siteId=76639&formatId=24">

CONGO: AMBASCIATORE ITALIANO UCCISO PER 1 MILIONE DI DOLLARI. Arrestati 2 Sospetti di Gruppo Ribelle per Sequestro e Omicidi

CONGO: AMBASCIATORE ITALIANO UCCISO PER 1 MILIONE DI DOLLARI. Arrestati 2 Sospetti di Gruppo Ribelle per Sequestro e Omicidi

1.299 Views

ENGLISH VERSION

Le autorità dell’est del Congo affermano di aver arrestato due uomini in relazione a un agguato che ha ucciso l’ambasciatore italiano l’anno scorso. I sospetti, identificati come membri di un gruppo ribelle, sono stati portati martedì dal governatore militare nella provincia del Nord Kivu.

La polizia ha detto che i ribelli avevano fermato il convoglio sperando di chiedere un riscatto per più di 1 milione di dollari. E’ morto invece l’Ambasciatore Italiano Luca Attanasio insieme all’ufficiale paramilitare dei Carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, Moustapha Milambo. Martedì, la polizia ha identificato il principale sospettato delle uccisioni come un uomo di nome Aspirant, ma ha detto che è ancora in fuga.

FOTO SHOCK DAL CONGO SULL’ATTENTATO ALL’AMBASCIATORE. La Procura di Roma indaga per terrorismo. Spettro ISIS

Lo ha annunciato il generale Aba van Ang, capo commissario provinciale della Polizia nazionale congolese, in una conferenza stampa, in cui i sospetti sono stati presentati alle autorità provinciali davanti alla stampa a Goma, capitale del Nord Kivu.

La tragedia potrebbe essere un tentativo di riscatto fallito, secondo Aba van Ang. Dopo aver sparato all’ambasciatore, i sospettati “si sono molto pentiti di aver perso un milione di dollari nel caso dell’ambasciatore. Hanno disputato su questo problema e volevano persino separarsi. Ecco fatto, sono grandi criminali”.

Il governatore del Nord Kivu, il tenente generale Ndima Kongba Constant, ha invitato le autorità giudiziarie a consegnare i sospetti alla giustizia. “In ogni caso, faccio appello alla nostra giustizia, anche oggi perché giustizia sia fatta e che siano puniti in relazione a tutto ciò che hanno causato nel nostro popolo”, ha detto.

AMBASCIATORE ITALIANO E CARABINIERE UCCISI IN CONGO. Sospetti sull’ISIS che mesi fa ha liberato 1.300 detenuti dalle carceri

 

Le province del Nord Kivu e dell’Ituri sono sotto assedio dal 6 maggio 2021 a causa delle violenze commesse da gruppi armati.

Nei primi giorni successivi al terribile agguato è stata analizzata anche la pista investigativa dei terroristi jihadisti e in particolare di alcune fazioni affiliate all’Isis. L’ipotesi è stata avvalorata anche dal rilascio di una dichiarazione di alcuni aderenti allo Stato Islamico che ringraziano Allah per l’uccisione. Ma nessuna affermazione ufficiale è mai stata rilasciata

Redazione Gospa News
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS INTERNATIONAL

 

(Visited 386 times, 1 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.