ANCORA GUERRA IN SIRIA

NEL GIORNO IN CUI RUSSIA E TURCHIA
SI ACCORDANO PER LA PACE IN SIRIA
PIOGGIA DI MISSILI SU LATAKIA:
SPARATI DA FRANCIA E ISRAELE
SICARIO OCCULTO DELL’OCCIDENTE.
AEREO RUSSO CON 15 MILITARI
ABBATTUTO PER ERRORE DAI SIRIANI

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione

«Consideriamo queste azioni provocatorie di Israele come ostili. Quindici membri del servizio militare russo sono morti a causa delle azioni irresponsabili dell’esercito israeliano. Questo è assolutamente contrario allo spirito della partnership russo-israeliano. Ci riserviamo il diritto di una risposta adeguata» è la dichiarazione ufficiale dell’Esercito Russo a poche ore dall’ultimo scontro a fuoco nei cieli sopra la Siria. Proprio nel giorno in cui Russia e Turchia si sono accordati per garantire la pace nella provincia di Idlib, l’altra sera, intorno alle 22 di lunedì 17 settembre, sono ripresi i bombardamenti veri e propri combattimenti aerei. A darne notizia in anteprima in nottata i reporters dell’agenzia Reuters in Medioriente. «Missili sono stati lanciati dal mare in diverse località della città costiera siriana di Latakia lunedì, ma sono stati intercettati dalle difese aeree, hanno detto i media statali siriani. L’agenzia di stampa ufficiale siriana SANA ha dichiarato che è stato preso di mira l’istituto tecnico industriale nella città controllata dallo Stato ed ha aggiunto che non è stato al momento identificato chi ha sparato i missili» scrivono i giornalisti Dahlia Nehme da Beirut, Kinda Makieh da Damasco, Ali Abdelaty dal Cairo, Dan Williams da Gerusalemme e Phil Stewart da Washington, in merito ai bombardamenti che colpiscono questa città della costa vicina alla base russa di Khmeimim. Ancora non si ha la certezza di chi abbia lanciato i missili ma i sospetti ricadono fortemente su Israele che da tempo sta effettuando periodici attacchi sulla Siria; soprattutto per colpire le postazioni dell’organizzazione libanese Hezbollah (izb Allāh, ossia Partito di Dio), militari filoiraniani che fiancheggiano l’esercito di Assad nella lotta contro i rivoltosi e per intimidire lo stesso governo siriano nel tentativo di dissuaderlo dal proseguire l’alleanza con l’Iran, ritenuto pericoloso dagli israeliani. Secondo un sito italiano filo russo, sakeritalia.it, proprio il Ministero della Difesa della Federazione Russa avrebbe confermato già ieri sera le responsabilità di Tel Aviv asserendo che «che quattro caccia F-16 israeliani hanno partecipato all’attacco su Latakia». Dell’aggressione militare aerea e del lancio di missili sarebbe responsabile anche la Francia. Disperso un aereo di ricognizione russo con 15 militari a bordo probabilmente abbattuto dal “fuoco amico” della contraerea siriana.

Leggi tutto “ANCORA GUERRA IN SIRIA”