siteId=76639&formatId=24">

Ecco le Prove! TRINCA E BISCARDI MORTI DOPO “SUMMIT SEGRETO CON FORZE DELL’ORDINE”. Entrambi Colpiti da SARS-2 BioArma

Ecco le Prove! TRINCA E BISCARDI MORTI DOPO “SUMMIT SEGRETO CON FORZE DELL’ORDINE”. Entrambi Colpiti da SARS-2 BioArma

91.883 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION

«Eterno riposo, dona loro Signore. Splenda ad essi la Luce Perpetua riposino in Pace». Da Cristiano mi è doveroso cominciare questo dirompente articolo con la giaculatoria di “requiem” perché mi cimento ancora una volta a invadere la memoria di due compianti combattenti.

Ma lo faccio con la certezza che né Franco né Mimmo stiano davvero riposando in Pace. Dai loro sepolcri, infatti, il biologo Trinca ed il farmacologo Biscardi impetrano giustizia per due morti che ad ogni reportage divengono via via sempre più avvolte da inquietanti arcani e terrificanti sospetti.

Esclusivo! TRINCA-BISCARDI: INCONTRO TOP-SECRET SUL GRAFENE PRIMA DELLE LORO MORTI (con sospetto Covid)

Quanto scritto nei precedenti articoli di Gospa News sul loro decesso non solo prende forma e dettagli ma trova una duplice conferma a prova di polemiche televisive contro la loro tenace militanza tra le fila dei NO VAX o per meglio dire NO CAVIA.

Mi riferisco a coloro che – come me – non si oppongono genericamente ai vaccini per ideologia estremista ma a chi è contrario ai sieri genici antiCovid, ancora maledettamente sperimentali, costruiti in laboratorio con biotecnologie misteriose e pericolose alla stessa stregua del SARS-Cov-2 “bio-arma”.

WUHAN-GATES – 50. SARS-2 BIO-ARMA TORMENTA PALU’! Tracce di Covid in Brevetto mRNA 2016 Moderna svelate dal Virologo (n. 1 AIFA) e Medici Usa

L’origine artificiale dell’agente patogeno del Covid-19 è stata ormai disvelata da molteplici ricerche scientifiche, da relazioni di intelligence e da sconcertanti coincidenze tra sequenze genomiche mamipolate dalle Big Pharma e quelle del virus: poco, mediamente o altamente letale a seconda del genotipo e delle cure domiciliari precoci ed efficaci, per cui, seppure in maniera differente, si battevano le due vittime di un pranzo di troppo.

Grazie a loro amici abbiamo recuperato materiale fondamentale per la ricostruzione di un summit estremamente riservato con duplice sospetto delitto. Fatte queste doverose premesse vediamo ogni dettaglio delle inquietanti prove indiziarie finora raccolte.

ESCLUSIVA TG6: “MAGISTRATO INDAGA SULLA MORTE DI TRINCA E BISCARDI”. Intervista Video su Misteri Covid da BioArma

LO SCREENSHOT DI UN AMICO

Un medico emiliano amico del biologo umbro Franco Trinca, scomparso a 70 anni, ci ha fatto avere un inequivocabile screenshot che assume una valenza esplosiva se associato ad un audio diffuso su Telegram dal farmacologo Domenico Biscardi, morto a 53 anni e in precedenza divenuto famoso più come blogger che come controverso uomo di medicina.

Il motivo è semplice: a differenza di Franco, che può ostentare un curriculum professionale luminoso e immacolato, Mimmo non s’iscrisse mai ad uno di quegli ordini professionali che l’emergenza pandemica ha chiaramente evidenziato essere mere gabbie istituzionali finalizzate alla compressione della sacrosanta libertà deontologica vocata ad operare secondo “scienza e coscienza”.

Mi riferisco, ad esempio, a quello dei medici perseguitati anche giudiziariamente per le esenzioni ai vaccini antiCovid come a quello dei giornalisti di cui – per datata affezione – faccio ancora parte con un bel po’ di vergogna…

BIOLOGO TRINCA UCCISO DA COVID ASSAI LETALE E SOSPETTO! Appena Interpellato da Magistrati su Denunce per Cure Ignorate

Arriviamo al dunque. “Grave lutto nel mondo della ricerca medica e scientifica, è MORTO il dott. Domenico Biscardi, pare che sia stato trovato morto in casa. Solo pochi giorni fa aveva fatto un breve video dove diceva di avere la prova definitiva che nell’essiccato del vaccino antiCovid erano contenuti nanodispositivi di tecnologia sconosciuta e si era detto pronto a presentarsi in Commissione Europea per depositare una denuncia formale in tal senso”.

Questo è il messaggio che Trinca invia ad un amico che preferisce restare anonimo il 18 gennaio 2022. Mimmo è già stato pianto sui social di cui era diventato un grande influencer nella battaglia sociale NO VAX. Ma Franco non lo sa.

Si trova ricoverato all’ospedale di Città di Castelo (Perugia) sotto ad un casco di ossigenazione per “un brutto Covid” come mi scrisse in un messaggio WhatsApp del 14 gennaio facendomi tremare vene e polsi… Nessuno ha voluto aggravare il suo fardello di sofferenza comunicandogli immediatamente la ferale notizia sul farmacologo campano.

VACCINI & GRAFENE – 3. MISTERIOSE E PERICOLOSE NANOPARTICELLE NEL SIERO MRNA. Pfizer: “Tossicologia non Studiata a Fondo”

Ma come confermano i nostri scambi di msg quando è già in un letto di reparto Covid-19, è comunque arzillo, tanto da intrattenere chat con magistrati e forze dell’ordine, come avallato da una nostra corrispondenza digitale, proprio sulla delicata questione della presunta presenza di nanoparticelle di ossido di grafene nel siero genico a base di RNA messaggero Comirnaty, prodotto dalla casa farmaceutica americana Pfizer con la tedesca Biontech: entrambe, direttamente o indirettamente tramite partnership con la londinese GSK, nella Triade dei vaccini di Bill Gates. 

LA CONFERMA DEL SUMMIT SEGRETO TRA TRINCA E BISCARDI

«Sì Franco. E’ morto un paio di giorni fa tu cosa pensi?» risponde l’amico medico a Franco dicendo una piccola bugia per non ammettere che gli aveva tenuta nascosta la notizia. «Lo conoscevi» esclama.

«Bene, amava la vita. L’ho incontrato nella riunione con le FO (si legga Forze dell’Ordine – ndr) dove mi sono preso il Covid». Ecco la risposta perentoria che conferma il precedente scoop di Gospa News sul summit tenutosi il 29 dicembre 2021 in un’abitazione nelle vicinanze di Siena.

Lo screenshot che ci ha fatto avere un amico del biologo Franco Trinca

Quanto ho riferito nelle scorse settimane alla brava collega Sara Scorpati in un’intervista poi trasmessa su RETE 4 durante il programma “Diritto & Rovescio” cessa di essere un’indiscrezione ricevuta da plurime fonti. Diventa certezza!

Franco e Mimmo si sono incontrati per parlare di grafene insieme anche a tutori dell’ordine, indiscrezioni di testimoni indiretti ci parlano di poliziotti, interessati a partecipare per scoprire quali strategie intraprendere per evitare l’obbligo di vaccinazione per sé stessi e per i colleghi: ovvero le richieste di prescrizioni mediche diventate cavallo di battaglia di varie associazioni e sindacati ma soprattutto le argomentazioni scientifiche a sostegno delle esenzioni da vaccino.

CROCIATA ANTI NO-VAX SULLA MORTE DI TRINCA. Esenzione da Vaccino nel Mirino del PM scelto da Renzi Sponsor di GSK (partner di Pfizer)

Il dottor Trinca aveva infatti redatto un vademecum sulle criticità dei vaccini su cui aveva basato la sua stessa richiesta di esenzione, poi certificata, secondo scienza e coscienza, da un medico di Perugia finito sotto inchiesta addirittura per omicidio colposo: sebbene Franco, accanito oppositore dei sieri antiCovid per le lacune di informazioni e carenze di sicurezza ed efficacia, anche qualora non avesse ottenuto l’esenzione non sarebbe stato comunque disponibile a vaccinarsi.

L’INCONTRO CON FOCOLAIO DI COVID: LETALE SOLO PER DUE

La riunione confermata esplicitamente dal messaggio del biologo umbro so è tenuta mercoledì 29 dicembre nella villetta di un privato sui Colli Senesi. Poche sono le informazioni su quel misterioso summit tra due dei leader antiVAX tra i più seguiti in Italia del 2021 perché dopo le loro morti, avvenute a distanza di poche settimane una dall’altra,  chi era presente si sta trincerando dietro a un comprensibile ed angosciato riserbo.

Il secondo screenshot del dialogo dell’amico con Franco Trinca

Secondo indiscrezioni trapelate dai racconti di fonti indirette che hanno raccolto le testimonianze confidenziali di alcuni presenti ci sarebbe stato un pranzo  “con buon vino”, questo è l’unico particolare certo in quanto confermato da un altro screenshot WhatsApp di Franco. L’incontro era comunque riservato a pochi invitati: una quindicina secondo alcuni, una decina secondo altri.

Tra loro erano presenti anche membri delle forze dell’ordine, almeno tre poliziotti con medio-alti distintivi di qualifica. Qualcuno riferisce anche di un rocambolesco episodio sull’apparizione di un elicottero a bassa quota che avrebbe attirato alcuni dei partecipanti in cortile. Ma al momento è un particolare privo di ogni minimo riscontro che pertanto potrebbe essere il fantasioso frutto di una dietrologia complottistica…

SARS-Cov-2 ARMA BATTERIOLOGICA: Il Direttore di GOSPA NEWS Intervistato da RETE 4

E’ invece assai sospetta e confermata da più voci l’epidemia di malori verificatisi tra alcuni dei presenti nei giorni immediatamente successivi all’incontro in cui Trinca conferma di aver preso il Covid-19 che gli sarebbe poi risultato fatale nonostante tempestive cure domiciliari e intense terapie ospedaliere.

Va infatti ricordato che oltre ai suoi usuali integratori naturali e non (quercetina, Vitamina C, Vitamina D3), da biologo perfettamente consapevole della pericolosità della malattia scatenata dal SARS-Cov-2, egli assunse a domicilio aspirina, cortisonici e antibiotici fin dal 4 gennaio: quando il Covid-19 a cui era risultato positivo diventò gravemente sintomatico tanto da indurne il ricovero ospedaliero il 9 gennaio.

Nel nosocomio si rese disponibile a tutte le terapie rifiutando solo di essere intubato ma restando sotto il casco ad ossigenazione per l’intera agonia. Sono pertanto prive di ogni fondamento le offensive insinuazioni di ciarlatani giornalisti, indegni di tale definizione professionale, circa un suo rifiuto delle cure scientifiche e farmacologiche.

CURE COVID IGNORATE, DENUNCIA-BOMBA DI TRINCA E FUSILLO AI PM: “Farmaco antiSARS finanziato UE ma Inutilizzato in Pandemia” (video)

D’altronde Trinca era noto per aver denunciato le presunte stragi di stato per terapie efficaci ignorate dalle autorità sanitarie italiane e pertanto le conosceva in ogni sfumatura. Così come le aveva ben presenti anche Biscardi che ha confermato il “focolaio” di malori successivi alla giornata in un audio diffuso i primi di gennaio sul suo canale Telegram a giustificazione della necessità di rinviare una diretta video sui social con altri amici della battaglia NO VAX.

Quell’audio non suscitò eccessiva curiosità prima del decesso di Mimmo avvenuto mercoledì 12 gennaio in seguito a un malore nella sua abitazione a San Nicola La Strada, in provincia di Caserta. Ma anche successivamente non fu considerato di grandissima importanza in quanto il direttore del 118 di Caserta, come abbiamo riportato nel precedente articolo, attribuì la morte ad un attacco cardiaco ed escluse la “correlazione tra la morte e il contagio” da Covid-19 a cui il farmacologo-blogger fu trovato positivo con un tampone post mortem.

Alla luce della conferma dell’incontro tra Biscardi e Trinca, nel quale quest’ultimo asserisce di essere stato infettato dal SARS-Cov-2, la registrazione audio che riproponiamo in un link video assume invece un significato completamente differente che innesca un’inevitabile serqua di quesiti.

Mimmo prese anche lui il Covid all’invio di gennaio ma non volle farlo sapere per non minare la sua credibilità di combattente No Vax? E’ possibile che l’attacco cardiaco sia stato innescato da qualche reazione trombotica tipica della micidiale proteina Spike che in una persona sovrappeso come l’influencer campano potrebbe essere stata fatale? Perché, almeno a quanto ci risulta, non sarebbe stata fatta l’autopsia? 

La perizia necroscopica, invece, è stata disposta sulla salma del biologo Franco dalla Procura di Perugia sebbene non vi siano sostanziali dubbi medici sulla correlazione tra il Covid-19 e la polmonite bilaterale ad esso conseguente che è una delle più classiche complicanze della malattia infettiva.

L’esito non è ancora noto ma si presume che possa portare ben poche novità visto che è stata disposta l’8 febbraio, nel giorno stesso del funerale e prima della cremazione delle spoglie, ovvero 4 giorni dopo il decesso avvenuto venerdì 4 febbraio.

LA DENUNCIA DI UNA PARLAMENTARE SULLA MORTE DI BISCARDI

Mentre nel caso della morte del biologo Trinca la Procura di Perugia sembra orientata a verificare che non vi siano stati errori terapeutici nella gestione clinica ospedaliera del caso ma soprattutto l’eventuale rilevanza penale di un improbabilissimo nesso di causalità tra la scomparsa e l’esenzione al vaccino, in una palese crociata anti NO-VAX, in quello del farmacologo Biscardi un’indagine formale è stata avviata dopo una denuncia “eccellente”. 

«Sono sconvolta del decesso del dottore Biscardi, tutti coloro che si oppongono a questi farmaci e che parlano con un minimo di cognizione di causa poi… lui era pronto a fare una denuncia alla Corte Europea, adesso giovanissimo lo trovano morto in casa. Qualcuno crede ancora a queste coincidenze? Io francamente no».

Dichiarò ai giornali Bianca Laura Granato, senatrice del gruppo Misto eletta a Palazzo Madama col Movimento 5 Stelle, che nelle ore successive alla scomparsa di Mimmo pubblicò sui social network un video con dichiarazioni allarmanti parlando di “decesso anomalo” sul quale era necessario “fare chiarezza“.

La senatrice Bianca Laura Granato e la sua denuncia ai Carabinieri

Il 14 gennaio attorno alle 13,30, come riferì Fanpage, l’ex pentastellata si è recata presso la stazione Carabinieri di piazza Farnese a Roma, a pochi passi dal Senato, per presentare denuncia-querela. Ai militari dell’Arma che raccoglievano l’esposto ha consegnato due fogli in carta semplice dattiloscritti, solo fronte, e una chiavetta usb da 16 GB, con gli allegati, riservandosi anche la costituzione di parte civile per il riconoscimento del danno.

«Chiedo la punizione dei colpevoli – si legge nel documento che la Granato ha pubblicato poi sulla sua pagina Facebook – considerato quanto da me esposto nella denuncia querela allegata, per tutti quei reati ravvisabili dall’autorità giudiziaria, richiedendo sin d’ora di essere informata in caso di archiviazione dell’instaurando procedimento penale».

WUHAN-GATES – 9. LE PROVE: HIV inserito in un virus SARS nel 2007. Grazie ai milioni UE della Commissione Prodi

Il messaggio di Trinca e l’audio di Biscardi rappresentano prove indiziarie circostanziate di notevole gravità utili ad avallare il sospetto di un duplice delitto commesso con uno strumento ingegnoso quanto invisibile.

Mi riferisco ad un genotipo di SARS-Cov-2 altamente potenziato come arma batteriologica, proprio come avvenuto negli esperimenti sul virus SARS del 2003 condotti al Wuhan Institute of Virology nel 2004 grazie ai finanziamenti della Commissione Europea presieduta da Romano Prodi, futuro premier PD, e nel laboratorio di Chapel Hill dell’University of North Carolina grazie ai contributi dell’agenzia governativa USAID erogati durante l’amministrazione americana dell’ex presidente Barack Obama, che nello stesso periodo covava l’ossessione dell’uso del grafene per migliorare (manipolare?) le funzioni neurocerebrali umane, come sperimentato dall’agenzia militare DARPA del Pentagono: il Dipartimento della Difesa di Washington.

WUHAN-GATES – 48. VACCINO COVID MODERNA BREVETTATO 9 MESI PRIMA DELLA PANDEMIA. Grazie ai SARS da Laboratorio di Fauci e Gates

Sto parlando di quel grafene, allotropo del carbonio, che Trinca e Biscardi sospettavano fosse presente nei vaccini antiCovid della Pfizer, promossi in primis dall’attuale presidente USA Joseph Biden, già vice di Obama durante quei pericolosissimi esperimenti sui coronavirus.

Come ho ben chiarito in una lunga intervista con Beppe Cruciani della trasmissione La Zanzara in onda su RADIO 24, non ho prove circostanziate su chi (servizi segreti italiani o esteri?) e come abbia potuto provocare la morte dei due leader della comunità NO CAVIA.

Ho invece la certezza, come il virologo Luc Montagnier ed il bio-ingegnere ed ex conferenziere NATO Pierre Bricage, che SARS-Cov-2 è stato creato in laboratorio per un affare Cina-Usa in un intrigo internazionale tra 007, militari e Big Pharma contractor del Pentagono.

WUHAN-GATES – 49. SARS-2 FAUCI, GRAFENE DARPA-OBAMA, VACCINI GATES-BIDEN-UE. Complotto NWO per Controllo NeuroCerebrale

Tra i servizi segreti più sospettati c’è sicuramente la Central Intelligence Agency, che nel periodo dei test sui supervirus ebbe come vice direttrice un’esperta di armi batteriologiche e profetessa di pandemia come Bill Gates, poi nominata da Biden alla guida di tutta l’intelligence Community USA.

Per una curiosa coincidenza lei, l’avvocatessa Avril Haines che ancora non è riuscita a mettere d’accordo le 17 agenzie americane di 007 sulla teoria del virus naturale perché alcune continuano a sostenere la tesi del patogeno artificiale, nel lontano 2017 fu in vacanza proprio sui Colli Senesi, dove lo scorso dicembre, invece, si è svolto l’incontro fatale per Franco e Mimmo.

Ci sarà ancora in Italia almeno un magistrato interessato a fare luce su queste ombrose coincidenze? O un “pentito” pronto a raccontarci qualcosa anche sotto tutela dell’anonimato? Io ci spero…

Per conoscere tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio nei dettagli acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

WUHAN-GATES – 25. AL TOP DELL’INTELLIGENCE USA LA PROFETESSA DI PANDEMIA E NWO. Biden premia l’ex CIA Haines: guidò l’esercitazione di Gates

WUHAN-GATES – 41. “SARS-2 E’ BIO-ARMA”. Denuncia alla Corte dell’Aja con Perizia di Montagnier. Intelligence USA “Divisa” tra Virus Naturale o da Laboratorio

WUHAN-GATES 43. OCCULTI REGISTI DELLA PANDEMIA DA BIO-ARMA SARS-2. Bill Clinton e il Boia Cinese della Tienanmen

SARS-2 BIO-ARMA: GOSPA NEWS SCHIACCIA LA ZANZARA! (video) Scoop Scientifici contro Banalità Mainstream

 

 

 

(Visited 36.985 times, 71 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.