Ancora missili sulla Siria! Presunto attacco di Israele che ha aperto una fabbrica nucleare segreta

Ancora missili sulla Siria! Presunto attacco di Israele che ha aperto una fabbrica nucleare segreta
1.216 Views

Le difese aeree dell’esercito siriano hanno intercettato domenica un’aggressione missilistica israeliana nei dintorni di Damasco e hanno abbattuto la maggior parte dei missili, secondo la Syrian Arab News Agency.

Una fonte militare ha annunciato che alle 22:16 p.m. domenica il nemico israeliano ha lanciato un’aggressione aerea dalla direzione del Golan siriano occupato e ha preso di mira alcune postazioni nelle vicinanze di Damasco, aggiungendo che le difese di Syrian Air hanno intercettato i missili ostili e ne hanno abbattuti la maggior parte.

Questo è il secondo attacco in pochi giorni. Accade dopo le grandi tensioni in Medio Oriente per i razzi lanciati a Baghdad ed Erbil e la successiva ritorsione ordinata dal presidente Usa Joseph Biden contro le milizie iraniane al confine Siria-Iraq che ha causato almeno 22 morti.

RAZZI SU BAGHDAD ED ERBIL, IN ATTESA DELLE MESSE DEL PAPA. Ad altissimo rischio il viaggio di Francesco in Iraq

Per questo motivo l’Iran non terrà un incontro informale con i firmatari dell’accordo nucleare iraniano per discutere le modalità del suo rilancio, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Saeed Khatibzadeh come citato dai media iraniani.

“Considerando le recenti azioni e dichiarazioni degli Stati Uniti e di tre potenze europee, l’Iran non considera questo il momento per tenere un incontro informale con questi paesi, proposto dal capo della politica estera Ue”, ha detto Khatibzadeh. Questa cruda escalation è un’altra preoccupazione nel prossimo viaggio di Papa Franciscus in Iraq, previsto per il prossimo fine settimana.

Ma la minaccia israeliana in ME è in corso, come mostra l’ultimo rapporto dell’agenzia Fars News su un nuovo impianto nucleare segreto.

ARTICOLO INTEGRALE QUI

 

(Visited 278 times, 3 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *