“I POTENTI HANNO CHIESTO A FACEBOOK DI CENSURARE NOTIZIE COVID”. Clamorosa Confessione di Zuckerberg

“I POTENTI HANNO CHIESTO A FACEBOOK DI CENSURARE NOTIZIE COVID”. Clamorosa Confessione di Zuckerberg

11.626 Views

ENGLISH VERSION

A Facebook è stato chiesto dall ‘”establishment” scientifico di rimuovere vari post relativi a Covid-19 che in seguito si sono rivelati “discutibili o veri”, ha dichiarato il CEO di Meta Mark Zuckerberg durante un’intervista podcast questa settimana.

Parlando con l’intervistatore russo-americano Lex Fridman in un podcast pubblicato giovedì, Zuckerberg ha affermato che controllare i tentativi di Facebook di rimuovere le falsità è “davvero complicato”.

WUHAN-GATES – 71. “Verità & Censure sul SARS-Cov-2 da Laboratorio Scoperto con Montagnier”. Intervista Esclusiva allo Scienziato Perez, Fraterno Amico del Nobel

“Prendi solo alcune delle cose intorno a Covid all’inizio della pandemia”, ha spiegato Zuckerberg, “Dove c’erano reali implicazioni per la salute ma non c’era stato tempo per esaminare completamente una serie di ipotesi scientifiche”.

Ha continuato: “Sfortunatamente, penso che gran parte dell’establishment ha fatto su quel tipo di confusione su un mucchio di fatti”.

INCHIESTA SU WUHAN DI GOSPA NEWS IN COPERTINA SUL REPORT MONDIALE NEWSGUARD. Sito di Censura Partner di Gates, Pentagono, UE, OMS e Big Pharma

Zuckerberg ha dichiarato nell’agosto 2021, in un’intervista alla CBS durante il culmine della pandemia, che Facebook rimuove i contenuti che la piattaforma considera “dannosi”, poiché violano le politiche dell’azienda. Ha anche affermato che all’epoca Facebook ha rimosso circa 18 milioni di post che si riteneva avessero diffuso disinformazione sul virus.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è stato tra i critici di Facebook nell’estate del 2021, suggerendo che fosse un veicolo per la distribuzione di “cattive informazioni” sui social media che, secondo lui, stavano “uccidendo persone”.

CENSURA & DITTATURA SU RISCHI VACCINI. 5 anni di Carcere in Thailandia. Casa Bianca Monitorerà SMS e Social

“La mia speranza è che Facebook, invece di prenderlo sul personale che in qualche modo sto dicendo che Facebook sta uccidendo le persone, che facciano qualcosa per la disinformazione”, ha detto Biden nel luglio 2021.

Parlando con Fridman questa settimana, tuttavia, Zuckerberg ha affermato che “l’establishment” ha incoraggiato la sua piattaforma ad approvare varie informazioni su Covid-19, ma ha anche “chiesto la censura di un mucchio di cose che, in retrospettiva, sono diventate più discutibili o vere.”

COSI’ FAUCI HA OCCULTATO LE VERITA’ SUL COVID. Testo dell’Interrogatorio coi Magistrati USA: “Lui Parlava, i Social Censuravano”

Nel 2022, i procuratori generali negli stati del Missouri e della Louisiana hanno affermato che Facebook era tra le numerose società Big Tech ad essersi coordinata con il capo delle malattie infettive degli Stati Uniti, il dottor Anthony Fauci, per “screditare e sopprimere” i dibattiti online sull’origine del virus Covid-19 da un fuga di laboratorio a Wuhan, in Cina.

A febbraio, il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha concluso con “scarsa fiducia” che il virus probabilmente ha avuto origine da una fuga accidentale di laboratorio in Cina, una scoperta la cui accusa Pechino ha definito “priva di fondamento”.

Originariamente pubblicato da Russia Today


ZUCKERBERG & CIA: TORVO COMPLOTTO. Facebook usa Ex Agenti dell’Intelligence USA per Censurare la Contro-Informazione

“GLI USA HANNO DIFFUSO IL SARS-COV-2 DA LABORATORIO”. Grave Denuncia da Esperto di Brevetti all’International Covid Summit UE

WUHAN-GATES – 67. SARS-2 BIO-ARMA GEOPOLITICA. Dipartimento Energia USA Accusa la Cina! Ma Occulta Ruolo di Fauci, DARPA & Gates

WUHAN-GATES 43. OCCULTI REGISTI DELLA PANDEMIA DA BIO-ARMA SARS-2. Bill Clinton e il Boia Cinese della Tienanmen

PEDOFILIA ONLINE SU FACEBOOK: DENUNCIATI 146 GRUPPI. Orchi in Chat a causa delI’IperSessualizzazione tra Minori Permessa da Zuckerberg

(Visited 3.740 times, 2 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *