GRATTERI COME FALCONE, GIORGIANNI COME KENNEDY. Chi tocca Mafia, Massoneria e Big Pharma finisce sotto Tiro Mainstream

GRATTERI COME FALCONE, GIORGIANNI COME KENNEDY. Chi tocca Mafia, Massoneria e Big Pharma finisce sotto Tiro Mainstream
5.436 Views

di Fabio Giuseppe carlo Carisio

L’Italia non è una Repubblica fondata solo sul lavoro ma anche sul patto segreto che OSS (ex CIA) e Cosa Nostra fecero nel 1943 in Sicilia per favorire lo sbarco degli Alleati in Sicilia. Ciò servì a liberare l’Italia dall’occupazione nazista ma anche a ripristinare l’egemonia che la massoneria anglosassone si era conquistata con la Spedizione dei Mille supportata dai picciotti mafiosi. Questa è storia. Una storia che la cultura scolastica massonica non ti fa studiare ma che prima o poi scopri se, come chi scrive, ti sei appassionato di storiografia all’università.

GARIBALDI E I MILLE. Mercenari dei Massoni Britannici e complici della Mafia armati contro la Chiesa

Dunque, nel 2021 come nel 1992, chi tocca la triade mafia, politica e massoneria – su cui vigila il Deep State dei servizi segreti militari fin dai tempi di Gladio ma ora saldamente pilotato dalla Lobby delle armi e delle Big Pharma controllate soprattutto da Bill Gates – finisce sotto il fuoco incrociato dei media di mainstream.

Ecco quindi che il coraggioso e pugnace pm anti-Ndragheta Nicola Gratteri, Procuratore di Catanzaro, (dalle cui inchieste sono scaturiti vari maxi-processi) si ritrova perseguitato come accadde a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, isolati da media, politica e magistratura prima di essere lasciati in balia degli stagisti di Cosa Nostra.

WUHAN-GATES – 32. BILL III: IMPERATORE DI VACCINI nel Cartello Big Pharma

Fu l’ex Procuratore Nazionale Pietro Grasso, prima di addormentarsi su una poltrona da senatore LEU, a svelare durante un’audizione della Commissione Bicamerale Antimafia l’importanza della cosiddetta “informativa Caronte” dei Carabinieri del Ros di Palermo, incentrata sui rapporti tra mafia, imprenditoria, politica e massoneria e ritenuta uno dei probabili moventi delle stragi di Capaci e Via d’Amelio in cui furono barbaramente uccisi Falcone e Borsellino insieme agli uomini della loro scorta.

Quell’indagine, che pareva destinata a scrivere nuovi capitoli della Tangentopoli di Palermo (in cui finì sotto processo persino l’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, assolto per la modica quantità del finanziamento illecito), fu poi ereditata da altri magistrati che ne chiesero l’archiviazione decretata dal Gip pochi giorni dopo la morte di Borsellino.

 

L’ATTACCO CONTRO GRATTERI PER DIFENDERE IL MASSONE ARRESTATO

Oggi il pm Gratteri ha nuovamente scoperchiato il calderone della tregenda di tali relazioni criminali focalizzandosi sulla ‘Ndrangheta, divenuta ormai la più importante organizzazione malavitosa d’ Italia ed una delle più potenti del mondo, secondo i dossier DIA (Direzione Investigativa Antimafia), capace di infiltrarsi nelle imprese del Nord Italia,  di condizionare persino il narcotraffico latino-americano e pilotare alcune elezioni regionali in Canada, dove ancora non esiste il reato di voto di scambio mafioso.

“MAFIA-APPALTI-POTERI OCCULTI: FALCONE E BORSELLINO UCCISI PER L’INFORMATIVA CARONTE”

Ma la sua inchiesta Rinascita Scott in cui fu arrestato un esimio avvocato insieme a ufficiali delle forze dell’ordine per mesi è stata denigrata dal quotidiano Il Riformista. In tale indagine nel dicembre 2019 furono arrestate 334 persone (e quasi tutte sono ora sotto processo) tra esponenti della ‘Ndrangheta e politici come l’avvocato ed ex parlamentare Giancarlo Pittelli, intercettato mentre sosteneva che «Il rito scozzese ti apre le strade e le autostrade mondiali» in riferimento al Rito Scozzese Antico Accettato della Massoneria, che culmina nel Supremo Consiglio, tra cui quello di Palermo dove sarebbe stato iscritto anche Nino Salvo, fatto arrestare per gli affari di Cosa Nostra dal compianto giudice Giovanni Falcone.

‘NDRANGHETA & MAFIA: I POLITICI ARRESTATI-PROCESSATI sull’“autostrada” dei massoni…

Il Riformista (di proprietà dell’imprenditore Alfredo Romeo arrestato nel 2017 e oggi sotto processo per presunte tangenti nell’ambito della sanità e del maxi-appalto Consip) ha ripetutamente preso le difese dell’avvocato Pittelli, tenuto a lungo in carcere in Sardegna ed oggi a processo per l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, attaccando Gratteri. Ma solo nei giorni scorsi i giornali di mainstream si sono accorti, con sospetto ritardo, che è stato l’autore della prefazione del libro Strage di Stato pubblicato a dicembre. Perchè?

Semplice: perché si era nell’imminenza di una conferenza in diretta Facebook fissata per sabato 27 marzo tra Giorgianni e Gratteri sul tema “Covid-19: emergenza democratica e mafiosa?”. In qualche modo il mefitico polverone ha ottenuto un temporaneo parziale effetto poiché Giorgianni, onde evitare di coinvolgere Gratteri in polemiche pretestuose, ha preferito che rinunciasse alla partecipazione

Quel quotidiano è talmente infoiato contro il Procuratore di Catanzaro da invocare un procedimento disciplinare del CSM per il solo fatto che ha scritto la prefazione al libro del collega magistrato Angelo Giorgianni “Strage di Stato” in cui si evidenziano le lacune nella gestione dell’emergenza pandemia e terapie ignorate dal Ministero della Salute già denunciate in decine di inchieste di Gospa News ancora prima della pubblicazione del dossier-inchiesta redatto anche dal medico legale napoletano Pasquale Bacco.

NWO CONTRO L’ITALIA – 4. MINISTRO CON LICENZA DI UCCIDERE! Paracetamolo invece di Cortisone. Ora vaccino AstraZeneca agli anziani dopo l’allarme EudraVigilance

A invocare un’azione del Consiglio Superiore della Magistratura, volta ad evitare la candidatura di Gratteri alla Procura di Milano, nel cui territorio la ‘Ndrangheta ha sviluppato affari clamorosi con i mafiosi finanziari dei colletti-bianchi, è uno degli avvocati militanti di sinistra, Guido Neppi Modona. Lo stesso che, in un articolo pubblicato in prima pagina sul Riformista di oggi (sabato 3 aprile 2021) vorrebbe che nessun delinquente fosse più messo in cella per evitare rischi di contagi Covid in carcere.

La prima pagina de Il Riformista del 3 aprile 2021 con l’editoriale di Guido Neppi Modona

 

LA PERSECUZIONE DI GIORGIANNI PER LA DENUNCIA ALL’AJA

Il giudice della Corte d’Appello di Messina Angelo Giorgianni, fondatore dell’associazione L’Eretico con l’esimio virologo Giulio Tarro, e Segretario Generale dell’Organizzazione Mondiale per la Vita (OMV) con referenti in 15 paesi stranieri, invece, si ritrova accusato di essere un complottista come Robert F. Kennedy Jr (figlio dell’omonimo procuratore generale e nipote del presidente JFK entrambi assassinati all’ombra del Deep State).

Kennedy alcuni anni fa fece qualcosa di straordinario intraprendendo una causa contro il Dipartimento della Salute degli Usa perché quest’ultimo si rifiutava di ammettere che non venivano eseguiti i controlli di farmacovigilanza sui vaccini imposti dalle leggi americane.

WUHAN-GATES 21. “PANDEMIA PIANIFICATA DA DECENNI”. Kennedy accusa Gates e Fauci. Il Complotto in 200 righe: sunto di 30 Inchieste. Papa: “Troppi interessi”

Il nipote di JFK riportò una storica e grandiosa vittoria costringendo il Dipartimento della Salute ad ammettere che un rapporto di controllo era stato fatto una sola volta in molti anni mentre la propaganda dei vaccini Big Pharma era un’attività ordinaria e intensa. Tutte queste esperienze nel campo del business dei vaccini lo hanno quindi indotto a parlare di “pandemia pianificata da decenni da Bill Gates”, con tanto di riferimenti circostanziati analoghi a quelli rilevati autonomamente da Gospa News nelle inchieste Wuhan-Gates, in relazione all’emergenza Covid-19. Non va infatti dimenticato che autorevoli virologi ed esperti d’intelligence ritengono il virus SARS-Cov-2 creato in laboratorio infettando un coronavirus dei vecchi ceppi SARS e MERS con l’agente patogeno di HIV/AIDS.

WUHAN-GATES 33 – SARS-2 DA LABORATORIO OCCULTATO DA 007 NWO. Come gli intrighi tra ISIS, Turchia, NATO e CIA

Oggi il magistrato Giorgianni ha compiuto un’azione altrettanto straordinaria denunciando al Tribunale de L’Aja Il governo italiano e quelli europei per crimini contro l’umanità configurati nelle torture psicologiche derivanti da lockdowns, imposti in virtù di contagi per lo più asintomatici da Covid-19 e rilevati con tamponi inaffidabili, per poter imporre i vaccini e il conseguente galattico business delle Big Pharma.

«Le misure di lockdown e tutte quelle connesse – se adottate per periodi di tempo prolungati e indefiniti, ben oltre la fase di emergenza sanitaria, in modo da rischiare di distorcere l’essenza stessa delle società (e questo è il caso) – sono un crimine contro l’umanità in quanto costituiscono reati di reclusione, tortura e sono atti che provocano grandi sofferenze alla salute mentale e fisica (art. 7 dello Statuto di Roma)» ha scritto il magistrato messinese, di origini calabresi, nel suo esposto al Procuratore della Corte Penale Internazionale (ICC in inglese) Sig.ra Fatou Bensouda.

LOCKDOWN: CRIMINI CONTRO L’UMANITA’. Denuncia di Giorgianni all’Aja

Ma invece di leggere le 37 pagine di denuncia (20 delle quali composte da citazioni di autorevoli fonti scientifiche) i quotidiani di mainstream hanno relegato in breve la notizia eclatante (riportata su centinaia di portali d’informazioni di tutto il mondo dall’Europa al Canada e agli Usa) e si sono concentrati su alcune frasi shock come l’affermazione che “i vaccini sono acqua di fogna”. Questa sentenza senza appello pronunciata su LA7 dal vesuviano dottor Bacco (e quindi non da Giorgianni) è stata inizialmente segnalata come riportata nel libro Strage di Stato.

Ma, in seguito alle diffide inviate dal magistrato, i media sono stati costretti a correggere il tiro citandola come “fuori” dalla pubblicazione. Non solo. Il Riformista ha pure attribuito al libro anche una frase dai toni antisemiti che non è mai stata scritta dagli autori, salvo poi cercando di nascondere lo sterco defecato da menti turbate sotto un tappeto di generiche accuse complottiste.

L’articolo pubblicato da Guy Boulianne in Canada

Sulla buccia di banana gettata da un giornale online di mainstream come l’Huffington Post è scivolato persino un illustre ex toga come Carlo Nordio, probabilmente a causa di una scarsa lucidità senile, che ha preferito lanciare gravose insinuazioni prima ancora di leggere il libro o la denuncia di Giorgianni per crimini contro l’umanità. Il suo intervento ha consentito di costruire un nuovo attacco delirante quanto infondato a Il Giornale: un tempo baluardo di libera informazione (quando ci scrivevo anch’io come corrispondente piemontese) ma oggi velina del sistema dopo il nuovo Patto del Nazareno tra il suo proprietario Silvio Berlusconi (pregiudicato per reati fiscali e prescritto per corruzioni) e il partito Democratico per il Governo Draghi delle larghe intese, soprattutto sul business dei vaccini antiCovid-19 ora obbligatori per il personale sanitario,

NWO CONTRO L’ITALIA – 6. La Ministra dei Vaccini Obbligatori (ai sanitari) ne impose 12 ai Bimbi da Giudice. All’ombra di Napolitano & Soros

“«Considerato che le tesi negazioniste e no vax sono stravaganti e ai limiti dell’antisociale, non è opportuno che un magistrato ne favorisca la diffusione in nessun modo. Neanche con scritti dove non affronta direttamente queste tesi», dice l’ex giudice Nordio all’Huffington Post. Sebbene, come sottolinea l’ex magistrato, la sua prefazione dia «un quadro di plausibilità» a libro che propugna teorie complottiste”. Lo ha ricopiato Il Giornale che non si è nemmeno preso il mal di pancia di chiedere lumi all’ex magistrato. Ma ne ha enfatizzato le dichiarazioni.

L’ex pm Carlo Nordio, già procuratore aggiunto della Procura di Venezia

«Per l’accesso in magistratura manca l’esame fondamentale: quello psichiatrico». Non le manda a dire l’ex magistrato Carlo Nordio, ex procuratore a riposo dal 2017. Nel mirino c’è sempre Nicola Gratteri, il coraggioso magistrato antimafia, e la sua sciagurata prefazione al libro negazionista Strage di Stato scritto da un collega magistrato, Angelo Giorgianni, e dal medico Pasquale Bacco» è l’incipit infelice di un articolo che travalica ogni limite del buonsenso inducendo chi lo ha letto asetticamente a chiedersi se lo stesso Nordio avrebbe mai superato quell’esame…

«Un magistrato in servizio alla corte d’Appello di Messina e, contestualmente, ha da pochi giorni inviato al Tribunale dell’Aia un esposto in cui denuncia il governo italiano per crimini contro l’umanità. Quantomeno singolare, non trova?» sottolinea Nordio che spura sentenze senza nemmeno aver letto il dettagliato resoconto della denuncia, stilata dal dottor Giorgianni, oggi giudice civile, ma in passato procuratore aggiunto a Messina (e prima pm a Reggio Calabria) che collaborò con il collega Agostino Cordova, procuratore di Palmi nella maxi-inchiesta sulla massoneria capace di violare la segretezza dei templi e delle logge degli incappucciati.

PANDEMIA COVID-19: OMS OCCULTA LA VERITA’. Ecco l’Email con cui l’agenzia di Tedros e Guerra “vietò” ai medici di parlare ai magistrati di Bergamo

“Ma che il Csm si debba occupare di Gratteri è chiaro. Soprattutto adesso che il pm antimafia è in corsa, per sua stessa ammissione, alla poltrona di capo della Procura di Milano che Francesco Greco lascerà vacante a novembre: «Certo, il Csm non ha competenza sulle idee sanitarie delle toghe», dice Nordio, che consiglia i suoi ex colleghi a fare «un bagno di umiltà» e «di leggere forse un libro di diritto in meno ma una tragedia di Shakespeare in più. Imparerebbero a capire le loro debolezze, e quelle degli altri” conclude sarcasticamente Il Giornale.

VACCINO SOSPESO IN CANADA E GERMANIA. AstraZeneca ammette i rischi Trombosi (Letali): cambia nome e bugiardino

L’ex magistrato Nordio denota invece di aver letto davvero poco sulla pandemia e di non aver nemmeno sentito l’eco dell’inchiesta giudiziaria avviata dalla Procura della Repubblica di Bergamo per i reati di falso ed epidemia colposa, in relazione al piano di emergenza mai aggiornato ed occultato dal governo (uno degli argomenti della denuncia di Giorgianni).

Ma l’ex toga parla come se non avesse mai sentito parlare della terapia con il cortisone ignorata per mesi dal Ministero della Salute che avrebbe potuto salvare migliaia di vite come una tempestiva cura con il plasma iper-immune  della ricerca scientifica cinese che attestava i rischi di immunopatologia polmonare dei vaccini prima ancora che entrassero in commercio. Ma quel che è peggio non sembra nemmeno curarsi dei vaccinati morti per le misteriose trombosi che Danimarca, Norvegia e Germania hanno ritenuto correlate con il vaccino AstraZeneca e il CDC Usa sospetta lo siano con quello Pfizer.

CORTISONE SCONFIGGE COVID-19: Ricerca di Oxford (pubblicata ora) conferma la Cura Italiana Ignorata da Ministro e OMS. Quanti Morti per Colpa loro?

«Ai negazionisti di queste macroscopiche evidenze piace chiamarci “complottisti” anche se preferiremmo essere definiti con il nostro vero nome: complotto-logi. Perché stiamo studiando e denunciando l’intrecciò di complotti di varie istituzioni nazionali e internazionali che ha reso devastante la pandemia soprattutto per l’allarme mediatico, sociale ed economico conseguente ai continui lockdowns privi di qualsivoglia reale motivazione scientifica e spesso disattendendo le indicazione delle Istituzioni sanitarie, preposte alla valutazione» spiegò il magistrato fondatore de L’Eretico» in un comunicato ufficiale dell’Organizzazione Mondiale per la Vita pubblicato su OMV News.

«Io credo che siamo gia nell’inverno più buio della scienza dal quale possiamo uscire solo se comincerà la primavera luminosa della verità. Noi siamo impegnati su questo fronte… e ciò evidentemente dà fastidio. Ma noi non ci lasceremo intimidire e andremo avanti con determinazione» chiosò Giorgianni; certo, come Kennedy jr, di condurre una battaglia nel nome della giustizia, della salute e della libertà.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

LINK ESPOSTO ORIGINALE OMV GIORGIANNI

IL GIORNALE – NORDIO ATTACCA GRATTERI E GIORGIANNI

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

“DAI VACCINI COVID RISCHI DI GRAVI DANNI POLMONARI”. Ricerca Shock su Nature: ignorata da Comunità Scientifica, Big Pharma e Media

 

 

 

 

 

(Visited 3.656 times, 559 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *