CoronaVirus BIO-ARMA – 7. Missioni militari TOP SECRET Deep State-NWO-CIA-DEM: laboratori nei paesi dei Golpe Soros, biologi a Sigonella

CoronaVirus BIO-ARMA – 7. Missioni militari TOP SECRET Deep State-NWO-CIA-DEM: laboratori nei paesi dei Golpe Soros, biologi a Sigonella
Pubblicità

37.468 Views
Centri del Pentagono per la guerra batteriologica
in Georgia ed Ucraina dopo le rivoluzioni colorate
Ricerche degli Usa sul CoronaVirus nel 2007
Misterioso blocco dell’attività biochimica di Fort Detrick
Sospetti sulle truppe americane a Wuhan per i Giochi 2019
Cremazioni blindate in Emilia senza alcuna autopsia

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

VERSION ESPANOLA AQUI

E’ inquietante scoprire che tutte le più importanti ricerche sulle armi batteriologiche finanziate e coordinate dal Pentagono si sono sviluppate soprattutto in due paesi, Georgia e Ucraina, diventati una colonia degli Usa grazie alle rivoluzioni colorate di cui si prese tutto il merito il finanziere George Soros dell’Open Society.

Ciò è avvenuto proprio negli anni in cui la “regina” dell’intelligence dei Dem, Avril Haines, stava lavorando ai vertici della Central Intelligence Agency e della Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, prima di prevedere, con eccezionali doti profetiche, la pandemia da patogeno infettivo, durante una conferenza nel 2018 e poi nel corso della sospetta esercitazione sull’emergenza simulata per CoronaVirus dell’ottobre 2019 a New York.

CORONAVIRUS – 10. IL COMPLOTTO IN 100 RIGHE: DALLE BIO-ARMI CIA AL NUOVO ORDINE MONDIALE

Queste ricerche sono state effettuate nella repubblica di Kiev (ma proseguono perchè certi meccanismi del Pentagono una volta messi in moto procedono quasi autonomamente) soprattutto dopo il golpe apertamente supportato e finanziato da Washington durante il Governo dell’ex presidente Democratico Barack Obama e del suo vice Joe Biden, finito nel mirino per gli affari loschi del figlio Hunter, implicato insieme al “pupillo” del segretario di Stato John Kerry nella più importante compagnia energetica ucraina Burisma con licenze di estrazione di gas e petrolio nel Donbass, la regione russofona dal 2014 falcidiata da una quasi dimenticata Guerra Civile.

UE: 3 COMMISSARI E 73 DEPUTATI NELLA SOROS LIST. MOLTI PRO “NO GENDER”

Come abbiamo evidenziato nei precedenti reportage Obama fu anche il fautore del piano pilota di Immunizzazione “imposto” all’Italia dalla Global Health Security Agenda (GHSA), coi vaccini della britannica GlaxoSmithKline, partecipata dai fondi d’investimento americani della Lobby delle Armi e da Bill Gates, primo profeta della pandemia nel 2015. Il progetto dei 10 vaccini obbligatori fu attuato nel 2017 (Decreto Lorenzin) dall’ex premier Paolo Gentiloni, alleato di Soros ed oggi Commissario Europeo, in conformità ai desiderata del Partito Democratico.

PANDEMIA DA BIO-ARMA – 9. IL SUPERVIRUS CREATO DAGLI USA DI OBAMA: altri 89 ceppi CoVid nei test Top Secret CIA

Va ricordato che il Governo Pd nacque con Matteo Renzi che, per un’altra arcana coincidenza, divenne premier con la benedizione dell’ex presidente Usa il 22 febbraio 2014, esattamente lo stesso giorno in cui Viktor Ianukovich, presidente filo-russo dell’Ucraina, legittimamente eletto, veniva costretto a fuggire dal golpe di piazza ordito anche con gli spari di cecchini sulla folla che causarono 104 morti.

CoronaVirus BIO-ARMA – 6. ECATOMBE ITALIA: Profezia sulla pandemia e sull’Ordine Mondiale dell’ex regina CIA di Obama e Biden

Ciò accadde con una sparatoria simile a quella attribuita ad un’operazione clandestina della CIA a Caracas nel 2002, quando fu poi arrestato dai reparti speciali americani il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela Hugo Chavez, successivamente liberato con la mediazione del cardinale locale per la contro-rivoluzione di massa della popolazione a lui fedele.

DONBASS: STRAGE PER IL GAS

Tra le vittime della strage di piazza Maidan in Ucraina del 20 febbraio 2014 ci furono 87 manifestanti ma anche 17 poliziotti a dimostrazione che i misteriosi sicari non furono certamente della polizia governativa, come invece sostenuto dai rivoluzionari

Durante le proteste i rivoltosi furono pilotati da CANVAS (il centro di Belgrado del pugno chiuso Otpor creato dalla CIA a Belgrado durante la guerra dei Balcani) che sul loro sito ufficiale si vantano apertamente di quel golpe come di quello in Georgia del 2003 (rivoluzione delle Rose). Come appurato da un reporter di guerra italiano alcuni di quei cecchini erano invece proprio di nazionalità georgiana…

HONG KONG: LE MOLOTOV DEI PACIFISTI CANVAS-USA: campus e metrò incendiati, uomo dato alle fiamme, parlamentare accoltellato

Sono davvero sempre più numerose le coincidenze che farebbero inorridire Leroy Jethro Gibbs, il leggendario agente federale della fortunata serie Tv NCIS (Naval Criminale Investigative Service) per il quale le «coincidenze non esistono».

Cosa c’entra tutto questo con la Sindrome Acuta Respiratoria Grave SARS-Cov-2 come è stata rinominata la pandemia attuale che in Italia ha raggiunto una mortalità dell’8 % portando i morti ad oltre 5.400 nelle utime ore?

In primo luogo evidenzia che il cosidetto Deep International State, l’occulta entità massonica, finanziaria, politica e militare, svelata e ”lodata” di recente da un ex direttore CIA di estrazione Dem, non si pone grossi problemi a causare “danni collaterali umani” per perseguire i propri scopi geopolitici. In secondo luogo, forse, non lo sapremo mai…

Perché un’ultima operazione militare condotta con protocolli di massima segretezza sta cancellando le tracce di ogni eventuale collegamento tra le ricerche batteriologiche sviluppate da “appaltatori” del Pentagono, sede del Dipartimento della Difesa a Washington, e la violentissima pandemia scoppiata in Italia.

 

TROPPE CREMAZIONI TOP SECRET IN ITALIA

Sono le cremazioni di massa dei morti di CoVid-19 gestite dall’Esercito Italiano per la situazione di emergenza in Lombardia e soprattutto a Bergamo, senza prima effettuare quelle autopsie necessarie a rivelare l’identità genomica virale.

A Wuhan gli scienziati effettuarono su alcuni deceduti le perizie necroscopiche e scoprirono due genotipi del CoronaVirus: quello “S” di intensa morbilità ma bassissima mortalità e quello “L” assai aggressivo, con altissima infettività e letalità, risultato una “riplasmatura” del precedente causata da intervento umano: secondo l’ipotesi dei medici per le conseguenti terapie, secondo quelle di analisti di intelligence per un precedente “modellamento”.

Un estrato dell’articolo publicato su National Science Review

Su questa primaria pista dovrebbero indirizzarsi le investigazioni scientifiche ma tutti i medici italiani, 4mila dei quali sono stati contagiati, sono troppo impegnati ad affrontare le sfide con gli ospedali sovraffollati di persone positive al CoVid-19 e pertanto le autopsie campione finora condotte sono un numero infinitesimale ed insignificante. Mentre nel campo della Difesa…

«Bocche cucite» è l’unico commento che un operatore della Protezione Civile oggi sul campo, ex ufficiale militare con lunga esperienza di missioni all’estero ed addestrato per le emergenze da attacchi NBCR (Nucleare Batteriologico Chimico e Radiologico), aggiunge dopo aver riferito l’indiscrezione per cui nei forni crematori ci sarebbero addirittura «cremazioni di gruppo». Siccome non è consentito porre domande al Commissario per l’Emergenza durante le quotidiane conferenze stampa della Protezione Civile a Roma questo e altri dubbi restano aperti.

Finora dalla provincia di Bergamo sono partite due colonne militari scortate dai Carabinieri con una decina di autocarri per effettuare un primo trasporto di 60 bare il 18 marzo al forno crematorio di Modena ed un altro di 70 il 21 marzo a quello di Ferrara. Altri successivi viaggi con i morti da cremare sono stati effettuati in Piemonte verso gli impianti di Serravalle Scrivia, Trecate e Domodossola. Ovviamente ai parenti delle vittime è stato impedito di vederle e celebrare le esequie funebri per i decreti di emergenza sul rischio contagi.

«In Lombardia tanti fattori che concorrono a questi dati: l’età media, la densità della popolazione- Dobbiamo vedere a questo virus come un’opportunista: prima di dichiarare i morti, è importante fare le autopsie e riuscire a dire di cosa sia morto il paziente» ha dichiarato la virologa Maria Rita Gismondo, ma come detto medici e strutture sanitarie bastano appena per affrontare le emergenze dei vivi che arrivano al Pronto Soccorso sovente già in Codice Giallo per insufficienza respiratoria grave.

 

I CONTRACTOR PRIVATI AL SERVIZIO DELLA CIA IN GEORGIA

Ma vediamo in un rapido viaggio tutte le missioni militari sospette tra le quali potrebbe annidarsi la ricerca e diffusione della sempre più probabile bio-arma. Per farlo riprendiamo in mano l’inchiesta della giornalista bulgara Dilyana Gaytandzhieva, quella che scoprì le armi consegnate dalla CIA all’ISIS del loro amico Al Baghdadi, che abbiamo citato nel nostro primo reportage del 4 febbraio in riferimento alle armi batteriologiche bio-genetiche, ovvero in grado di colpire una specifica etnia in modo più virulento di un’altra: proprio come sta avvenendo in Italia e in Iran…

La giornalista Dilyana Gaytandzhieva che ha scoperto il traffico di armi della Cia per i terroristi dell’Isis

«I bio-laboratori statunitensi sono finanziati dalla Defense Threat Reduction Agency (DTRA) nell’ambito di un programma militare da 2,1 miliardi di dollari – Cooperative Biological Engagement Program (CBEP), e si trovano in paesi dell’ex Unione Sovietica come Georgia e Ucraina, Medio Oriente, Sud Asia orientale e Africa» ricorda la giornalista segnalando almeno 25 centri di ricerca che secondo l’intelligence russa sarebbero invece almeno un centinaio.

Tra i primi a finire sotto la lente di tutti i media del mondo è stato il più famoso: il Lugar Center del Pentagono in Georgia. Si trova a soli 17 km dalla base aerea militare statunitense Vaziani nella capitale Tbilisi. Inseriti nel programma militare sono i biologi dell’US Army Medical Research Unit-Georgia (USAMRU-G) insieme ad appaltatori privati. Il laboratorio di livello 3 di bio-sicurezza è accessibile solo ai cittadini statunitensi con autorizzazione di sicurezza. A loro è concessa l’immunità diplomatica.

CoronaVirus – 1. “E’ BIO-ARMA”. Esperto USA accusa la Cina ma il Pentagono ha 25 Laboratori Segreti per “Attacchi Etnici”

Abbiamo parlato in due reportage precedenti di questo e dell’agenzia americana della Difesa per la Riduzione delle Minacce (DTRA) che rappresenta l’ingegnoso “diaframma“ tra il Pentagono, soggetto governativo sottoposto alle leggi nazionali e internazionali, e i “contractors”, ovvero le aziende private che in base alla privacy sui brevetti industriali e i vincoli alla segretezza militare possono operare al di là di ogni controllo politico. Tra le compagnie americane che lavorano al Lugar da anni le più note sono tre: CH2M Hill, Metabiota e Battelle.

«Oltre che per il Pentagono, questi appaltatori privati svolgono ricerche biologiche per la CIA e varie altre agenzie governative» precisa la reporter bulgara facendo riferimento anche alla DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) che nel 2014 ha avviato un settore specifico di sperimentazione sulle armi batteriologiche denominato Biological Technologies Office (BTO), all’interno del quale si è sviluppato il progetto “Insetti Alleati”, ufficialmente per sfruttarli, attraverso le modifiche di bio-ingegneria genetica, nella lotta contro i parassiti dell’agricoltura, ma non solo, secondo alcuni esperti.

Il Pentagono ha investito almeno 65 milioni di dollari nell’editing genetico. Il DARPA ha assegnato 7 team di ricerca allo sviluppo di strumenti per l’ingegneria del genoma di insetti, roditori e batteri nell’ambito del programma Safe Gene di DARPA, utilizzando una nuova tecnologia CRISPR-Cas9.

«Sulla rivista Science gli scienziati guidati da Richard Guy Reeves, del Max Planck Institute for Evolutionary Biology in Germania, hanno avvertito che il programma DARPA – che utilizza gli insetti come veicolo per agenti di alterazione genetica ambientale orizzontale (HEGAAS) – ha rivelato l’intenzione di sviluppare un mezzo di consegna di HEGAA a fini offensivi (enfasi aggiunta)» riporta il sito di contro-informazione americano UNZ.

Noi analizzeremo soprattutto l’attività della Battelle perché implicata in un progetto della CIA e indirettamente coinvolta in un’una vicenda assai sospetta capitata nel luglio scorso in una base militare degli Stati Uniti.

 

MISTERIOSI INCIDENTI DI BIO-SICUREZZA A FORT DETRICK

«Battelle è un subappaltatore da 59 milioni di dollari presso il Lugar Center. Ha una vasta esperienza nella ricerca sui bio-agenti, poiché la società ha già lavorato al programma statunitense sulle bio-armi sotto 11 precedenti contratti con l’esercito americano (1952-1966)» precisa la Gaytandzhieva nel suo dossier del 2018 ripubblicato da Nature.

«Battelle conduce ricerca, sviluppo, test e valutazione utilizzando sia sostanze chimiche altamente tossiche che agenti biologici altamente patogeni per una vasta gamma di agenzie governative statunitensi. Ha ricevuto circa 2 miliardi di dollari di contratti federali in totale e si colloca al 23 ° posto nella classifica dei primi 100 appaltatori del governo americano».

Battelle Memorial Institute dal 1997 al 2000 ha avviato il Progetto Visione Chiara insieme alla CIA per ricostruire e testare un proiettile di antrace dell’era sovietica e verificare la possibile diffusione di questo e altri bio-agenti da parte dei bombardieri.

«L’operazione clandestina della CIA-Battelle è stata omessa dalle dichiarazioni della Convenzione sulle armi biologiche degli Stati Uniti presentate alle Nazioni Unite» sostiene il reportage.

Battelle ha gestito un laboratorio bio top secret (National Biodefense Analysis and Countermeasures Center – NBACC) a Fort Detrick, nel Maryland, con un contratto del Dipartimento della Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti per l’ultimo decennio. La società ha ottenuto un contratto federale da $ 344,4 milioni (2006-2016) e un altro contratto da $ 17,3 milioni (2015-2026) da DHS.

Si tratta proprio del periodo in cui la profetessa CIA della pandemia attuale, Avil Haines, era vice consulente della Sicurezza Nazionale della Casa Bianca. Ed è proprio qui che arriva la prima sorpresa successiva all’inchiesta della giornalista bulgara.

L’United States Army Medical Research Institute of Infectious Diseases di Fort Detrick (Maryland)

«È importante sottolineare il fatto che i principali laboratori delle forze armate statunitensi che coinvolgono lo studio di agenti patogeni mortali, tra cui coronavirus, Ebola e altri, sono stati improvvisamente chiusi lo scorso luglio dopo che il Center for Disease Control and Prevention (CDC) ha identificato maggiori “perdite di bioicurezza” presso la struttura» si legge in un recente articolo di UNZ in merito ad una circostanza riferita da moltimissimi altri media tra cui Veterans Today nei giorni scorsi.

«La struttura USAMRIID (US Army Medical Institute of Infectious Diseases) di Fort Detrick, Maryland, il principale laboratorio militare per la ricerca sulla “difesa biologica” dalla fine degli anni ’60, è stata costretto a interrompere tutte le ricerche che stava conducendo con una serie di agenti patogeni mortali dopo che il CDC ha scoperto che mancava “sistemi sufficienti per decontaminare le acque reflue” dai suoi laboratori di massima sicurezza e l’incapacità del personale di seguire le procedure di sicurezza, tra gli altri errori. La struttura contiene laboratori di biosicurezza sia di livello 3 che di livello 4. Anche se non è noto se all’epoca fossero in corso esperimenti con i coronavirus, USAMRIID è stato recentemente coinvolto in ricerche nate dalla recente preoccupazione del Pentagono sull’uso dei pipistrelli come bio-armi».

Non va dimenticato che il pipistrello (insieme al mangolino) è stato sospettato dagli scienziati di essere il veicolatore del SARS-CoV-2 dagli animali all’uomo, ovviamente prima che i chimici cinesi scoprissero l’esistenza non solo della strana proteina S “modellata” ma anche il doppio genotipo del virus…

«La decisione di chiudere USAMRIID ha ottenuto sorprendentemente poca copertura mediatica, così come la sorprendente decisione del CDC di consentire alla struttura in difficoltà di “riprendere parzialmente” la ricerca alla fine dello scorso novembre, anche se la struttura era e non è ancora alla “piena capacità operativa”. Il problematico record di sicurezza di USAMRIID presso tali strutture è particolarmente allarmente alla luce del recente scoppio del coronavirus in Cina perché USAMRIID ha una stretta collaborazione di decenni con l’Istituto di virologia medica dell’Università di Wuhan» focolaio della prima esplosione epidemica, ormai quasi totalmente superata nel paese.

LE RICERCHE CIA, PENTAGONO SUL CORONA VIRUS

Le correlazione tra i due paesi sono pià di quante si potrebbe immaginare: tra esse ci fu uno studio condotto dal Ministero della Scienza di Pechino che portò alla scoperta di 89 ceppi di CoronaVirus da pipistrello in collaborazione con l’agenzia USAID (l’agenzia governativa per l’aiuto ai paesi in via di sviluppo che sovente finanzia i movimenti politici per i regime-change come avvenuto in Siria e Venezuela) la CIA, il Pentagono e l’Istituto di Salute e Servizi Umani di Washington.

GUAIDO’: L’OBAMA SBIANCATO AGENTE USA A CARACAS

Di recente un utente arabo di Facebook ha postato un video in francese divenuto virale (e poi blocato da FB) sollevando sospetti su un brevetto europeo del Centro di Ricerca Nazionale Pasteur dell’Università Diderot di Parigi riguardante un “nuovo ceppo di CoronaVirus associato alla Sars” depositato già nel 2004. Ma la polemica era infondata perché si riferiva alle ricerche per il vaccino sulla prima Sars che nel 2003 colpì la Cina ed altri paesi facendo però “solo” 814 morti contro gli oltre 11mila dell’attuale pandemia SARS 2.

I brevetti di ricerca del Governo Usa e di Gsk e quello iniziale dell’Istituto Pasteur di Parigi sciluppati sulla prima tipologia di Sars

E’ però importante notare che tra i primi a sviluppare quegli studi anche finalizzati a nuove “applicazioni” furono il Dipartimento della Salute Usa (HHS) depositando una registrazione americana e il solito colosso dei vaccini GlaxoSmithKline. Il brevetto europeo è stato curiosamente “riattivato” il 20 marzo 2020 probabilmente nell’ambito delle ricerche contro il CoVid-19.

Il frontespizio del brevetto registrato dal Dipartimento della Salute degli Usa nel 2007 (file pdf a disposizione su richiesta per email)

E’ ancora la reporter bulgara a rammentare che «numerosi studi sono stati condotti nell’ambito del DTRA Cooperative Biological Engagement Program (CBEP) nella ricerca di agenti patogeni mortali di importanza militare nei pipistrelli.

Una di queste è proprio quella sul grande ceppo virale del CoronaVirus, che comprende la semplice influenza ma anche la SARS e la sua “cugina“ MERS, la Sindrome Repiratoria Acuta Mediorientale che nel giugno 2017 fece 699 morti e contagiò 1.980 persone in 15 paesi.

«MERS-CoV è uno dei virus che sono stati progettati dagli Stati Uniti e studiati dal Pentagono, oltre all’influenza e alla SARS. La conferma di questa pratica è il divieto temporaneo del 2014 a Obama di finanziamenti governativi per tale ricerca “a duplice uso”. La moratoria è stata revocata nel 2017 e gli esperimenti sono proseguiti. Gli esperimenti potenziati sui patogeni pandemici (PPP) sono legali negli Stati Uniti» precisa la reporter in riferimento allo Statute of The International Criminal Court (ICC) di Roma che invece all’articolo 8 li vieta ma non è mai stato firmato dal governo nordamericano.

Esattamente nel 2015, però, un nuovo studio sul Corona Virus, ufficialmente per prevenire la bronchite aviaria nei polli, fu avviato dal Pirbright Institute nel Regno Unito e poi registrato nel 2018 con un brevetto statunitense, come specificato nel primo reportage di Gospa News sull’epidemia. Ebbene tra i finanziatori del centro di ricerca c’è ancora una volta la Bill & Melinda Gates Foundation, sponsor dei Dem e di Obama, ma soprattutto della ricerca sul nuovo vaccino CoVid-19 dell’australiana Queensland University in collaborazione con la solita GSK.

CoronaVirus BIO-ARMA – 3. VACCINO D’ORO GSK. Big Pharma partner di Bill Gates, Pentagono e Lobby Sionista Usa

Ci sarebbe molto da scrivere sugli episodi sospetti tra Usa e Cina tra cui due arresti che però non hanno portato ad appurare con certezza le finalità delle azioni illecite. Come ha ricordato Veterans Today il 28 gennaio il professore Charles Lieber, presidente del Dipartimento di biologia chimica di Harvard, viene arrestato per aver guidato un gruppo di ricerca cinese incentrato sull’uso delle nanotecnologie per identificare i virus.

Nel dicembre 2019 un ricercatore medico cinese, Zheng Zaosong, del Beth Israel Deaconess Medical Center, era invece stato fermato dall’agente speciale dell’FBI Kara Spice che lo aveva trovato in possesso di 21 fiale contenenti un “liquido marrone” che sembrava essere “materiale biologico” prelevato da un laboratorio di Boston. Il suo amico ricercatore ammise che altri compagni erano riusciti a portare campioni in Cina: non si sa se per studi biogenetici su campioni americani o se per sabotaggio.

 

IL CENTRO MEDICO US NAVY A SIGONELLA PRIMA DELL’EPIDEMIA

Nello stesso mese, però qualcosa di ancora più clamoroso è avvenuto tra l’Egitto e l’Italia quando la Naval Medical Resarch Unit, denominata NAMRU 3, è stata traferita dalla storica base de Il Cairo dove operava dal 1946 alla Naval Air Station di Sigonella, ritenuta la principale stazione militare della CIA non solo in Sicilia ma in tutta l’Italia.

NAMRU3 è il reparto della Marina USA che conduce ricerche e sperimentazioni sui patogeni virali o batterici che possono infettare le truppe americane. Ma secondo un articolo del 27 gennaio 2012 del quotidiano egiziano Al-Wafd sarebbe un piccolo laboratorio degli orrori…

«Quando si passa accanto al grande quartier generale della NAMRU situato nel quartiere Al-Abbasia, nel cuore del Cairo con il suo cancello rinforzato con ferro e cemento, l’ampio spazio di terreno spianato che lo circonda, le telecamere di sicurezza e le alte mura che lo proteggono, non si può non sospettare la grande importanza di ciò che si trova all’interno di questo edificio. I ricercatori dell’unità e i medici americani godono dell’immunità diplomatica. Alcuni di loro, infatti, appartengono alla CIA» sciveva il giornale arabo.

«Dalla fondazione dell’unità NAMRU in Egitto, sono state scoperte dozzine di malattie virali nuove e mutate. Ciò può far sospettare che questi agenti patogeni sono importati. Nessun istituto medico di ricerca si è infiltrato in Egitto in misura maggiore di NAMRU, che controlla il segreti dei virus utilizzati nella distruzione di massa e armi biologiche».

A conferma di ciò Al-Wafd ricorda che l’Etiopia aveva deciso di far chiudere l’unità NAMRU sul suo territorio, a causa di accuse e sospetti sulla sua attività, che invece erano state ampliate in Egitto in seguito ad un accordo con il Ministero della Salute e con l’Ospedale delle Febbri di Abbassia.

CoronaVirus BIO-ARMA – 5. IL CARDINALE ACCUSA: «Un paese ricco ha seminato questo veleno. Onu indaghi»

«Già nel 1976, il pubblico egiziano venne a conoscenza del nome NAMRU in occasione di un focolaio di meningite in Egitto». L’Unità di Ricerca Medica dell’Us Navy si offrì di collaborare con l’Ospedale Abbassia ma gli studi sulle vittime rimasero top-secret perché 50 degli 857 infettati morirono proprio dopo l’intervento dei medici americani con la somministrazione di un medicinale che causò effetti indesiderati. Furono cavie umane inconsapevoli?

«Nel 2006 il NAMRU ha suscitato un altro scandalo, placato con una rapidità sospetta. Una delegazione americana della NAMRU ha visitato il quartier generale dell’ospedale di Al-‘Abbasia, e diversi giorni dopo è stata scoperta l’influenza aviaria [in Egitto]. I medici egiziani sono stati in grado eliminare [la malattia] quasi completamente entro sei mesi, ma poi Maher Abaza [un potente oligarca ammanicato con Mubarak – ndr) è stato nominato ministro dell’agricoltura e ha deciso, senza motivo di sospendere il coinvolgimento dell’Egitto nella gestione del virus, in cambio di un contratto con NAMRU-3. Più tardi, gli egiziani furono colpiti da un mutante non trattabile del virus dell’influenza aviaria. Questo virus mutante apparve dopo che NAMRU ricevette campioni [di sangue] dai pazienti egiziani, che furono inviati negli Stati Uniti».

Nel luglio 2019, il comando della Naval Medical Research Unit No.3 (NAMRU-3) di stanza al Cairo (Egitto) dalla Seconda guerra mondiale si è insediato nella grande base aeronavale siciliana occupando provvisoriamente l’edificio n. 318, in attesa che prendano il via i lavori di ristrutturazione e ampliamento del Building No. 303 a NAS 1 (la stazione più antica di Sigonella, ad uso esclusivo Usa). Il trasloco è stato ultimato a dicembre e l’unità è diventata operativa a febbraio.

La Naval Air Station di Sigonella presso l’aeroporto “Cosimo Di Palma” dell’Aeronautica Militare Italiana a Lentini (Siracusa)

«Ad oggi non è possibile sapere se e quando il repentino trasloco sia stato autorizzato dall’esecutivo e come mai non è stato informato il Parlamento nonostante la rilevanza politico-strategica e “scientifica” dell’unità Usa, direttamente dipendente dal Naval Medical Research Center di US Navy e del Corpo dei Marines, con sede a Silver Spring, Maryland» scrive giustamente allarmato il il blogger Antonio Mazzeo.

Nella stessa sede sono stati anche dislocati di recente i droni giganti Global Hawk RQ-4 dell’Us Air Force. Proprio su di essi si è concentrata l’attenzione del sito Veterans Today (link fondo pagina) che ha riportato l’inquietante indiscrezione giunta da fonti di intelligence straniere secondo cui l’attacco biologico in Italia sarebbe stato reso più letale che altrove per un’interazione del virus con un agente chimico nervino, il tremendo gas Sarin, utilizzato in microdosi per non renderlo individuabile.

Riferiamo per completezza d’informazione questa notizia anche se esperti medici NBCR che operano in unità di Pronto Soccorso negli ospedali italiani per affrontare l’epidemia non hanno rilevato sintomatologie simili sui pazienti ed hanno confermato che al momento, nello stadio di MaxiEmergenza, è attivato solo il protocollo sanitario batteriologico.

 

MISTERIOSI STRAGI DI MILITARI IN UCRAINA

Ma torniamo in Ucraina negli anni successivi al golpe della Rivoluzione Arancione propagandata da Soros, principale finanziatore della propaganda mediatica del novembre 2013 insieme alle ambasciate di Usa e Regno Unito ma anche del Democratic Party per il quale ha già sottoscritto un super contributo da 5,1 milioni di dollari nel Political Action Committee (PAC) ancor prima di conoscere chi sarà il candidato a vincere le primarie.

UkraineGate: reporter islamico finanziato da Soros e Usa nel golpe 2014 ora ai vertici dell’industria di armi

Al momento la corsa vede favorito proprio Joe Biden, noto per la gestione diretta di finanziamenti militari e di sicurezza pubblica all’Ucraina e più volte chamato in causa da vari dossier nell’ambito dell’impeachment contro l’attuale presidente Donald Trump proprio sull’UkraineGate per cui l’ex direttore CIA ha ringraziato il Deep State.

«Tra gli accordi bilaterali tra Stati Uniti e Ucraina c’è l’istituzione del Centro scientifico e tecnologico in Ucraina (STCU), un’organizzazione internazionale finanziata principalmente dal governo degli Stati Uniti a cui è stato riconosciuto lo status diplomatico. La STCU sostiene ufficialmente progetti di scienziati precedentemente coinvolti nel programma sovietico di armi biologiche. Negli ultimi 20 anni la STCU ha investito oltre $ 285 milioni nel finanziamento e nella gestione di circa 1.850 progetti di scienziati che in precedenza avevano lavorato allo sviluppo di armi di distruzione di massa» evidenzia la reporter bulgara.

UKRAINEGATE: SCOTTANTE “MEMO” ACCUSA BIDEN E KERRY, già vice e segretario di Obama. Kiev riavvia l’inchiesta

 

«Uno dei laboratori del Pentagono si trova a Kharkiv, dove nel gennaio 2016 almeno 20 soldati ucraini sono morti a causa del virus simil-influenzale in soli due giorni con altri 200 ricoverati in ospedale. Il governo ucraino non ha riferito dei morti soldati ucraini a Kharkiv. A marzo 2016 sono stati segnalati 364 decessi in Ucraina (81,3% causato dall’influenza suina A (H1N1) pdm09 – lo stesso ceppo che ha causato la pandemia mondiale nel 2009)».

L’elenco dei contagi virali potrebbe continuare con casi di colera (2011, 2014 e 2015) ed epatite A (2017). Mentre una strana epidemia di Febbre Emorragica Congo-Crimeana Crimean- (CCHFV) è comparsa in Afghanistan dopo l’avvio del Programma di Impegno Biologico Cooperativo (CBEP) dell’agenzia DTRA con vari contractors connessi al Lugar Center della Georgia.

Capo CIA in Medio Oriente ucciso nell’aereo Usa caduto in Afghanistan

 

Può darsi che si tratti di coincidenze come quella per cui nella regione di Gazni è precipitato un aereo-spia americano, il Bombardiere Northrop Grumman E-11A, nel quale avrebbe trovato la morte anche il comandante della CIA in Medio Oriente, Mike D’Andrea soprannominato Dark Prince, poche settimane prima che la pandemia da CoVid-19 si difondesse in Iran dopo aver dilagato in Cina. Il condizionale sulla morte dell’ufficiale del controspionaggio di Langley rimane poichè il Pentagono ha amesso la morte solo dei due piloti, uno dei quali sicuramente operativo della CIA, ma ha negato l’esistenza di un equipaggio come se i velivoli da sorveglianza ne fossero sprovvisti nonostante sofisticati macchinari elettronici da gestire…

 

GIOCHI MILITARI DI WUHAN: IDEALI PER I NANO-DRONI CIA

Ma Le coincidenze cominciano ad essere davvero troppe. Come quella già menzionata nel precedente articolo in merito ai Giochi Militari Mondiali di Wuhan cui prese parte una delegazione americana nell’ottobre 2019, mentre l’ex vicedirettrice CIA Avril Haines a New York partecipava all’esercitazione simulata sulla pandemia da CoronaVirus finanziata e profetizzata nel 2015 da Bill Gates.

CoronaVirus BIO-ARMA – 4. PANDEMIA! Come previsto dal forum Bill Gates (video) con ex-CIA. Contro Italia e Iran “BIO-GUERRA ANTI-UMANA” dopo l’accordo A.I.

«La squadra americana ha fatto così male che sono stati chiamati “Soy Sauce Soldiers” dai cinesi. In effetti, molti non hanno mai partecipato a nessun evento e sono rimasti vicino al mercato all’ingrosso di frutti di mare di Huanan, dove si dice che la malattia abbia avuto origine solo pochi giorni dopo che gli Stati Uniti hanno lasciato l’area» ha scritto Veterans Today rilevando che si trattava di un fake-team.

La compagine militare americana è tornato a casa il 28 ottobre 2019 e, nel giro di 2 settimane (giusto il periodo di incubazione virale), sono stati accertati a Wuhan i primi casi di contatto umano con COVID 19. I cinesi non sono stati in grado di trovare il paziente zero ed hanno pertanto sospettato che sia stato un militare americano chiedendo ufficialmente agli Usa di avere informazioni in merito al loro primo contagiato.

Se però si vuole dare credito alla teoria del virus diffuso coi nano-droni da agenti della CIA sotto copertura. riferito nella precedente articolo sulla base di informazioni di intelligence, è evidente che il concetto del “paziente” zero viene superato da una diffusione artificiale che potrebbe essere stata attuata in un raggio di 2 chilometri con i Uav da 10 centimetri Black Hornet 3 già largamente impiegati negli eserciti Nato come veicolo spia oppure con DragonflEye, le cyber-libellule modificate geneticamente e teleguidate con la luce in grado anch’esse di trasportare microcamere o piccoli carichi utili come micro-capsule virali. O di essere quegli “insetti alleati” delle già citate ricerche del Pentagono…

CoronaVirus – 2. ARMA BIO-GENETICA. Gli 007: «Diffusa coi nano-droni CIA» e Cyber-libellule. Strage in Iran. SOS Italia

Tutto ciò non deve sembrare fantascienza visto che questi nano-droni sono l’evoluzione di progetti che la CIA studiava fin dal lontanissimo 1970 e grazie alle ridottissime dimensioni i loro kit possono tranquillamente stare in una scatola delle scarpe: sono quindi sicuri da maneggiare per evitare un contagio e facilissimi da occultare soprattutto quando una delegazione sportiva approda in un paese straniero.

Se l’ipotetica dispersione dell’arma batterologica in Iran può essere spiegata con le operazioni americane in Afghanistan, confermate anche dall’abbattimento dell’aereo ritenuto il comando volante della Central Intelligence Agency, quella in Italia non ha nemmeno bisogno di spiegazioni tecniche visto che gli agenti segreti del controspionaggio statunitense hanno libertà totale di movimento e i reparti militari possono addirittura trasferire una sofisticata unità di medici biologici e ricercatori scientifici dall’Africa alla Sicilia senza che il Parlamento italiano nemmeno ne discuta.

UKRAINEGATE, COMPLOTTO DEEP STATE CONTRO TRUMP: tra i due informatori CIA spunta anche Renzi

Sono pertanto ormai macroscopici gli indizi di un’azione militare da guerra biologica coordinata tra Deep State che da decenni viaggia a braccetto con la CIA per stessa ammissione dei suoi capi proprio come avvenne per l’operazione Gladio-Stay Behind. Nella cospirazione potrebbe aver avuto un ruolo, secondo Veterans Today, anche il controspionaggio israeliano del famigerato Mossad di Tel Aviv, partner fondamentale delle strategie geopolitiche dei Sionisti nel campo della guerra e delle armi.

LOBBY ARMI – 3: TYCOON SIONISTA DEI DRONI SPIA-KILLER PREMIATO DAI MASSONI USA E DALLA REGINA UK

Questo spiegherebbe anche la fretta e segretezza con cui vengono cremati i corpi delle vittime italiane senza indugiare sulle autopsie: unica potenziale prova di eventuali armi virali bio-genetiche.

Quel che resta davvero da appurare è se il presidente repubblicano Donald Trump, oggi in grande difficoltà in vista delle elezioni proprio per l’emergenza che ha causato oltre 200 morti negli Usa, o qualche suo predecessore, fosse a conoscenza di questo ipotetico piano diabolico sempre più permeato dallo spettro del Nuovo Ordine Mondiale. E, nel caso, se anche il loro equipollente a Roma ne fosse stato messo a conoscenza…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione

 


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

GOSPA NEWS – INCHIESTE LOBBY ARMI

DILYANA REPORT – 25 US BIOWEAPONS LABORATORIES

UNZ – MODERNA VACCINES AND DARPA

AL WAFD – NAMRU DANGEROUS LABS

ANTONIO MAZZEO – I MISTERI DI SIGONELLA

VETERANS TODAY – BIO-CRIMES: TWO ARRESTS

VETERANS TODAY – WORLD MILITARY GAMES WUHAN

VETERANS TODAY – INTEL SOURCE: VIRUS AND SARIN

LAROUCHE – BIDEN AND HAINES

WASHINGTON POST – BIDEN AND CIA RUSSIAGATE

VETERANS TODAY – IRANIAN MEDICIANS LETTER

STRATEGIKA51 – CORONAVIRUS E SOSPETTI DI BIOARMA

TELEGRAPH – CAMBRIDGE UNIVERSITY BIO-WEAPONS ALERT

(Visited 17.871 times, 95 visits today)
Pubblicità

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

4 pensieri su “CoronaVirus BIO-ARMA – 7. Missioni militari TOP SECRET Deep State-NWO-CIA-DEM: laboratori nei paesi dei Golpe Soros, biologi a Sigonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *