EPIDEMIA: IN IRAN MASCHERINE DALLO STATO, IN ITALIA DAI CRIMINALI

EPIDEMIA: IN IRAN MASCHERINE DALLO STATO, IN ITALIA DAI CRIMINALI
Pubblicità

1.442 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Due paesi fino ad ora sono i più colpiti da morti di CoronaVirus oltre la Cina: uno è l’Iran, l’altro è l’Italia. Abbiamo scritto vari reportages sul motivo per cui proprio queste due nazioni sono colpite da questa epidemia, già definita pandemia da vari epidemiologi sebbene l’Organizzazione Mondiale della Sanità abbia lanciato l’allarme solo per un “rischio pandemia” e qualche medico in cerca di notorietà commetta il grave rischio di definirla “poco più di un’influenza”.

PANDEMIA DA BIO-ARMA INARRESTABILE: 34 MORTI IN ITALIA CON 1.577 CONTAGIATI. 54 vittime in Iran, infetta la vice-presidente e altri 592

La stessa cosa l’ha dichiarata il governatore della Lombardia Attilio Fontana che ora si trova in quarantena perché una collaboratrice del suo staff regionale è stata contagiata. Qualche medico un po’ più illuminato fa notare che i 45 pazienti guariti su 650 contagiati in Italia (ma i numeri cambiano ogni dieci minuti e pertanto è difficile aggiornarli) sono stati curati nei reparti di Rianimazione degli ospedali.

CATASTROFE DA ARMA BIOGENETICA. Gli 007: «Diffusa coi nano-droni CIA» e Cyber-libellule. Strage in Iran. SOS Italia

A memoria di cronista non risulta che per una “influenza” vengano guariti i malati nei reparti di Rianimazione. Ciò conferma che l’emergenza esiste come è evidenziato dal fatto che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nella giornata di Telethon, proclama «Conoscenza è antidoto a paure irrazionali». Ma ovviamente non spiega perché ha annullato il suo viaggio ufficiale già programmato in Sardegna…

Un venditore abusivo di mascherine in Italia

Nel mezzo di questa emergenza, definita grave dall’OMS e non dai giornalisti, ecco che spuntano i mistificatori, come i medici che non ne vogliono riconoscere la gravità, ma anche gli sciacalli. Più dei pochi delinquenti che suonano alle porte delle case degli anziani proponendo accertamenti per rubare soldi, fanno ribrezzo i bagarini che vendono a caro prezzo le mascherine nei posti pubblici.

Una fabbrica statale di mascherine e disinfettanti in Iran

Criminali? Certamente! Ma con l’aiuto dello Stato! Perché in Iran, fonte IRNA, dove si sta vivendo la stessa drammatica emergenza con un numero di morti superiore, le mascherine e i disinfettanti hanno iniziato ad essere prodotti e distribuiti dalla Repubblica Islamica che, almeno oggi, ha molto da insegnare alla Repubblica Italiana.

E’ perciò evidente che in Italia la mafia organizzata insieme alle sue appendici periferiche è più influente ed attiva dello Stato e, pertanto, va ben riletta la storia della nostra politica per scoprire tutti gli scheletri che la governano.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione

CORONA VIRUS – REPORTAGES

«CORONAVIRUS, STRAGE DA ARMA BIOLOGICA». Esperto USA accusa la Cina ma il Pentagono ha 25 Laboratori Segreti per “Attacchi Etnici”

SICUREZZA ITALIA: Tre burocrati mondialisti contro tutti. QUIZ: Dall’Africa arriverà prima l’ISIS o il CoronaVirus?

(Visited 517 times, 12 visits today)
Pubblicità

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *