VACCINI mRNA, RISCHI CANCRO! OMV: “All’Aja per crimini contro umanità”

VACCINI mRNA, RISCHI CANCRO! OMV: “All’Aja per crimini contro umanità”

309.957 Views
Il celebre virologo Montagnier
conferma il rischio di tumori
con le terapie geniche Pfizer e Moderna
segnalato dal medico legale Bacco
Pronta denuncia alla Corte Penale Internazionale
da parte del giudice Angelo Giorgianni (ODV)
per sperimentazioni senza specifico consenso

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

«Personalmente ritengo questi vaccini un vero attentato alla salute dei cittadini. Essi sono stati studiati su un virus il Sars-Cov2 di aprile/maggio 2020, un virus che in pratica non esiste più, viste l’enorme numero di mutazioni. Inoltre è la prima volta nella storia dell’uomo che viene utilizzato in un virus cosi mutevole, la tecnologia dell’mRNA».

Sono le parole lapidarie del dottor Pasquale Bacco, divenuto uno dei leader dei contestatori dei vaccini sperimentali e dei rischi di implicazioni genetiche anche grazie alla sua caustica battuta sui sieri antiCovid che definì “sono acqua di fogna” durante la trasmissione Piazza Pulita di LA7 (link al fondo dell’articolo). Il medico legale ha assunto visibilità nazionale per le battaglie mediatiche condotte con l’Associazione L’Eretico da lui fondata insieme al magistrato Angelo Giorgianni, che ne è presidente, e col quale ha fatto nascere il progetto di respiro internazionale Organizzazione Mondiale per la Vita (OMV).

NWO CONTRO L’ITALIA – 6. La Ministra dei Vaccini Obbligatori (ai sanitari) ne impose 12 ai Bimbi da Giudice. All’ombra di Napolitano & Soros

Questa nuova associazione, che ha appena creato la piattaforma OMS News in fase di perfezionamento, si avvale di un nutrito comitato scientifico tra cui il famoso virologo italiano Giulio Tarro e il noto psichiatra Alessandro Meluzzi (ex parlamentare come Giorgianni), divenuto popolare nel mondo della contro-informazione sia come massone pentito che per il suo impegno religioso a difesa dei valori Cristiani quale Vescovo della Chiesa Ortodossa.

Proprio OMV ha già predisposto un ricorso sui vaccini per “crimini contro l’umanità” che sarà depositato a giorni al Tribunale dell’Aja come anticipa in esclusiva Giorgianni, presidente dell’Organizzazione Mondiale per la Vita.

Il magistrato Angelo Giorgianni

Bacco, medico legale di varie Procure della Repubblica e ricercatore scientifico per 25 anni sul virus HIV/AIDS anche presso Università di New York e Chicago, ha pronunciato questa “sentenza senza appello” contro i vaccini, analoga a quella di altri esperti medici italiani, in un breve intervento che gli abbiamo sollecitato per fare un po’ di chiarezza sulle caratteristiche dei differenti sieri anti-Covid-19, tutti autorizzati solo in via sperimentale per motivi di emergenza pandemica dalle varie agenzie mondiali e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ormai palesemente asservita alle logiche del suo principale finanziatore Bill Gates che coltiva macroscopici interessi speculativi nelle Big Pharma.

WUHAN-GATES – 31. SARS-2, BUGIE E INTRIGHI DI SCIENZIATI ALL’OMBRA DI GATES. Svelati da Daily Mail e Die Welt. L’OMS nega l’origine da laboratorio. La Germania manipolò studi sui rischi Covid-19

IL VIRUS HIV DENTRO AL SARS-COV-2

Ma oggi, a confermare la sua visione spettrale dell’incubo immunizzazione, giunge anche il parere monumentale di uno dei pià grandi virologi della storia contemporanea, il professor Luc Montagnier, insignito con il Nobel per la Medicina nel 2008 in riferimento alla sua scoperta del virus HIV (Immunodeficienza umana, causa dell’AIDS).

Questo particolare è importante rimarcarlo perché, come i lettori di Gospa News sanno, Montagnier fu il primo autorevole ricercatore (con trascorsi da docente al Centro Pasteur di Parigi e da capo dipartimento nella Shanghai Jiao Tong University) a confermare la ricerca indiana, pubblicata e poi ritirata, che individuò la presenza di sequenze dell’HIV nell’agente patogeno della pandemia, SARS-Cov-2.

WUHAN-GATES – 9. LE PROVE: HIV inserito in un virus SARS nel 2007. Grazie ai milioni UE della Commissione Prodi

Ciò accadde prima che il bio-ingegnere Pierre Bricage (già consulente NATO ed esperto di ricerche batteriologiche “dual use” ovvero bio-arma e vaccino) dettagliasse la filogenesi molecolare con tanto di riferimento ai pericolossisimi test sui ricombinanti creati in laboratorio partendo dai virus SARS (2003) e MERS (2012) infettati con HIV. Come avvenne nel Wuhan Institute of Virology nel 2004 grazie a un finanziamento della Commissione Europea presieduta da Romano Prodi e, dopo il 2009, grazie ai contributi dell’agenzia governativa USAID dell’amministrazione americana Obama-Biden e della Bill & Melinda Gates Foundation. La stessa fondazione del tycoon IT che, tramite un patto con il cartello delle Big Pharma e l’ong GAVI, controlla il piano COVAX di immunizzazione globale contro il Covid-19 avviato dall’OMS ed amministrato da una ex manager GSK (la multinazionale dei vaccini che controlla il ramo commerciale di Pfizer) in un vergognoso conflitto d’interessi.

WUHAN-GATES – 32. BILL III: IMPERATORE DI VACCINI nel Cartello Big Pharma

Questa lunga ma necessaria premessa rende ancora più stentorei gli allarmi di Montagnier e Bacco. Essi sono diventati assai inquietanti dopo l’enorme numero reazioni avverse gravi tra i vaccinati segnalate nei paesi dell’Unione Europea e migliaia di casi fatali nel mondo sui quali negli USA sta indaganto con meticolosa attenzione il CDC (Center for Disease Control and Prevention) al pari delle autorità sanitarie dei paesi del Nord Europa (che hanno fermato la somministrazione del siero AstraZeneca nonostante il via libera dell’EMA – European Medicines Agency). Mentre in Italia i fulminei responsi di quasi tutte le strutture sanitarie sono accomunati dal mantra “nessuna correlazione” nonostante la morte di militari, poliziotti e carabinieri in perfetta salute…

 

RISCHIO DI TUMORI DALLE TERAPIE GENICHE A MRNA MESSAGGERO

«Per la prima volta nella storia dell’uomo che viene utilizzato in un virus cosi mutevole, la tecnologia dell’mRNA. L’mRNA può integrarsi nel DNA umano creando una modifica del materiale genetico dell’uomo – afferma Pasquale Bacco – Ha dimostrato la capacità di attivare geni oncogeni e geni legati alla maggior parte delle patologie autoimmuni. Può esso stesso mutare dando vita a varianti virali di cui è impossibile prevedere le conseguenze. Inoltre per stabilizzare l’mRNA, lo stesso viene addizionato con metalli pesanti che sono, nel tempo».

“VACCINI COVID-19 COME TERAPIE GENICHE”. 168 Paralisi Facciali in Europa. Molti shock Anafilattici negli Usa

«Cercherò di mitigare l’entusiasmo per questo progetto di vaccino. E’ un pogetto a lungo termine e stiamo chiedendo alle persone di accettarne l’utilizzo immediato. Ma l’accetazione è un errore perché rischiamo di avere effetti assolutamente imprevedibili. Per esempio dei tumori, degli organismi che cominciano a proliferare. Questo è il pericolo quando si gioca all’apprendista stregone» è il parere di Luc Montagnier in relazione al vaccino Moderna- che conferma totalmente quello di Bacco – estrapolato dal video da un’intervista concessa a France Soir e riportata con traduzione in Italiano da Radio Radio sul suo canale YouTube con oltre 450mila visualizzazioni (link al fondo dell’articolo). “Sono anni che non accettiamo di manipolare il Dna degli ortaggi perché c’è chi teme che mangiare un Ogm costituisca un pericolo, e adesso d’un tratto ci va bene diventare noi stessi degli organismi geneticamente modificati?“.

Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di Microbiologia clinica, Virologia e Diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, lanciò un monito sui rischi che potrebbero derivare da un iter di sperimentazione ‘frettoloso’ su un vaccino anti Covid-19 come quello dell’americana Moderna. “Si tratta a tutti gli effetti di una terapia genica“, spiega a luglio l’esperta all’Adnkronos Salute. “Non sono contraria al prodotto in sé – precisa – ma dico no a una corsa in avanti su un vaccino come questo, basato su un meccanismo d’azione completamente nuovo”.

LOCKDOWN: CRIMINI CONTRO L’UMANITA’. Denuncia di Giorgianni all’Aja

«A prescindere dall’utilità e dalla dannosità del vaccino, una cosa che mi pare sia sotto gli occhi di tutti e che nessuno può negare, è che si tratta di un vaccino sperimentale. Essendo un vaccino sperimentale avrebbero dovuto dircelo e avrebbero dovuto richiedere un consenso specifico alla sperimentazione. La sperimentazione senza il consenso del ricevente è un crimine contro l’umanità» tuona dall’alto delle sue conoscenze giuridiche il magistrato Angelo Giorgianni, presidente dell’Organizzazione Mondiale per la Vita.

«Anche per questo crimine contro l’umanità in corso di presentazione la nostra denuncia al Tribunale dell’Aja» anticipa Giorgianni che con l’associazione OMV ha già sostenuto l’iniziativa legale di alcuni avvocati israeliani davanti alla Corte Penale Internazionale (ICC) della capitale olandese contro le asfissianti strategie per l’imposizione dei vaccini Pfizer adottate dal premier Benjamin Netanyahu sebbene fosse in scadenza il suo governo ormai privo di legittimazione davanti al Knesset, il parlamento monocamerale di Gerusalemme.

 

DALLE TERAPIE GENICHE AI VACCINI PROTEICI

In un recente video la dottoressa Gismondo (link in calce all’articolo) ha ribadito delle riserve sui vaccini a RNA messaggero Pfizer e Moderna: «La tecnica genica implica un’ipotesi di effetti anche a lunga scadenza. Ci sono pubblicazione della FDA uno del 2010 e uno di questo novembre che dicono una cosa interessante di cui dobbiamo tenere conto. Per quanto riguarda la terapia genica addirittura la FDA dice che questi controlli dovrebbero durare fino a 20 anni».

«La scienza non si deve fermare e sicuramente questi vaccini interessantissimi per il loro meccanismo d’azione devono essere proposti, indagati e studiati assolutamente». Ha rimarcato Gismondo dichiarando di non essere assolutamente NO-VAX ma di preferire i sieri tradizionali proteici: quali sono ad esempio Johnson&Johnson e Sputnik, e, parzialmente, AstraZeneca, come chiarisce bene Bacco nella sua analisi scientifica dei 5 principali antidoti contro il Covid-19 finora utilizzati a livello internazionale.

Il dottor Pasquale Bacco intervistato da Byoblu

Terapie Geniche Pfizer-Biontech e Moderna

« Questi vaccini introducono nelle cellule l’mRNA, cioè materiale genetico virale. L’mRNA una volta giunto nella cellula umana viene portato nei ribosomi dove viene “letto” e viene “sintetizzata” una proteina che dovrebbe essere la copia della proteina “spike” che è presente sulla superficie virale. In questo modo il sistema immunitario umano farebbe “conoscenza” con questa proteina sviluppando la “memoria immunitaria”; in pratica ad un possibile secondo incontro con la proteina spike, la risposta immunitaria sarebbe rapida e violenta, in quanto diretta contro un antigene già conosciuto» spiega il dottor Bacco, evocando le conclusioni di una ricerca scientifica cinese sui vaccini anti-Covid-19 pubblicata lo scorso ottobre su Nature ma tenuta ben nascosta dalla comunità scientifica internazionale per il grave allarme lanciato sui rischi di immunopatologie polmonari innescati proprio da reazioni immunitarie violente con tempeste di chitochine T2.

“DAI VACCINI COVID RISCHI DI GRAVI DANNI POLMONARI”. Ricerca Shock su Nature: ignorata da Comunità Scientifica, Big Pharma e Media

«L’mRNA in questi vaccini viene veicolato da una nanoparticella costituita per lo più da lipidi (grassi), essendo l’mRNA da solo molto instabile. La nanoparticella permette all’mRNA di arrivare integro nel citoplasma cellulare. L’mRNA dovrebbe essere degradato dopo pochi giorni. Rischi reali: l’mRNA in presenza di un enzima la “trascrittasi inversa” può essere copiato in DNA; quindi tale DNA potrebbe introdursi nel DNA cellulare umano o andare incontro a mutazioni e codificare proteine alterate. L’enzima “trascrittasi inversa” è caratteristico tra l’altro dei virus HIV (AIDS) e HCV (epatite C); in caso quindi di coesistenza delle infezioni, il fenomeno prima descritto è in pratica quasi certo» aggiunge l’esperto napoletano oggi medico legale presso la Procura di Bari e di altre sedi giudiziarie.

Astrazeneca: siero con Dna Virale e vettore di Scimpanzè

«AstraZeneca a differenza di “Pfizer BionTech” e “Moderna” non introduce nella cellula umana l’mRNA, ma un DNA virale; inoltre invece di utilizzare le nanoparticelle lipidiche per far giungere l’mRNA nel citoplasma della cellula umana, utilizza un vettore virale. Il vettore virale, che è lo stesso nelle due somministrazioni, è una forma non attiva, cioè non capace di provocare malattia, dell’adenovirus degli scimpanzé (Chimpanzee Adenovirus Oxford 1 – ChAdOx1). Questo arrivato nella cellula umana rilascia il doppio filamento di DNA nel nucleo cellulare dove è presente anche il DNA umano. Il DNA virale viene copiato, diviene mRNA umano e dai ribosomi viene tradotto nella proteina spike. Da qui il meccanismo d’azione è uguale a “Pfizer BionTech” e “Moderna”. Essendo già DNA è chiaro che la possibile integrazione nel genoma umano è più facile che possa accadere» evidenzia lo stesso Bacco.

SCANDINAVI NON SI FIDANO. Stop Vaccino AstraZeneca. Zelia morta a 37 anni

Sputnik e Johnson: vaccini tradizionali con vettori umani

«Sputnik come AstraZeneca introduce nel nucleo della cellula umana, DNA a doppio filamento, utilizzando come vettore virale due adenovirus, ma umani e non di scimpanzé, uno diverso per ogni somministrazione. I due adenovirus umani sono rispettivamente Ad26 ed Ad5. Questo riduce di molto la possibilità che si possa avere una reazione allergica alla seconda somministrazione, a differenza del vaccino AstraZeneca; inoltre essendo virus umani, l’organismo è più pronto a ricevere tale antigene. Per il resto il meccanismo di azione è sovrapponibile ad AstraZeneca» sottolinea l’esperto napoletano.

«Il vaccino Johnson & Johnson” è del tutto sovrapponibile allo Sputnik. La differenza sta nel fatto che utilizza una sola dose e come vettore utilizza solo l’adenovirus umano Ad26».

WUHAN-GATES… DAL SARS-COV2 BIO-ARMA AI VACCINI D’ORO. Acquista il libro per aiutare l’informazione libera

Nei prossimi reportages vedremo perché il virologo francesce Montagnier ha attaccato Bill Gates e com’è nato il brevetto della multinazionale farmaceutica Moderna, finanziata dal fondatore di Microsoft, grazie a decenni di sperimentazioni del dottor Anthony Fauci, direttore dell’americano NIAID (Istituto nazionale di allergia e malattie infettive), cominciate sui supervirus chimerici creati in laboratorio come “ricombinanti” a base di Coronavirus 4 anni prima della scoperta del SARS 2003, l’agente patogeno della Sindrome Acuta Respiratoria Grave che è pro-genitore del SARS-Cov-2. Iscrivetevi alla newsletter di Gospa News per restare sempre informati tempestivamente sulle scoperte del nostro giornalismo investigativo. E se volete comprendere fino in fondo tutti i risvolti di una pandemia pianificata da decenni, secondo l’avvocato Robert F. Kennedy jr, acquistate il libro WuhanGates – Il complotto del Nuovo Ordine Mondiale che sintetizza 27 delle 33 inchieste finora realizzate.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

GOSPA NEWS – INCHIESTE LOBBY ARMI

INTERVISTA BACCO

INTERVISTA GISMONDO

INTERVISTA MONTAGNIER

INTERVISTA GIORGIANNI

OMV NEWS – TUTTO SUI VACCINI

WUHAN-GATES – 26. BIO-ARMA SARS-2 & VACCINI D’ORO. Dai test CIA-OMS pagati da Gates al summit UE con PFIZER, sponsor di Biden, prima della pandemia. E le molecole Covid…

(Visited 21.154 times, 183 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

12 pensieri su “VACCINI mRNA, RISCHI CANCRO! OMV: “All’Aja per crimini contro umanità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *