EMERGENZA PANDEMIA: “FALSITA’ AI PM DAL BOSS OMS”. Indagato Guerra, ambasciatore di Vaccini per Renzi & GSK

EMERGENZA PANDEMIA: “FALSITA’ AI PM DAL BOSS OMS”. Indagato Guerra, ambasciatore di Vaccini per Renzi & GSK

225.445 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

“Covid, terremoto sull’OMS: è indagato Ranieri Guerra”. Con questo articolo il quotidiano Il Giornale ha riportato la dirompente notizia del funzionario italiano dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità, direttore aggiunto al fianco del direttore generale, il biologo etiope Tedros Adhanom Gebreyesus, iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Bergamo in relazione al reato 371 del Codice Penale: “false dichiarazioni al pubblico ministero”.

L’avviso di garanzia, com’è noto, è un atto giudiziario dovuto e di per sé non attesta una responsabilità penale accertata ma una semplice indagine. E’ altresì vero che se il dottor Guerra (Ranieri per i media, Raniero nell’atto di nascita) fosse ritenuto colpevole potrebbe rischiare fino a 4 anni di carcere.

PANDEMIA: INDAGATO A BERGAMO, IL DIRETTORE VICARIO OMS LASCIA. Addio “Giallo” di Ranieri Guerra a Ginevra per operare a Genova

«L’accusa è di ‘false informazioni ai pm’  in relazione alla sua deposizione come persona informata sui fatti nel novembre scorso. “Sulle ragioni teniamo il più stretto riserbo”, dice il procuratore capo Antonio Chiappani che, assieme agli altri pm impegnati nel caso, nei giorni scorsi aveva inviato una rogatoria a Ginevra destinata proprio all’Organizzazione Mondiale della Sanità. All’Oms si chiedono delucidazioni, tra le altre cose, sul come, quando Guerra era responsabile della Prevenzione nel Ministero della Salute tra il 2014 e il 2017, venissero accolte le autovalutazioni di eccellenza italiane nelle capacità di prevenire un’eventuale pandemia» ha scritto l’AGI lo scorso 9 aprile 2021 diffondendo per prima la notizia.

Il dottor Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’OMS di Ginevra

La vicenda giudiziaria avrebbe un peso relativo se non fosse per le polemiche suscitate dalle presunte minacce al funzionario OMS di Venezia, Francesco Zambon, che aveva preparato un dossier sulle lacune nella gestione dell’emergenza commesse dal Governo Italiano ma fu costretto a ritirarlo a suo dire proprio per le pressioni di Guerra. A ciò si aggiunse l’inquietante email con cui la stessa OMS chiese ufficialmente a tutti i suoi medici di invocare l’immunità diplomatica (l’organizzazione è infatti l’agenzia sanitaria dell’ONU) e non fornire informazioni ai magistrati di Bergamo che stanno indagando non solo per l’ipotetico falso relativo al mancato aggiornamento del piano di emergenza pandemica nazionale ma anche per l’epidemia colposa denunciata da un esposto dei parenti delle vittime di Covid-19, assai numerose in Lombardia.

PANDEMIA COVID-19: OMS OCCULTA LA VERITA’. Ecco l’Email con cui l’agenzia di Tedros e Guerra “vietò” ai medici di parlare ai magistrati di Bergamo

 

Quel «Piano che, stando a quanto ricostruito dalla procura di Bergamo e da diverse inchieste giornalistiche, è rimasto invece inalterato nonostante negli anni il mondo abbia vissuto due epidemie (suina 2009 e Mers 2012) e nonostante sia l’Oms che l’Unione Europea avessero emenato delle nuove linee guida. Spettava a Guerra rinnovare il Piano? Lui, ca va sans dire, ritiene di no». scrive Il Giornale che evidenzia un particolare importante a “discolpa” del numero 2 dell’agenzia sanitaria ONU, riferendosi a quando il 5 novembre rispose all’invito dei pm per un’audizione da persona informata sui fatti.

«”Sono amareggiato e stupito”, dice lui all’Adkronos. “Ho sempre dato la massima disponibilità e una completa informazione sulle mie conoscenze. Forse alcune informazioni sono un pò tecniche e non sono state comprese o andranno spiegate meglio”. Guerra si presentò spontaneamente in procura dopo nel pieno della bufera mediatica, nonostante l’Oms avesse  opposto l’immunità diplomatica per i suoi esponenti» rileva il quotidiano milanese.

 

IL FUNZIONARIO ITALIANO E LE BIG PHARMA

Ma l’ipotesi del reato di falso rappresenta un lancio di benzina sul fuoco delle polemiche innescate nel dicembre 2020 dall’associazione di tutela dei consumatori Adiconsum che dal suo sito lanciò accuse pesantissime contro il funzionario sanitario come riportato da Gospa News in WuhanGates 28.

WUHAN-GATES – 28. CODACONS AI PM: “ARRESTATE RANIERI GUERRA”. SCHELETRI DEL BOSS OMS: Vaccini GSK per Renzi-Obama, summit con Gates e dossier Covid-19 sparito. La “talpa” dai magistrati

«Arresto per Ranieri Guerra ed estensione delle indagini verso il Ministero della salute. A chiederlo il Codacons, che presenta oggi un nuovo esposto alla Procura di Bergamo.
Quanto emerso nelle ultime ore in merito allo scandalo del piano pandemico impone provvedimenti nei confronti di Ranieri Guerra, senza escludere la possibilità di misure cautelari volte ad evitare l’inquinamento delle prove nell’ambito del procedimento aperto dalla magistratura bergamasca – spiega il Codacons – Le dichiarazioni del ricercatore Francesco Zambon che afferma da un lato di aver ricevuto minacce da Guerra, e dall’altro che il ministro della Salute Roberto Speranza conoscesse il contenuto del suo lavoro almeno un mese prima della pubblicazione e successiva censura, impongono provvedimenti nei confronti di Guerra e una estensione delle indagini nei confronti dello stesso dicastero, affinché sia accertata la correttezza dell’operato del Ministro Speranza.
Alla Procura di Bergamo, inoltre, il Codacons chiede di sospendere con effetto immediato Ranieri Guerra da qualsiasi incarico pubblico, nell’attesa degli esiti dell’inchiesta in corso».

WUHAN-GATES – 24. OMS IN MANO AL PUPAZZO DI GATES & CINA. Tedros leader TPLF: i ribelli Comunisti IslamicI accusati da Amnesty dell’ultimo massacro in Etiopia

Nel proprio esposto, però, i paladini dei consumatori attaccarono duramente l’ex funzionario ministeriale promosso a direttore aggiunto OMS in relazione a gravissimi conflitti d’interessi con le Big Pharma, analoghi a quelli emersi sul direttore generale Gebreyesus, accusato di essere un “pupazzo” di Bill Gates che controllava e controlla sempre più non solo i piani di immunizzazione globale ma anche le stesse aziende farmaceutiche, soprattutto dopo l’accordo siglato tra la Bill & Melinda Gates Foundation e i colossi dei vaccini il 30 settembre 2020.

Il Codacons mise infatti in evidenza gli “scheletri dell’armadio” dello stesso Guerra per il suo ruolo all’interno di una fondazione collegata con la GlaxoSmithKline (GSK), oggi pure proprietaria al 68 % della distribuzione commerciale di Pfizer, arricchitasi grazie al vaccino antiCovid sviluppato con la tedesca BioNTech, ma già protagonista di un exploit di ricavi in virtù dei 12 vaccini obbligatori in età scolare imposti in Italia dal Decreto Lorenzin nel 2017.

WUHAN-GATES – 32. BILL III: IMPERATORE DI VACCINI nel Cartello Big Pharma

A memoria dei meno informati ricordiamo che la GSK di Londra (partecipata da fondi d’investimento internazionali come BlackRock che speculano anche sulla Lobby delle Armi) è nata quando la britannica Glaxo (fondata in Nuova Zelanda dal commerciante ebreo inglese emigrato Joseph Nathan) ha inglobato l’anglo-americana SmithKline, finita nell’occhio del ciclone in Italia per le tangenti incassate dall’ex Ministro della Sanità Francesco De Lorenzo, prima di rendere obbligatorio il vaccino sull’Epatite B.

 

GUERRA: AMBASCIATORE SCIENTIFICO DI RENZI A WASHINGTON

L’esperienza di Guerra nella fondazione SmithKline non avrebbe assunto un grande rilievo agli occhi del Codacons e di Gospa News se lui non avesse poi avuto un ruolo fondamentale nella promozione del progetto pilota per l’immunizzazione globale finanziato dall’amministrazione americana Obama-Biden attraverso la Global Health Security Agenda in un accordo politico tra il leader del Democratic Party Usa Barack Obama e l’ex premier e segretario del Partito Democratico italiano Matteo Renzi, poi divenuto legge durante il governo del suo successore Paolo Gentiloni.

WUHAN-GATES – 1. INTRIGHI D’ORO BIOARMA-VACCINI tra Cina, Usa-CIA, Sauditi e Big Pharma J&J – GSK

Il 24 settembre 2019 il dottor Guerra, che di nome fa Raniero ma si fa chiamare anche ufficialmente Ranieri forse nella speranza di schivare azioni legali grazie ad un cavillo anagrafico, postò una foto sul suo profilo FB con «la squadra congiunta WHO – Unicef che condivide la mattina con Bill Gates”.

La foto di gruppo del WHO con Bill Gates postata da Ranieri Guerra sul suo profilo Facebook

Pochi giorni prima, come svelato in esclusiva da Gospa News, il 12 settembre 2019, in tempi divenuti tremendamente sospetti dopo lo scoppio della pandemia, presso la Commissione Europea di Bruxelles si era tenuto un summit per la vaccinazione globale alla presenza del direttore generale OMS Tedros Adhanom Gebreyesus (che nell’ottobre 2020 ha nominato Guerra suo vice quale Assistant Director-General for Strategic Initiative a Ginevra), di 4 ong di Gates e di un’amministratrice Pfizer: la multinazionale americana che avrebbe poi ottenuto il via libera all’uso in emergenza dell’antidoto contro il Covid-19 prima nel Regno Unito (2 dicembre) e poi dalla Food and Drug Administration degli USA (12 dicembre).

WUHAN-GATES – 10. LOSCO COMPLOTTO: Summit UE con 4 ONG di Gates, Big Pharma e FB prima della Pandemia da SARS-2 con HIV

Tutto ciò avrebbe poco a che fare con Guerra se non fosse che fu proprio lui il “consigliere scientifico dell’Ambasciata a Washington” nel progetto pilota di immunizzazione della Global Health Security Agenda proposto dal presidente americano Barack Obama in sintonia con Matteo Renzi ed accolto dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) che fu presentato nell’autunno 2014 alla Casa Bianca alla presenza del sottosegretario americano della Sanità (HHS) Bill Corr e del ministro italiano della Salute Beatrice Lorenzin che nel luglio 2017, dopo varie resistenze, fece approvare il Decreto Lorenzin per i 12 vaccini obbligatori in età scolare in Italia.

NWO CONTRO L’ITALIA – 6. La Ministra dei Vaccini Obbligatori (ai sanitari) ne impose 12 ai Bimbi da Giudice. All’ombra di Napolitano & Soros

Quella legge, approvata dal Parlamento grazie alla maggioranza PD, fu legittimata da una sentenza della Corte Costituzionale scritta dall’ex giudice Marta Cartabia, ora Ministro della Giustizia nel Governo Draghi che ha imposto i vaccini antiCovid agli operatori sanitari riluttanti, perché ancora sperimentali, che rigettò i ricorsi della Regione Veneto e di alcune associazioni.

Ma prima ancora che essa entrasse in vigore la multinazionale GSK aveva ampliato i propri stabilimenti in Toscana (feudo del Partito Democratico) trovando proprio in Matteo Renzi il principale promoter delle nuove sfide della vaccinazione globale, in perfetta sintonia con Obama e Gates, megadonor del Democratic Party, come la Pfizer che ha sponsorizzato la campagna elettorale di Joseph Biden, contribuendo a farlo diventare 46 Presidente degli Stati Uniti d’America.

L’ex premier Matteo Renzi mentre promuove gli investimenti di GSK in Italia

La GlaxoSmithKline fece notevoli investimenti al buio nei propri laboratori  di Rosia, in provincia di Siena, e beneficiò così del successivo incremento di fatturato portato dal progetto pilota Decreto Lorenzin, di cui il dottor Guerra fu ambasciatore negli USA.

Oggi però il funzionario sanitario, passato da Roma a Washington e approdato fino al vertice dell’OMS di Ginevra in soli 6 anni, si ritrova sotto inchiesta per false informazioni ai pm di Bergamo in relazione al piano di emergenza pandemica che, se adeguatamente aggiornato e utilizzato, avrebbe con ogni probabilità (ma tocca ai magistrati dimostrare un eventuale nesso di causalità) scongiurato molti decessi e, di conseguenza, ridotto il panico in Italia e l’affannosa corsa ai vaccini…

WUHAN-GATES – 26. BIO-ARMA SARS-2 & VACCINI D’ORO. Dai test CIA-OMS pagati da Gates al summit UE con PFIZER, sponsor di Biden, prima della pandemia. E le molecole Covid…

«Guerra infatti è stato direttore della Programmazione al ministero della Salute dal 2014 al 2017, gli anni in cui il suo ufficio avrebbe dovuto aggiornare il piano risalente al 2006» ricorda Il Giornale che dà poi spazio alla soddisfazione dei familiari delle vittime come ha fatto anche l’AGI.

«Mi auguro che l’Oms possa rispondere con tutti i dettagli, le spiegazioni e i chiarimenti necessari, dato che la mia posizione è cristallina nonostante le insinuazioni di alcuni» dice all’AGI Guerra dopo avere saputo di essere indagato. «Sono veramente stupito e profondamente amareggiato – aggiunge -. Io ho dichiarato ai pm tutto quello che sapevo a quel momento, in totale buonafede. Ho capito a seguire di non avere avuto accesso a molte informazioni, ma credo che questo i pm lo abbiano bene valutato. Non so neppure quali siano queste presunte contraddizioni che possano avere identificato, dato che non ho avuto accesso ai quesiti da loro posti all’Oms».

WUHAN-GATES – 30. DA ITALIA E UE PIOGGIA DI MILIONI ALLA LOBBY DI GATES SUI VACCINI COVID. Piano miliardario COVAX-OMS gestito da ex manager Big Pharma

 

 

TROPPI MISTERI ALL’OMBRA TRA OMS E GATES

«Siamo molto contenti, è la conferma che i pm stanno indagando in modo approfondito e il coronamento al lavoro che stiamo facendo in questi mesi. Ora ci aspettiamo che vengano individuati altri responsabili». Così l’avvocato Consuelo Locati, capo del team dei legali dei familiari delle vittime, commenta la notizia. Locati ipotizza che Guerra possa essere stato indagato in relazione «al questionario sulle autovalutazioni dell’Italia non mandato alla Ue e anche sul mancato aggiornamento del piano pandemico».

WUHAN-GATES – 31. SARS-2, BUGIE E INTRIGHI DI SCIENZIATI ALL’OMBRA DI GATES. Svelati da Daily Mail e Die Welt. L’OMS nega l’origine da laboratorio. La Germania manipolò studi sui rischi Covid-19

Al di là degli aspetti strettamente da sciogliere, però, come evidenziato in questo articolo ci sono da chiarire proprio i presunti conflitti d’interessi tra Guerra, GSK, Gates, Gebreyesus anche alla luce del fatto che l’OMS ha affidato il piano COVAX, per la gestione dei vaccini antiCovid nei paesi poveri, all’ong GAVI fondata dal tycoon IT, di cui ha preso le redini un’ex manager della stessa GlaxoSmithKline, di cui è CEO una direttrice di Microsoft.

Le coincidenze stano diventando un fiume in piena di indizi ai quali si aggiunge la teoria del virus SARS-Cov-2 costruito in laboratorio, sostenuta da esperti d’intelligence e autorevoli virologi, attraverso a sperimentazioni che i ricercatori di ingegneria biologica ritengono analoghe a quelle condotte sui Coronavirus SARS e MERS effettuate in Cina e negli USA grazie al progetto PREDICT 2, finanziato dall’amministrazione Obama, attraverso l’agenzia governativa USAID (strumento finanziario CIA), dalla Bill & Melinda Gates Foundation e dall’Eco Health Alliance di Peter Daszak, nominato dal direttore OMS nella Task Force d’inchiesta sulle origini del virus, tra lo sconcerto di autorevoli quotidiani come Daily Mail e Die Velt.

E’ soltanto un caso che la profetessa della pandemia Avril Haines, esperta di bio-armi e già vice direttrice della Central Intelligence Agency durante l’amministrazione Obama divenuta direttore dell’intera Intelligence USA con l’arrivo di Biden alla Casa Bianca, nell’estate 2017 sia stata in vacanza proprio sui colli senesi, a pochi chilometri dai laboratori GSK? Al momento non è che l’ennesima coincidenza…

CORTISONE SCONFIGGE COVID-19: Ricerca di Oxford (pubblicata ora) conferma la Cura Italiana Ignorata da Ministro e OMS. Quanti Morti per Colpa loro?

Mentre Gebreyesus, Guerra e l’intera OMS devono dare una risposta molto semplice alla comunità scientifica mondiale e a tutte le popolazioni della terra: perché a marzo fu messo al bando il cortisone poi rivelatosi una delle più efficaci ed economiche terapie di contrasto contro il Covid-19?

Leggi inoltre…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

 

PROFETESSA DI PANDEMIA CON GATES, ORA A CAPO DELL’INTELLIGENCE USA. L’ex CIA Avril Haines confermata Direttore Nazionale da Biden e Senato

(Visited 2.452 times, 26 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio