BRUCIATI VIVI! IL MASSACRO DI ODESSA. 2 Maggio 2014: I Filo-Russi Assassinati dai NeoNazisti Ucraini – Gospa News International

BRUCIATI VIVI! IL MASSACRO DI ODESSA. 2 Maggio 2014: I Filo-Russi Assassinati dai NeoNazisti Ucraini  – Gospa News International

5.477 Views


TOP BREAKING NEWS

LA STRAGE DI ODESSA: Il Punto di non Ritorno nella Guerra Civile del Donbass

dello storico russo Evgeny Norin

Di seguito pubblichiamo alcuni estratti dei vari paragrafi del lungo e dettagliato articolo leggibile in Inglese con traduzione simultanea disponibile

Nove anni fa accadde qualcosa di significativo a Odessa, una città storicamente importante nel sud-ovest dell’Ucraina. Sebbene l’Occidente non lo vedesse come tale, per la Russia e le repubbliche del Donbass appena formate, ciò che accadde lì divenne un episodio simbolico.

Dalla fine del 2013 all’inizio del 2014, a Kiev, la capitale dell’Ucraina, si stava svolgendo un conflitto tra il governo del presidente Viktor Yanukovich e l’opposizione filo-occidentale. La serie di eventi che ne sarebbe seguita è stata soprannominata “Euromaidan”. Nel frattempo, anche Odessa, città portuale sul Mar Nero, è stata ovviamente interessata da questi eventi, anche se in misura minore.

C-14, IL GERME DEL NEO-NAZISMO IN UCRAINA. Organizzazioni Nazionaliste e Russofobe tra gli 007 SBU svelate da un Italiano a Mariupol

Scontri occasionali con la polizia e tafferugli tra i sostenitori di Euromaidan e quelli allineati con il governo, che divenne noto come il movimento “Anti-Maidan”, non erano niente in confronto allo spargimento di sangue a Kiev, dove le persone sono state uccise.

Molti ucraini non hanno accolto con favore l’Euromaidan e avevano le loro ragioni. Molti residenti di Odessa avevano forti legami con la Russia, e li hanno ancora. Quando l’Ucraina ottenne l’indipendenza nel 1991, un gran numero di russi viveva a Odessa e molti avevano parenti nel vecchio paese. La città fu costruita durante il regno di Caterina la Grande ed è sempre stata vista come parte integrante della storia della Russia.

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 1. Strage di Cecchini in piazza Maidan a Kiev 2014 come quella con Regia CIA a Caracas 2002

Pertanto, il nazionalismo aggressivo di Euromaidan era in gran parte impopolare lì e molti locali erano spaventati da quella che sembrava essere una passione per la formazione di unità militanti. Euromaidan e Anti-Maidan a Odessa iniziarono a formare organizzazioni paramilitari parallele. Armati di una primitiva serie di bastoni, caschi da motociclista e armi fatte in casa, questi gruppi si addestravano per il combattimento di strada. All’inizio nessuno cercava una lotta all’ultimo sangue: i radicali non avevano ancora conquistato il ruolo di leader in nessuno dei due movimenti.

La mattina del 2 maggio, un treno fuori orario ha portato a Odessa circa 500 tifosi di Kharkov. Insieme a loro sono arrivati gruppi pro-Euromaidan che non hanno nulla a che fare con il calcio ma che erano armati di equipaggiamento da combattimento di strada, comprese armature personali e armi. Nel pomeriggio hanno iniziato a radunarsi in Piazza della Cattedrale, nel centro di Odessa.

Un gruppo anti-Maidan da 150 a 300 persone è partito da Kulikovo Field, che dista circa 30 minuti a piedi. Sebbene ampiamente in inferiorità numerica rispetto ai 2.000-3.000 combattenti e fan dell’Euromaidan, Dolzhenkov lo guidò comunque in direzione di Cathedral Square.

La polizia di Odessa ha rifiutato di intervenire negli eventi. Le sue forze principali di circa 700 ufficiali sorvegliavano lo stadio, mentre circa 80 seguivano gli attivisti anti-Maidan e 60 sorvegliavano il campo di Kulikovo. Ufficiali di polizia di alto rango erano stati convocati per una riunione e gli era stato ordinato di spegnere i telefoni.

UkraineGate: reporter islamico finanziato da Soros e Usa nel golpe 2014 ora ai vertici dell’industria di armi

Gli attivisti di Maidan avevano sostanzialmente già vinto la battaglia. Gli attivisti del campo di Kulikovo furono sconfitti. A questo punto, le persone vagavano semplicemente senza meta. Alcuni tifosi dello stadio si erano uniti al trambusto dopo la fine della partita. Ma gli eventi stavano per prendere una piega completamente diversa.

Mark Gordienko, uno dei leader del movimento Euromaidan di Odessa, è stato uno di quelli che hanno iniziato a gridare “Kulikovo!” incoraggiando la folla ad andare nel luogo in cui i manifestanti anti-Maidan avevano allestito il loro accampamento. Nel marzo del 2014, era noto per aver detto che “avrebbe abbattuto tutti i separatisti”. Quel giorno ebbe l’opportunità di mantenere la sua promessa. Più tardi, sembrò aver opportunamente dimenticato di aver guidato la violenza.

La Trade Unions House aveva all’interno circa 300 persone quella sera.

Alle 19:20 la folla inferocita di Euromaidan è entrata in piazza. Si sono spostati attraverso il campo abbandonato e hanno iniziato a lanciare bottiglie molotov contro la barricata di fronte all’edificio dei sindacati. Quelli all’interno hanno risposto lanciando alcune bombe molotov contro gli aggressori dal tetto. Fu allora che un giornalista che stava filmando tutto disse: “Adesso li uccideranno sicuramente”.

Gli aggressori hanno continuato a lanciare sassi e bombe improvvisate contro la barricata, che consisteva principalmente di mobili e casse di legno, e alla fine le hanno dato fuoco. I manifestanti dietro di esso si sono ritirati nell’atrio dell’edificio. Successivamente, molti rapporti hanno esagerato la portata della resistenza opposta da quelli nell’edificio dei sindacati. I filmati disponibili mostrano che gli aggressori si muovevano liberamente intorno alla piazza, senza bisogno di abbassarsi o mettersi al riparo perché non c’era fuoco contro di loro.

REPORTER ITALIANO UCCISO IN DONBASS: Assolto il Paramilitare Ucraino alleato dei Neonazisti. Come voluto da Soros & co.

La barricata era in fiamme e gli assalitori avevano appiccato il fuoco alle tende della piazza. L’intera piazza era piena di fumo e fiamme. Gli aggressori hanno continuato a lanciare bombe cocktail riempite con una miscela di napalm fatta in casa composta da benzina, acetone e polistirolo contro l’edificio. I manifestanti rintanati hanno chiamato i vigili del fuoco, ma non è venuto nessuno. I pochi poliziotti presenti sulla scena non hanno fatto nulla per interferire e si sono limitati a guardare lo svolgersi degli eventi.

Gli aggressori si sono assicurati che il fuoco non si spegnesse, lanciandovi dentro sempre più bombe cocktail. Hanno persino lanciato una gomma di un’auto in fiamme, mentre sparavano contro i finestrini con pistole antisommossa.

Poi la tragedia ha colpito.

L’esperto indipendente Vladislav Balisnsky ha spiegato che il fuoco che infuriava all’ingresso dell’edificio ha incendiato la vernice e la vernice sulle pareti e sul soffitto della sala. La porta d’ingresso in fiamme è crollata ei vetri delle finestre sono stati rotti uno ad uno da colpi di arma da fuoco, creando una potente corrente d’aria. L’effetto camino risultante trasformò la scala centrale in un enorme inceneritore, con temperature al centro che salivano a 600-700 gradi Celsius.

Burned alive: How the 2014 Odessa Massacre became a Turning Point for Ukraine

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile

Dopo aver cliccato sull’articolo che vi interessa ed essere entrati nella Sezione in Inglese basta cliccare sulla Bandierina Inglese delle lingue (sotto il menù in alto a destra o in basso a sinistra) facendo scorrere la finestrella finché non appare la bandierina della lingua Italiana


INSABBIAMENTI SULLE BOMBE ISIS IN SRI LANKA. Attentati Politici per Distruggere l’Economia di un Paese

di Darini Rajasingham-Senanayake

Dott.ssa Darini Rajasingham-Senanayake, è un’antropologa sociale e medica, con sede a Colombo, Sri Lanka. Tutti i collegamenti agli articoli di Gospa News sono stati aggiunti in seguito.

Aprile è il mese più crudele: quattro anni fa, mentre i Fahrenheit si alzavano in una bella domenica di Pasqua mattina del 21 aprile, le bombe sono esplose contemporaneamente in sette diverse località, hotel di lusso e chiese, sulle coste est e ovest dello Sri Lanka.

È stata una complessa operazione logistica progettata Over the Horizon (OTH), in stile guerra ibrida, per paralizzare l’economia dipendente dal turismo e la società multireligiosa nell’isola strategica dell’Oceano Indiano che è perennemente nel mirino della rivalità tra grandi potenze. Lo Sri Lanka si trova davanti e al centro di importanti sottomarini o cavi dati sottomarini (UDC), rotte energetiche e commerciali nel mondo ed è fondamentale per garantirne la sicurezza.

Dopo gli attacchi, frotte di agenti ed esperti dell’intelligence straniera sono arrivate nel paese, che è stato tenuto in lockdown economicamente devastanti, compresi i porti di pesca, per quasi tre mesi. Questa sembrava essere una corsa a secco per i due anni successivi di blocchi Covid-19 che hanno ulteriormente distrutto l’economia.

La scorsa settimana, mentre i cittadini ricordavano le vittime degli attacchi dell’aprile 2019, il cardinale Malcom Ranjith ha rinnovato il suo appello alla giustizia e alla responsabilità per le vittime e alla verità sulla mano nascosta o la Mente dietro gli attacchi.

JIHAD SAUDITA, TOP SECRET FILES: DAI DETENUTI INVIATI IN SIRIA ALLE BOMBE IN SRI LANKA

 

Allo stesso tempo, l’ex procuratore generale, Dappula De Livera, è stato convocato alla Divisione investigativa sul terrorismo (TID), presumibilmente per spiegare la sua affermazione abbastanza ragionevole sull’esistenza di una “mente” (mahamolakaru), o cospirazione dietro le esplosioni che hanno ucciso più di 280 persone quattro anni fa

Chiaramente, la mente dietro la carneficina deve essere identificata per garantire che il crimine non si ripeta. Mentre gli attacchi sono stati misteriosamente rivendicati dallo Stato islamico (IS), che non aveva precedenti in Sri Lanka, è stata assicurata una cortina fumogena virtuale di indagini locali e un gioco di colpe politico di partito. Ci sono state anche affermazioni secondo cui le agenzie di intelligence locali e gli investigatori della polizia avevano legami con gli attentatori suicidi. La disinformazione ha coperto le tracce degli interessi geopolitici di attori e reti esterni le cui impronte erano evidenti nella progettazione del crimine, negli obiettivi selezionati, nel movente e nell’operazione di copertura.

Pur molestando l’ex AG per aver parlato della necessità di responsabilità del Mastermind, il regime di Ranil Rajapakse aveva anche programmato una celebrazione del nuovo anno, ‘Wasantha Siriya’, ironicamente per la comunità diplomatica il 22 aprile, il giorno dopo gli attacchi di Pasqua quando la contea sarebbe ancora in lutto. Questo nonostante il fatto che le comunità singalese e tamil avessero già festeggiato il capodanno due settimane prima!

STRAGI ISIS SRI LANKA: GRAVI ACCUSE DI COMPLICITA’ AL PRESIDENTE E AL MINISTRO ISLAMICO

Era Wasantha Siriya con i tradizionali giochi di Capodanno, cibo e festeggiamenti per distrarre dalle richieste di giustizia per le vittime e responsabilità; e per cancellare la memoria nazionale e la storia riguardante i dettagli sconcertanti del crimine di Pasqua 2019, quando gli attentatori suicidi musulmani hanno attaccato hotel e chiese di lusso sul mare in un paese multireligioso dominato da buddisti e indù, dove cristiani e musulmani hanno convissuto amichevolmente per secoli ?

Sorprendentemente, nel 2019 la Banca mondiale ha “promosso” lo Sri Lanka a Paese a reddito medio-alto (MIC) dopo l’attacco di Pasqua che è stato un enorme shock economico esogeno per l’economia dipendente dal turismo, seguito da blocchi economicamente devastanti che sono durati per mesi. Lo stato MIC disabilita l’accesso di un paese al prestito agevolato a bassi tassi di interesse, riservato alle contee meno sviluppate (LDC), nel sistema finanziario globale dominato dai Washington Twins e dal coloniale Club de Paris.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile

MasterMind and Cover-up Investigations on ISIS Easter Bombing in Sri Lanka


Pedophilia on Facebook: Denounced 146 Groups. Orcs in Chat due to Hypersexualization among Minors Permitted by Zuckerberg


CITATO A GIUDIZIO L’EX PROCURATORE DI MANHATTAN ANTI-TRUMP. Davanti alla Commissione Giudiziaria del Congresso USA

Il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg ha abbandonato il suo tentativo di annullare una citazione del Congresso a un ex procuratore che lavorava nel suo ufficio, ha detto venerdì un assistente del Congresso a The Epoch Times in una dichiarazione, secondo The Epoch Times.

“Questa sera, l’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha ritirato il suo appello nel caso Bragg v. Jordan. La deposizione del signor Pomerantz andrà avanti il 12 maggio e attendiamo con impazienza la sua apparizione”, ha scritto a The Epoch Times Russel Dye, portavoce del deputato Jim Jordan (R-Ohio), presidente della commissione giudiziaria della Camera.

TRUMP ARRESTATO… MA NON E’ VERO! Ex Presidente Libero dopo l’Udienza e la Vergognosa Speculazione CNN. Per l’Accusa pagare una Pornostar è Cospirazione!

Il presidente della magistratura della Camera Jim Jordan (R-Ohio) ha citato in giudizio un ex procuratore di Manhattan che ha spinto per un atto d’accusa contro l’ex presidente Donald Trump. La mossa è arrivata pochi giorni dopo che Trump si è dichiarato non colpevole delle accuse di reato intentate dall’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan in un procedimento giudiziario che ha acceso l’indignazione dei repubblicani.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile

Rep. Jordan Subpoenas Former Manhattan Prosecutor Who Pushed for Trump Indictment. Bragg Dropped Effort to Quash It


European Countries’ Grain-Food Warfare against Ukraine. Specter of Gates’ Huge Agricultural Speculation


RUSSIA & VENEZUELA “CONTRO IL RICATTO OCCIDENTALE”. Al Paese Sudamericano “Rubati” 232 Miliardi di Dollari dalle Sanzioni USA 

Nell’immagine di copertina il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il presidente venezuelano Nicolas Maduro e il vicepresidente venezuelano Delcy Rodriguez.

Il 19 aprile 2023 il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il suo omologo venezuelano Yvan Gil hanno tenuto una conferenza stampa congiunta a Caracas sottolineando l’importanza di unire le forze “contro il ricatto occidentale”.

“Con il Venezuela, abbiamo un’agenda molto ricca e una cooperazione che rafforza le basi delle nostre economie che non dipendono dai capricci e dai ricatti dei nostri colleghi in Occidente”, ha detto Lavrov.

KIEV: L’ABBRACCIO DELLA VERGOGNA. Procuratore della Corte Penale de L’Aja da Zelensky prima del Mandato di Arresto a Putin. Indaga Mosca

“Siamo convinti che la nostra esperienza sarà molto utile perché il numero di sanzioni contro di noi è enorme e stiamo acquisendo rapidamente esperienza”, ha aggiunto.

Lavrov ha osservato che il Venezuela è uno dei “partner più fedeli” della Russia e che si sta lavorando a un’agenda importante per l’unità di entrambi i paesi.

Gil ha affermato che lui e Lavrov hanno rivisto e rinnovato gli accordi bilaterali e di cooperazione, aggiungendo che i due paesi hanno firmato più di 300 accordi di questo tipo fino ad oggi. I due hanno anche annunciato sforzi per lavorare su progetti congiunti in vari campi, tra cui la produzione di petrolio, la medicina, l’agricoltura e l’esplorazione spaziale.

MADURO: L’ASSAD LATINO FA PAURA COL PETROCOIN

Il Venezuela ha perso 232 miliardi di dollari dal 2015, quando gli Stati Uniti sotto l’amministrazione Obama hanno imposto sanzioni contro il paese sudamericano, ha detto il vicepresidente venezuelano Delcy Rodriguez.

“Potevi vedere l’impatto [delle sanzioni sul paese] quando la produzione di petrolio stava diminuendo. Dal 2015, le perdite sono ammontate a 232 miliardi di dollari. È facile dirlo, ma le perdite di 232 miliardi di dollari nella principale fonte di entrate significavano allora il 99% delle entrate in valuta estera”, ha affermato Rodriguez.

VENEZUELA: PER LE SANZIONI DI TRUMP 40MILA MORTI, MOLTI BIMBI

Gli Stati Uniti hanno imposto oltre 20.000 sanzioni contro 35 paesi e hanno “condotto una guerra economica o militare contro il mondo intero”, ha aggiunto il vicepresidente. Dopo che Washington ha dichiarato il Venezuela una “minaccia alla sua sicurezza nazionale” nel 2015, l’Occidente ha introdotto 929 sanzioni unilaterali contro il paese latinoamericano, con misure statunitensi che rappresentano il 60% di tutte le sanzioni occidentali, ha affermato anche l’alto funzionario.

Rodriguez ha affermato che la guerra economica contro il suo paese equivale a sistematiche violazioni dei diritti umani poiché il popolo venezuelano è stato privato dei bisogni primari, tra cui cibo, istruzione, assistenza sanitaria.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile

Venezuela’s Losses Due to US Sanctions Amount to $232Bln Since 2015. Russia alongside Maduro “against Western Blackmail”


Brain Damages after COVID mRNA Vaccines: Pfizer Knew of 44,000 Injured since 2020! Study confirms Alert already launched by CDC and FDA

Escalation Plot: Dutch Intelligence Report points to Threat of “Russia War with West”


JOHNSON&JOHNSON NEI GUAI PER IL TALCO CANCEROGENO: Ai Danneggiati non Basta Risarcimento da $8,9 Miliardi

I querelanti che stanno facendo causa a Johnson & Johnson per i suoi prodotti a base di talco sono pronti ad approvare un accordo da 8,9 miliardi di dollari per risolvere le loro richieste attraverso una seconda procedura fallimentare?

I rapporti contrastanti della scorsa settimana da parte degli avvocati che rappresentano i querelanti del talco hanno lasciato poca chiarezza sulla loro intenzione di accettare il nuovo pacchetto.

Alla fine della scorsa settimana, il comitato direttivo di un querelante che guida il contenzioso multidistrettuale ha affermato in un comunicato che la proposta di J&J era tutt’altro che adeguata. Il consiglio di 14 persone, composto da avvocati di società che rappresentano i querelanti del talco, ha dichiarato di essere stato unanime nel respingere l’offerta di J&J.

“ALTISSIMO RISCHIO DI ICTUS DOPO I VACCINI SE SI PRENDE COVID”. Studio Accademico di Atlanta conferma Allarmi di CDC e FDA

Ciò è avvenuto due giorni dopo che un gruppo di 17 studi legali e un gruppo chiamato Talc Powder Justice hanno annunciato il loro sostegno all’accordo da 8,9 miliardi di dollari.

Un pacchetto da 8,9 miliardi di dollari fornirebbe agli oltre 70.000 querelanti coinvolti nel contenzioso sul talco contro J&J una media di circa 120.000 dollari, ha affermato O’Dell. “I costi medici per una vittima media di cancro alle ovaie sono di circa $ 225.000, quindi rende questo piano di bancarotta proposto assolutamente impraticabile”, ha detto O’Dell.

James Murdica, consulente esterno di J&J, sostiene che l’insuccesso di Beasley Allen nei processi contro il talco nell’ultimo decennio ha spinto lo studio legale a cercare un ritorno maggiore. “Hanno tutto questo capitale e tutto il tempo che i loro dipendenti hanno speso in contenziosi sul talco e non possono recuperare la loro quota di indennità comune del 12%”, ha detto Murdica.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile

Johnson & Johnson’s $8.9B Bankruptcy Settlement is ‘Unworkable,’ Talc Plaintiff Lawyer says


Project Syndicate funded by Soros, Gates and McKinsey to Promote Ukraine War as Rockefeller Council on Foreign Relations


PERCHE’ E’ NATA GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Il 27 marzo 2019 Gospa News ha aperto il sotto-dominio in lingua inglese

anche per la necessità di preparare gli articoli per la piattaforma americana Veterans Today con cui il direttore Fabio Giuseppe Carlo Carisio collabora.

Da poco Carisio, intervistato di recente da Jeff Brown che è fondatore della Bioweapon Truth Commission e direttore del sito China Rising, è divenuto anche corrispondente del nuovo sito The Intel Drop fondato da Gordon Duff, marines reduce del Vietnam, ex ufficiale della CIA ed esperto mondiale di intelligence soprattutto in ambito militare.

L’inizio della guerra in Ucraina ha reso estremamente difficoltoso, per ragioni di tempo di traduzione e impaginazione, tradurre tutti gli articoli dall’Inglese in Italiano e viceversa. Pertanto soltanto le notizie più importanti compaiono in entrambe le lingue.

UKRAINE BIOLABS – 4. ARMI BATTERIOLOGICHE NWO. Intervista di Jeff Brown per China Rising a Fabio Carisio direttore di Gospa News

La sezione International di Gospa News è diventata così il contenitore di molti articoli selezionati sulle piattaforme più importanti di geopolitica e intelligence del mondo, che a volte vengono rielaborate all’interno di vere e proprie inchieste, altre volte vengono ripubblicate integralmente con brevi commenti da parte della redazione di Gospa News o del direttore.

Da oggi abbiamo deciso di inserire le principali notizie pubblicate solo in Inglese anche in questo spazio fisso sulla copertina di Gospa News in Italiano (dove le più recenti sono peraltro già presenti nella barra laterale poco visibile su smartphone e tablet). Sono state inserite in ordine di attualità ma anche di importanza.

Questo consentirà ai lettori anche di comprendere grazie a quali importanti fonti Gospa News seleziona le proprie notizie.

Inchiesta Esclusiva! SARS-COV-2 DA LABORATORIO & ISIS. L’inquietante Legame all’ombra di USA, CIA, UE e NATO. WuhanGates – video 3

Alcuni link inseriti sono relativi a inchieste tradotte in Italiano ma basate su fonti originali in lnglese che pertanto possono essere lette in lingua originale. Purtroppo alcuni articoli in Inglese hanno subito una revisione veloce e pertanto ci scusiamo in anticipo per eventuali errori sintattici o grammaticali soprattutto nei reportages più ampi e dettagliati.

TUTTI GLI ARTICOLI IN INGLESE SONO LEGGIBILI CON LA TRADUZIONE AUTOMATICA

Cliccando sulla Bandierina Italiana in Basso a sinistra dopo essere entrati negli articoli della Sezione in Inglese. 

Buona lettura


NEWS & INCHIESTE RECENTI DI GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Russian MOD: Up to 255 Ukrainian Servicemen, Mercenaries Eliminated in Donetsk area over Day


MISSILE NUCLEARE RUSSO ZIRCON NEL MEDITERRANEO. La Fregata Admiral Gorshkov entrata dal Canale di Suez

L’11 aprile, nel pomeriggio, la fregata Admiral Gorshkov (454) e la petroliera Kama sono entrate nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez, secondo Itamilradar.

Dopo circa quattro mesi di viaggio (le due unità hanno lasciato il porto russo di Murmansk all’inizio di gennaio) e diversi scali (in particolare in Sudafrica per partecipare a un’esercitazione con le marine sudafricane e cinesi, e in Iran), l’arrivo della coppia di navi a Tartus, in Siria, è atteso oggi.

L?arrivo della nave Admiral Gorshkov nel Mar Mediterraneo registrato da Itamilradar

L’ingresso della fregata russa non sarebbe di per sé un elemento particolarmente destabilizzante della situazione, se non fosse che la nave è armata di missili ipersonici.

Alcuni dei missili ipersonici russi includono il missile Kinzhal, che viene lanciato da un jet da combattimento, e il missile Zircon, che è un missile lanciato da un sottomarino.

Lo Zircon può trasportare una testata di 300 HE (High Explosive) ma anche di una carica nucleare pari a 200 kt tnw (arma nucleare tattica). Il raggio di tiro massimo è di circa 1.500 km o 930 mi.

COI MISSILI IPERSONICI LA RUSSIA PUO’ SCONFIGGERE L’UCRAINA SUBITO. Ecco perché Putin non li Usa ma l’Europa vuole Arrestarlo

«Gli effetti immediati sulla nostra sicurezza della guerra in Ucraina si sono riverberati ancora una volta sul mare e sono l’aumento impressionante dei numeri della flotta russa nel Mediterraneo e nel Mar Nero a un livello che non si vedeva nemmeno ai tempi della guerra fredda» aveva sottolineato a febbraio il Capo di Stato maggiore della Marina militare, Enrico Credendino, in audizione alla Commissione Difesa della Camera.

Con l’arrivo della fregata Admiral Gorshkov il clima si fa ancor più rovente soprattutto per l’Italia che è in prima fila nella fornitura di armamenti all’Ucraina. 

Terrible Nuclear Zircon Missile in the Mediterranean Sea. Russian Frigate Admiral Gorshkov in Tartus Harbor

Al momento è impossibile sapere le intenzioni della Marina russa sull’impiego della fregata Admiral Gorshow.

E, quindi, se resterà a lungo nel Mar Mediterraneo quale minaccia per i paesi NATO che stanno aiutando Kiev a combattere una guerra che avrebbe già perso senza gli armamenti delle nazioni UE e delgi Usa.

O se invece sarà dispiegata nel Mar Nero per essere più vicina al teatro del conflitto.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL – VIDEO LANCIO ZIRCON

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile


WUHAN-GATES – 65. US Senate Report Blames China for SARS-Cov-2 Manmade with HIV but also Admits the American Faults


Il Manifesto del Nuovo Ordine Mondiale di George Soros

«È chiaro che l’ordine mondiale che ha prevalso dalla fine della seconda guerra mondiale è giunto al termine. Era basato su due superpotenze in lizza per il dominio del mondo. Rappresentavano principi di organizzazione sociale diametralmente opposti e si consideravano nemici mortali. Il conflitto globale tra loro governava tutti i conflitti locali. Di tanto in tanto si arrivava al combattimento vero e proprio, ma entrambe le parti evitavano uno scontro a tutto campo perché ognuna aveva la capacità di annientare l’altra».

Comincia così l’articolo intitolato “Verso il Nuovo Ordine Mondiale. Il Futuro della NATO” scritto da George Soros il primo novembre 1993 e pubblicato sulla sua ong Open Society Foundation. Esso può essere ben considerato il Manifesto del Nuovo Ordine Mondiale in quanto si prefigurano gli scenari di geopolitica attuali e persino il progetto del golpe in Ucraina e della successiva guerra oggi in essere, scoppiata dopo le continue provocazioni della NATO alla Russia.

«Era possibile segnare vittorie locali, ma non dovevano minacciare la sopravvivenza dell’altra parte, perché avrebbe potuto mettere in pericolo la propria sopravvivenza. L’ordine prevalente si chiamava Guerra Fredda. Il nome era appropriato perché entrambe le parti erano mobilitate per la guerra, le linee di battaglia erano tracciate in tutto il mondo e i conflitti interni all’interno di ogni campo erano mantenuti congelati dalla minaccia esterna».

“TOWARD A NEW WORLD ORDER: The Future of NATO”. Soros’ 1993 Manifesto in which Forecast Ukraine War

«Le Nazioni Unite avrebbero potuto diventare un’organizzazione efficace se fossero state sotto la guida di due superpotenze che cooperassero tra loro. Così com’è, le Nazioni Unite hanno già fallito come istituzione che potrebbe essere messa a capo delle truppe statunitensi. Questo lascia la NATO come l’unica istituzione di sicurezza collettiva che non ha fallito, perché non è stata provata. La NATO ha il potenziale per servire come base di un Nuovo Ordine Mondiale in quella parte del mondo che ha più bisogno di ordine e stabilità. Ma può farlo solo se la sua missione viene ridefinita. C’è un urgente bisogno di un profondo nuovo modo di pensare riguardo alla NATO» si legge nel testo che pubblichiamo integralmente.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile


Bad Pfizer Vaccine Batches Account for 4.2% of doses but 71% of Serious or Lethal Adverse Events

Kiev’s Mastermind behind Military Blogger’s Murder in Blast Identified by Russia Secret Service

In the Orthodox Easter Russian Patriarch asks for a Soonest Peace. Ukrainian troops Shell a Donetsk Cathedral Killing a Believer

Elon Musk demands Life in Prison for Child Sex-Change Defending DeSantis Bans in Florida

Declassified Guantanamo Court Filing Suggests some 9/11 Hijackers were CIA Agents


Marito Vedovo dell’Anchor-Woman Britannica vuole Giustizia per il Vaccino Letale e “Difettoso”

Il vedovo della conduttrice della BBC Lisa Shaw, morta per le complicazioni del vaccino contro il coronavirus, afferma di non avere “alternativa” se non quella di intraprendere un’azione legale contro la società farmaceutica AstraZeneca, sostenendo che il vaccino è un “prodotto difettoso” non sicuro. La posta ne ha di più.

Lisa Shaw, 44 anni, madre di un figlio, è morta per “trombocitopenia trombotica indotta da vaccino” nel maggio 2021, circa una settimana dopo aver ricevuto il suo primo vaccino Covid. Ha lavorato per la BBC Radio Newcastle.

Secondo quanto riferito, l’anno scorso gli avvocati di suo marito, Gareth Eve, hanno inviato lettere di protocollo pre-azione ad AstraZeneca per conto di quasi 75 persone che affermano che i loro parenti sono morti o hanno subito lesioni legate al vaccino.

UK: 4,017 Request of Vaccine Damage Payments. Families of 19 People Dead and 54 Serious Injured Launched Class-Action vs AstraZeneca

Ora, quasi due anni dopo la morte della signora Shaw e i tentativi falliti di “impegnarsi con il governo del Regno Unito, i parlamentari e tre primi ministri”, il signor Eve ha detto alla BBC che ha intrapreso un’azione legale nel tentativo di ottenere “una sorta di riconoscimento” da parte del produttore del farmaco.

Il signor Eve sostiene che nessuno “ha contattato o si è impegnato con noi”, costringendolo a intraprendere un’azione legale contro l’azienda. “Non siamo pazzi o teorici della cospirazione, siamo mariti e mogli e membri della famiglia che hanno perso qualcuno – questo è tutto”, ha detto.

Husband of BBC Presenter Killed by Covid Vaccine Sues AstraZeneca. Vaccine is Unsafe “Defective Product” said

Il signor Eve ha affermato che nonostante le “molte vite” che il vaccino di AstraZeneca è stato accusato di aver portato via, la causa ha lo scopo di attirare l’attenzione su “ciò che questa vaccinazione ha fatto a Lisa e ad altre famiglie”.

Ha anche aggiunto che la denuncia non riguarda i soldi, osservando che nessuna somma “riporterà indietro la mamma di mio figlio”. I ricorrenti hanno intrapreso un’azione legale contro AstraZeneca ai sensi del Consumer Protection Act 1987.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile


Zelensky Servant of NATO and Satan! Not of Ukrainian People. Orthodox Bishop arrested before Easter. Another Esplosive Attack planned by Kiev


La Svastica nelle Forze Armate della Finlandia fino al 2020

di Matthew Ehret – giornalista e storico canadese

Pubblichiamo alcuni stralci eloquenti dell’inchiesta sugli scheletri nazisti di Finlandia e Svezia pubblicato dall’esperto di geopolitica internazionale Matthew Ehret, collaboratore di Gospa News International, invitandovi a leggere l’articolo integrale in Inglese con la traduzione simultanea in Italiano disponibile

L’ingresso ufficiale della Finlandia nella NATO è stato celebrato in tutta la sfera della tecnocrazia transatlantica come una vittoria per la democrazia e la libertà. Jens Stoltenberg ha detto ai suoi omologhi finlandesi alla cerimonia inaugurale che: “La Finlandia è più sicura e la NATO è più forte con la Finlandia come alleato. Le tue forze sono consistenti e altamente capaci, la tua resilienza non è seconda a nessuno e per molti anni le truppe della Finlandia e dei paesi della NATO hanno lavorato fianco a fianco come partner. Da oggi restiamo uniti come alleati”.

Ma quanto sono vere queste affermazioni?

Mentre alla Finlandia piace celebrare il fatto che la loro guerra del 1941-1944 con la Russia non ha avuto nulla a che fare con la seconda guerra mondiale, ma era semplicemente un’alleanza difensiva con la Germania contro la malvagia Unione Sovietica, e mentre alla Svezia piace celebrare il fatto di essere rimasta neutrale durante la seconda guerra mondiale , i fatti raccontano una storia molto diversa.

Non solo entrambe le nazioni hanno svolto ruoli aggressivi nella guerra contro l’Unione Sovietica durante l’operazione Barbarossa e oltre, ma entrambe le nazioni hanno anche fornito ingenti prestiti e altro sostegno economico dal 1940 al 1945.

A livello puramente militare, la Svezia “neutrale” guidata dal re Gustavo V e dal primo ministro socialdemocratico Per Albin Hannson assicurò che i loro territori fossero messi a disposizione dei nazisti durante la battaglia di Narvik nel 1940 che portò alla caduta della Norvegia.

LOBBY ARMI – 9. BANCA DI NORVEGIA: AFFARI DI GUERRA TRA STOLTENBERG, GATES, NATO & ITALIA. Oslo Lucrerà sui Carri Armati tedeschi in Ucraina

Quando l’operazione Barbarossa fu lanciata un anno dopo, alla Germania fu permesso di utilizzare il territorio svedese, le reti ferroviarie e di comunicazione per invadere l’Unione Sovietica attraverso la Finlandia. I soldati tedeschi e l’equipaggiamento da battaglia furono trasportati da Oslo ad Haparanda, nel nord della Svezia, in preparazione degli assalti alla Russia.

(…) Durante la guerra, 8000 soldati finlandesi combatterono direttamente a fianco dei nazisti contro i russi, molti dei quali prestarono servizio nelle divisioni naziste SS Panzer tra il 1941 e il 1943. Uno scandaloso rapporto di 248 pagine pubblicato dal governo finlandese nel 2019 ha rivelato che non meno di 1408 volontari finlandesi hanno prestato servizio direttamente nella divisione SS Panzer compiendo atrocità di massa tra cui lo sterminio di ebrei e altri crimini di guerra.

(…) Una parola va ora detta sul peculiare logo ufficiale dell’aeronautica finlandese creato nel 1919 e che è durato fino al 2020 quando il logo è stato ritirato da aerei, bandiere e uniformi (sebbene ancora mantenuto sui muri dell’accademia dell’aeronautica).

Qui mi riferisco ovviamente alla strana svastica che una Finlandia post-1945 non ritenne saggio rimuovere dai suoi aerei o uniformi militari nonostante la caduta dei loro alleati nazisti.I libri di storia sterilizzati si affrettano a dissipare questo anomalo feticcio secolare con la svastica come una totale coincidenza che non ha nulla a che fare con i nazisti a causa del fatto che il partito nazista ha adottato il simbolo un anno intero dopo il governo finlandese. Tuttavia, come la maggior parte delle nostre narrazioni storiche ufficiali, anche questa si sgretola alla minima applicazione di pressione.

Nazi Skeletons in Finland and Sweden’s Closets. Behind the Helsinki Official Induction into NATO

I libri di storia sterilizzati si affrettano a dissipare questo anomalo feticcio secolare con la svastica come una totale coincidenza che non ha nulla a che fare con i nazisti a causa del fatto che il partito nazista ha adottato il simbolo un anno intero dopo il governo finlandese. Tuttavia, come la maggior parte delle nostre narrazioni storiche ufficiali, anche questa si sgretola alla minima applicazione di pressione.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile


Putin: “Russian Nuclear Weapons in Belarus as Answer to Depleted Uranium Ammo Supply by UK to Kiev”. EU promised Further Sanctions

WUHAN-GATES – 64. Exclusive! “SARS-Cov-2 Manipulated in a laboratory”. Another Study from Austria, Canada Debunked Mainstream Scientists Lies


Rapporto di Phinance Technologies: Decine di milioni di Disabili o Danneggiati. 147 Miliardi di Dollari di Danni Economici 

Un nuovo rapporto stima che 26,6 milioni di persone siano rimaste ferite, 1,36 milioni disabili e 300.000 morti in eccesso possano essere attribuite ai danni del vaccino COVID-19 solo nel 2022, che sono costati all’economia quasi 150 miliardi di dollari.

La società di ricerca Phinance Technologies, fondata e gestita dall’ex portfolio manager di Blackrock Ed Dowd, Yuri Nunes (PhD Physics, MSc Mathematics) e Carlos Alegria (PhD Physics, Finance), ha suddiviso l’impatto dei vaccini in quattro grandi categorie per stimare i costi umani associato al vaccino Covid-19; nessun effetto o asintomatico, coloro che hanno subito lesioni (esito da lieve a moderato), coloro che sono diventati disabili (esito grave) e morte (esito estremo).

Bombshell Vax Analysis Finds 300,000 Excess Deaths can be attributed to COVID-19 Vaccine Damages in 2022 alone

I dati sulle disabilità e sugli infortuni da vaccino provengono direttamente dal Bureau of Labor Statistics (BLS), mentre i dati sui decessi in eccesso derivano dai dati ufficiali sui decessi negli Stati Uniti tramite due metodi diversi.

È importante notare che le persone in una categoria (infortunati, ad esempio) possono passare a categorie di gravità successive, che questa analisi non prende in considerazione.

CONTINUA A LEGGERE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile


TUTTI I PRECEDENTI REPORTAGES DI GOSPA NEWS INTERNATIONAL QUI

(Visited 1.029 times, 1 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *