siteId=76639&formatId=24">

INCUBO NUCLEARE, X-FILE NATO: 150 TESTATE USA IN EUROPA. Ma i Russi ne hanno 2.000 più degli Americani nel Mondo. Pronto il Sarmat ICBM

INCUBO NUCLEARE, X-FILE NATO: 150 TESTATE USA IN EUROPA. Ma i Russi ne hanno 2.000 più degli Americani nel Mondo. Pronto il Sarmat ICBM

8.745 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION

Alcuni mesi fa il superbo presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha diffuso la voce che il presidente russo Valdimir Putin aveva esaurito i missili.

Tra lunedì e martedì, la rappresaglia dell’aviazione russa con centinaia di razzi sulla capitale Kiev e su altre città ucraine, in risposta all’attacco esplosivo al ponte di Kerch di cui è stata accusata l’intelligence di Kiev, lo ha severamente smentito.

Ma ormai da settimane si parla dell’incubo nucleare per via di un decreto firmato due anni fa da Putin che prevede l’uso di armi atomiche tattiche anche in risposta ad attacchi con armi convenzionali sul territorio russo, già colpito più volte dai razzi di Kiev nelle zone di confine.

La questione è diventata ancora più allarmante dopo l’annessione alla Federazione Russa delle regioni ucraine di Donetzk, Ligansk, Kherson e Zaporizhzhia poiché, logicamente, la stessa giustificazione per l’uso di armi nucleari potrebbe valere anche per questi territori.

LA NATO VUOLE LA TERZA GUERRA MONDIALE IN EUROPA. Esercitazioni Nucleari: Ennesima Provocazione alla Russia. 200 Marines in Volo sugli F-18 ad Aviano

Ebbene, secondo la Federation of American Scientists, Mosca, contrariamente a quanto dice il solito bugiardo Zelensky, possiede 5.977 testate nucleari, 549 in più degli Stati Uniti secondo queste fonti ufficiali, 2.000 secondo quelle ufficiose.

Secondo Martin Armstrong di Statista, si pensa che nove paesi abbiano ora quasi 13.000 testate nucleari.

Gli Stati Uniti e la Russia sono in cima alla lista, secondo quanto compilato dalla Federation of American Scientists (FAS), con un arsenale combinato di quasi 11.000 armi. “Invece di pianificare il disarmo nucleare, gli stati dotati di armi nucleari sembrano pianificare di conservare ampi arsenali per un futuro indefinito”, ha affermato la FAS alla fine del 2021. “Tutti continuano a modernizzare le loro forze nucleari rimanenti … e tutti sembrano impegnati a mantenere le armi nucleari per il futuro infinito”.

UN ATTENTATO DI TROPPO CONTRO LA PACE. “75 Missili Russi su Kiev”. Putin conferma l’Attacco in risposta all’Esplosione sul Ponte di Kerch. Ecco il Discorso

 

Una guerra nucleare “non può essere vinta e non deve mai essere combattuta”, hanno concordato all’unanimità a gennaio Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito e Francia, in un raro caso di accordo su una questione di sicurezza internazionale. Un anziano degli Stati Uniti Un funzionario del Dipartimento di Stato all’epoca descrisse il voto, il risultato di mesi di negoziati, come “un riconoscimento che è qualcosa che vogliamo evitare”.

UKRAINE BIOLABS – 6. DOSSIER ARMI BATTERIOLOGICHE DTRA. Accordo Russia-USA: Putin tradito da Obama e Pentagono a Tbilisi e Kiev

 

ARMI NUCLEARI USA IN EUROPA

“Le armi nucleari di proprietà degli Stati Uniti sono state dispiegate in Europa dalla metà degli anni ’50, quando il presidente Dwight D. Eisenhower ne autorizzò lo stoccaggio nelle basi alleate dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) nel continente per l’uso contro l’Unione Sovietica. Sebbene la NATO si dichiari ufficialmente una “alleanza nucleare”, non possiede armi nucleari. Invece, secondo quanto riferito, un piccolo numero di bombe è tenuto sotto gli Stati Uniti Air Force fa la guardia a sei basi aeree in cinque paesi europei, pronte per essere utilizzate dai rispettivi caccia nazionali».

Così è stato spiegato da un rapporto del Center for Arms Control and Non-Proliferation

LOBBY ARMI – 6. ECHI DI TERZA GUERRA MONDIALE. Regno Unito, NATO, Usa e Zelensky minacciano Russia e Cina

Oggi, nell’ambito del programma di condivisione nucleare della NATO, le bombe completano il deterrente di sicurezza collettiva dell’Alleanza contro le minacce, principalmente la Russia. Accanto all’arsenale del Regno Unito, membro della NATO, gli Stati Uniti le armi nucleari in Europa sono coerenti con l’articolo V del Trattato del Nord Atlantico. Il collega Francia, che è rientrato nell’alleanza nel 2009, non impegna il proprio arsenale nucleare nel deterrente esteso dell’alleanza.

‘Una nuova era per la deterrenza nucleare? Modernizzazione, controllo degli armamenti e forze nucleari alleate”, un documento ufficiale della NATO pubblicato dal quotidiano belga DeMorgen

“Oltre alle tre potenze nucleari dell’alleanza, altre cinque partecipano agli Stati Uniti. condivisione nucleare: Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi e Turchia. Altri sette partecipano al Support of Nuclear Operations With Conventional Air Tactics (SNOWCAT), fornendo assistenza nelle missioni nucleari attraverso il supporto aereo convenzionale: Repubblica Ceca, Danimarca, Grecia, Ungheria, Norvegia, Polonia e Romania. Tutti i 30 membri dell’alleanza, esclusa la Francia, fanno anche parte del gruppo di pianificazione nucleare, che discute questioni politiche. Il Consiglio del Nord Atlantico rimane l’autorità suprema della NATO e gli Stati membri mantengono il controllo sulle proprie forze nucleari”, ha scritto il Center for Arms Control and Non-Proliferation.

QUANTI TESTATE NUCLEARI IN EUROPA

«Gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO non rivelano cifre esatte per le scorte dispiegate in Europa. Nel 2021, si stima che ci siano 100 armi nucleari di proprietà degli Stati Uniti immagazzinate in cinque stati membri della NATO in sei basi: Kleine Brogel in Belgio, base aerea di Büchel in Germania, basi aeree di Aviano e Ghedi in Italia, base aerea di Volkel nei Paesi Bassi , e Incirlik in Turchia”, secondo il Center for Arms Control and Non-Proliferation che ha citato la Federation of American Scientists. Ma il documento riservato della NATO che abbiamo riportato sopra mostra che sono quasi 150.

Armi nucleari statunitensi in Europa

Le armi non sono armate o schierate su aeromobili; sono invece conservati nei caveau sotterranei della WS3 nelle basi aeree nazionali e i codici Permissive Action Link (PAL) utilizzati per armarli rimangono nelle mani degli americani. Per essere utilizzate, le bombe sarebbero state caricate su caccia designati dalla NATO a doppia capacità. Ogni paese è in procinto di modernizzare i suoi caccia con capacità nucleare per l’F-35A, l’F-18 Super Hornet o l’Eurofighter Typhoon.

Il numero totale di armi nucleari basate in Europa ha raggiunto un picco storico di 7.300 durante l’apice delle tensioni della Guerra Fredda nel 1971. La riduzione del 98% alle scorte odierne riflette la fine delle ostilità della Guerra Fredda e lo spostamento delle priorità della difesa americana. Le armi sono un simbolo importante degli impegni di sicurezza di lunga data degli Stati Uniti nei confronti dell’Europa, ma sono state sollevate domande sul desiderio dei paesi europei di continuare a ospitare armi di distruzione di massa.

LOBBY ARMI 5 – PIANO DI GUERRA “NWO” A RUSSIA E CONTRO-INFORMAZIONE. Progetto CEPA con NATO-UE & Industrie Belliche

Le armi nucleari statunitensi in Europa sono costituite interamente da bombe a gravità B61-3 e -4 dispiegate da aerei a doppia capacità. Ora in fase di modernizzazione nell’ambito del Piano di estensione della vita B61-12 della NNSA, le testate aggiornate dovrebbero essere dispiegate entro il 2024 insieme ai programmi di modernizzazione dei veicoli di consegna delle nazioni ospitanti.

Questa variante B61-12 includerà un nuovo kit di coda per migliorare sia l’efficienza che la precisione. Consentirà anche una capacità di resa variabile, con una resa che va da 0,3 KT a 170 KT e consentirà un uso sia strategico che tattico.

GLI ALTRI PAESI NUCLEARI D’EUROPA

Anche altri due membri della NATO, Francia e Regno Unito, possiedono i propri arsenali nucleari. Hanno diverse centinaia di armi nucleari ciascuna, molto meno delle superpotenze nucleari. La Francia ha sia missili nucleari lanciati da sottomarini che missili da crociera nucleari lanciati da aeroplani; il Regno Unito ha solo armi nucleari lanciate da sottomarini. Entrambi i paesi hanno rivelato pubblicamente le dimensioni e la natura dei loro arsenali, ma nessuno dei due paesi è o è stato parte di accordi USA-Russia sul controllo degli armamenti.

Stati Uniti, Regno Unito e la Francia protegge gli altri alleati della NATO sotto i loro “ombrelli nucleari” in linea con l’impegno della NATO secondo cui un attacco a un qualsiasi alleato sarà visto come un attacco all’intera alleanza.

LOBBY ARMI – 4. Italia e UK nelle mani dei Fratelli Musulmani del Qatar: soci Rothschild e finanziatori di Jihadisti

LE ESERCITAZIONI ATOMICHE IN ITALIA NEL 2021

«Un articolo di NoGeoingegneria datato aprile 2022:  è stata la NATO a esercitarsi (in Italia) con atomiche “tattiche” (da 1 a 50 kilotoni), di cui oggi  accusa la Russia di voler usare: profetici, come fu profetico l’Event 201, con cui nell’ ottobre 2019 a New York,  il Johns Hopkins Center for Health Security, in collaborazione con il World Economic Forum e la Bill and Melinda Gates Foundation, i potenti simularono la risposta ad una”grave pandemia” che doveva ancora avvenire» ha scritto nei giorni scorsi il giornalista Maurizio Bondet (link a fondo pagina).

PROFETESSA DI PANDEMIA CON GATES, ORA A CAPO DELL’INTELLIGENCE USA. L’ex CIA Avril Haines confermata Direttore Nazionale da Biden e Senato

Dal 18 al 24 ottobre 2021  si era svolta Steadfast Noon 2021: vi hanno preso parte numerosi cacciabombardieri e aerei radar e tanker. L’esercitazione si è svolta sull’Europa meridionale e ha coinvolto aerei e personale di 14 paesi della NATO.I war games hanno simulato le operazioni di mobilitazione aerea e rifornimento armi in vista di una guerra nucleare.

Le due principali basi operative di Steadfast Noon sono Aviano (Pordenone) e Ghedi (Brescia) dove sono ospitate le testate nucleari tattiche B-61 aggiornate e potenziate per poter essere utilizzate dai nuovi cacciabombardieri F-35 “Lighting II” acquistati da diversi paesi NATO ed extra-NATO.

LOBBY ARMI – 7. ASSE NATO-GATES A TORINO. Tecnologie Militari IA nell’Intrigo Politico PD-FI-Lega-FdI tra Leonardo, Microsoft & Alleanza Atlantica

TESTATE ATOMICHE NEL MONDO

«Sia la Russia che gli Stati Uniti hanno migliaia di armi nucleari, la maggior parte delle quali sono cinque o più volte più potenti delle bombe atomiche che hanno raso al suolo Hiroshima e Nagasaki nel 1945. Queste includono circa 1.600 armi in standby su ciascun lato che sono in grado di colpire bersagli in tutto il mondo» secondo un articolo di Laura Hood per The Conversation (Rigore accademico, estro giornalistico).

Questi numeri sono vicini ai limiti consentiti dal Nuovo Trattato di riduzione delle armi strategiche del 2011, spesso chiamato “Nuovo START”, che è l’unico trattato sul controllo degli armamenti nucleari attualmente attivo tra Russia e Stati Uniti. I loro arsenali includono missili balistici intercontinentali, meglio conosciuti come missili balistici intercontinentali, missili balistici lanciati da sottomarini, nonché missili lanciati da aerei specializzati. Molti di questi missili possono essere equipaggiati con più testate nucleari che possono colpire indipendentemente posizioni diverse.

Le basi americane e russe per il lancio di armi atomiche

Per garantire che i paesi seguano i limiti su testate e missili, il trattato include metodi per entrambe le parti per monitorare e verificare la conformità. Entro il 2018, sia la Russia che gli Stati Uniti avevano adempiuto ai propri obblighi ai sensi del Nuovo START e all’inizio del 2021 il trattato è stato prorogato per altri cinque anni.

“Gli arsenali nucleari di entrambe le nazioni includono anche centinaia di armi nucleari a corto raggio, che non sono coperte da alcun trattato. Attualmente la Russia ne ha quasi 2.000, circa 10 volte più degli Stati Uniti, secondo le stime non governative più citate» scrive Laura Hood.

Le testate atomiche di ogni paese (nel conteggio di quelle USA sono comprese quelle nelle basi Nato in Europa)

L’arsenale nucleare cinese è attualmente di dimensioni simili a quelle del Regno Unito. e arsenali francesi. Ma sta crescendo rapidamente e alcuni Stati Uniti i funzionari temono che la Cina stia cercando la parità con gli Stati Uniti. Cina, Francia e Regno Unito non sono soggetti ad alcun trattato sul controllo degli armamenti.

India, Pakistan e Israele hanno dozzine di armi nucleari ciascuno. Nessuno di loro ha firmato il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, in cui i firmatari si impegnano a limitare la proprietà di armi nucleari ai cinque membri permanenti delle Nazioni Unite. Consiglio di sicurezza, ognuno dei quali possedeva armi nucleari prima che fosse firmato.

Syria Again under Fire! Another alleged attack by Israel which opened New Secret Nuclear Factory

La Corea del Nord, che possiede anche dozzine di armi nucleari, ha firmato quel trattato nel 1985 ma si è ritirato nel 2003. La Corea del Nord ha ripetutamente testato armi nucleari e missili per trasportarle.

L’ICBM RUSSO SARMAT È PRONTO

Il missile balistico intercontinentale Sarmat trasporta testate di manovra, ha detto a TASS il CEO del JSC Makeyev Design Bureau (un affiliato di Roscosmos) Vladimir Degtyar.

Un missile balistico intercontinentale (ICBM) è un missile balistico con una portata maggiore di 5.500 chilometri (3.400 mi), progettato principalmente per il lancio di armi nucleari (consegnando una o più testate termonucleari). Anche armi convenzionali, chimiche e biologiche possono essere consegnate con efficacia variabile, ma non sono mai state schierate su missili balistici intercontinentali.

La maggior parte dei design moderni supporta più veicoli di rientro a bersaglio indipendente (MIRV), consentendo a un singolo missile di trasportare diverse testate, ognuna delle quali può colpire un bersaglio diverso. Russia, Stati Uniti, Cina, Francia, India, Regno Unito e Corea del Nord sono gli unici paesi noti per avere missili balistici intercontinentali operativi.

Il nuovo missile balistico intercontinentale russo Sarmat (ICBM)

“Il Sarmat è equipaggiato con le testate di manovra più avanzate”, ha detto Degtyar. Il missile è unico in termini di velocità insuperabile, portata da record, massima precisione e completa invulnerabilità mentre penetra nei sistemi di difesa antimissilistica.

Degtyar ha detto che il missile balistico intercontinentale Sarmat sarebbe in grado di lasciare il silos in qualsiasi condizione. “Secondo le sue caratteristiche attuali, il missile lascerà il suo silo in qualsiasi condizione e svolgerà il suo compito con una certezza del 100 percento. Questo è il suo margine di affidabilità”, ha affermato Degtyar.

A giugno, ha detto alla TASS che il silo per il Sarmat era una complessa struttura ingegneristica che garantiva la sicurezza del missile contro gli attacchi con armi convenzionali ad alta precisione e nucleari.

UCRAINA: NUOVE REPUBBLICHE RUSSE DA ORA PROTETTE DALLE ARMI NUCLEARI. Plebiscito per Mosca, Italia In Pericolo

Degtyar ha descritto il Sarmat come il “risultato coronato” nella tecnologia missilistica che il centro Makeyev ha realizzato in collaborazione con un gruppo di imprese subordinate. Secondo Degtyar, questo nuovissimo sistema missilistico garantirà in modo affidabile la sicurezza della Russia dalle minacce esterne per i prossimi 40-50 anni.

“Nelle condizioni geopolitiche avverse di oggi, è il nostro scudo inespugnabile, il principale fattore di deterrenza nucleare e una garanzia di pace”, ha aggiunto. Degtyar ha ricordato che il Sarmat avrebbe sostituito il sistema Voyevoda, creato in epoca sovietica.

PUTIN CELEBRA LA VITTORIA. “Guerra in Ucraina contro Nazisti e Piani NATO”. Incubo Nucleare per NWO e Italia

Il nuovo missile, ha sottolineato, non è un analogo, ma un missile balistico intercontinentale di nuova generazione con caratteristiche prestazionali colossali. “Ecco perché è già stato soprannominato un ‘miracolo ingegneristico’ e il ‘successo di coronamento nella tecnologia missilistica'”, ha detto Degtyar.

LE CARATTERISTICHE DI SARMAT

Il missile balistico intercontinentale Sarmat è stato sviluppato presso il JSC Makeyev Design Bureau e prodotto nello stabilimento di Krasmash (entrambi sono affiliati a Roscosmos).

Secondo gli esperti, l’ICBM RS-28 Sarmat è in grado di fornire un MIRV fino a 10 tonnellate in qualsiasi punto del globo. Il suo primo lancio è stato dal cosmodromo di Plesetsk nella regione di Arkhangelsk il 20 aprile. Il test ha avuto successo. Le caratteristiche progettuali sono state confermate in tutte le fasi della traiettoria di volo del razzo.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram

CENTER FOR ARMS CONTROL AND NON-PROLIFERATION

DEMORGEN

MAURIZIO BLONDET – ESERCITAZIONI NUCLEARI IN ITALIA

THE CONVERSATION

TASS

GREATGAMEINDIA

GRAVI INDIZI DI ATTENTATI NATO-KIEV. Piano di Sabotaggio UK al Ponte di Kerch. Arresti in Russia. Misteriosa Falla in Oleodotto. Drone Killer Trovato accanto al Nord Stream

STRATEGIA DEL TERRORE GLOBALE DA 007 NATO & “14 EYES”. Pandemia da Laboratorio, Crisi Gas, Attentati di Kiev per la III Guerra Mondiale

NOBEL PER LA PACE ALL’ONG DI KIEV CREATA DA SOROS & USA PER IL GOLPE IN UCRAINA. Finanziata pure dalla Commissione UE che Arma Zelensky

IN MANO A GATES PURE LA TECNOLOGIA MILITARE “IA” ITALIANA. Accordo Leonardo-Microsoft e Intrighi DEM tra Intelligence e Pandemia

“Ukrainian Secret Service behind Terror Attack to Crimean Bridge” Putin and NYT Blame Kiev’s Intelligence

(Visited 371 times, 31 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.