SEX-GATE: MISTERIOSA MORTE DI EPSTEIN: SUICIDA O UCCISO?

Pubblicità
Pubblicità
735 Views

TELECAMERE KO, MUORE IN CARCERE IL MILIONARIO
AMICO DEI PRESIDENTI USA TRUMP E CLINTON
RIVELAZIONI CHOC DELLA RAGAZZA-SCHIAVA:
«ABUSATA TANTO CHE PENSAI DI MORIRE»
FILMATI CON MINORENNI PER RICATTARE I POTENTI

S’indaga sulla precedente scarcerazione di Epstein
quando era procuratore un segretario della Casa Bianca
ora dimissionario dopo lo scandalo internazionale

___di Fabio Giuseppe Carlo Carisio ___

AGGIORNAMENTO 11 AGOSTO – ore 12

Misteriosa. Misteriosissima morte, Jeffrey Epstein, il finanziere travolto da uno scandalo sessuale e accusato di abusi, sfruttamento della prostituzione femminile e traffico di minori, si sarebbe suicidato in carcere. Il condizionale è d’obbligo perchè le videocamere di sorveglianza interne alle celle di alta sicurezza per una sfortunata coincidenza erano malfunzionanti e non hanno ripreso il momento in cui l’uomo si sarebbe impiccato.

Epstein sarebbe stato trovato senza vita nella sua cella nel carcere di Manhattan dove era recluso in attesa del processo, il Metropolitan Correctional center dove è recluso anche El Chapo. La scoperta è avvenuta verso le 7,30 del mattino di sabato. Il finanziere era gia’ stato messo sotto sorveglianza dopo che lo scorso 23 luglio era stato ritrovato sul pavimento della cella in stato di semicoscienza con vistose ferite al collo.

Nelle ultime ore erano state diffuse le carte della corte in cui si descrivono le attivita’ illegali in cui Epstein era stato coinvolto, con molti dettagli scabrosi e imbarazzanti sulle abitudini sessuali del finanziere. Le connessioni dell’arrestato con molti politici e potenti uomini d’affari del mondo intero rendono assai sospetta la sua misteriosa morte.

Il corpo di Epstein mentre viene trasportato all’ospedale di ManhattanNegli Usa come in tutto il mondo cominciano ad emergere molte teorie complottiste. Tra le più interessanti quella dell’ex agente Cia Robert David Steele che su Veterans Today ipotizza una simulazione della morte per assicurare la scarcerazione del milionario, già condannato per reati sessuali con minori e a rischio di una pena di 45 anni per il nuovo giro di prostituzione intorno al suo Boeing 787 rinominato Lolita Express. Secondo l’ex 007 della Central Intelligence Agency Epstein sarebbe già volato in Israele dove la sua compagna e presunta complice Ghislaime Maxwell ha molti agganci in virtù delle relazioni avute dal padre Robert con il Mossad, il servizio segreto di Tel Aviv.

Secondo l’esperto d’intelligence Gordo Duff, ex marines e senior editor di Veterans Today, esiste un’ulteriore ipotesi: quella di un assassinio per tappare la bocca ad un uomo capace di ricattare importanti esponenti in passato vicini alla Casa Bianca come Bill Richardson, ex governatore del New Mexico, clintoniano di ferro e amico di Barack Obama, finito nell’occhio del ciclone di recente per i sospetti inerenti un commercio di munizioni nucleari. Proprio nei giorni scorsi il nome di Richiardson era saltato fuori nella causa Giuffrè.

 

ARTICOLO 10 AGOSTO 2019 – ore 13

«Ci sono stati momenti in cui sono stato abusata fisicamente al punto che ricordo di aver pensato spaventosamente di non sapere se sarei sopravvissuta». Questa deposizione è stata rilasciata da Virginia Roberts Giuffre, la sedicente “schiava-sessuale” che, ora 31enne, ha accusato Jeffrey Epstein, il miliardario americano in carcere per l’accusa di traffico internazionale in una rete che vede coinvolte decine di vittime minorenni.

Quella terribile frase è emersa venerdì in migliaia di documenti giudiziari che la Corte d’appello degli Stati Uniti del Secondo Circuito ha ordinato di desecretare. Fanno parte della causa in corso intentata da Giuffre contro l’ex fidanzata dell’uomo d’affari e la cosiddetta “mezzana”, Ghislaine Maxwell. Giuffre sostiene che Epstein e Maxwell l’hanno costretta a fare sesso e la hanno indirizzata verso altri uomini ricchi e potenti.

Jeffrey Epstein, il milionario newyorkese finito in carcere per una rete sessuale con minorenni

Virginia Roberts ha fatto causa a Maxwell nel 2015 per il suo ruolo nel sex-ring di Epstein, e in seguito ha presentato una seconda causa per diffamazione dopo che Maxwell l’ha accusata di mentire. I documenti pubblicati venerdì sono stati dissigillati come parte di quel caso, per il quale Maxwell non è riuscito a ottenere un licenziamento sommario nel 2017. I documenti rivelati includono anche fotografie, tra cui istantanee di ragazze pre-adolescenti. Giuffre ha dichiarato di essere stata costretta a guardare mentre Epstein e Maxwell s’intrattenevano in “atti sessuali illegali con decine di ragazze minorenni”. Una cospirazione d abusi sui minori simile allo scandalo italiano della cooperativa Il Forteto.

BAMBINI RAPITI DALLA LEGGE: NELLE MANI DELL’ORCO A SOLI 3 ANNI

Secondo i media The Guardian, Forbes, Ap, Russia Today e Sputnik International emergono inoltre le connessioni del finanziatore con gli attuali e gli ex presidenti degli Stati Uniti. Mentre i documenti rivelano che sia il presidente Donald Trump che l’ex presidente Bill Clinton avevano rapporti con Epstein – sia sul suo jet privato che su una delle sue lussuose proprietà – Giuffre notò nella deposizione che Clinton non aveva alcun coinvolgimento nel ring della tratta sessuale, e che Trump “non ha preso parte a nessun sesso” con ragazze minorenni.

In una deposizione inclusa nei documenti dissigillati, Giuffre ha affermato di essere stata ordinata da Epstein e Maxwell per fare massaggi erotici e fare sesso con uomini, che vanno dal principe Andrew, l’investitore miliardario Glenn Dubin – la cui moglie ha affermato di essere “al 100% a proprio agio” con Epstein intorno ai suoi figli – e l’ex governatore del New Mexico Bill Richardson, che ha ammesso di aver incontrato Epstein nel suo Zorro Ranch una volta nel 2002, ma nega l’accusa di Virginia.

Nella lista c’è anche l’agente di modelle Jean-Luc Brunel, la cui agenzia MC2 è stata presumibilmente utilizzata per reclutare e trasportare ragazze di 12 anni a Epstein e altri uomini ricchi. Giuffre menziona “un altro principe”, un “presidente straniero”, un “noto primo ministro”, e il proprietario di una “grande catena alberghiera” francese, ma sembra frustrata dal fatto che non può “ricordare tutto il popolo”, in gran parte perché ce n’erano tanti. “Mi è stato detto di fare qualcosa costantemente da queste persone”, testimonia, spiegando, “tutta la mia vita ruotava attorno al solo piacere di questi uomini”.

 

LE ACCUSE CONTRO IL PRINCIPE DEL REGNO UNITO

Ma le pesanti accuse sono invece rivolte contro il principe Andrew, duca di York e ottavo in linea ereditaria al trono britannico. Virginia Roberts ha affermato di avere 16 anni quando è stata costretta a fare sesso con il principe Andrew.

Il principe Andra, Duca di York, della Casa Reale britannica

«Buckingham Palace ha ripetutamente smentito le accuse di Giuffre. In una dichiarazione molto insolita rilasciata nel 2015, Buckingham Palace affermò che “qualsiasi suggerimento di inadeguatezza con i minori minorenni è categoricamente falso” e nega esplicitamente che il Principe Andrew abbia mai avuto contatti sessuali con Giuffre – riferisce The Guardian – “È negato con enfasi che il Duca di York avesse qualsiasi forma di contatto o relazione sessuale con [Giuffre]. Le accuse fatte sono false e senza fondamento “, ha aggiunto in seguito la famiglia reale».

Il documento contiene però anche una foto che, sostengono gli avvocati di Guiffre, mostra Andrew “con la mano intorno alla vita nuda della signora Giuffre mentre era una ragazza minorenne e posa con [Maxwell], all’interno della casa di [Maxwell] a Londra”. Scrivono ancora i legali nel carteggio: “Questa particolare fotografia conferma le affermazioni della sig.ra Giuffre, e non vi sono altre ragionevoli spiegazioni sul perché una ragazzina americana dovrebbe essere in compagnia di adulti non suoi parenti, nella casa londinese di proprietà della fidanzata di un criminale sessuale già condannato”.

Il principe Andrea insieme all’allora 16enne Virginia Roberts Giuffre che ora lo accusa di abusi sessuali

L’avvocato di Maxwell non ha risposto a tre richieste di commento di The Guardian. Gli avvocati di Giuffre non hanno commentato. Gli avvocati di Epstein non hanno risposto alle richieste di commento.

Come riporta The Guardian, c’è anche una testimonianza di deposizione: «La sig.ra (Johanna) Sjoberg ha anche testimoniato di atti sessuali verificatisi con lei, il principe Andrew e la sig.ra Giuffre, quando lei e [Maxwell] alloggiavano nella dimora di Epstein a Manhattan», hanno affermato gli avvocati di Giuffre nel dossier che è stato depositato nel gennaio 2017.

Sjoberg ha testimoniato in alcuni docuenti giudiziari: “Ricordo solo che qualcuno mi ha suggerito una foto e ci hanno detto di andare sul divano. E così Andrew e Virginia si sedettero sul divano e si misero il burattino in grembo. E così mi sono seduta sulle ginocchia di Andrew e hanno preso le mani del burattino e l’hanno messo sul petto di Virginia, e quindi Andrew ha messo le sue sulle mie”.

Gli avvocati di Giuffre hanno dichiarato: “La testimonianza della sig.ra Sjoberg conferma il racconto della sig.ra Giuffre su come l’imputata ha reclutato lei (e altri) con uno stratagemma di lavoro legittimo per portarli in famiglia per fare sesso con Epstein.” Virginia Roberts, ora 31enne, ha affermato che Epstein iniziò ad abusare sessualmente di lei a 16 anni.

 

UN’INCHIESTA DI FLORIDA SUL RILASCIO DI EPSTEIN NEL 2007

Il Distretto Meridionale di New York, che sta perseguendo Epstein per presunti traffici sessuali, ha dichiarato: “Non siamo parte di questo contenzioso, quindi non possiamo commentare”. Epstein, che è stato incarcerato dal suo arresto, si è dichiarato non colpevole nel caso.

Il governatore Ron DeSantis ha ordinato alla Florida di avviare un’indagine criminale nei termini in cui il milionario Jeffrey Epstein, ha patteggiato il rilascio con braccialetto al polso e per motivi di lavoro nel 2007. Il Dipartimento della polizia della Florida condurrà una “indagine preliminare in cattiva condotta e accuse che vanno al di là delle preoccupazioni segnalate per il rilascio di lavoro di Jeffrey Epstein ”, DeSantis ha scritto in una lettera al dipartimento pochi giorni fa, incaricandoli anche di assumere una ccertamento giudiziario su tale liberazione.

Spiegando che le forze dell’ordine della contea di Palm Beach avevano gestito le indagini originali e che erano necessari nuovi occhi, DeSantis ha assegnato il caso anche al procuratore Bruce Colton, il cui 19° Circuito non include la casa di Epstein a Palm Beach.

L’inchiesta tenterà di rispondere alle domande su come Epstein sia stato in grado di cavarsela abusando sessualmente di ciò che l’FBI all’epoca affermava fossero almeno 36 ragazze adolescenti e fosse stato rilasciato con soltanto una condanna di 13 mesi che gli ha permesso di lasciare la prigione durante il giorno. Gli è stato persino permesso di far volare il suo aereo privato verso New York, Boston e la sua isola privata senza dover dire ai suoi agenti in libertà vigilata cosa stava facendo o chi stava incontrando, secondo il Palm Beach Post.

L’ex procuratore Alessandro Acosta, dimessosi da Segretario del Lvaoro del Governo Trump, dopo l’arresto di Epstein

Epstein ha scontato solo 13 mesi di carcere. Il segretario del lavoro americano Alexander Acosta, ex procuratore americano della Florida meridionale, si è dimesso dopo il recente arresto del miliardario. La critica di Acosta è iniziata alla fine del 2018, quando il Miami Herald ha pubblicato un’inchiesta rivoluzionaria sull’affare pedofilia di Epstein in cui ha accusato il funzionario di aver trattato Epstein con indulgenza nell’accordo di patteggiamento del 2008 che ha permesso al miliardario di scontare solo un anno di prigione e un altro anno agli arresti domiciliari nonostante le accuse dell’FBI di abusi sessuali e traffico di quasi tre dozzine di giovani donne e ragazze di appena 12 anni. Acosta era anche uno stretto collaboratore del presidente Usa che ha commentato le dimissioni con tristezza: «Odio vedere accadere questo» Trump ha detto, aggiungendo che Acosta ha svolto un “ottimo” lavoro come Segreteria del lavoro “.

PEDOFILIA: VERGOGNE ED ORRORI IN ITALIA, EUROPA E USA

Secondo l’Herald, Acosta, che all’epoca fungeva da procuratore americano per la Florida meridionale, “non si limitò a intrigarsi sotto la pressione degli avvocati di Epstein”, ma “lavorò con loro per contenere il caso, anche quando l’FBI stava scoprendo prove di una più ampia operazione di traffico sessuale “.

«Sapevamo allora che l’avvocato americano Alexander Acosta, l’uomo che aveva lasciato andare Epstein, grazie a una finta condanna in prigione che permise di girare per il mondo mentre si supponeva dovesse stare dietro le sbarre a scontare le sue aggressioni sessuali, ha detto alla stampa che Epstein era Mossad – scrive Gordon Duff on Veterans Today – Questo è stato cambiato in “intelligenza”. Inoltre, ora apprendiamo che le vittime di Epstein erano minacciate. Avevano tipi paramilitari / IDF che li seguivano, incombevano su di loro quando facevano acquisti, torchiavano amici e datori di lavoro e persino usavano il loro Tahoe / Veicoli Denali con targhe false per scappare dalle vittime. La storia di Epstein è quella della politica e della politica estera con Epstein, sostenuta dall’anello di ricatto del Maxwell / Mossad nel Regno Unito e delle Mega “elite”del miliardario Kosher Nostra che viene nascosto mentre Epstein stesso è relegato, a quanto pare, a una vita in prigione».

BAMBINI AUTISTICI “CAVIE” NELLA CLINICA TRANSGENDER

 

I FILMATI PER RICATTARE GLI UOMINI POTENTI

«L’anello di traffico di minori di Epstein / Maxwell che ha toccato tre continenti ha iniziato a svelare, i grandi nomi della moda, del gioco d’azzardo, della finanza, della distillazione, tutti veri e propri magnati del crimine organizzato – ha aggiunto Veterans Today – Tutto ciò che doveva fare era terrorizzare con lo stupro “goyim” (sionista – ndr) vittime che sono state alimentate nei macchinari del traffico di New York, Palm Beach e “Fun Island”, operazioni che sono state duplicate nel Regno Unito, in Europa, fuori dal Belgio e in Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrein. Non si trattava solo della falsa agenzia di modelle di Epstein e Maxwell, ne erano coinvolti anche altri, ancora là fuori che reclutano e per alcuni, e stiamo parlando delle agenzie di grandi nomi, vendendo i bambini in schiavitù sessuale in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi fino ad oggi, secondo i nostri informatori tra gli addetti ai lavori della moda di New York. Epstein e Maxwell erano “speciali”, il loro lavoro era un ricatto, non un piacere».

BAMBINI DI BIBBIANO: LE TERAPIE “HANSEL E GRETEL” PROMOSSE DALLA SUORA FAN PD

Una prima conferma di questa teoria arriva oggi dai documenti del tribunale in cui vi sono importanti deposizioni di Virginia Giuffre: «In base alla mia conoscenza di Epstein e della sua organizzazione, nonché alle discussioni con l’FBI, credo che i pubblici ministeri probabilmente possiedano videocassette e fotografie immagini di me come una ragazza minorenne che fa sesso con Epstein e alcuni dei suoi potenti amici », ha detto.

In una dichiarazione giurata in un tribunale degli Stati Uniti, Virginia Roberts ha sostenuto di ritenere che Epstein “abbia mantenuto i video in alcune stanze in cui ho fatto sesso con altre persone potenti” e che “una sorta di grande insabbiamento sta per proteggere” il finanziere miliardario, ha riferito The Indipendent

All’interno di quelle carte è affiorato anche il comportamento maniacale di Epstein. Un altro dei suoi accusatori ha affermato che aveva bisogno di “tre orgasmi al giorno”: per lui “era biologico, come mangiare”. Un altro ha affermato che la sua anatomia era deformata – “a forma di uovo”, per l’esattezza. Inoltre è ritenuto un sostenitore dell’ideologia transumanista.

NEONATE CINESI TRANSUMANE: CERVELLI ALTERATI

Epstein acquistò libri relativi al sadomaso e alla schiavitù sessuale, inclusi i titoli “SM 101: A Realistic Introduction”, “SlaveCraft: Roadmaps for Erotic Servitude” e “Training with Miss Abernathy: A Workbook for Erotic Slaves and Their Owners”. Un manuale di “spettacolo horror” di lusso per schiavisti del sesso.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione

 

FONTI

THE GUARDIAN – DOCUMENTS UNSEALED

RUSSIA TODAY – TRUMP AND CLINTON CONNECTION

SPUTNIK INTERNATIONAL – ACCUSATIONS AGAINST THE PRINCE

RUSSIA TODAY – FLORIDA INQUIRY

VETERANS TODAY – MOSSAD RING

SPUTNIK INTERNATIONAL – EPSTEIN TRANSHUMANIST

SPUTNIK INTERNATIONAL – ACOSTA RESIGNS

VETERANS TODAY – THE NUDE PHOTOS

(Visited 357 times, 12 visits today)
Pubblicità

Lascia un commento