PASSAPORTI IN RITARDO… PER IMPORRE QUELLI VACCINALI UE-OMS? Tremendo Sospetto dietro all’Ingiustificabile Disservizio in Italia

PASSAPORTI IN RITARDO… PER IMPORRE QUELLI VACCINALI UE-OMS? Tremendo Sospetto dietro all’Ingiustificabile Disservizio in Italia

5.232 Views

di Carlo Domenico Cristofori

A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”. Direbbe oggi Giulio Andreotti che amava citare questo adagio attribuito addirittura a Papa Pio XI da cui sarebbe stato espresso in modo lievemente differente A pensar male del prossimo si fa peccato ma si indovina.

La nuova era pandemica, infatti, ci ha fatto comprendere che non solo la matematica ma persino la rudimentale algebra è diventata un’opinione manipolabile a piacimento da sedicenti scienziati celebrati dai governi più che dalle loro ricerche o accademie.

TAMPONI PCR “ALTERATI” IN LABORATORI PARTNER DI BIG PHARMA DEI VACCINI. Denuncia di Medici e Vittime sui Test Ritirati dai CDC USA

Ecco perché dopo che le istituzioni ci hanno insegnato come si possono produrre i “falsi positivi” al Covid-19 amplificando più volte il processo di analisi virale dei tamponi RT PCR prodotti da società partner delle Big Pharma dei vaccini e come si possono occultare 44mila lesioni cerebrali nei trials clinici del siero genico mRNA della Pfizer, l’unica certezza è che 2 + 2 non fa più 4 ma può fare 5, 8, 23 a piacimento di chi fa i conteggi e “tarocca” persino il numero dei vaccinati morti o danneggiati come fece il Ministro della Salute Roberto Speranza pure davanti alla Camera dei Deputati.

STRAGE INFINITA DI VACCINATI. EMA “occulta” 7.748 morti. 152mila effetti seri. Speranza “mente” alla Camera su reazioni gravi Astrazeneca. AIFA: 1.222 casi neurologici in Italia

Ecco perché due fatti apparentemente dissociati che si verificano in due ambiti della vita sociale distanti tra loro potrebbero non essere casuali se si comincia a pensar male…

Mi riferisco al vergognoso e clamoroso ritardo da denuncia penale che si sta verificando a livello massivo in Italia nel rinnovo dei passaporti per la libera circolazione extra UE e al progetto annunciato dall’OMS e dalla Commissione Europea di istituire un passaporto vaccinale che dia dignità mondiale a quel tremendo strumento di coercizione psicosociale da sistema totalitario comunista che è stato il Green Pass, indispensabile per muoversi o accedere ai locali pubblici durante l’emergenza Covid-19.

LESIONI CEREBRALI DA VACCINI COVID: PFIZER SAPEVA DI 44MILA CASI DAL 2020! Studio conferma l’Allarme Lanciato da Gospa News prima di CDC e FDA

Soltanto pensando male come faceva Andreotti si può azzardare un’ipotetica malafede istituzionale in tale connessione che è rilevabile oggettivamente soltanto in una coincidenza temporale dei due fenomeni.

Ma i partiti di Roma Ladrona, che si sono riciclati cambiando simboli e divise ma conservando ai vertici molti personaggi della Prima Repubblica sfuggiti per il rotto della cuffia a Tangentopoli, ci hanno insegnato durante la pandemica che si possono obbligare operatori sanitari e scolastici, tutori dell’ordine e forze armate, volontari del soccorso e over 50 a inocularsi un vaccino impropriamente definito tale, sebbene sia sperimentale, inefficace e sovente pericoloso tanto da essere in migliaia di casi persino letale…

“NANOFORME TOSSICHE NEL VACCINO PFIZER-BIONTECH”. Studio “Esplosivo’ in ESPOSTO della POLIZIA. Pubblicato dal biochimico Segalla in Italia e USA

Ce lo hanno imposto nonostante la genotossicità e la cancerogenicità non fossero studiate per stessa ammissione della Pfizer che era ben consapevole di condurre una sperimentazione sulla popolazione mondiale grazie al clan internazionale degli amici politici di Bill Gates foraggiati attraverso il lobbying delle sue ONG per incentivare l’acquisto dei sieri genici.

Se hanno imposto in Italia, nell’Unione Europea e negli USA una “roulette russa”, come l’ha mirabilmente definita il biochimico Gabrielke Sagalla nel suo studio sulle nanoforme tossiche di questo “farmaco imperfetto da codice penale”, perché i vertici amministrativi statali non potrebbero rallentare il rilascio dei passaporti (per legge da emettere entro 15gg ma oggi gravato da ritardi anche di 9 mesi) in vista della prossima approvazione del nuovo passaporto vaccinale occultando il disegno diabolico dietro i cronici disservizi della burocrazia italiana?

WUHAN-GATES – 59. BILL III Imperatore di Virus & Vaccini: $8,3 Milioni per Lobbizzare Governi UE-USA con le sue ONG

Qualcuno potrebbe obiettare che il Governo Draghi che impose i vaccini obbligatori ha lasciato il posto al Governo Meloni che si oppose timidamente alla logica dei Green Pass. Osservazione corretta ma ingenua.

Visto che tra i primi atti compiuti dalla nuova premier Giorgia Meloni c’è stato un incremento di 650milioni di euro della quota statale destinata all’acquisto dei vaccini Covid (nonostante il drastico calo dei contagi) e che tra i suoi primi vertici internazionali c’è stato il G20 in cui è stato approvato l’atto di indirizzo per l’istituzione di un Green Pass mondiale.

AL G20 MELONI TACE SUI VACCINI MA SOTTOSCRIVE IL “GREEN PASS ETERNO”. E gli Hub su Terapie mRNA Promosse dal ministro Schillaci

Il pupazzo di Gates, Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, si è mosso per fare il resto non solo lodando l’iniziativa del passaporto vaccinale adottata dalla Commissione Europea della presidente Ursula Von Der Leyen, amica del CEO di Pfizer da cui ha comprato il siero genico Comirnaty con trattative segrete e premiata dalla Bill & Melinda Gates Foundation per la sua intraprendenza sui vaccini, ma attivandosi per farlo diventare uno strumento di controllo della popolazione mondiale.

Tutto ciò in vista dell’adozione del trattato pandemico OMS per la dittatura sanitaria mondiale e della prossima pandemia, già prevista dall’agenzia ONU come peggiore di quella causata dal SARS-Cov-2 … Creato in laboratorio!

WUHAN-GATES – 74. LA PISTOLA FUMANTE DEL SARS-COV-2 DA LABORATORIO. Ricerca di Fauci con Wuhan, Medici Militari Cinesi e Scienziati USA

Sotto riportiamo l’emergenza passaporti registrata nelle Questure di gran parte dell’Italia descritta non da un sito di contro-informazione ma dal sito ufficiale della TV nazionale.

Carlo Domenico Cristofori
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


FONTI PRINCIPALI

GOSPA NEWS – BIG PHARMA, VACCINI & COVID


Passaporti: in 6 città su 12 non si riesce a prendere l’appuntamento. L’inchiesta di Altroconsumo

Pubblicato in origine da RAI NewsI link agli articoli di Gospa News sono stati aggiunti a posteriori

tempi di attesa per avere l’appuntamento in questura per il rilascio del passaporto sono quasi sempre peggiorati rispetto a sette mesi fa. L’inchiesta di Altroconsumo mostra come in sei città su dodici il cittadino non riesca a prendere un appuntamento. Una sfilza di “non disponibile”.

Il titolo del quotidiano online Today

Si tratta di Bari, Bologna, Genova, Padova, Torino e Milano. Nella città meneghina, però, la piattaforma dà la possibilità di andare in provincia, a Cinisello Balsamo, dopo un mese e mezzo. Un po’ scomodo e non certo in tempi così brevi da indurre a sobbarcarsi i km in più da percorrere. Comunque si tratta di un netto peggioramento rispetto a novembre quando un appuntamento in questura era disponibile dopo circa un mese. Brutta sorpresa per i bolognesi, il sei giugno sulla piattaforma non c’era nessun appuntamento disponibile, mentre a novembre avevano trovato posto per il giorno dopo, forse era un colpo di fortuna… Nulla è cambiato per Genova e Padova che risultavano già senza disponibilità. In sei città su dodici schermo rosso per troppi cittadini che devono riprovare sulla piattaforma sperando di trovare un posto prima o poi, ma non va meglio in altre città dove la disponibilità c’è, ma si va alle calende greche. Fanno eccezione Firenze, Napoli e Roma

“PASSAPORTO VACCINALE OMS-UE: CONDANNA A MORTE PER MILIONI DI EUROPEI”. Agghiacciante Previsione di Esperto USA sul Piano degli “Amici di Gates”

Firenze, Napoli e Roma le più veloci

Imbattibili Firenze e Napoli dove il primo appuntamento è addirittura il giorno dopo. Altrettanto bene anche Roma che dà disponibilità due giorni dopo. Napoli e Roma addirittura migliorano i tempi di attesa rispetto all’inchiesta di novembre dove ci volevano rispettivamente 14 e 10 giorni.

Le ragioni dei tempi d’attesa lunghi

Dopo la pandemia

si è tornati a viaggiare e si sono accumulate le richieste di passaporti nel frattempo scaduti e poi c’è stata la Brexit che ha imposto ai tanti che si recano nel Regno Unito – molti studenti – di munirsi di passaporto anziché, com’era prima, della sola carta d’identità. Infine, ci sono anche le nuove cittadinanze che, come primo atto, portano alla richiesta di passaporto e la gestione diretta, anziché mediata dai Comuni come avveniva prima, con l’introduzione delle impronte digitali elettroniche per cui solo questure è commissariati sono autorizzati.

COVID & VACCINI: LO “STATO CRIMINALE” DEL FARMACO IMPERFETTO. Libro-Denuncia del Criminologo Mendola sul Siero Genico “Tossico” di Pfizer

Il sistema digitale per la prenotazione online non sembra ancora all’altezza, manca il personale e di conseguenza gli uffici preposti sono aperti al pubblico con tempi inadeguati alle necessità. I consigli comunali di diverse città hanno approvato mozioni per chiedere al ministero dell’Interno di velocizzare le procedure.

Come uscirne? Una possibilità proposta dai questori è di estendere il numero dei giorni della settimana in cui i dipendenti degli uffici passaporto sono aperti al pubblico, garantendo in tal modo la disponibilità di un maggior numero di appuntamenti prenotabili online per la presentazione delle domande e della relativa documentazione. Tra le soluzioni che sono state adottate per far fronte al caos passaporti c’è quella del Trentino dove Questura e Comuni si sono accordati per ridurre i tempi di rilascio facendo prenotare gli appuntamenti nei municipi di riferimento ai residenti delle valli. Come soluzione a lungo termine, secondo il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, c’è il progetto Polis di Poste Italiane, che istituirà uno sportello unico di prossimità, che consentirà anche di richiedere i passaporti negli uffici postali dei piccoli borghi.

PFIZER-GATES UE IN PANNE, PRESIDE ANTIMAFIA IN MANETTE. Così Opera la Procura Europea dei PM Scelti da Von Der Leyen e Macron: due Amici della Big Pharma

Cambia modalità rilascio passaporto per chi ha figli minori: non sarà più necessario il consenso dell’altro genitore

Cambia la modalità per il rilascio dei passaporti e delle carte d’identità valide per l’espatrio per i genitori di figli minorenni: non sarà più necessario il consenso dell’altro genitore e il documento potrà essere emesso in modo semplificato. L’articolo 20 del decreto legge 69 del 13 giugno 2023, spiega la Polizia sul proprio sito, ha infatti introdotto una modifica alla legge 1185 del 1967 che regola il rilascio dei passaporti in base alla quale non è più necessario il consenso dell’altro coniuge. Il passaporto non potrà però essere rilasciato nel caso in cui a carico di chi richiede il documento ci sia un provvedimento inibitorio emesso dell’autorità giudiziaria.

GREEN PASS UE, MICROCHIP SOTTOPELLE E MARCHIO DELLA BESTIA 666 DI GATES. Il Piano Transumanista di Klaus Schwab (Great Reset) e NWO contro il Cristianesimo

Il provvedimento infatti, sottolinea ancora la Polizia, impedisce al genitore di ottenere il passaporto e può essere emesso dal giudice a domanda dell’altro genitore o del pubblico ministero nei casi in cui vi sia il concreto e attuale pericolo che questi possa sottrarsi all’adempimento dei propri obblighi dei confronti dei figli.

La modifica, di fatto, determina una semplificazione del procedimento di rilascio del passaporto o della carta d’identità valida per l’espatrio a favore dei genitori di figli minori.

Pubblicato in origine da RAI News


“DUE GIORNI PER FERMARE IL TRATTATO PANDEMICO OMS”. Contro Dittatura Sanitaria e Sorveglianza Globale 356mila Firme raccolte da CitizenGo

MELONI “RUBA” AI POVERI PER ARRICCHIRE LE BIG PHARMA: €650milioni in più di Vaccini coi Tagli al Reddito di Cittadinanza

https://www.gospanews.net/2023/06/04/influenza-aviaria-da-laboratorio-3-allarme-dallesperto-militare-batteriologico-russo-sugli-esperimenti-usa-in-ucraina-e-italia/

(Visited 1.187 times, 1 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *