CAMILLA UCCISA DAL VACCINO ASTRAZENECA, GIA’ ASSOLTI BIG PHARMA E POLITICI. Indagati SOLO i Medici che Celarono lo Stato Vaccinale

CAMILLA UCCISA DAL VACCINO ASTRAZENECA, GIA’ ASSOLTI BIG PHARMA E POLITICI. Indagati SOLO i Medici che Celarono lo Stato Vaccinale

121.745 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Una prima sentenza giudiziaria abbastanza sconcertante è emersa dall’inchiesta sul decesso della giovanissima Camilla Canepa, studentessa di Sestri Levante deceduta a 18 anni nel giugno 2021, dopo che alcuni giorni prima le era stata somministrata una dose di vaccino anti Covid Astrazeneca.

Il Siero Genico mDNA AstraZeneca Killer “Non Imputato” 

Il Siero genico sperimentale mDNA non finirà sul banco degli imputati e, con ciò, nemmeno la Big Pharma che l’ha prodotto (con la complicità di un’industria italiana) e nemmeno i politici che l’hanno raccomandato organizzando persino gli Open day come fece il governatore della Liguria, Giovanni Toti in quel 25 maggio 2021 quando Camilla, pur di vivere un’estate in piena libertà e senza restrizioni da Green Pass, aderì alla campagna di somministrazione vaccinale proposta come un “gioco trendy”.

COVID, PURE L’OLANDA BLOCCA IL VACCINO DI SCIMMIA! Promosso da Speranza perchè costruito nel Lazio di Zingaretti…

La Procura della Repubblica di Genova ha chiuso le indagini e notificato gli avvisi di conclusione a 5 medici dell’ospedale di Lavagna accusati di falso ideologico per non aver attestato nella documentazione sanitaria che la giovane era stata sottoposta a vaccinazione anti Covid.

E’ quanto riferisce Quotidiano Nazionale in un dettagliato articolo (link tra le fonti) in cui si specifica che quattro di loro sono accusati anche di omicidio colposo.

Gli indagati possono fornire prove a discolpa cercando così di evitare la successiva richiesta di rinvio a giudizio per un processo che si presenta già farraginoso e molto complesso…

Pioggia di Cause nel Regno Unito ma non in Italia

Nessuna conseguenza, invece, per il CEO di AstraZeneca, i medici somministrato dell’Open Day e i politici che hanno promosso la campagna vaccinale su un siero genico sperimentale mDNA poi ritirato dall’Unione Europea e ora bersagliato da varie class-action nel Regno Unito dove è stato utilizzato come vaccino preferenziale e dove il capo esecutivo dell’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) si è appena dimesso in seguito alla denuncia di alcuni parlamentari di vari schieramenti sul mancato allarme sulle reazioni avverse.

Breaking! “ENTE DEI FARMACI NASCOSE REAZIONI AVVERSE AI VACCINI”. Parlamentari Britannici Accusano: si Dimette il Capo Esecutivo MHRA

In Italia, dove è appena stata approvata anche dalla Camera una Commissione-farsa sul Covid che avrà tra gli ultimi compiti proprio quello di verificare gli effetti indesiderati troppe volte letali dei vaccini Covid, il Parlamento è blindato nel sostenere il Governo Meloni e il Ministro della Salute Orazio Schillaci, invischiato con le Big Pharma al punto di investirci, e pertanto la campagna vaccinale prosegue – anche se con scarsi risultati – addirittura con la settima dose (quinto booster in Regione Piemonte) e con l’inoculazione combinata dei sieri Covid con l’antinfluenzale stagionale nonostante un allarme Ictus giunto dalla FDA, l’ente regolatore dei farmaci americano.

NON SOLO €10MILIONI A SOCIETÀ MEDICHE… PFIZER PAGA PURE I FACT-CHECKERS UE! Rubrica pro Vaccini sulla Repubblica di Elkann (Bilderberg)

Molti magistrati italiani, invece, sembrano leggere soltanto quotidiani come Repubblica (sponsorizzata da Pfizer) o ascoltare le News della RAI, entrambi media finanziati dall’EDMO della Commissione Europea per censurare ogni notizia sulla pericolosità dei vaccini.

Ma ricostruiamo la vicenda di Camilla secondo la versione giudiziaria fornita da QN.

Accusa di Omicidio Colposo per i Medici Indagati

La giovane frequentava il liceo tecnologico e si era fatta somministrare il vaccino Covid durante l’Open Day del 25 maggio fortemente pubblicizzato dalla Regione Liguria guidata da Toti. Pichi giorni dopo, il 3 giugno, si era recata al pronto soccorso di Lavagna ccusando cefalea e fotofobia.

“Quel giorno la ragazza sarebbe stata sottoposta a Tac cerebrale ed esame neurologico, entrambi negativi. Dopodiché è stata dimessa con raccomandazione di ripetere gli esami ematici dopo 15 giorni”, avevano spiegato Regione e Alisa nel ricostruire la vicenda. 

Il 5 giugno, la ragazza torna in pronto soccorso, questa volta all’ospedale San Martino di Genova, “con deficit motori ad un emilato. Sottoposta a Tac cerebrale con esito emorragico, è stata immediatamente trasferita alla Neurochirurgia del San Martino” dove fu operata alla testa ma morì il 10 giugno.

Gianluigi Zona, direttore della clinica neurochirurgica e neurotraumatologica dell’Ospedale San Martino di Genova, commentò ai tempi della tragedia: “Non avevo mai visto un cervello ridotto in quelle condizioni da una trombosi così estesa e così grave”.

VACCINI FATALI: IN ITALIA ASTRAZENECA, NEGLI USA MODERNA: Camilla col Cervello Devastato, Simone col Cuore Scoppiato

“Ragionando a posteriori – spiegò il dottore sulle polemiche per il mancato intervento immediato su Camilla – è tutto facile e tutti sono campioni del mondo, l’ultimo medico che arriva a visitare un paziente è sempre il più intelligente. Non posso giudicare cosa si sarebbe potuto cogliere già nella prima Tac, non è mai arrivata al San Martino. Normalmente, se non ci sono indizi che portino a ipotizzare qualcosa di grave in atto, nessun medico al pronto soccorso prescrive una Tac con contrasto o altri esami”.

Ma secondo i pm genovesi, se fossero stati fatti esami più approfonditi avrebbero permesso di evidenziare la patologia e attivare le cure che avrebbero potuto salvare la vita della studentessa.

«Per quattro dei cinque indagati l’ipotesi di reato è quella di omicidio colposo, in particolare per non aver sottoposto la ragazza, la sera del 3 giugno 2021, a tutti gli accertamenti previsti dal protocollo della Regione Liguria per il trattamento della sindrome Vitt (Vaccine-induced immune thrombotic trombocitopenia), ovvero una forma di trombosi che aveva colpito la 18enne dopo la somministrazione del vaccino» scrive QN.

La Propaganda sulla Sicurezza di Speranza 

La questione assume una rilevanza anche politica visto che tutte il Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza avevano minimizzato le reazioni avverse per mesi, addirittura manipolando i dati sui casi gravi e sui decessi in un’udienza davanti al Parlamento, ed analoghe raccomandazioni sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca poi rivelatosi killer erano state diffuse dai vertici delle massime autorità sanitarie italiane ed europee.

STRAGE INFINITA DI VACCINATI. EMA “occulta” 7.748 morti. 152mila effetti seri. Speranza “mente” alla Camera su reazioni gravi Astrazeneca. AIFA: 1.222 casi neurologici in Italia

Ora però, pur di non coinvolgere la politica e le Big Pharma nell’omicidio di una ragazzina, la giustizia va a perseguire i medici nella vana speranza di riuscire a dimostrare l’indimostrabile: ovvero che i danni trombotici subiti dal cervello di Camilla avrebbero potuto permetterle di sopravvivere.

Ammessa e non concessa logicamente tale ipotesi con quali conseguenze sarebbe sopravvissuta?

MOSTRUOSI “CALAMARI” DA COAGULI DI SANGUE NEI VACCINATI mRNA. Tremenda Indagine tra Imbalsamatori USA conferma l’Allarme Lanciato da FDA

Perché in relazione all’evento scatenante, ovvero l’inoculazione del siero genico sperimentale mDNA, non è stata configurata quantomeno un’ipotesi di reato di lesioni gravissime nei confronti della Big Pharma che l’ha prodotto e garantito come sicuro?

Domande a cui potrebbe/dovrebbe rispondere la Commissione parlamentare d’Inchiesta Covid se mai arriverà a trattare le reazioni avverse e gli omicidi di Stato ad esse correlati…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Fabio Carisio su Twitter
Gospa News su Telegram


FONTI PRINCIPALI

QN – Camilla Canepa morta dopo il vaccino anti Covid, 5 indagati. Pm: “Poteva salvarsi, non le diedero la terapia adeguata”

GOSPA NEWS – INCHIESTE COVID. VACCINI & Big Pharma

GOSPA NEWS – WUHAN-GATES DOSSIER

“SPIKE-DEMIA” TRA VACCINATI COI BOOSTER: 83 % CON SINDROME PCVS SIMILE A “LONG COVID”. Studio Indiano conferma il Disastro Sanitario imposto da Gates, NWO & Big Pharma

OMICIDIO DI STATO! “CAMILLA UCCISA A 18 ANNI DAL VACCINO”. La Perizia Giudiziaria conferma gli Atroci Sospetti

IN PIEMONTE SETTIMA DOSE DI VACCINI COVID. Il Governatore Cirio, Partner di Gates sull’IA, ignora gli Allarmi sui Sieri Genici mRNA Cancerogeni

“CONSULENTE” DI SCHILLACI PAGATO DA PFIZER & GSK FA TERRORISMO SUI MORTI COVID (Vaccinati). Ignora Turbo-Cancro. Fu al Meeting di De Lorenzo, ex Ministro delle Tangenti Big Pharma

COVID-19 E DANNI VACCINI. APPROVATA LA COMMISSIONE PARLAMENTARE “FARSA”. Reazioni Avverse come Ultime Priorità e Troppi Segreti

RAFFICA DI CAUSE CONTRO ASTRAZENECA NEL REGNO UNITO. Vaccino mDNA Covid (per metà Italiano) definito “Difettoso” in Storica Causa

PERICOLI ICTUS DA DOPPIA VACCINAZIONE COVID-INFLUENZA. FDA Conferma Scoop di Gospa News. Bimbo Morto tra Menzogne Big Pharma

(Visited 679 times, 22 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *