siteId=76639&formatId=24">

“DOCUMENTI TOP-SECRET SU ATTACCO DI KIEV AL DONBASS PRIMA DELL’INVASIONE”. La Russia svela i Motivi dell’Intervento in Ucraina

“DOCUMENTI TOP-SECRET SU ATTACCO DI KIEV AL DONBASS PRIMA DELL’INVASIONE”. La Russia svela i Motivi dell’Intervento in Ucraina

30.940 Views

di Carlo Domenico Cristofori

ENGLISH VERSION

«Documenti segreti ucraini presumibilmente catturati dall’esercito russo dimostrano che Kiev stava pianificando una grande offensiva contro le regioni separatiste del Donbass orientale, questo mese, che Mosca ha anticipato con il proprio attacco, ha dichiarato il Ministero della Difesa russo. Ha pubblicato le presunte prove mercoledì» ha riferito Russia Today.

Il rilascio include immagini di sei pagine, che si dice siano state catturate in Ucraina. Scritte in lingua ucraina e recanti i tratti delle scartoffie ufficiali, sembrano essere comunicazioni classificate della Guardia nazionale ucraina. Ma RT non è stata in grado di verificare in modo indipendente i documenti.

“FAKE-NEWS SULL’OSPEDALE DI MARIUPOL”. Libero da Pazienti ma Covo di NeoNazisti. Ambasciatore Russo: “ONU Allertata da Giorni”

Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha ribadito nei giorni scorsi che l’intervento di “smilitarizzazione e de-nazificazione” dell’Ucraina si è reso necessario per proteggere non solo la Russia ma soprattutto le repubbliche separatiste filo-russe del Donbass di cui ha ufficialmente riconosciuto la propria indipendenza.

Putin ha più volte parlato di un genocidio avvenuto in quella zona dell’Ucraina orientale dopo il colpo di stato pianificato dai paesi della Nato e dal grande direttore delle rivoluzioni colorate Gerge Soros.

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 2. Obama, Soros, 007 MI6 & Kyiv Security Forum

 

Si stimano 13-14mila morti non solo tra i soldati delle repubbliche separatiste di Lugansk e Donetsk ma anche tra i civili. Tra loro anche il giornalista italiano Andrea Rocchelli e l’interprete e fotografo russo Andrei Mironov, assassinati a colpi di mortaio dai paramilitari della Guardia nazionale ucraina.

“La Russia non ha iniziato una guerra, la sta finendo”, ha scritto Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, in un recente post su Facebook.

Nella sua dichiarazione su Facebook, Maria Zakharova ha anche affermato che almeno 13.000 persone sono state uccise nella guerra nell’Ucraina orientale dal 2014. Ha anche affermato che c’è stato uno “sterminio sistematico della popolazione del Donbas”.

REPORTER ITALIANO UCCISO IN DONBASS: Assolto il Paramilitare Ucraino alleato dei Neonazisti. Come voluto da Soros & co.

“Quello che sto per dire può sembrare duro. Eppure la situazione mi costringe a dire ad alta voce ciò che mi è appena successo. Come forse avrai sentito, i cani randagi in questi giorni iniziano ad attaccare persone in varie regioni. Alcuni si feriscono. sono stati anche casi letali”, ha detto Putin secondo l’agenzia di stampa russa TASS.

Ad un certo punto, le persone “cominciano ad avvelenare e sparare a questi animali”. Ha fatto una riserva sul fatto che anche i cani randagi erano un problema separato e “le autorità locali sono obbligate ad affrontarlo”.

LA GUERRA MONDIALE DI ZELENSKY E L’APOCALISSE PROFETIZZATA DAL PATRIARCA DI MOSCA

“Ora ascolta questo: le persone del Donbass NON sono cani randagi! Eppure, 13.000-14.000 di loro sono stati uccisi lì nel corso degli anni. Più di 500 bambini sono stati uccisi o paralizzati”, ha detto Putin. Crede che ciò che è particolarmente intollerabile è che il cosiddetto Occidente civile ha preferito non accorgersene per otto anni.

“Inoltre, le autorità di Kiev hanno iniziato a dire apertamente ultimamente che non hanno intenzione di attuare questi accordi (Minsk-2 – TASS). Lo hanno sempre detto in TV e su Internet – ovunque! Dichiarano in pubblico: “Non ci piace, non lo faremo”, ha spiegato Putin.


Articolo di Sputnik Italia

Mentre l’operazione speciale russa per smilitarizzare e de-nazificare l’Ucraina continua, martedì il Ministero della Difesa ha dichiarato che, dal lancio dell’operazione il 24 febbraio, le forze armate russe hanno distrutto 2.581 obiettivi militari in Ucraina.

Il ministero della Difesa russo ha reso pubblici i documenti che confermano la preparazione, da parte delle autorità di Kiev, di un’operazione offensiva nel Donbass a marzo.

Il generale Capo di Stato Maggiore del Ministero della Difesa Russo, Igor Konashenkov

“Nel corso dell’operazione militare speciale, documenti segreti del comando della Guardia nazionale ucraina sono entrati in possesso dell’esercito russo. Questi documenti confermano la preparazione segreta da parte del regime di Kiev di un’operazione offensiva nel Donbas prevista per marzo 2022” ha così dichiarato il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il maggiore generale Igor Konashenkov.

Il Ministero della Difesa russo ricorda le dichiarazioni rilasciate dal regime di Kiev, e diffuse a febbraio dai media occidentali, sulla presunta assenza di piani per un attacco armato alle Repubbliche Popolari di Lugansk e Donetsk (LPR, DPR) e sul presunto desiderio dell’Ucraina di risolvere tutte le questioni presumibilmente “con mezzi politici e diplomatici”, ha affermato il Maggiore Generale Igor Konashenkov.

“Tuttavia, gli originali dei documenti militari segreti della Guardia nazionale ucraina dimostrano chiaramente la falsità di tali affermazioni”, ha dichiarato Konashenkov.Il portavoce ha precisato che il Ministero della Difesa ha in suo possesso l’ordine del comandante della Guardia nazionale ucraina, colonnello generale Mykola Balan, datato 22 gennaio 2022, che descrive in dettaglio il piano per preparare un’offensiva nel Donbass.

BOMBA(?) SULL’ASILO IN UCRAINA, FALSE-FLAG NATO & JIHADISTI. Battaglione Sheikh Mansur Difeso da Media di Soros, UE e USA

Le misure per rafforzare le capacità dell’esercito ucraino nell’area del Donbass sono state eseguite per ordine del comandante in capo delle forze armate ucraine dal 19 gennaio, rivela il documento ottenuto.

La predetta direttiva è stata emanata “in attuazione delle misure determinate dall’ordinanza del comandante in capo delle forze armate ucraine n. 39/304/78 del 19 gennaio 2022, al fine di aumentare le capacità di raggruppamento di forze congiunte sul territorio delle regioni di Donetsk e Lugansk”.

UCRAINA: PUTIN ANNIENTA L’AVIAZIONE DI KIEV Per Proteggere il Donbass Bombardato nei giorni scorsi

Questo documento può anche essere visto come una significativa attenzione alle questioni della “selezione del personale e della valutazione di tutti i soggetti coinvolti da parte degli psicologi a garanzia della loro elevata motivazione”, ha aggiunto il Maggiore Generale Igor Konashenkov.

Il documento contiene anche istruzioni per tutte le attività volte a raggiungere il “coordinamento dei nazionalisti nel combattimkento”, da completare entro il 28 febbraio, al fine di garantire l’adempimento delle “missioni di combattimento nell’ambito ‘dell’Operazione delle forze congiunte’ ucraine nel Donbas”, ha dichiarato, inoltre, Konashenkov.

LOBBY ARMI 5 – PIANO DI GUERRA “NWO” A RUSSIA E CONTRO-INFORMAZIONE. Progetto CEPA con NATO-UE & Industrie Belliche

L’operazione militare speciale, lanciata dalla Russia il 24 febbraio, ha così anticipato e sventato un’offensiva su larga scala dei gruppi d’attacco delle forze ucraine contro le Repubbliche Popolari di Lugansk e Donetsk, ha sottolineato Konashenkov, aggiungendo poi che le unità militari ucraine che avrebbero dovuto essere utilizzate nell’offensiva del Donbass erano state addestrate da istruttori statunitensi e britannici a Leopoli dal 2016.

CENSURA AI MEDIA RUSSI COME AI NO VAX SUI VACCINI. Dittatura UE-NWO & Armi al Regime filo-Nazista

A febbraio la Russia ha formalmente riconosciuto le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk (rispettivamente DPR e LPR) ed ha lanciato un’operazione militare speciale in Ucraina, dopo che le autorità della DPR e della LPR avevano chiesto assistenza per difendersi dai continui attacchi delle truppe ucraine. Il governo russo ha dichiarato che l’obiettivo dell’operazione è neutralizzare la capacità militare dell’Ucraina e denazificarla.

La DPR e LPR sono state istituite nella primavera del 2014, in risposta al colpo di stato di Kiev, che ha visto il rovesciamento del governo del Paese e la sua sostituzione con forze ultranazionaliste e filo-occidentali.

Articolo originale di Sputnik International


Carlo Domenico Cristofori
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – GUERRA IN UCRAINA

UKRAINE BIOLABS – 2. Documenti Roventi dalla Russia: “Kiev ha distrutto Prove del Programma di Armi Batteriologiche”. SARS-2?

STOLTENBERG: BURATTINO NATO DI GATES-NWO IN PANDEMIA E GUERRA UCRAINA. Vaccini GAVI & Affari NORGES BANK su Bombe RHM nello Yemen

 

 

(Visited 2.211 times, 1 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

2 pensieri su ““DOCUMENTI TOP-SECRET SU ATTACCO DI KIEV AL DONBASS PRIMA DELL’INVASIONE”. La Russia svela i Motivi dell’Intervento in Ucraina

  1. L’11Settembre 2001 è iniziato l’attacco della massoneria mondiale capitanato dall’anticristo
    per la conquista mondiale di potere.
    Putin a quel tempo non aveva la forza sufficente ed il potere per fermare o rallentare i piani diabolici del gruppo di persone al servizio di lucifero.
    Gli avvenimenti attuali sono il risultato d’un susseguirsi di fatti gestiti da un potere malefico
    satanico. Gospa news non inquadra questo dramma iniziale che è parimenti importante come omicidio John Kennedy e On Aldo Moro Senza giustizia non vi è pace senza amore non vi è giustizia
    Continuando su questa strada il mondo subirà un distruzione quale mai vi è stata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.