siteId=76639&formatId=24">

“PIU’ ARMI A KIEV”. NATO ORDINA, IL PARLAMENTO ITALIANO ESEGUE! In Festa i Signori della Guerra Amici del Ministro Crosetto

“PIU’ ARMI A KIEV”. NATO ORDINA, IL PARLAMENTO ITALIANO ESEGUE! In Festa i Signori della Guerra Amici del Ministro Crosetto

35.998 Views

Nell’immagine di copertina una foto di repertorio di Guido Crosetto in un poligono di tiro

di Carlo Domenico Cristofori 

“Era già tutto previsto/anche l’uomo che sceglievi/il sorriso che gli fai/mentre ti sta portando via…” Per cercare di sdrammatizzare l’ennesimo inciucio militare dei politicanti e  governanti della Repubblica Italiana mi affido a una celebre canzone di Riccardo Cocciante.

Essa è utile a descrivere la storia politica della premier Giorgia Meloni con il suo mentore Guido Crosetto che l’ha strappata dalle “grinfie” del trumpismo antiNATO per riportarla sul retto itinerario tracciato da Jens Stoltenberg e Joseph Biden, entrambi propaggini semi-intelligenti di Bill Gates e George Soros, i nomi pronunciabili del Nuovo Ordine Mondiale.

RINCARI CARBURANTI PER LE GUERRE NAZI-FASCISTE. Per Armare l’Ucraina Meloni ripristina l’Accise del Duce sull’Etiopia

Sta accadendo quanto aveva già previsto il direttore di Gospa News nell’articolo sulla nomina di Crosetto a Ministro della Difesa, perpetrata dal binomio Meloni-Mattarella nonostante il suo vergognoso conflitto d’interessi con la Confindustria delle Armi (che fa più fine chiamare dell’Aerospazio) di cui è stato presidente dal lontano 2014 prima di annunciare le dimissioni per il nuovo ruolo governativo.

Stasera il Consiglio dei Ministri ha infatti prorogato il Decreto per la proroga dell’invio delle armi al governo di Kiev. In adempimento a una mozione varata soltanto ieri dalla Camera dei Deputati.

LEOPARD NATO ALL’UCRAINA PER UN’ESCALATION. “Solo veri Esperti sanno Gestirne la Potenza”. Analisi dell’ex Carrista dell’Esercito Italiano

I dilettanti servili alle Lobby delle Big Pharma e dei Signori della Guerra hanno lasciato le poltrone ai professionisti del NWO che sanno trasformare in bombe ogni esportazione di democrazia e libertà ne i paesi funestati da guerre civili da loro stessi innescate. Come quella del Donbass in Ucraina dopo il golpe del 2014 a Kiev finanziato da Soros e da alcune ambasciate di paesi NATO. 

Per fare il resoconto ci affidiamo a Nova News, il sito d’informazione creato dall’agenzia omonima durante la pandemia per promuovere la campagna vaccinale antiCovid in partnership col governo italiano.

Lo sponsor del giornale online, infatti, è l’industria bellica italiana Leonardo, controllata dallo Stato e di cui Crosetto è stato advisor fino all’assunzione del suo incarico governativo.

“AFFARI DI FAMIGLIA” SULLE ARMI DI LEONARDO: GIORGETTI SI DIMETTA! Suo Fratello Manager degli Elicotteri. Lui assunse figlio di Tangentista della Multinazionale

Pertanto siamo certi di riferire ciò che meglio rispecchia il pensiero dei costruttori di carri armati e missili che già stanno stappando Champagne in bottiglie Nabucodonosor da 15 litri (così denominate in memoria del guerrafondaio re babilonese) dopo il pronunciamento del Parlamento (Camera dei Deputati) a favore di nuove forniture di armi all’Ucraina, come richiesto dall’Alleanza Atlantica.

Ma cominciamo dall’ANSA…

«Vladimir Putin vuole usare l’inverno come arma e dobbiamo prepararci a nuovi attacchi, ecco perché abbiamo dato all’Ucraina sistemi di difesa aerea addizionali e mi aspetto che il messaggio qui a Bucarest da parte dei ministri degli Esteri sarà non solo quello di aumentare le forniture di questi sistemi ma anche delle parti di ricambio e delle operazioni di addestramento». Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg a Bucarest, alla vigilia della ministeriale esteri».

LOBBY ARMI – 7. ASSE NATO-GATES A TORINO. Tecnologie Militari IA nell’Intrigo Politico PD-FI-Lega-FdI tra Leonardo, Microsoft & Alleanza Atlantica

E proseguiamo con Nova News…

«I ministri degli Esteri della Nato hanno chiarito che il continuo sostegno militare all’Ucrainaè essenziale, in particolare nella fornitura di in ulteriori difese aeree. Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, nel corso di una conferenza stampa in occasione della riunione dei ministri degli Esteri della Nato di Bucarest. “Accolgo con favore i nuovi impegni assunti dagli alleati che anche annunciato ulteriori contributi al Pacchetto di assistenza globale della Nato, fornendo all’Ucraina aiuti non letali, tra cui carburante e generatori”, ha detto».

STOLTENBERG: BURATTINO NATO DI GATES-NWO IN PANDEMIA E GUERRA UCRAINA. Vaccini GAVI & Affari NORGES BANK su Bombe RHM nello Yemen

 

La risposta della maggioranza parlamentare guidata da Meloni & Crosetto, entrambi ben invischiati coi think tank americani controllati dai Rockefeller (che già aiutarono Adolf Hitler a costruire le rotaie per i treni diretti al campo di concentramento di Auschwitz), non si è fatta attendere.

Dai progetti di decreti a singhiozzo per la fornitura di armi a Kiev con atti secretati del Governo Draghi si è passati alla pianificazione di un incremento in percentuale sul PIL.

MELONI E CROSETTO NELLA CORTE DEI ROCKEFELLER. Lei nell’Aspen, lui nello IAI: partner di Think-Tank USA Covo di Lobby Armi & Big Pharma

D’altronde il gigante di Fratelli d’Italia che da 8 anni si occupa solo di strategie di incremento dell’industria bellica, anche attraverso le partnership di Leonardo negli USA con esponenti del Pentagono (l’ex  sottosegretario William J. ‘Bill’ Lynn III è nel management della spa aerospaziale italiana) sa benissimo che missili, batterie anti-aereo, e blindati costano cari…

«Via libera da parte dell’Aula della Camera alla mozione unitaria del centrodestra concernente iniziative in relazione al conflitto tra Russia e Ucraina. La votazione è avvenuta per parti separate» annuncia con toni festanti Nova News che piglia bei soldoni di pubblicità da Leonardo.

MATTARELLA CONTRO LA “SCIAGURATA GUERRA” ARMATA ANCHE DA LUI. Il Presidente Invoca “Pace” ma Legittima Aiuti Militari Incostituzionali Firmando per le Armi Italiane a Kiev

«Il governo aveva espresso parere favorevole. Il testo impegna il governo, tra l’altro, “a sostenere le iniziative normative necessarie a prorogare fino al 31 dicembre 2023 l’autorizzazione, previo atto di indirizzo delle Camere, alla cessione di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari alle autorità governative dell’Ucraina nei termini e con le modalità stabilite dall’articolo 2-bis del decreto legge 25 febbraio 2022, numero 14”».

Ma non solo… Il governo si impegna «“ad assumere tutte le iniziative necessarie per conseguire l’obiettivo di una spesa per la difesa pari al 2 per cento del Prodotto interno lordo entro il 2028, anche promuovendo, nel quadro della riforma del Patto di stabilità e crescita, l’esclusione delle spese per gli investimenti nel settore della difesa dal computo dei vincoli di bilancio e a incrementare le risorse umane e finanziarie destinate alla politica estera, quale strumento fondamentale per tutelare l’interesse nazionale”».

SPESE MILITARI FOLLI IN ITALIA ANCHE A CAMERE SCIOLTE PER LA GUERRA IN UCRAINA. Quinto Decreto Guerini per Armi a Zelensky e Piano da 12,5 miliardi di euro

 

Lo aveva anticipato AvantiLive riportando l’incremento di costi: «Le spese in armi nel 2028 dovrebbero essere quantificabili a 104 milioni di euro al giorno. Quasi 40 miliardi l’anno. Che con un Pil in netta caduta libera dovrebbero arrivare a rappresentare più del 2% di quanto promesso».

E menzionando il dogma del Ministro della Difesa: «“la pace non è mai gratis, è inutile pensarlo”, come se la spesa affrontata sino ad ora ci avesse portato in guerra. La giustificazione di Crosetto rasenta l’idiozia e, improvvisandosi a generale fulminato, tra le righe dice che il miglior modo per ottenere la pace è tramite il coltello».

UCRAINA: NUOVE REPUBBLICHE RUSSE DA ORA PROTETTE DALLE ARMI NUCLEARI. Plebiscito per Mosca, Italia In Pericolo

Non c’è spazio per una vera e concreta trattativa di pace come ipotizzato dalla mozione del Movimento 5 Stelle, bocciata dal Parlamento, con cui  si voleva “promuovere il rilancio delle Nazioni Unite come strumento internazionale per assicurare la coesistenza pacifica”.

La pace si farà solo alle condizioni, ovviamente inaccettabili per la Russia, del presidente ucraino Volodymyr Zelensky che rivuole indietro non solo le 4 repubbliche annesse quest’estate da Mosca nella sua Federazione ma persino la Crimea che ormai, dopo il plebiscito del 2014, si considera russa a tutti gli effetti.

Il testo della mozione di centrodestra impegna infatti il Governo “a promuovere e sostenere, di intesa con i partners Nato ed europei, tutte le iniziative diplomatiche volte a creare le condizioni per un negoziato di pace, una pace giusta e sostenibile, fondata sul rispetto delle norme di diritto internazionale, della sovranità e dell’integrità territoriale e del principio di autodeterminazione dei popoli”.

Forse i parlamentari di Fratelli d’Italia e i loro complici si sono scordati che l’operazione militare speciale avviata il 24 febbraio 2022 dal presidente russo Vladimir Putin si è resa necessaria per “de-militarizzare” e “de-nazificare” un esercito di Kiev realmente filo-nazista, addestrato dalla CIA e armato dai paesi NATO.

STRATEGIA DEL TERRORE GLOBALE DA 007 NATO & “14 EYES”. Pandemia da Laboratorio, Crisi Gas, Attentati di Kiev per la III Guerra Mondiale

Nel 2020, due anni prima dell’invasione dei carri armati russi in Ucraina, era infatti già stata prevista la militarizzazione dell’Europa dell’Est, ai confini con i territori di Mosca, nel piano del think tank CEPA di Washington, progettato dai vertici militari dell’Alleanza Atlantica e dell’UE. Ma finanziato da chi?

Dalla Lobby delle Armi degli amici dell’attuale ministro della Difesa Guido Crosetto.

L’anello si chiude. Perfettamente. Intorno al collo della popolazione ucraina destinata a diventare “martire”del Terzo Millennio per una causa politica internazionale.

Come lo furono gli Ebrei nella Shoah per la nascita dello Stato di Israele, pianificata dai massoni-sionisti del Nuovo Ordine Mondiale che allegramente speculano anche sulle Big Pharma dei vaccini antiCovid. 

Carlo Domenico Cristofori
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


FONTI

GOSPA NEWS – INCHIESTE LOBBY ARMI

GOSPA NEWS – DOSSIER UCRAINA

CROSETTO, MINISTRO PER LE GUERRE DI NATO & GATES. Dalla Lobby delle Armi Private ai Prossimi Missili di Stato per Kiev

LOBBY ARMI 5 – PIANO DI GUERRA “NWO” A RUSSIA E CONTRO-INFORMAZIONE. Progetto CEPA con NATO-UE & Industrie Belliche

LOBBY SIONISTE – 1. Fink (BlackRock) & Singer (Elliott) con Soros & Gates nelle Big Pharma antiCovid (Gilead e GSK)

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 2. Obama, Soros, 007 MI6 & Kyiv Security Forum

(Visited 334 times, 25 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

Un pensiero su ““PIU’ ARMI A KIEV”. NATO ORDINA, IL PARLAMENTO ITALIANO ESEGUE! In Festa i Signori della Guerra Amici del Ministro Crosetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *