siteId=76639&formatId=24">

GIORNALISTI SERVI DI BERLUSCONI PRO-VAX & VACCINI. Su Rete4 “Brindisi” tra Falsità e Ignoranza Scientifica contro Gospa News

GIORNALISTI SERVI DI BERLUSCONI PRO-VAX & VACCINI. Su Rete4 “Brindisi” tra Falsità e Ignoranza Scientifica contro Gospa News

12.150 Views

Nell’immagine di copertina Silvio Berlusconi e il giornalista Mediaset Giuseppe Brindisi

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Per chi come me è stato corrispondente di cronaca giudiziaria dal Piemonte dei quotidiani Il Giornale e Libero per 13 anni (1995-2008) rinnegare il proprio trascorso nel passato del mondo mediatico di Silvio Berlusconi, alimentato da un fuoco di pionieristica contro-informazione, è terribile dover scrivere questa riflessione.

Ma altrettanto indispensabile affinché qualche dubbioso della politica del Cavaliere possa capire quanto ha sacrificato la dignità sua, della sua famiglia, del suo partito Forza Italia e del suo network Mediaset sull’ara avida di soldi delle svariate attività imprenditoriali su cui lucra con la sua cerchia di amici imprenditori e politici anche in campo sanitario (Espresso).

ITALIA SUL LASTRICO PER COLPA DI QUESTI TRE

Questo articolo non vuol essere un’inchiesta ma uno sfogo. Pertanto non entreremo nei dettagli degli affari sulla salute che in macroscopici conflitti d’interessi l’attempato politico, per qualche anno sano martire di una persecuzione giudiziaria poi sfociata nella sua genuflessione al potere nel 2012, ha perseguito al pari di molti altri editori italiani. Prima o poi la faremo questa inchiesta e la pubblicheremo anche sui siti americani dove scrivo.

Ora mi preme concentrati su un fatto d’invereconda gravità che ho vissuto sulla mia pelle e che ha disonorato la mia professione di giornalista. La mia apparizione su Rete 4 nella trasmissione Zona Bianca è stata la peggiore esperienza giornalistica ed umana che ho vissuto nella mia vita.

SOS A MATTARELLA DA 670 DANNEGGIATI DAI VACCINI. Comitato ASCOLTAMI: “Nessuna Risposta da Sanità e Quirinale”

La giornalista inviata ad intervistarmi da Zona Bianca, capace di superare con disinvolta rapidità il trauma delle mancate risposte del sistema sanitario nazionale all’infezione grave da Covid-19 del padre, ha ostentato come “patentino di serietà” la sua collaborazione con la trasmissione Fuori dal Coro che ha sovente dato spazio al lamento dei No Vax e anche a quello dei danneggiati da vaccino del Comitato Ascoltami.

Come qualche altra inviata di Mediaset ha denotato da subito la fatale lacuna di non capire nulla delle questioni scientifiche inerenti al Covid-19 ma di essere una buona ammaestrata pappagallina educata a ripetere i mantra del mainstream sui vaccini utili e quelli dei No Vax per innescare una capziosa polemica senza la quale Zona Bianca del servile “mediasetico” Giuseppe Brindisi non riuscirebbe a fare minima audience per totale mancanza di reali contenuti interessanti.

SARS-Cov-2 ARMA BATTERIOLOGICA: Il Direttore di GOSPA NEWS Intervistato da RETE 4

Brindisi da giovanissimo iniziò ad operare nel campo dello spettacolo e della radio come deejay e speaker in terra di Puglia e studiò scienze politiche all’Università di Bari. Nel 1990 debutta in televisione in ambito sportivo a Pressing, in onda su Italia 1. Trasferitosi a Milano, si inserisce nella redazione di Videonews e fece carriera come inviato di Pressing e conduttore del telegiornale sportivo di Italia 1 Studio Sport. 

Passato poi a Studio Aperto nel 1993 iniziò a trattare le tematiche di attualità e nel 2000 prese le redini della redazione romana di Studio Aperto.

Circola una feroce boutade in ambito giornalistico lanciata dall’ironico Stefano Benni, se non erro. Quando due amici si chiedono di chi vorrebbero il cervello uno di questi dice “Quello di Einstein sicuramente”. Ma l’altro lo spiazza rispondendo: “Quello di un giornalista sportivo”. All’inevitabile “perchè?” dell’interlocutore egli risponde: “Perché sono sicuro che non è mai stato usato!“.

ONORI A PANSA, IL GIORNALISTA CHE SVELO’ I FEMMINICIDI PARTIGIANI. E fu rinnegato dalla sinistra…

E’ una battuta scema, infondata, e non si attaglia a tanti miei bravi colleghi specializzati nello sport che hanno cervello in esubero da dare a me e da donare ad altri che si piccano di essere opinionisti di geopolitica ed economia e magari leggono solo le veline che arrivano da Berlusconi.

Ma ben rappresenta l’epifania professionale di Brindisi che non ha il minimo interesse a rappresentare il maggior numero di fatti per descrivere la versione più prossima alla verità, come insegnava il mitico eroe del giornalismo Giampaolo Pensa.

Ha semplicemente la vocazione a rendersi servo della voce e dell’intelletto per i poteri forti che è una nuova professione del Terzo Millennio molto più ignominiosa di quella di Servo della Gleba nel Medioevo affamato.

NO GREEN PASS A CREMONA: IN NOME DI CRISTO. Quattro relatori Cristiani al No Paura Day accanto al Duomo

Sono stato intervistato per almeno venti minuti, in parte sul Belvedere di La Morra reso torrido dalle ore 11 di martedì 5 luglio, in parte a casa mia. Ho accettato l’intervista perché contattato da una collega che mi ha dato subito del “tu” in ossequio alla nostra comune professione di giornalista che esercito dal 1991 quando lei ancora puppava il biberon.

Nell’intervista mandata in onda non mi hanno presentato come giornalista ma come un generico “no VAX” passando però un cameo di un mio intervento al No Paura Day di Cremona in cui mi definivo in realtà “No Cavia”.

IN ITALIA 1.274 VACCINATI MORTI DI COVID IN UN MESE. Dati Shock ISS! Nell’UE “solo” 2.572. Ma per 114mila Esito Fatale “Ignoto”

Su venti minuti di intervento ne hanno passati forse 35 secondi per dare spazio ai commenti zeppi della falsità della collega, che non menziono perché penso che nel giro di un paio di anni farà altro nella vita o sarà sostituita da qualche proiezione olografica dell’Intelligenza Artificiale di Bill Gates: tanto per ripetere le vaccate del sistema non è necessaria la creatività e la riflessione umana!

Ho menzionato i 1.274 vaccinati morti di Covid nel mese di maggio, come da mia dettagliata inchiesta che la giornalista collaboratrice esterna di Mediaset ha evidentemente preferito non leggere, ed ella ha ribadito che l’Istituto Superiore della Sanità di Roma, fonte dei dati, ne ha conteggiati 4 volte tanto tra i non vaccinati sostenendo una bifida ed assurda bugia smentita dalla tabella ufficiale ISS qui sotto, da lei ovviamente non riportata.

La tabella del Bollettino Covid-19 pubblicato il 24 giugno scorso dall’Istituto Superiore della Sanità di Roma – link a fondo pagina

Si è giustificata asserendo di aver preso dati ufficiali dal sito ISS e di aver dato indicazioni di mettere “sottopancia” con mio ruolo quale direttore di Gospa News attribuendo ad altri la colpa dell’omissione, come se io non sapessi che il montaggio viene fatto e controllato in ogni dettaglio dal giornalista autore del servizio.

COVID, GIUDICI PRO SPERANZA: NEGANO EFFICACIA DELLE CURE DOMICILIARI! Vitamina D e Cortisone “Bocciati’ dal Consiglio di Stato

E’ pacifico che, per essere retribuita. ha dovuto cedere alle direttive del suo capo che rappresenta davvero il Brindisi tra ignoranza scientifica e falsità mediatica.

Ecco perchè lei, cristianamente e pietosamente la perdono. Loro, il conduttore capzioso e il presidente di Forza Italia, che per prima ha invocato l’obbligo di vaccino a scuola, No. O meglio non li perdono per ora.

APP IMMUNI: AFFARE DEL PARTITO UNICO DEL COVID. Dai Berlusconi ai Radical Chic vicini al PD: Benetton e Rosso

Quando la famiglia Berlusconi e i suoi amici cesseranno di occuparsi di affari sanitari, come hanno invece fatto sull’App Immuni, il leader di Forza Italia sarà più credibile nel sostenere la stessa linea politica suicida del ministro della Salute Roberto Speranza che ha fatto crepare di Covid-19 la gente per il protocollo “Tachipirina e Vigile attesa” proprio nelle prime 72 ore.

Ore fondamentali per evitare che un banale coronavirus diventi veicolo nei bronchi e nei polmoni del SARS-Cov-2 costruito in laboratorio, appositamente per avere più carica virale in una finalità “dual use” vaccino o arma batteriologica.

LOBBY ARMI – 7. ASSE NATO-GATES A TORINO. Tecnologie Militari IA nell’Intrigo Politico PD-FI-Lega-FdI tra Leonardo, Microsoft & Alleanza Atlantica

Questa bioarma ha sancito la girandola di miliardi delle Big Pharma di Bill Gates, partner nei progetti militari sull’Intelligenza Artificiale a Torino pienamente condivisi dalla Regione Piemonte governata ovviamente da un berlusconiano… 

Adesso, se volete, guardatevi sta boiata di videoservizio su Rete 4…

Per leggere in sintesi tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – REPORTAGE CORONAVIRUS

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

LA TRIADE DEI VACCINI. Intrighi Miliardari tra GSK, PFIZER, NOVAVAX con Lobby Sioniste, Gates, Biden & BoJo

IN ARRIVO VACCINI OBBLIGATORI A SCUOLA! Dopo la proposta della Senatrice di Berlusconi

WUHAN-GATES – 54. SARS-2 BIOARMA: Per il Capo Covid della rivista The Lancet è Virus Artificiale. Accusa gli USA ma non lo “sponsor” Gates

DOPO VACCINI & INTELLIGENZA ARTIFICIALE GATES ARRAFFA PURE IL TARTUFO BIANCO D’ALBA. Perla d Langa nella Microsoft House

(Visited 899 times, 4 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.