siteId=76639&formatId=24">

DEBORAH, CRISTIANA LAPIDATA A MORTE, PRETE TORTURATO E UCCISO. Martiri in Nigeria. Coprifuoco contro la Furia Jihadista

DEBORAH, CRISTIANA LAPIDATA A MORTE, PRETE TORTURATO E UCCISO. Martiri in Nigeria. Coprifuoco contro la Furia Jihadista

1.684 Views
Diario di Guerra dalla Nigeria della Fondazione Pontificia ACS – Aiuto alla Chiesa che Soffre

ENGLISH VERSION

Lapidata a morte per blasfemia nel nord-ovest della Nigeria, a Sokoto: è questa la disumana condanna toccata a Deborah Samuel, studentessa cristiana accusata di aver pubblicato su #WhatsApp un commento ritenuto offensivo nei confronti di Maometto. La ragazza studiava nella facoltà di Economia a Sokoto, città dove vige la Sharia, la legge sacra dell’Islam.

La studentessa cristiana Deborah Samuel lapidata a morte in Nigeria

Sono state distrutte le finestre di vetro della Chiesa, quelle del Segretariato del Vescovo Lawton, ed è stato vandalizzato un autobus della comunità parcheggiato all’interno dei locali. Gli estremisti sono stati dispersi da una squadra di poliziotti.

I teppisti hanno anche attaccato la parrocchia cattolica di St. Kevin a Sokoto e le hanno dato fuoco. Un altro gruppo ha attaccato e, secondo quanto riferito, dato alle fiamme alcuni negozi e altri locali ad Hajiya Halima, un importante centro commerciale.

La protesta è avvenuta dopo una dichiarazione diffusa da un gruppo che esortava la gente a reagire contro l’arresto di coloro che hanno ucciso Deborah Emmanuel. Durante la protesta, gruppi di giovani guidati da adulti, hanno attaccato la cattedrale cattolica della Sacra Famiglia.

LA STRAGE DI 536 MISSIONARI CRISTIANI. Inquietante Dossier FIDES. Ultima Vittima dopo la Messa di Natale

Il governo statale di Sokoto ha dichiarato il coprifuoco di 24 ore nella capitale dello Stato per aiutare a arginare le proteste in corso avviate oggi dai giovani musulmani. Il coprifuoco era contenuto in un annuncio del governo statale.

Il vescovo cattolico di Sokoto, mons. Matthew Hassan Kuka, ha elogiato il Governatore per aver dichiarato il coprifuoco di 24 ore. Ha anche elogiato le forze di sicurezza. Il Vescovo ha rivolto un appello ai cristiani affinché rispettino la legge e preghino.

L’ennesimo sacerdote ucciso in Nigeria: don Joseph Aketeh Bako, della Diocesi di Kaduna

Don Joseph Aketeh Bako, della Diocesi di Kaduna, in Nigeria, rapito lo scorso 8 marzo, è stato trovato morto per i maltrattamenti subiti. ACS prega per la sua anima e chiede nuovamente alle autorità locali di contrastare con maggiore impegno l’intollerabile piaga dei sequestri.

“MARTIRIO DI ROMERO DA VIVO E DA MORTO” Papa contro Calunnie di Vescovi! Cristiani Massacrati da Comunisti e Jihadisti

SACERDOTE UCCISO DAI JIHADISTI NELL’AFRICA DELLE STRAGI DI CRISTIANI. ACS lancia SOS alla Camera dei Deputati

OLOCAUSTO CRISTIANO: Tragedie, nomi, volti tra i 2.983 martiri del 2019. Stragi in aumento

(Visited 475 times, 1 visits today)

fonte selezionata da Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.