LOBBY DELL’ACQUA – 2. Meloni come Draghi. Commissario per Privatizzare un altro Bene Pubblico e Imporre un’altra Dittatura

LOBBY DELL’ACQUA – 2. Meloni come Draghi. Commissario per Privatizzare un altro Bene Pubblico e Imporre un’altra Dittatura

10.950 Views

Introduzione di Carlo Domenico Cristofori

AGGIORNAMENTO DEL 22 MARZO 2023

«Questo Governo pensa di risolvere la siccità con l’ennesima cabina di regia, ma non con un cambio di politiche energetiche e ambientali che sono le stesse da decenni responsabili del disastro climatico».

E’ questo l’attacco lanciato dal deputato di Alleanza Verdi Sinistra al governo non appena è stata resa nota la prima misura per affrontare l’emergenza idrica.

Un commissario straordinario per affrontare l’emergenza siccità, ma che resterà in carica “a tempo”, fino al 31 dicembre 2023, con «un incarico rinnovabile e con un perimetro molto circostanziato di competenze».

È questo il compromesso che ha permesso di superare l’impasse nel Governo durante la cabina di regia, presieduta ieri a Palazzo Chigi dal vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, presenti i ministri Francesco Lollobrigida (Agricoltura), Nello Musumeci (Politiche del mare e Protezione civile), Roberto Calderoli (Affari regionali), la viceministra dell’Ambiente e Sicurezza energetica, Vannia Gava (il ministro Gilberto Pichetto Fratin era in volo verso New York per la Conferenza Onu sull’acqua), e i sottosegretari alla presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano e Alessandro Morelli. Tutti accompagnati dai rispettivi tecnici.

Il risultato condiviso è una struttura decisionale a due punte: la cabina di regia «per accelerare e coordinare la pianificazione degli interventi infrastrutturali di medio e lungo periodo» e il commissario fino a fine anno, rinnovabile, per «agire sulle aree territoriali a rischio elevato» e «sbloccare interventi di breve periodo». Una nota di Palazzo Chigi li ha elencati: sfangamento e sghiaiamento degli invasi di raccolta delle acque, aumento della capacità degli invasi, gestione e utilizzo delle acque reflue, mediazione in caso di conflitti tra Regioni ed enti locali in materia idrica, ricognizione del fabbisogno idrico nazionale.

«Sono in corso le valutazioni tecniche per formalizzare la soluzione definitiva», avverte la stessa nota.

Anche da questo dipenderà l’approdo del “decreto acqua” al Consiglio dei ministri previsto per martedì 28 marzo. Ma non è solo questione di norme: c’è il nome del commissario da individuare. E ancora non c’è accordo sull’identikit: se sarà un tecnico o un politico. (fonte Il Sole 24 Ore)

ARTICOLO DEL 1° MARZO 2023

Pubblichiamo un interessante contributo sull’allarme siccità, segnalato da Gospa News in precedenti articoli che inseriamo all’interno di questo, scritto dal “Forum italiano dei movimenti per l’acqua” in una lettera aperta pubblicata sul sito Tuscia Web (link al fondo dell’articolo).

Da esso emerge senza ombra di dubbio che il Governo Meloni, pedissequo a quello i Draghi sull’acquisto dei vaccini Covid, inefficaci per i più fragili bisognosi e altamente pericolosi,  vaccini pericolosi e ancor più spregiudicato nell’investimento sulle armi all’Ucraina per il conflitto d’interessi del’ Ministro della Difesa Guido Crosetto, già presidente della Confindustria dei produttori di sistemi bellici, e del Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, che guida il Dicastero che controlla la multinazionale degli armamenti Leonardo in cui lavora come manager commerciale il fratello, sta portando avanti una strategia contro gli interessi del popolo italiano.

Infatti il 28 luglio 2022 alla Camera i partiti di Conte, Bersani, Letta, Renzi, Salvini, Berlusconi, hanno votato tutti assieme la privatizzazione dell’ACQUA (link al fondo dell’articolo).

COVID: VACCINATI, DANNEGGIATI & INGANNATI! Nessuna Inchiesta Parlamentare. Solo Studio ISS (tardivo) su GenoTossicità dei Sieri mRNA

Lo hanno fatto approvando il micidiale art. 8 del DDL CONCORRENZA, voluto a tutti i costi da Draghi, che impone ai comuni la svendita sul mercato di tutti i servizi pubblici (ma tutti ricordano solo le proteste di tassisti e concessionari delle spiagge).

Questo infatti denunciava solo poche giorni fa l’insospettabile Comune di Modena, con un suo ordine della giorno.

Il documento, dopo aver rilevato che, per la prima volta nella storia repubblicana, un disegno di legge per lo sviluppo della concorrenza prevedeva “l’apertura totale al mercato di tutti i servizi pubblici locali, senza alcuna distinzione”, ne prendeva in esame in particolare l’articolo 8 che “interviene direttamente sul ruolo dei Comuni e sulla gestione dei servizi pubblici locali, ponendo la materia nell’ambito della competenza esclusiva statale”.

IL PAGGETTO DEI ROTHSCHILD & LA SGUATTERA DEI ROCKEFELLER. Meloni contro Macron per Zelensky nel “privé” di Parigi

 

Ciò avvenne sebbene il Governo Draghi non avesse ottenuto la fiducia in Senato il 20 luglio 2022 e pertanto fosse consapevole di essere in scadenza in vista delle elezioni politiche anticipate fissate per il 25 settembre 2022 nelle quali vinse il Partito della Guerra di Giorgia Meloni, perfettamente asservita al Nuovo Ordine Mondiale guidato dalla dinastia Rockefeller che controlla i think-tank a cui la cortigiana NWO si iscrisse nel 2021.

«Nel corso del tavolo sulla crisi idrica riunione si è convenuto di affrontare la questione idrica a fronte della siccità in corso “istituendo a Palazzo Chigi una Cabina di regia tra tutti i ministeri interessati per definire un piano idrico straordinario nazionale d’intesa con le Regioni e gli Enti territoriali per individuare le priorità di intervento e la loro adeguata programmazione, anche utilizzando nuove tecnologie” e “avviando una campagna di sensibilizzazione sull’uso responsabile della risorsa idrica”. Lo comunica Palazzo Chigi»

E’ quanto riporta l’ANSA che aggiunge:

Il governo lavorerà “a un provvedimento normativo urgente che contenga le necessarie semplificazioni e deroghe e accelerando i lavori essenziali per fronteggiare la siccità” e individuerà “un Commissario straordinario con poteri esecutivi rispetto a quanto programmato dalla Cabina di regia”.


“Il governo chiarisca se intende portare a termine la privatizzazione dell’acqua”

Sembra  imminente la nomina di un commissario straordinario preposto alla gestione dell’acqua, come annunciato dal ministro dell’Ambiente e Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto che ha dichiarato: serve un ragionamento immediato che significherà anche razionamenti sulla distribuzione della risorsa.

La situazione di emergenza climatica, la siccità e il fenomeno della desertificazione (che già interessa il 20% del territorio italiano) saranno, quindi,  utilizzati per giustificare misure di razionamento dell’acqua, sospensioni programmate dell’erogazione, divieti e limitazioni all’utilizzo dell’acqua.

LOBBY DELL’ACQUA – 1. Dissalatori Indispensabili contro la Siccità ma “scordati” dal Governo

Non è bastato, quindi,  disapplicare il  Referendum del 2011, oggi ci troviamo anche di fronte ad una nuova restrizione di democrazia che sottrarrà ai territori anche il controllo della propria acqua,  sottoponendo i cittadini a centellinare questa risorsa vitale, pagata come oro ai vari gestori che, a fronte di lauti profitti e dividendi, hanno ridotto le reti a colabrodi. Mentre con ogni probabilità sarà impossible irrigare anche il piccolo orto di casa, fiumi di acqua si disperdono dalle condutture nel sottosuolo.

La stessa Relazione annuale Arera 2020, dichiara che in media il 43,7% dell’acqua viene dispersa dalle tubature. In Sicilia si sale al 49%, in Sardegna al 59% e in Molise e nel Lazio addirittura oltre il 60% . A  Latina e a Frosinonesiamo ad oltre il 70% da ciò che registrano i Comitati.

Ma poi l’obbiettivo di efficienza fissato da Arera stessa si limita al 25% delle perdite totali. E agli acquedotti meno virtuosi concede decenni per adeguarsi.

Se negli ultimi venti anni fossero statai effettuati gli investimenti necessari non  servirebbero fondi straordinari come quelli del Pnrr per la manutenzione delle reti e degli acquedotti (visto che sulla bolletta sono caricati anche quei costi) e tantomeno servirebbero grandi opere, a parte quella di capire che fine fanno i soldi quando escono dalle tasche dei cittadini.

Come movimento per l’acqua abbiamo denunciato come il “Recovery Plan” punti a realizzare una vera e propria “riforma” nel settore idrico fondata sull’allargamento del territorio di competenza di alcune grandi aziende multiservizio quotate in Borsa che gestiscono i fondamentali servizi pubblici a rete (acqua, rifiuti, luce e gas) la quale si sostanzierebbe in una vera e propria strategia di rilancio dei processi di privatizzazione.

SICCITA’, FIUME PO SENZ’ACQUA & GUERRA GAS: Tempesta Perfetta per Carestia, Fame e Razionamenti

A nostro avviso si tratta di mettere in campo un grande Piano nazionale per la ristrutturazione delle reti idriche, il quale andrebbe assunto come un tema fondamentale per il futuro della risorsa acqua e della stessa idea di sviluppo sociale del Paese.

Proponiamo un piano che nell’arco dei prossimi 5 anni costruisca investimenti pubblici nella seguente misura:

·      2 mld di euro per la ripubblicizzazione del servizio idrico, da utilizzare nel primo anno di intervento;
·      7,5 mld. di euro (cui aggiungere risorse provenienti dai soggetti gestori per circa ulteriori 2,5 mld) per la ristrutturazione delle reti idriche;
·      26 mld. di euro (di cui 50% provenienti dal Recovery Plan e il restante 50% da ulteriori fonti di entrata) per il riassetto idrogeologico e la messa in sicurezza del territorio.

La storia la conosciamo bene: cavalcare l’ennesima emergenza italiana è utile solo a dare campo libero e privo di regole, all’ennesimo Commissario-Superman con pieni poteri, libero da ogni vincolo normativo.

Ma, a parte razionare acqua ai cittadini, quale sarà il suo mandato?

Completare il lavoro iniziato dai precedenti governi per dare in mano ciò che resta del nostro servizio idrico ai fondi di investimento e alle multinazionali estere?

Ci spieghi cosa intende fare con la nostra acqua, questo governo. Se anche in questo caso intende seguire la  strada sin qui tracciata dai suoi predecessori o se intende voltare pagina.

ITALIA VERSO LA FAME PER SICCITA’ & CRISI. RUSSIA AUTONOMA SUL CIBO. Maledizioni di Mattarella e Sapienza di Putin

La crisi idrica che stiamo attraversando va affrontata con responsabilità rendendo partecipi delle scelte intraprese i cittadini e le comunità.

Attribuire all’acqua un valore di mercato come fosse una  qualsisasi merce farebbe inevitabilmente  lievitare i prezzi.

Se siamo coscienti che i cambiamenti climatici, la desertificazione, l’inquinamento delle fonti,  impatteranno sulla popolazione in modo discriminatorio, a maggior ragione dovremmo essere consapevoli che l’acqua deve stare fuori dalle dinamiche del profitto e della privatizzazione.

L’acqua è un bene universale da cui dipende la vita delle persone e del pianeta, che va salvaguardato e non buttato in pasto alla speculazione. Il governo chiarisca quale strada vuole intraprendere.

Forum italiano dei movimenti per l’acqua

CONTROPIANO – Il governo Draghi c’è ancora e privatizza l’acqua

TUSCIA WEB – “Il governo chiarisca se intende portare a termine la privatizzazione dell’acqua”

GIRANDOLE DA MILIONI DI DOLLARI TRA POLITICI, BIG PHARMA & LOBBY ARMI. Il Losco Sistema Occidentale in 30 Righe

LOBBY ARMI – 9. BANCA DI NORVEGIA: AFFARI DI GUERRA TRA STOLTENBERG, GATES, NATO & ITALIA. Oslo Lucrerà sui Carri Armati tedeschi in Ucraina

GUAI AI CRISTIANI CHE VOTANO I PARTITI DELLA GUERRA! Berlusconi Taccia o Lasci FI. De Mari faccia “Mea Culpa”

“BOOSTER COVID: EFFICACIA E SICUREZZA IGNOTE NEI FRAGILI”. Scheda AIFA Smentisce il Ministero sui Bimbi. Ma Occulta Rischi Aborti (Dati Shock Pfizer) e Tumori

ACCORDO GERMANIA-USA SUI CARRI ARMATI PER KIEV. Russia Promette di Distruggerli! Missione Suicida Italiana di Crosetto per la Lobby delle Armi

“AFFARI DI FAMIGLIA” SULLE ARMI DI LEONARDO: GIORGETTI SI DIMETTA! Suo Fratello Manager degli Elicotteri. Lui assunse figlio di Tangentista della Multinazionale

MELONI “RUBA” AI POVERI PER ARRICCHIRE LE BIG PHARMA: €650milioni in più di Vaccini coi Tagli al Reddito di Cittadinanza

(Visited 2.163 times, 1 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

14 pensieri su “LOBBY DELL’ACQUA – 2. Meloni come Draghi. Commissario per Privatizzare un altro Bene Pubblico e Imporre un’altra Dittatura

  1. Se non fosse che infondo all’anima penso ancora che la Meloni possa agire di astuzia per riuscire da dentro il male a portare fuori tutto il bene possibile, dovrei essere meno preoccupata. Il problema è che è da sola, sola senza Dio non avendo i sacramenti data la sua unione matrimoniale “semplificata” che lo attesta e sola senza l’appoggio degli italiani cioè noi che a quanto pare, siamo un gran popolo di sognatori e di artisti: poeti, pittori, scrittori, ecc..ecc..di noi si può dire di tutto tranne che siamo un popolo ribelle. L’unica parte d’Italia che avrebbe potuto insorgere sarebbero dovute essere le mamme e questo loro, cioè i gran figli del demonio, lo sapevano. Così per decenni hanno “impoverito” le mamme e cioè le hanno indotte ad un distaccamento parentale in modo che un domani non avessero reagito da leonesse. La prova ufficiale l’hanno fatta nel 2014 facendo sottoporre tutti i bambini fino alla maggior età all’obbligo vaccinale (decreto Renzi-Lorenzin) e il 95% delle mamme e cioè le ex leonesse, hanno abbassato la testa come pecorone e hanno regalato i loro figli al Dio del male…INCREDIBILE! INCREDIBILE!!!…incredibile…eppure…quindi: poveri noi! Abbiamo praticamente perso in partenza. Ma come sono riusciti ad impoverire ste mamme? Ricordo poco della rivoluzione del 68 ( naturalmente fu una delle prime rivoluzioni ora dette arancioni e lo si capisce bene che fu opera del Soros e compagnia cantante) perchè non ero ancora nata ma di quello che nei racconti ho sorbito che fu l’emancipazione della donna a farla da padrone…credo che inizò proprio lì il declino della donna-mamma-moglie, ovvero la mamma che lavora, che esce di casa 8 ore al giorno che si ritrova ad avere un bel gruzzoletto in più in tasca a fine mese e comincia così a sostituire Dio con mammona naturalmente cominciando dai propri figli e che per tutto questo abbandona alle istituzioni, alle tate, insomma un po’ qui e un po’ là. La mamma che lavora altro non può che essere la disgrazia di tutto quello che la famiglia oggi va incontro, divorzi compresi, me ne frego degli insulti che prenderò, MA E’ COSI’! PUNTO!. Ci sarebbe da scrivere 10 libri solo per questo argomento. La signora in questione e cioè sua maestà la Meloni, nel suo programma elettorale ha sempre parlato di dare servizi di baby-parking alle famiglie, che è l’ultima cosa di cui ha bisogno una famiglia. Parliamo invece di raddoppiare le paghe ai mariti oppure di dare uno stipendio da casalinga alle donne che stanno a casa ad accudire il marito, i filgi, i genitori, e nel tempo libero fare cose benefiche, tipo aiutare alle mense dei poveri o tanti altri begli aiuti che si possono dare al prossimo….ed ultimo ma non per importanza: PREGARE, RINGRAZIARE DIO E AMARLO assieme ai filgi, al marito, agli amici al mondo intero…Dio sia benedetto, se l’Italia non verrà rasa al suolo è perchè c’è ancora un piccolo resto cristiano che ancora prega, adora e ama Dio! Mi scuso per la mia riflessione poco attinente all’articolo sopra, ma per quanto riguarda la Romagna, la mia regione, la siccità non sembra proprio esservi dato che la diga di Ridracoli alcune settimane fa ha traciamto e sui monti ancora abbiamo nevi, il problema è che sono acque infestate dai veleni della geoingegneria aerea e molto probabilmente essendovi acqua nelle nostre terre, sicuramente provvederanno a prosciugare con i sistemi H.A.A.R.P. e altre diavolerie del genere. Che dio li possa fulminare tutti quanti di una conversione lampo e perenne! O Dio vieni a salvarci….

    1. Il sistema HAARP non è più utilizzato dal Pentagono da almeno 10 anni. E’ a disposizione di privati che per usarlo devono spendere molti milioni di dollari. La Meloni ha aderito consapevolmente al complotto maligno. Basta vedere il suo sorriso gioioso quando abbraccia il nazista Zelensky.

      https://www.gospanews.net/2023/02/11/il-paggetto-dei-rothschild-la-sguattera-dei-rockefeller-meloni-contro-macron-per-zelensky-nel-prive-di-parigi/

  2. “Il sistema HAARP non è più utilizzato dal Pentagono da almeno 10 anni….” esatto, ma secondo voi di G.N., chi potrebbe permettersi di avere codesto sistema? Facciamo ricerche su HAARP, vediamo a chi appartengono ora, scommettiamo fra Vangard, State Street o Blackrock, voi chi dite che finanzi tutti o quasi tutti gli HAARP (naturalmente togliendo quelli Russi e Cinesi )? VSB dico io e cioè le società 3 in 1 di cui sopra. “Segui i soldi” diceva Chiesa, visto che vanno a finire tutti lì, c’è poco da chiedersi chi e cosa finanzi la distruzione dell’umanità, ogni attrezzo per le torture umane loro ce l’hanno e sicuramente lo adoperano. Per quanto riguarda la Meloni, non che io la stimi gran chè, sono parte di quelli che si illudevano fino a 5 anni fa che avrebbe potuto cambiare l’Italia. Sento cose buone nel suo cuore, ma manca di grazie descritte sopra. Se andando a braccetto con lo zoppo, non vuoi imparare a zoppicare devi aggrapparti ad un bastone più grande di quello che tiene lo zoppo. Il bastone più grande in questione, essendo una similitudine, è Dio. Senza sacramenti vivi da morto tra i morti e non produci frutti, presto di distacchi e muori…in tutti i sensi. Siamo matti, lottare contro il diavolo senza sacramenti! poi leggerò l’articolo consigliato, grazie GN

  3. HAARP: ARMA DI DISTRIZIONE DI MASSA

    4. Migliore comunicazione con i propri satelliti in condizioni di guerra elettronica e brillamenti solari;
    5. emettitore di raggi X;
    6. Mezzi per creare volontariamente blackout elettrici locali, zonali o continentali;
    7. Armi da guerra elettroniche;
    Trasmissione di potenza wireless ad alta potenza con il metodo Nicola Tesla;
    8. Mezzi per rilevare oggetti e velivoli alieni nello spazio;
    9. Mezzi per contrastare un attacco alieno dallo spazio;
    10. Un dispositivo in grado di provocare esplosioni paragonabili a esplosioni nucleari;
    11. Arma in grado di modificare l’ambiente già utilizzata in Geoclimate Warfare;
    12. Creazione di uragani, tornado, trombe marine e tsunami in aree non specifiche di questi tipi di fenomeni naturali;
    13. Creazione di terremoti stimolando aree soggette a tali fenomeni e attivando vulcani;
    14. Armi utilizzate nella guerra psicotronica che possono alterare le onde cerebrali e controllare il pensiero e la reattività delle persone (ad esempio la sindrome dell’Avana);
    15. Lo studio e la valutazione di giacimenti sotterranei di petrolio, gas e minerali a migliaia di chilometri di distanza;
    16. Rilevamento e distruzione a distanza di bunker, depositi e qualsiasi altra base sotterranea.

    Vorrei ricordare che queste azioni sopra elencate sono strettamente correlate alla potenza di emissione e al regime di funzionamento degli impianti di tipo HAARP.

    HAARP è anche chiamato l’arma definitiva o l’arma dell’apocalisse.

    DV: Gli americani dicono che HAARP è fermo e non funziona?

    GES:
    Il sistema HAARP è operativo dal 1993 e non solo non è mai stato spento, ma è stato continuamente aggiornato e migliorato, aumentando la sua potenza e la portata delle missioni che può svolgere.

    Il numero di antenne e trasmettitori è aumentato di anno in anno, con più di 180 antenne e generatori principali in uso. Oggi HAARP ha la più alta potenza della sua storia e può svolgere missioni remote ovunque nel mondo.
    HAARP: ARMA DI DISTRIZIONE DI MASSA
    Il generale rumeno nella riserva Emil Strainu è un fisico specializzato in radiolocalizzazione. Ha pubblicato oltre 50 libri, migliaia di libri, articoli e studi nel campo della ricerca nello spazio aereo su metodi radar, armi geofisiche, climatologia, fenomeno UFO. Nella sua biografia si afferma che ha attraversato cinque volte il circolo polare artico (Alaska, Groenlandia, Isole Svalbard, a nord di Murmansk e Kamchatka) e il circolo polare meridionale.
    Ha partecipato a spedizioni e viaggi in zone quali: Alaska, Siberia, Tibet, Isola di Pasqua, Groenlandia, Islanda, Svalbard, Himalaya, Lago Baikal, Kamchatka, Stretto di Bering (Vladivostok-Russia, Elena Kozebuse-USA). un generale che entra in aree riservate, come Area 51, Gakom – HAARP o aree pericolose come i deserti del Nevada, Atacama, New Mexico, Arizona, Mojave….https://www.globalresearch.ca/romanian-general-emil-strainu-terrifying-possibilities-geo-warfare/5811760

    1. Global REsearch, che ha peraltro RIpubblicato alcuni dei miei articoli, è UN SITO ATTENDIBILE ma incline a fare terrorismo informativo

        1. Visto che mi ha dato dell’insolente passando agli insulti per una settimana non pubblico più nessun suo commento. Lein non legge e straparla su questioni di cui non CONOSCE NULLA. Così avrà tempo di leggersi tutte inchieste su Meloni e la sua cricca di filo-nazisti

          https://www.gospanews.net/2022/11/22/neonazisti-ucraini-eroi-per-il-guru-della-meloni-il-sottosegretario-fazzolari-tifa-ancora-per-gli-estremisti-di-destra-spettri-di-fascismo/

    2. Molti scienziati VERI hanno ridimensionato con analisi tecniche le reali potenzialità di questa arma che non ha caso è stata abbandonata dalla DARPA del Pentagono. Invece molto attiva sul MUOS a cui prima o poi dedicherò un’inchiesta

      1. Qual è il modo che lei adopera per giudiare un VERO scienziato, lo stesso che ha applicato alla Meloni, ovvero guardando una foto? Gentile Carrisio, quando va sulla difensiva diventa insolente, che per forza di cosa ogni volta che si stuzzica un uomo la prima cosa che emerge è l’orgoglio?…Lei ha sottolineato VERI come a dire che io mi informo presso FALSI, ma che ne sappiamo noi dove comincia la verità e dove finisce?! Tutti e due sappiamo con certezza che Dio solo è verità, tutto il resto rimangono opinioni, punti di vista o poco altro… Per precisare il “sentire” di cui sopra le ho accennato ma che lei ha sottolineato ironicamente come fosse un sentimento da donna, ci sono alcune persone che “sentono” le cose, perchè hanno il dono di leggere nei cuori e nel pensiero e percepiscono le cose prima che accadono…si chiamano doni…chiusa parentesi. Ma mi permetta un ultima riflessione (promesso). Se un domani dovesse finire tutto questo e la Meloni chiamata davanti ad un tribunale venisse interrogata sul perchè del suo comportamento e lei rispondesse: – Signori miei, la priorità per me era entrare nella tana del lupo con i miei fedeli amici vestiti da lupo per poi toglierci la finta pelliccia, imbracciare il fucile e cominciare a sparare per cercare di far fuori il nemico. Lo so che questo avrebbe causato la perdita di molti di noi, ma le guerre fanno i morti innocenti (martiri) e le conducono gli audaci (eroi)-. Oppure se una volta salita al potere le avessero “semplicemente” detto. -O fai come diciamo noi o mandiamo un arma di distruzione di massa ed in due giorni scompare l’Italia e gli Italiani!-. Lei al suo posto che avrebbe fatto? Io sento in lei cose buone, come ho sempre sostenuto, ribadisco che le guerre di qualsiasi colore esse siano, si vincono solo con il supporto di Dio, e questo la sig.ra Meloni non ce l’ha! Perchè vive lontano dai sacramenti! Cordiali saluti…mi ritiro…come promesso, buona giornata, Dio la benedica la Vergine Maria la protegga..anche gli angeli, i santi e le anime del purgaorio. Oremus

        1. Ha massacrato i poveri del reddito di cittadinanza per dirottare i soldi alle Big Pharma e alle armi e ha nominato Ministri Schillaci che censurava i No VAX e ha avviato la collaborazione con le Big Pharma e Crosetto che specula con la Lobby della Armi da oltre 5 anni.

          Chi non capisce questo… Passo e chiudo sulla questione di un personaggio servo dei Rockefeller e perciò ignobile. La foto è solo la conferma di una sostanza dimostrata in decine di inchieste che probabilmente lei non vuole leggere perchè come tanti italiani ama scrivere la propria opinione senza prima essersi documentata. Su questione Meloni basta commenti. Grazie

  4. Se non pubblica tanto meglio, almeno legga: le ho dato dell’insolente perchè lei per primo mi ha offesa se non se ne è accorto, amen. Non sono femminista, se vogliamo guardare a chi combatte questa guerra in regola con i sacramenti l’unico è Zelenzky. Nemmeno Putin è in bolla. Punto 1 la Meloni ha dichiatato di essere donna, mamma, italiana, cristiana. Se stava zitta era meglio, dato che lei lo ha dichiarato ho avuto la presunzione di giudicarla come cristiana, perchè è convivente e chi convive non può ricevere i sacramenti. Ho semplicemente fatto 1+1. Essendo questa una Battaglia tra il bene ed il male cioè tra Dio e satana, se si sta dalla parte di Dio bisogna usare le sue armi. La Meloni ha deciso di usare quelle del nemico e cioè satana, si è addentrata nel suo covo con la menzogna, quindi ha usato le armi del nemico. Essendo ella senza sacramenti e cioè senza armi è impossibile che vinca. Oramai è dentro. Credo e sento che in fondo ad ogni cuore ci sia sempre un briciolo di carità, io spero in quel briciolo. Mi scusi se per lei sono stata un perditempo. Un giorno le verranno in mente le mie parole, lo SENTO. Le tolgo il disturbo di non postare più nulla di mio. Sia gloria a Dio, e che il ciel la benedica.

    1. Lei mescola giudizi morali di teologia cristiana con sparate di gossip: “Nemmeno Putin è in bolla”. Per cortesia non continui a mescolare con confusione sacro e profano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *