64 BAMBINI UCCISI PER DISTRUGGERE HAMAS! Ma Netanyahu ora avrebbe accettato il “Cessate il Fuoco” per Gaza

64 BAMBINI UCCISI PER DISTRUGGERE HAMAS! Ma Netanyahu ora avrebbe accettato il “Cessate il Fuoco” per Gaza

2.225 Views

In copertina foto di Wafa News Agency da Twitter

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

AGGIORNAMENTO DEL 20 MAGGIO ORE 22 (- 1 UTC / GMT)

Giovedì (20 maggio in serata) il governo israeliano ha concordato un cessate il fuoco bilaterale con Hamas per fermare quasi due settimane di combattimenti che hanno ridotto in macerie centinaia di morti e parti dell’impoverita Striscia di Gaza. Il gabinetto di sicurezza del primo ministro Benjamin Netanyahu ha accettato di “accettare l’iniziativa egiziana per un cessate il fuoco bilaterale, che entrerà in vigore in un secondo momento”, ha detto il governo in un comunicato.

La tregua arriva dopo gli sforzi diplomatici internazionali e le crescenti pressioni del più stretto alleato di Israele, gli Stati Uniti, per porre fine al conflitto più intenso tra Israele e Hamas dalla guerra a Gaza del 2014. Il leader senior di Hamas Osama Hamdan ha detto al canale televisivo libanese Al-Mayadeen che il cessate il fuoco inizierà venerdì alle 2:00 ora locale (19:00 ET). “Abbiamo ottenuto garanzie dai mediatori che l’aggressione a Gaza finirà”, ha detto. Il governo egiziano ha confermato in un comunicato l’ora del cessate il fuoco “reciproco e simultaneo”.

Dopo più di 10 giorni di attacchi aerei hanno ucciso almeno 230 palestinesi a Gaza e 12 israeliani, secondo i funzionari di entrambe le parti, quello che è iniziato con gli scontri scoppiati per la prima volta mesi fa a Gerusalemme si è trasformato in un conflitto che si è esteso ben oltre le antiche mura della città. – portando a un’ondata di disordini comuni all’interno di Israele e proteste in tutto il mondo.

Ora bisogna capire perché si è deciso di concordare che il cessate il fuoco non sarà immediato ma “avrà effetto in un secondo momento”. Potrebbe essere una nuova trappola di Bibi per accusare Hamas di qualche attacco improvviso e avere un alibi per non rispettare la tregua provvisoria???

ARTICOLO DEL 20 MAGGIO ORE 6 (- 1 UTC / GMT)

“Determinato a continuare a distruggere Hamas”. Questo il senso delle ultime dichiarazioni rilasciate dal primo ministro israeliano (pro tempore) Benjamin Netanyahu in risposta al debole appello del presidente americano Joseph Biden per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza. Lì, sotto i bombardamenti aerei e dell’artiglieria delle Forze di Difesa Israeliane, insieme a decine di presunti leader dell’organizzazione palestinese di Hamas, sono già morti almeno 64 bambini e molti altri civili con un bilancio che ha già superato le 200 vittime.

La bambina palestinese di 3 anni, Menna Shreer, è stata uccisa da aerei da guerra israeliani dopo aver bombardato la sua casa a Sheikh Rdwan nella città di Gaza – foto di Wafa News Agency su Twitter

Biden aveva parlato in precedenza con Netanyahu. Il comandante in capo ha riferito di aspettarsi una “significativa riduzione dell’escalation” per quanto riguarda i recenti scontri mortali lungo la Striscia di Gaza. Ad oggi, migliaia di razzi sono stati lanciati tra le forze israeliane e palestinesi, con il bilancio delle vittime in aumento. Il primo ministro israeliano è apparso mercoledì per respingere le pressanti richieste di Biden per un cessate il fuoco, dicendo ai giornalisti che le operazioni lungo la Striscia di Gaza continueranno fino a quando gli obiettivi non saranno raggiunti.

Manifestazione dei palestinesi – foto dell’agenzia di stampa Wafa su Twitter

Le ultime osservazioni di Netanyahu sono arrivate dopo che aveva già tenuto una conversazione telefonica con Biden all’inizio della giornata, e ha anche visitato un quartier generale militare. Il primo ministro ha dichiarato che mentre “apprezza molto il sostegno del presidente americano”, l’operazione militare in corso contro l’ala militare di Hamas manterrebbe la rotta. “Sono determinato a continuare questa operazione fino al raggiungimento del suo obiettivo: riportare pace e sicurezza a voi, cittadini di Israele”, ha detto Netanyahu, sottolineando che “ogni giorno stiamo colpendo più capacità delle organizzazioni terroristiche, abbattendo più torri del terrore, colpendo più depositi di armi “.

AFFARI USA-ISRAELE: BOMBE PER $735 MILIONI & VACCINI PFIZER PER $2,1 MLD. Ecco perché Biden protegge la guerra di Netanyahu a Gaza

Nei giorni scorsi l’aviazione dell’IDF ha distrutto non solo edifici e tunnel sotterranei utilizzati dai guerriglieri palestinesi, ma anche alcuni punti di lancio sotterranei da cui Hamas ha lanciato razzi e anche il famoso missile Ayyash a lungo raggio.

Ciò ha notevolmente indebolito la capacità offensiva dell’organizzazione paramilitare palestinese che ha preso di mira i territori israeliani dopo le persecuzioni e gli arresti effettuati dalle autorità di Tel Aviv contro i musulmani a Gerusalemme est durante le preghiere del Ramadan nella moschea al-Aqṣā, che hanno indignato entrambi i rappresentanti di ebrei e cristiani ortodossi.

EBREI ORTODOSSI ANTI-SIONISTI E CRISTIANI CONTRO LA GUERRA DI BIBI. Strage di bambini a Gaza (aggiornamento)

Il famigerato Bibi, considerato da molti commentatori geopolitici militari l’autore di crimini contro l’umanità per l’uso sproporzionato dei bombardamenti (soprattutto contro la Siria per la presenza delle Forze Quds iraniane), può permettersi il lusso di non rispondere alle richieste di il presidente americano perché la Casa Bianca ha mostrato in campo diplomatico il guanto di velluto, opponendo ripetutamente il veto alle risoluzioni Onu proposte in Consiglio di Sicurezza da vari Paesi, come confermato ieri.

Il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi, in una conversazione con il segretario di Stato americano Antony Blinken mercoledì, ha detto a quest’ultimo che Tel Aviv avrà bisogno di altri pochi giorni per completare le operazioni militari a Gaza, avendo risposto alla sua controparte degli Stati Uniti che si aspetta che finiscano presto, lo ha riferito Axios citando un funzionario israeliano. Nella telefonata, Blinken avrebbe informato Ashkenazi che gli Stati Uniti non sosterranno l’iniziativa francese su Gaza al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ma il sostegno americano a Israele sulla questione di Gaza, in particolare alle Nazioni Unite, non può durare a lungo.

AYYASH, MISSILE DI HAMAS FA TREMARE TEL AVIV. Ha 250 km di gittata. E’ in memoria del Palestinese ucciso da 007 di Israele

Il Dipartimento di Stato ha rilasciato una dichiarazione dopo la chiamata, affermando che il Segretario e il Ministro degli Esteri israeliano hanno discusso “degli sforzi per porre fine alla violenza, che ha causato la morte di civili israeliani e palestinesi, compresi i bambini”. “Il Segretario ha notato che gli Stati Uniti rimarranno impegnati con Israele, l’Autorità Palestinese e le parti interessate regionali nei giorni a venire, e ha rafforzato il messaggio che gli Stati Uniti si aspettano di vedere una riduzione dell’escalation sulla strada verso un cessate il fuoco”, afferma il comunicato.

All’inizio della giornata, la Francia, insieme a Tunisia, Egitto e Giordania, ha presentato una bozza di risoluzione al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, chiedendo un cessate il fuoco e l’accesso umanitario alla Striscia di Gaza tra le accese tensioni tra Israele e Hamas.

Nel frattempo, nel conflitto tra israeliani e palestinesi, è intervenuto anche l’ex presidente repubblicano statunitense George W. Bush, noto per aver sostenuto il candidato democratico Biden durante la campagna elettorale in una perfetta strategia “Deep State” tipica dell’influenza delle Lobbies sioniste.

LOBBY SIONISTE – 1. Fink (BlackRock) & Singer (Elliott) con Soros & Gates nelle Big Pharma antiCovid (Gilead e GSK)

Bush ha affermato, parlando al network Fox News mercoledì, che l’influenza dell’Iran ha contribuito allo sviluppo della situazione nella Striscia di Gaza e in Israele, diretta a Tel Aviv, che, a sua volta, agisce per la sua “sicurezza nazionale”. Bush ha sollevato l’argomento presentando un nuovo libro, “Out of Many, One: Portraits of America’s Immigrants”, dedicato all’attivista iraniana Mariam Memarsadeghi.

Alla domanda sulle ostilità in corso tra Israele e Palestinesi, Bush ha suggerito che ciò che “stai vedendo in atto è l’influenza iraniana mirata verso Israele”. “L’approccio migliore nei confronti dell’Iran è capire che la loro influenza è pericolosa per la pace mondiale, che sono molto coinvolti nei movimenti estremisti in Libano, Siria e Yemen, e mirano a diffondere la loro influenza”, ha detto.

L’ex presidente degli Stati Uniti ha anche fatto riferimento all’accordo nucleare iraniano del 2015, noto anche come Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), l’accordo dal quale l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è ritirato nel 2018, spingendo Teheran ad abbandonare i suoi impegni relativi al nucleare in base all’accordo.

La vendetta dell’Iran comincia da Qom. Grazie al bunker nucleare di Fordow

I colloqui sono ripresi il mese scorso con i partecipanti al JCPOA a Vienna, nel tentativo di riportare gli Stati Uniti all’accordo. Mercoledì, il rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Ulyanov, ha affermato che i partecipanti ai colloqui presumono che gli Stati Uniti torneranno sull’accordo.

“Qualsiasi accordo concluso deve concentrarsi non solo sulle sue capacità nucleari, ma anche sulla sua influenza in Medio Oriente. E sai, qualsiasi accordo, devi tenere a mente i pericoli di un Iran aggressivo per i nostri alleati e alla stabilità, quindi deve essere uno sguardo globale “, ha detto Bush.

Ma Bush forse ha dimenticato che il programma di arricchimento dell’uranio nelle centrali nucleari iraniane è ripreso con intensità dopo l’attacco killer con droni ordinato dal presidente Donald Trump per eliminare il generale Qasem Soleimani, comandante delle Forze Quds dei Pasdaran (le Guardie della Rivoluzione Islamica) che ha aiutato fondamentalmente Il presidente siriano Bashar Al Assad ha sconfitto l’ISIS.

Leggi inoltre… Il Deep State Cinese dietro il virus SARS-2 da laboratorio…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

GOSPA NEWS – INCHIESTE LOBBY ARMI

(Visited 367 times, 4 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

2 pensieri su “64 BAMBINI UCCISI PER DISTRUGGERE HAMAS! Ma Netanyahu ora avrebbe accettato il “Cessate il Fuoco” per Gaza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *