siteId=76639&formatId=24">

LA FOLLE CORSA AI TAMPONI FERMA I TRENI IN TUTTA ITALIA. Troppo Personale Positivo al Covid. Viaggi cancellati o Bus Sostitutivi

LA FOLLE CORSA AI TAMPONI FERMA I TRENI IN TUTTA ITALIA. Troppo Personale Positivo al Covid. Viaggi cancellati o Bus Sostitutivi

18.574 Views
Mentre il Governo inasprisce i divieti 
Imponendo Super Green Pass (vaccinati o guariti)
Anche negli hotel e sulle piste da sci
Scoppia il caos sulle linee ferroviarie

«Sono molti i cittadini lasciati a piedi da Trenord, che a causa delle assenze del proprio personale dovute anche al dilagare dei contagi, sta sopprimendo circa 100 corse al giorno. La società che gestisce il trasporto ferroviario regionale in Lombardia e i collegamenti con le aree limitrofe in un comunicato ha reso noto che, tra il personale indispensabile, registra circa il 12% di assenze».

E’ l’allarme lanciato dalla Federconsumatori che, forse senza accorgersene, mette il dito nella piaga delle politiche governative e regionali di prevenzione del Covid: milioni di tamponi al giorno levano il personale di torno! La battuta sarcastica è fin troppo facile…

La criticità, infatti, non riguarda solo la Lombardia ma anche la Regione Piemonte, dove molte corse di Trenitalia sono state sospese ma subito sostituite con bus per il medesimo problema, come comunicato dalle istituzioni.

Dal sito del gestore ferroviario nazionale, però, emergono disagi praticamente in tutta l’Italia «per attività correlate all’organizzazione dei servizi, a seguito delle verifiche previste dalle norme anti-covid, sono previste modifiche alla programmazione dei treni Regionali» scrive Trenitalia facendo l’elenco delle 16 regioni interessate dal grave problema: Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, VenetoMarche, Abruzzo, Umbria, Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Sardegna, Sicilia.

ENIGMA OMICRON: MIGLIAIA DI ASINTOMATICI OCCULTATI. Solo due Regioni svelano Dati sui Contagiati Sani: possibili “Falsi Positivi”

La questione assume una rilevanza politica in quanto, come evidenziato da Gospa News in un precedente articolo, circa il 67 % dei nuovi positivi al Covid in Piemonte sono asintomatici: pertanto potrebbero essere un parto di “falsi positivi” prodotto da una perversa corsa ai tamponi molecolari RT-PCR che, come ormai riconosciuto dalle autorità americane (FDA e CDC), non sono molto affidabili… Pur essendo ritenuti migliori degli antigienici.

I contagi hanno «indotto l’azienda (Trenord – ndr) a soppressioni forzate di corse, “rendendo necessaria la riprogrammazione parziale del servizio ferroviario in Lombardia”. Una programmazione che avrebbe dovuto essere effettuata tenendo conto dalla circostanza di forte criticità che il Paese sta vivendo, attraverso adeguate dotazioni organiche che invece, da fonti sindacali, ci risultano essere carenti a prescindere dall’emergenza pandemica» aggiunge Federconsumatori.

Ma è evidente che la morsa delle restrizioni con conseguente folle corsa ai tamponi per ottenere i Green Pass si sta avvitando sul collo stesso della cabina di regia governativa sull’emergenza Covid, agevolando quei lavoratori che non vedono l’ora di restare a casa durante le feste con la scusa di un contatto con un contagiato…

BUS SOSTITUTIVI IN PIEMONTE

Più tempestiva la risposta al problema della Regione Piemonte spiegata in un comunicato ufficiale del 28 dicembre.

«Il personale del servizio di trasporto pubblico è, da molti mesi, sotto pressione e naturalmente non è immune alle carenze di organico dovute al massiccio aumento di casi positivi al Covid e dei relativi isolamenti fiduciari. Abbiamo comunque voluto tutelare il servizio di trasporto pubblico scegliendo la via dell’integrazione con autobus sostitutivi per non privare i piemontesi della possibilità di spostarsi; nel frattempo monitoreremo quotidianamente le necessità che dovessero emergere nei prossimi giorni».

Queste le parole dell’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi sulla variazione del servizio ferroviario regionale in vigore dal 29 dicembre al 9 gennaio, che prevede la sostituzione con autobus di quei treni risultati privi di personale ferroviario in quanto positivo al test Covid o in isolamento per contatto con soggetti positivi.

COVID, FDA SCONFESSA CDC: OK A TAMPONI RT-PCR COI “RISCHI FALSI POSITIVI”. Esauriti Test Amazon: Affaroni su Omicron!

«Grazie alla stretta collaborazione tra Regione Piemonte, Trenitalia e Agenzia della mobilità piemontese – prosegue l’assessore Gabusi – siamo riusciti a realizzare in tempi rapidissimi la riorganizzazione del trasporto ferroviario in tutto il Piemonte, con l’obiettivo di non togliere nessun trasporto. L’occhio è puntato anche al 10 gennaio quando riprenderanno le scuole e l’utilizzo dei mezzi pubblici tornerà a regime; auspichiamo per quella data una normalizzazione della situazione del personale ferroviario».  Le variazioni, possibili fin dal 30 dicembre, saranno verificabili sul sito di Trenitalia.

SUPER GREEN PASS ANCHE SUI BUS LOCALI

La Regione Piemonte ha ricordato che a bordo dei treni regionali è consentita l’occupazione dell’80% dei posti per cui il mezzo è omologato e che rimane obbligatorio indossare la mascherina di tipo FFP2 o superiore per la protezione del naso e della bocca.

Ma nel frattempo sta prendendo forma il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri con cui si vuole imporre nuove restrizioni ai non vaccinati, come se la punta dell’iceberg dei No Vax fosse il vero aspetto del problema di una manovra preventiva asfissiante, caotica e inefficace che si sta squagliando su se stessa.

Soprattutto per la lapalissiana circostanza, evidenziata da varie ricerche scientifiche, secondo cui i primi potenziali “untori” sono proprio i vaccinati, che possono avere una carica virale anche 251 volte superiore a quella di un contagiato No Vax. 

BALLI PROIBITI ANCHE AI VACCINATI! Discotecari “Iniettati e Mazziati” dal Terrore pro Big Pharma di Draghi

Quarantena azzerata ai vaccinati da meno di quattro mesi e a quelli con dose booster, estensione del Super Green pass (riservato solo a vaccinati e guariti da Covid entro i 6 mesi) quasi ovunque: per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, per entrare in alberghi, andare a fiere, impianti sci e tanti altri luoghi di socialità e svago, oltre a prezzi calmierati per le mascherine Ffp2. E negli stadi torna la capienza a 50%.

Sono questi, infatti, i nuovi orientamenti del governo che nelle prossime ore dovranno tradursi in un atto formale. Non passa però il fronte di chi chiedeva di estendere l’obbligo del Super Green pass anche a tutte le categorie di lavoratori, nonostante la sponda delle Regioni.

FEDERCONSUMATORI CONTESTA I DISAGI IN LOMBARDIA 

Sul disagio nei trasporti è divampata la polemica in Lombardia, nei confronti del gestore ferroviario privato.

«Ci troviamo di fronte ad una situazione inaccettabile: comprendiamo l’emergenza determinata dall’aumento esponenziale dei contagi o del personale sottoposto a quarantena, ma è compito dell’azienda prendere provvedimenti per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini che hanno acquistato i titoli di viaggio o gli abbonamenti. La cancellazione di 100 corse al giorno appare eccessiva: Trenord deve adottare ogni misura utile per assicurare il servizio ai cittadini riproteggendoli, ove possibile, su altre corse. Non devono essere i passeggeri a pagare le carenze organizzative dell’azienda» afferma Michele Carrus, Presidente Federconsumatori.

SANITARI VACCINATI “UNTORI” COVID. Studio Oxford: “Portano Carica Virale 251 volte superiore”. A rischio Malati e Colleghi non Vaccinati

L’associazione di tutela invita «inoltre la Regione a predisporre con più attenzione e lungimiranza il proprio piano di trasporto ed i relativi contratti di servizio, verificando la capacità delle aziende affidatarie del servizio di garantirlo sempre in modo efficiente, senza compromettere e limitare il diritto alla mobilità dei cittadini».

E rammenta che «I cittadini coinvolti possono rivolgersi alle sedi della Federconsumatori, presenti in tutta Italia, per richiedere i dovuti rimborsi e tutelare i propri diritti».

Per conoscere tutti i retroscena sulla pandemia da SARS-Cov-2 creato in laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Redazione Gospa News
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

 

(Visited 767 times, 1 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.