PAPA: “FROCIAGGINE IN VATICANO”. Altro “Siluro” di Francesco agli Ecclesiastici Pro-LGBTQ… Come il Vescovo ritratto con Trans e Gay in un Duomo

PAPA: “FROCIAGGINE IN VATICANO”. Altro “Siluro” di Francesco agli Ecclesiastici Pro-LGBTQ… Come il Vescovo ritratto con Trans e Gay in un Duomo

3.438 Views

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:«Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento.In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto.Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».

Sacra Bibbia – Vangelo di San Matteo Apostolo (Mt 5,17-19)


di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Se un Pontefice scivola sulla buccia di banana di un gergo triviale romano su una questione delicata come quella dell’omosessualità si è indotti na ritenere che la sua impulsiva ingenuità sia simile alla veracità popolare di Antonio Cassano che nel 2012 fu “costretto” dai giornalisti a parlare dei calciatori gay nella Nazionale  e sbottò un noncurante “Se sono froci sono problemi loro” tale da costargli la gogna mediatica e una multa salata di 15mila euro dall’UEFA (link in coda all’articolo)…

“Aria di Frociaggine in Vaticano”: Repetita Iuvant…

Se Papa Francesco, dopo l’enorme e pretestuosa polemica scoppiata per la “troppa FROCIAGGINE nei seminari” ricade nella stessa “GAFFE” affermando, con una sfumatura semantica più metaforica, che un’analoga tendenza aleggia in Vaticano, il monito va letto come una capziosa ed astuta replica alla propaganda di mainstream laica ed ecclesiastica che ha cercato di sfruttare una parola da taverna romana per rinfocolare il dibattito per accogliere seminaristi gay.

«Il Papa, nell’incontro a porte chiuse con i sacerdoti romani di oggi pomeriggio all’Università Salesiana, è tornato sulla questione della omosessualità nella Chiesa. “In Vaticano c’è aria di frociaggine”, non è facile aiutare questa corrente: questo il pensiero del Papa secondo quanto riferiscono all’ANSA fonti presenti all’incontro. Il Papa avrebbe anche ribadito che se un ragazzo ha una tendenza omosessuale è meglio non farlo entrare in seminario: sono “ragazzi buoni” ma con questa tendenza meglio di no».

ha scritto sieri l’ANSA sull’incontro a porte chiuse riservato ai soli preti.

Da Vienna a Malmo: gay e satanisti nelle chiese d’Europa. I mercanti LGBT nel tempio cristiano

E’ evidente che il Pontefice, per rendere ancora più esplicito il suo lamento di disappunto ma anche la sua ferma risolutezza nel respingere ogni tentativo di revisione dei criteri di ammissibilità alla preparazione per il sacramento dell’ordine, ha voluto reiterare la medesima parola per accalappiare l’attenzione morbosa dei media che non solo vorrebbero imporci una QUOTE FUCSIA (transgender e simili) in ogni istituzione pubblica…

Ma alimentano la corrente PRO-LGBTQ serpeggiante all’interno del Clero che aspira a riformare, verso gli inferi, la Chiesa Cattolica Apostolica Romana: sulla china ormai diabolica di quella eretica Luterana, dove sono ammessi i pastori gay dal 2015 e dove sono benedetti anche i matrimoni omosessuali. Nel Regno Unito, fucina della diabolica setta massonica creata dagli Anglicani per sconfiggere i Cattolici nella corsa al trono reale, nel 2014 c’è già stato il matrimonio tra un pastore e un altro uomo.

IL PAPA CONTRO LA “PERICOLOSA COLONIZZAZIONE TRANSGENDER”. Ma i Media Occidentali lo Censurano

La sua azione, stavolta, ha fatto breccia. Visto che alcuni mesi fa la sua ferma condanna del Transgenderismo, affidata a un giornale argentino, fu riportata con risalto solo da Gospa News e persino Vatican News, organo ufficiale d’informazione della Santa Sede, la nascose tra le righe di un articolo con altro titolo…

Nella nota ufficiale della sala stampa vaticana, diramata al termine dell’incontro, si chiarisce: il Papa “ha parlato del pericolo delle ideologie nella Chiesa ed è tornato sul tema dell’ammissione nei seminari di persone con tendenze omosessuali, ribadendo la necessità di accoglierle e accompagnarle nella Chiesa e l’indicazione prudenziale del Dicastero per il Clero circa il loro ingresso in seminario”.

EUROVISION: SATANISTA CORNUTA INCORONA PAGLIACCIO LGBTQ. RAI Serva del Diabolico e Blasfemo Festival GAY-PRIDE… a nostre Spese!

La nota appare assai più sibillina delle parole del Papa in quanto sarebbe stata assai più eloquente nel riferire di accoglierle “nelle chiese” e accompagnarle “in un percorso di evoluzione cristiana guidata dalla Chiesa”.

 Infatti, si presta anche ad essere interpretata come a un invito a farle entrare nel corpo ecclesiastico purtroppo permeato da alcuni “zucchetti” vescovili che sembrano predicare ambiguamente e razzolare ancora peggio…

Il Vescovo dell’Affresco OMOEROTICO fa le Pulci al Papa

«Monsignor Vincenzo Paglia

, presente alla famosa riunione di lunedì 20 maggio all’interno della Assemblea Generale CEI. È in quell’occasione, a porte chiuse, che altri vescovi hanno “spifferato” ai media delle frasi controverse pronunciate dal Santo Padre: secondo l’arcivescovo il linguaggio usato da Papa Francesco è stato “poco idoneo per affrontare un tema complesso” come l’omosessualità dei seminaristi» ha scritto il giornale cattolico Il Sussidiario.

Papa Francesco con l’arcivescovo Paglia

«Non succede spesso, scusarsi pubblicamente, ma Francesco lo fa». Lo spiega l’arcivescovo presente all’Assemblea CEI nella lunga intervista a “Libero Quotidiano”, l’indomani della nota di scuse presentata da Papa Francesco dopo gli “spifferi” buttati in pasto ai media di alcuni prelati: se da un lato il magistero di Bergoglio racconta di un’apertura completa a tutto e tutti, con l’invito costante per una Chiesa che non discrimini nessun figlio di Dio (tanto da arrivare a concedere, non senza polemiche, la benedizione per le unioni di coppie omosessuali), «Altro conto sono i candidati al sacerdozio, uomini che debbono mostrarsi maturi e forti nel costruire relazioni sane e profonde con tutti, nel rispetto del celibato».

Paglia è una figura di primo piano in Vaticano in quanto dal 2016 è presidente della Pontificia Accademia della Vita ma, a differenza del Papa, non si è ancora scusato con i fedeli di Terni e di tutta l’Umbria per essersi fatto ritrarre in un affresco omoerotico dipinto un artista argentino attivista LGBTQ mentre abbraccia un uomo nudo in mezzo a un congerie di altri corpi promiscui tra cui anche quelli transgender.

Particolare dell’affresco col ritratto del vescovo Paglia da uno screenshot del video di Repubblica in cui l’artista Ricardo Cinalli spiega la presenza dei transgender nell’opera

Se tale dipinto fosse stato fatto per una sua cappella privata o lo avesse donato a un’associazione sui diritti LGBTQ qualcuno avrebbe bisbigliato mormorii ma nulla più.

Purtroppo per i fedeli della Diocesi di Terni il dipinto monumentale è stato affrescato nel Duomo col titolo velleitario di “Resurrezione” dal pittore argentino Ricardo Cinalli su commissione dell’allora vescovo mons. Vincenzo Paglia.

«Questa raffigurazione di 154 metri quadrati, fortemente voluta dal vescovo di Terni e dal parroco don Fabio Leonardis, è stata apprezzata dal critico d’arte inglese Brian Sewell. L’affresco rappresenta un’eccezione nella storia dell’arte sacra poiché posizionato nella controfacciata della chiesa, in genere destinata a dipinti raffiguranti il Giudizio finale. I buoni e i cattivi non appaiono separati ma uniti senza alcuna distinzione pregiudiziale, l’evidenza della carnalità plastica dei soggetti indica la potenza della Parola divina che, fatta carne, solleva e riscatta l’umanità dalle debolezze» scrive Wikipedia nella pagina sull’artista Ricardo Cinalli (classe 1948) in cui viene menzionata solo questa sua opera nella succinta biografia artistica.

ARTE DIABOLICA A CARPI. Diocesi SCANDALIZZA i Cristiani per Esaltare la “SPIRITUALITA’ SENZA DIO” di un “Poeta Maledetto”

Di tutt’altro parere rispetto alla critica furono i fedeli e i giornali cattolici quando nel 2018 scoppiò lo scandalo, simile a quello della recente mostra blasfema di Carpi…

Un Cristo Risorto tra gli Omosessuali in pose Erotiche

«Cinalli ha ammesso  che il suo lavoro non è stato ben accolto da molti nella diocesi di Terni-Narni-Amelia, e pensava che dopo la morte di Don Fabio avrebbe potuto  essere distrutto.  Tuttavia, il vescovo Paglia resistette a tutte le pressioni  fin a quando ha lasciato la diocesi nel 2012, e i suoi  successori il vescovo Vecchi prima e Piemontese dopo  lo  hanno  lasciato  al suo posto, dove ancora oggi non solo semina scandalo  ma risulta a noi storici essere un’opera di bassissimo profilo, non sacra, né artistica» aveva scritto Carlo Franza nel suo Blog su Il Giornale evidenziando le connotazioni LGBTQ del dipinto rimarcate dall’artista in un’intervista a Repubblica che accrebbe lo scandalo… (link a fondo pagina)

«In una cattedrale antica, rifatta nel XVII secolo su progetto del Bernini ma costruita su una chiesa precedente la cui origine risale addirittura al VI secolo, è stata piazzata una Resurrezione post-moderna, dominata dalla figura di Cristo che sale al cielo tirandosi dietro due reti cariche di figure umane nude o seminude, con diverse figure di omosessuali e trans – aggiunse Franza – E’ lo stesso autore (non lo chiamo artista) Cinalli, che sottolinea il carattere omoerotico dell’opera, “tutto perfettamente accolto e accettato dal vescovo  Paglia”, che ha seguito passo passo la realizzazione dell’opera insieme al sacerdote responsabile della cultura in diocesi, don Fabio Leonardis parroco della cattedrale, poi morto nel 2008. Anche don Fabio appare nudo all’interno di una rete insieme ad altri personaggi “dall’aspetto erotico”, ma Cinalli ci tiene a precisare che “l’intenzione è erotica, non sessuale”. Meno male. Sotto la supervisione di Paglia, Cinalli ha dipinto il vescovo stesso in una delle reti “erotico”, semi-nudo e stringendo un uomo barbuto con indosso solo un perizoma sciolto».

E Paglia andò in cielo con trans e gay

Tralasciamo i dettagli scabrosi sul sacerdote, già passato dal giudizio divino che sovente è più severo di quello degli uomini, e scopriamo perché nel 2018 si riaccese lo scandalo su un”opera realizzata nel 2007 che suscitò aspre polemiche contro il vescovo Paglia, già approdato in Vaticano (nonostante un’inchiesta imbarazzante per gravi reati finanziari da cui però fu completamente prosciolto).

«Il motivo della riscoperta è la conseguenza dello scandalo suscitato dall’elogio pubblico di Marco Pannella pronunciato da monsignor Paglia alla presentazione del libro che racconta gli ultimi mesi di vita del leader radicale» spiegò Riccardo Cascioli, direttore della Nuova Bussola Quotidiana.

Alcune immagini con evidenti riferimenti omoerotici dell’affresco del Duomo di Terni

«Già in passato monsignor Paglia si era distinto per uscite a dir poco inopportune prima da presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia e in tempi recenti da Presidente della Pontificia Accademia per la Vita e cancelliere dell’Istituto Giovanni Paolo II per la famiglia. Che come rappresentante di due istituzioni create da san Giovanni Paolo II per combattere l’aborto e contrastare gli attacchi alla famiglia, sia andato a rendere onore proprio a chi ha fatto dell’attacco alla vita e alla famiglia una ragione di vita, è intollerabile. Diverse sono state le iniziative nel mondo per chiedere le sue dimissioni immediate».

In merito la nostra valente collaboratrice e docente di teologia Paola Persichetti organizzò un convegno dal titolo “Se a dominare è un pensiero non cattolico” (con alcuni sacerdoti per discutere proprio della portata dissacrante del dipinto. (link in coda all’articolo).

L’ABORTO LEGALIZZATO E FINANZIATO GRIDA VENDETTA DAVANTI A DIO. La Protesta delle Femministe chiamate “Assassine” e l’Assolutismo Massonico di Stato

«Qualche polemica in più l’ha creata l’evidenza dei genitali di Gesù che traspaiono evidenti dal telo che lo ricopre. Anche questo particolare, spiega Cinalli, ha trovato il consenso del vescovo perché – avrebbe detto – «Gesù è una persona, un umano», e quindi si «vede attraverso il tessuto che era un uomo reale». Un vero genio questo Paglia: chissà perché per duemila anni la Chiesa non ha mai dubitato della natura umana di Gesù senza dover ricorrere a certe visioni. O forse monsignor Paglia pensa che stia lì l’essenza dell’umanità» conclude Cascioli.

Ovviamente non possiamo sapere se «l’aria di frociaggine in Vaticano», parafrasi sicuramente più raffinata rispetto alla prima versione, fosse riferita anche all’arcivescovo Paglia per la sua propaganda LGBTQ inequivocabilmente resa lapalissiana dall’affresco…

Poteri Occulti in Vaticano

Papa Francesco, probabilmente, sta usando questa ripetuta espressione salace come una paranza da pesca per cercare di portare a galla gli ecclesiastici ribelli per capire chi è davvero un estremista dell’apertura della Chiesa Cattolica, così assetata di vocazioni, anche ai religiosi gay.

Ma non si può negare la circostanza che è stato proprio il Sovrano del Vaticano a nominare Paglia nel delicato compito di Presidente della Pontificia Accademia della Vita nonostante inchieste, scandali e polemiche.

E successivamente a scegliere Víctor Manuel Fernández, detto Tucho quale prefetto del Dicastero per la dottrina della fede, presidente della Pontificia commissione biblica e della Commissione teologica internazionale.

I GAY POSSONO FARE I PADRINI AL BATTESIMO. Grazie ai Massoni LGBTQ che fanno i Cardinali…

Il cardinale Fernandez si è subito messo in luce per aver prodotto due documenti, controfirmati dal Pontefice, sul consenso della Santa Sede ai padrini LGBTQ e sulle benedizioni delle coppie omosessuali che hanno fatto indignare e trasecolare molti fedeli cattolici al punto da dubitare, come Gospa News ha scritto, della completa lucidità di Bergoglio, ripetutamente sottoposto ai vaccini Covid che possono causare gravi disturbi cognitivi tra le reazioni avverse.

Bergoglio farebbe bene ad affrontare in modo più deciso e autorevole la deriva morale laicista che sta serpeggiando in Vaticano dopo le tossiche infiltrazioni della massoneria da cui, nell’era moderna, è nato ogni movimento politico antagonista della cultura cristiana (comunismo, sionismo ecc), come illustrato in varie documentate inchieste, ma anche ogni corrente filosofica-letteraria degli ultimi secoli (romanticismo, illuminismo e decadentismo) come spiegheremo in un elzeviro in merito…

MASSONERIA & VATICANO – 4. Cardinali e Vescovi in Ginocchio da Satana al Summit degli Incappucciati. L’Accademica Pontificia Cavilla, il Papa Tace…

Come abbiamo evidenziato in un precedente articolo, infatti, non sembra essere ben visto nemmeno da Vatican News dato che nel riportare il suo monito contro i peccati di gola ha pubblicato una sua foto di profilo in modo da rendere ancora più evidente la sua pappagorgia.

Ciò trova conferma in un’intervista rilasciata dal Vescovo di Tyler (USA), Mons. Joseph E. Strickland, dopo la sua improvvisa e dolorosa rimozione, quando ha affermato che “Forze Tremende lavorano sul Papa”  invitando a pregare per lui invece che imprecare contro di lui.

MASSONERIA & VATICANO – 3. Il Vescovo Texano deposto: “Forze Tremende lavorano sul Papa”. E la Santa Sede “sgrida” i Cattolici Massoni

Da aspirante cristiano quale cerco di essere lo faccio ogni volta che recito un Rosario con Radio Maria, dove un altro sacerdote, padre Livio Fanzaga, è rimasto avviluppato nella spirale ideologica del Nuovo Ordine Mondiale idolatra di quel modernismo che lui stesso continua ad aborrire.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Fabio Carisio su Twitter
Gospa News su Telegram


FONTI PRINCIPALI

ANSA – Il Papa a porte chiuse torna sulla frociaggine: ‘È in Vaticano’

TEMPI – Inghilterra. Pastore anglicano sposa un altro uomo e denuncia il suo vescovo per discriminazione

IL SUSSIDIARIO – “Seminari difficili per i gay: spiccata tendenza può essere problema”/ Mons. Paglia: “castità e continenza”IL GIORNALE – Affresco omoerotico nella Cattedrale di Terni, un obbrobrio artistico e teologico dell’argentino Ricardo Cinalli, eseguito per volere dell’Arcivescovo Vincenzo Paglia.LA NUOVA BUSSOLA QUOTIDIANA – E Paglia andò in cielo con trans e gayGOSPA NEWS – RELIGIONE CRISTIANAGOSPA NEWS – NWO – COSPIRAZIONI – MASSONERIAGOSPA NEWS – PROFEZIE CRISTIANE E MARIANE

Le ”profezie” di San Pio sulla Patria Cristiana. La lotta coi Massoni e l’aborto imposto da Rockefeller – NWO

BENEDIZIONE ALLE COPPIE GAY DAL VATICANO: PER AMARSI NELL’HOTEL AFFITTATO A GATES… Santa Sede Rinnega la Precedente Dottrina in una Virata di Teosofia Massonica AntiBiblica

LA CHIESA CATTOLICA NON E’ INFALLIBILE. Dal Tradimento di Pietro alla Condanna di Galileo. Dal Rogo di Giovanna d’Arco alla Benedizione di Vaccini Killer e Gay

I MALI OSCURI DI PAPA FRANCESCO. Sospetti DISTURBI COGNITIVI da Sieri Genici mRNA dietro a Deliranti Frasi Pro Vaccini-Killer

MASSONERIA & SIONISMO – 1. Genocidi da Guerra Mondiale & Pandemia da Laboratorio per Vaccini Killer. Cataclisma & Apocalisse da Sinagoga di Satana

LETTURA MASSONICA DELLA CRONACA SU RADIO MARIA. Padre Livio difende i Sionisti del Genocidio a Gaza dopo i NeoNazisti Ucraini

LA PAPPAGORGIA MORALE DI BERGOGLIO. Da Fazio difende le Benedizioni alle Coppie GAY. Mentre Vatican News lo Schernisce sui Peccati di Gola

SUMMIT DI MASSONI IN SFREGIO AL PAPA. Per Celare i Complotti da Mazzini in poi. Breve Storia della Massoneria e di Letali Cospirazioni

https://www.youtube.com/watch?v=RYMyLWCsQDM

(Visited 466 times, 14 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

2 pensieri su “PAPA: “FROCIAGGINE IN VATICANO”. Altro “Siluro” di Francesco agli Ecclesiastici Pro-LGBTQ… Come il Vescovo ritratto con Trans e Gay in un Duomo

  1. Penso che a Lei Dr. Carisio, non sia sfuggito questo post che non merita commenti, soprattutto considerando le radici presunte filo CIA del blog in questione e la su attendibilità che rasenta lo zero, ma come sempre la verità è totalmente ribaltata a favore della menzogna:
    https://www.open.online/2024/06/21/carlo-maria-vigano-accusa-scisma-vaticano-papa-francesco/
    D’altra parte per tentare di “eliminare” moralmente e fisicamente l’Arc. Viganò ci vuole ben altro, simili trappole sono troppo puerili, nonostante i media contro.
    https://www.open.online/2024/06/22/monsignor-carlo-vigano-vs-vaticano-scisma-processo-farsa/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *