siteId=76639&formatId=24">

DANNEGGIATI DA VACCINI E STRAZIATI PER LE ESENZIONI. Calvario di Operatore Sanitario con Pericardite da siero Pfizer

DANNEGGIATI DA VACCINI E STRAZIATI PER LE ESENZIONI. Calvario di Operatore Sanitario con Pericardite da siero Pfizer

62.665 Views

di Carlo Domenico Cristofori

Dopo il danno e la beffa arriva anche la tortura per i danneggiati dai vaccini che cercano disperatamente di ottenere un esenzione dalla terza dose, necessaria per non restare senza lavoro a chi rientra nelle categorie dell’obbligo (operatori sanitari e scolastici, forze dell’ordine, forze armate e over 50 anni). Oggi arrivano i loro drammatici racconti…

Perché l’armata PRO VAX del Governo di Mario Draghi è già scesa in campo con ogni mezzo per perseguitare i medici che ardiscono cimentarsi nella pratica indigesta di tali esenzioni (che diventeranno digitali dal primo marzo).

“VACCINO: OBBLIGO OVER 50, ARROGANTE RICATTO’!” Denuncia della deputata Giannone (FI). Crepa nella Maggioranza

Gli Ordini dei Medici dopo aver negato il diritto alle prescrizioni mediche hanno allertato tutti i loro iscritti che rischiano una denuncia per falso in caso di errori, mettendo così al bando il concetto cardine della storia della medicina dell’autonomia del medico di base a una cura “secondo scienza e coscienza”.

I Carabinieri del Nas sono già stati sguinzagliati dal ministro della Salute Roberto Speranza a caccia di medici con la presunta certificazione facile per contestare falsi ideologici secondo un’ipotesi di reato tanto infondata (per la discrezionalità del medico curante cui compete la valutazione dell’anamnesi del paziente) quanto intimidatoria.

I Commissari regionali per l’Emergenza Covid-19 si stanno già facendo consegnare dalle ASL i nomi dei medici sospetti da iscrivere in una “lista di proscrizione” a dispetto di una circolare ministeriale che chiedeva solo dati statistici.

CROCIATA ANTI NO-VAX SULLA MORTE DI TRINCA. Esenzione da Vaccino nel Mirino del PM scelto da Renzi Sponsor di GSK (partner di Pfizer)

A farne le spese sono cittadini italiani danneggiati dai vaccini come Roberto Baima, operatore sanitario di 26 anni di Torino, il più giovane componente del direttivo del Comitato Ascoltami che raggruppa ormai circa mille iscritti in tutta Italia

«Soffro di pericardite da quando a Marzo 2021 ho effettuato la prima dose del vaccino Pfizer. Ho un’esenzione temporanea che mi permette almeno di lavorare in smart working, visto che fisicamente non riesco a recarmi in servizio» spiega l’educatore professionale Baima in un racconto che ci è stato trasmesso dal vicepresidente di Ascoltami, Stefano Ferrero, anch’egli trovatosi in situazione simile.

L’operatore sanitario Roberto Baima colpito da pericardite permanente dopo il sieri genico sperimentale Comirnaty prodotto da Pfizer-Biontech

«Da quando è stata rilasciata la normativa che implica la digitalizzazione delle esenzioni la mia vita si è complicata ulteriormente.
Il mio medico di base mi ha inizialmente detto di recarmi all’hub vaccinale. Quando gli ho inviato direttamente il testo della normativa, che rendeva evidente che della digitalizzazione potesse occuparsi lui stesso, ha iniziato a temporeggiare chiedendomi dei referti di altri specialisti che dichiarassero che nel mio caso non fosse consigliabile proseguire l’iter vaccinale (come se quasi un anno di pericardite non fosse sufficiente).
Una volta inviati i documenti richiesti, di cui sono ovviamente in possesso, è sparito e non mi ha più dato notizie. Dopo alcuni giorni ho sollecitato nuovamente via email e ho ottenuto come risposta che il sistema di digitalizzazione risulta bloccato e che se ne parlerà in futuro.
Intanto io resto qui, con la mia esenzione che scade il 28 Febbraio, appeso a un filo per quanto riguarda il mio futuro. Mi hanno già tolto la salute, vedremo se verrà meno anche il lavoro».

VACCINI & GRAFENE – 3. MISTERIOSE E PERICOLOSE NANOPARTICELLE NEL SIERO MRNA. Pfizer: “Tossicologia non Studiata a Fondo”

Lo stesso vice presidente del comitato Ascoltami, Stefano Ferrero, ha denunciato l’incertezza che regna nel campo delle esenzioni vaccinali.

«Prima mi sono rivolto al medico di famiglia che mi ha indirizzato all’Hub vaccinale. Qui fortunatamente con le mie 29 pagine di allegati, in quanto malato oncologico e trapiantato con reazioni avverse post vaccino, ho trovato un medico coscienzioso che ha esaminato tutto con professionalità e mi ha rilasciato una  esenzione cartacea temporanea fino al 28 febbraio. A quel punto ho dovuto inviare una PEC all’ASL con la domanda e i documenti e nel giro di due giorni ho avuto il certificato digitale fino alla fine di giugno» ci spiega.

VACCINI: MILITARI E POLIZIOTTI CONTRO STATO & DOTTORI. Prescrizioni Mediche Negate: Parà Folgore ispira 500 Diffide. COSAP le fa a Ministeri e AIFA

«Tutto bene? – prosegue Ferrero – Sorpresa l’app ministeriale mi dice che è valido con tampone. Rimando PEC e veloci mi rispondono che solo l’ultima versione dell’app lo da valido. Ringrazio. E’ una vera e propria roulette russa: se avessi come la maggioranza dei richiedenti trovato un medico poco responsabile, omertoso o semplicemente pigro sarei tornato senza esenzione e questo rappresenta un elemento sconcertante».

Inevitabile un quesito… Se vengono sottoposti a tali angherie burocratiche dei vaccinati danneggiati quali sorte può toccare a chi è affetto da patologie non connesse al vaccino per quanto gravi? La risposta arriva dall’Umbria ma il timore è che sia un copione già adottato anche dalle altre regioni italiane.

IN UMBRIA PARTITA LA CACCIA AGLI ESENTATORI

Davvero inquietante quel che sta accadendo nella storica terra rossa dell’Umbria, dove i quadri dirigenziali sono eredità delle varie mutazioni del Partito Democratico PRO VAX fin dai tempi del segretario e premier Matteo Renzi ma il governo regionale è in mano al centrodestra che si è alleato con il PD a livello nazionale nel cosiddetto Partito Unico del Covid-19: capace di dispensare con generosità restrizioni e obblighi vaccinali a chiunque.

Nella provincia di Terni un comitato spontaneo di cittadini guidato dall’insegnante Paola Persichetti ha già avviato una protesta per la mancata produzione delle prescrizioni mediche agli assistiti da parte dei loro medici di base: una questione già sollevata dal sindacato di polizia COSAP e dall’associazione di militari, poliziotti e liberi cittadini CONSITUTIO ITALIA.

VACCINI: PARTE DA TERNI LA RIVOLTA CONTRO I MEDICI. Per Prescrizioni Mediche Negate come a Poliziotti e Militari

Come risulta invece da un documento firmato dal commissario regionale per l’emergenza Covid Massimo D’Angelo è partita la caccia ai medici esentatori. Nella lettera richiede a Umbria Digitale di rimettere allo scrivente “i nominativi dei medici che hanno emesso certificati di esenzione e non hanno effettuato alcuna vaccinazione SARS-Cov-2”.

Ma non solo. Anche “i nominativi dei medici che hanno emesso certificazioni di esenzione con la popolazione assistita ed il numero di ceticiati emesso”. Ed inoltre: “Fra i certificati emessi occorre sapere il numero di quelli riguardanti i soggetti che hanno provveduto al cambio di medico a partire dal maggio 2021”.

Il documento del Commissario straordinario regionale per l’emergenza CoronaVirus

Tradotto dal burocratiche sospettoso significa: fateci sapere se qualche povero disgraziato ha cercato un nuovo dottore dopo aver ricevuto il rifiuto dal suo medico curante. La missiva inviata alle ASL si basa sulla circolare ministeriale 35309 del 4 agosto 2021 avente per oggetto “Certificazioni di esenzione alla vaccinazione antiCovid-19” ma in realtà ne stravolge completamente i contenuti per appropriarsi di “dati sensibili”.

«Nelle more dell’adozione del decreto di cui al comma 1, art. 3 del DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, le Regioni e PA attivano un sistema di monitoraggio delle esenzioni rilasciate comunicando, su richiesta, i dati in formato aggregato al Ministero della Salute» si legge nella circolare ministeriale che pertanto non fa il minimo riferimento a “nominativi” ma a dati aggregati, ovvero semplici numeri.

Le disposizioni sull’esenzione della circolare ministeriale del 4 agosto 2021

Va ricordato che le esenzioni ai vaccini Covid possono essere rilasciate solo dai medici vaccinatori Covid e che, in virtù di un’ulteriore recentissima modifica della normativa introdotta dalla legge n.3/2022, entrata in vigore in data 26 gennaio 2022, possono essere emesse solo da propio medico di medicina generale, ovviamente se vaccinatore.

L’APPELLO DEL COMITATO ASCOLTAMI AI PARLAMENTARI

«Ci rivolgiamo a Voi per richiedere una coscienziosa e responsabile valutazione in occasione della discussione riguardante la Legge di conversione del Decreto Legge 7 gennaio 2022, n. 1, avente per oggetto “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore” che dovrà avvenire entro la data dell’8 marzo 2022».

E’ l’accorato appello del Comitato Ascoltami firmato dalla presidente Federica Angelini ai parlamentari: «Votate secondo coscienza senza vincolo di mandato NO alla conversione in legge del Decreto legge 1/2022». 

RENZI “SCEICCO D’ARABIA” DOPO I VACCINI AI BAMBINI. Consulenza d’Oro dai Sauditi: Partner di GSK e Sponsor del “Decreto Lorenzin”

«L’approvazione della Legge di conversione comporterà per decine di migliaia di cittadini italiani che sono stati colpiti da effetti avversi post vaccinazione la scelta tra il mantenimento della retribuzione e il pericolo di mettere a serio rischio la propria precaria salute reiterando il ricorso ad una vaccinazione dei cui gravi postumi, la maggioranza di loro, risente ancora ad oltre nove mesi dalla somministrazione dell’ultima dose».

«Cittadini che non si sono sottratti al loro “dovere” allorchè sono stati chiamati a vaccinarsi ma che, nonostante tutto, vittime incolpevoli sono stati abbandonati a sé stessi dalla Sanità Pubblica in base ad indagini di farmacovigilanza approssimative svolte con modalità poco attendibili o addirittura mai messe in atto e ad un generale clima ostile e pregiudiziale verso qualsiasi aspetto che avrebbe potuto compromettere la campagna vaccinale» scrive la presidente del Comitato Ascoltami.

SOS A MATTARELLA DA 670 DANNEGGIATI DAI VACCINI. Comitato ASCOLTAMI: “Nessuna Risposta da Sanità e Quirinale”

«Cittadini che a tutt’oggi versano, nella stragrande maggioranza, in condizione di non poter ottenere la legittima esenzione in virtù di una normativa complicata, pregiudizievole e di difficile applicazione e di un orientamento preconcetto da parte della Sanità Pubblica» aggiunge Angelini

«Cittadini a cui si aggiungono altri milioni di altri cittadini che hanno effettuato una libera scelta di non ricorrere alla vaccinazione, spesso anche per patologie pregresse non ricomprese nei trial vaccinali delle case farmaceutiche, e che si troveranno nella medesima situazione di ricatto da parte delle Istituzioni».

C’è da augurarsi che questo appello non rimanga senza risposta come quello al Presidente della Repubblica Italiana inoltrato dallo stesso comitato dei vaccinati danneggiati. 

Carlo Domenico Cristofori
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

IL DOCUMENTO INTEGRALE DELL’APPELLO AI PARLAMENTARI DI ASCOLTAMI

APP IMMUNI: AFFARE DEL PARTITO UNICO DEL COVID. Dai Berlusconi ai Radical Chic vicini al PD: Benetton e Rosso

(Visited 1.602 times, 14 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.