MORTI DOPO VACCINI NEGLI USA: AUMENTO DEL 600 % DI DECESSI PER CAUSE MISTERIOSE. Dati Shock dai CDC

MORTI DOPO VACCINI NEGLI USA: AUMENTO DEL 600 % DI DECESSI PER CAUSE MISTERIOSE. Dati Shock dai CDC

3.474 Views

di Davide Donateo

Fonte originale: DataBase Italia

I dati disponibili dal Center for Disease Control negli Stati Uniti mostrano che da quando il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è stato avviato negli Stati Uniti, i decessi dovuti a “risultati clinici anomali non classificati altrove” sono aumentati in modo esponenziale rispetto ai livelli di vaccinazione pre-Covid-19.

Le statistiche ufficiali mostrano che il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è iniziato negli USA il 20 dicembre 2020. ed entro il 20 gennaio 2021 un totale di 14.270.441 persone aveva ricevuto una singola dose di siero contro il Covid-19 (4,3% della popolazione), mentre 2.161.419 di persone avevano ricevuto due dosi di siero contro il Covid-19 (0,7% della popolazione).

Fonte

Il ritmo del roll-out di Covid-19 sembra aver davvero accelerato, anche se intorno al 5 marzo 2021, a quel punto il 16,9% della popolazione aveva ricevuto una singola dose e l’8,7% della popolazione aveva ricevuto due dosi, perché entro il 24 aprile era aumentato al 42,1% della popolazione che riceveva una singola dose e al 28,2% della popolazione che riceveva due dosi.

Ma allo stesso tempo anche qualcos’altro iniziò ad aumentare sospettosamente, e cioè i decessi dovuti a reperti clinici anormali non classificati altrove.

Il grafico sopra è stato preso dai dati ufficiali del CDC che possono essere cercati qui (vedi Rif. 1) e mostra il numero di decessi dovuti a “segni di sintomi e risultati clinici e di laboratorio anormali non classificati altrove” per la settimana in cui si sono verificati.

2021, STRAGE DA VACCINI COME MAI DA 10 ANNI. “1000 % di Reazioni Avverse in più”. Virologa USA allerta FDA: Ignorata!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che le morti in questa categoria sono le seguenti :

  • Casi per i quali non è possibile formulare una diagnosi più specifica anche dopo che sono stati esaminati tutti i fatti rilevanti per il caso;
  • Segni o sintomi esistenti al momento del primo incontro che si sono rivelati transitori e le cui cause non sono state determinate;
  • Diagnosi provvisorie in un paziente che non è tornato per ulteriori indagini o cure;
  • Casi riferiti altrove per indagine o trattamento prima che fosse fatta la diagnosi;
  • Casi in cui non era disponibile una diagnosi più precisa per nessun altro motivo;
  • Alcuni sintomi, per i quali vengono fornite informazioni supplementari, che rappresentano di per sé importanti problemi nell’assistenza medica.

Come puoi vedere dal grafico sopra, il numero di decessi dovuti a reperti clinici anormali non classificati altrove ha mantenuto una media costante di poco più di 1.000 a settimana da febbraio 2020, ed era a questi livelli anche prima della presunta pandemia che colpiva gli Stati Uniti.

“RISCHIO ATTACCHI DI CUORE PER PILOTI VACCINATI COVID: NON DEVONO VOLARE”. Ufficiale Medico US Air Force “Wistleblower” denuncia anche Sostanze Tossiche nei Vaccini

Tuttavia, verso la fine di marzo/inizio aprile 2021 si è verificato un improvviso aumento del numero di decessi anomali registrati a settimana, salendo improvvisamente a 2.000 a settimana a metà aprile, prima di aumentare a oltre 7.000 a settimana a metà settembre, che rappresenta un aumento del 600% rispetto alla media osservata ogni settimana prima dell’inizio del roll-out della vaccinazione contro il Covid-19.

La domanda ovviamente è, perché? (continua a leggere…)

L’ARTICOLO COMPLETO PROSEGUE SU DATABASE ITALIA

“NESSUNO SIA COSTRETTO A VACCINARSI”. L’Arcivescovo dei Militari Usa li Difende e va contro la Linea Dura del Vaticano

(Visited 2.841 times, 12 visits today)

Davide Donateo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *