussemburgo, Islanda, Lettonia, Lituania ed Estonia proprio perchè sono stati segnalati casi di effetti indesiderati al di là di ogni previsione.

COMPLOTTO NWO CONTRO L’ITALIA – 4. MINISTRO CON LICENZA DI UCCIDERE! Paracetamolo invece di Cortisone. Ora dà vaccino AstraZeneca agli anziani dopo lo stop dell’Austria e l’allarme EudraVigilance

COMUNICATO FEDERCONSUMATORI

Desta forte preoccupazione lo stop disposto da Aifa nei confronti del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, a seguito dell’analogo blocco avvenuto in alcuni Paesi quali Danimarca e Lussemburgo.

Un divieto su tutto il territorio nazionale in via precauzionale, a seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi. Alla luce di tali fatti l’Aifa si riserva anche di “prendere ulteriori provvedimenti”, si legge nella nota.

L’Ema aveva escluso la correlazione di tali eventi con la somministrazione del prodotto, ma sono state in ogni caso avviate indagini più approfondite. Secondo le prime ipotesi si ragiona sulla presenza di eventuali impurità nelle fiale. In Italia sono stati segnalati due casi sospetti anche in Sicilia.

COVID, VACCINI PFIZER CON “MRNA DIFETTOSO” ALL’UE. Caso Occultato da azienda ed EMA ma Svelato da BMJ – British Medical Journal

Apprezziamo l’intervento tempestivo dell’Aifa, ma siamo estremamente preoccupati per l’accaduto: ora è necessario ed urgente, oltre a verificare prontamente il ritiro del lotto di vaccino incriminato, che non vi siano altre criticità. Per fare ciò è necessario un monitoraggio ancora più attento e scrupoloso.

Invitiamo le agenzie competenti a concludere al più presto gli approfondimenti necessari a capire cosa è accaduto in relazione ai casi segnalati ed a rendere note al più presto eventuali controindicazioni.

La confusione e l’allarmismo nati da questa vicenda rischiano di alimentare una ingiustificata campagna no vax e diffondere allarmismo tra chi ha effettuato questo vaccino, per questo è necessario fare la massima chiarezza. Allo stesso tempo il ministero della Salute disponga un piano di pronta assistenza ai cittadini che eventualmente fossero già stati vaccinati con tale lotto o che comunque vogliano segnalare delle criticità, fornendo loro informazioni precise sui segnali a cui prestare attenzione.

VACCINO PFIZER DA “ROULETTE RUSSA”: Rischi di paralisi facciale, shock anafilattico e inefficacia. Medici italiani in rivolta. Infermieri tedeschi vaccinati in ospedale per COVID da overdose

“È fondamentale procedere alle verifiche con la massima celerità affinché la necessaria accelerazione della campagna vaccinale avvenga garantendo la piena sicurezza dei cittadini.” – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori.

In tal senso chiediamo al Governo di accelerare l’acquisto dei vaccini, approfondendo le evidenze sulla sicurezza e sulla copertura, prendendo in considerazione ogni opportunità purché sicura e verificata.

(Visited 1.265 times, 6 visits today)

Redazione Gospa News

Un pensiero su “DISASTRO ANNUNCIATO ASTRAZENECA: Vaccino bloccato anche in tutta Italia, Germania, Francia e Olanda. Stop in 12 paesi UE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *