siteId=76639&formatId=24">

ACCORDO GERMANIA-USA SUI CARRI ARMATI PER KIEV. Russia Promette di Distruggerli! Missione Suicida Italiana di Crosetto per la Lobby delle Armi

ACCORDO GERMANIA-USA SUI CARRI ARMATI PER KIEV. Russia Promette di Distruggerli! Missione Suicida Italiana di Crosetto per la Lobby delle Armi

20.767 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

AGGIORNAMENTO DEL 25 GENNAIO 2023

Alla fine Berlino ha deciso di inviare all’Ucraina i tank Leopard 2, dopo tantsa esitazione e una settimana di pressione da parte dei paesi NATO, ma solo in seguito all’accordo siglato con gli USA che hanno espresso l’intenzione di inviare un maggior numero di tank M1 Abrams.

Questo cambiamento di strategia militare ha così parzialmente sanato le prime crepe che si erano formate all’interno dell’Alleanza Atlantica (articolo sotto) per la resistenza della Germania ad assumersi da sola la responsabilità di una massiccia spedizione di carri armati nel terrore di rappresaglie dirette da parte della Russia.

LEOPARD NATO ALL’UCRAINA PER UN’ESCALATION. “Solo veri Esperti sanno Gestirne la Potenza”. Analisi dell’ex Carrista dell’Esercito Italiano

Si tratta di un altro passo verso l’escalation della guerra tanto temuta dal tycoon di Twitter Elon Musk come dal Patriarca della Chiesa Ortodossa di Mosca che ha fatto previsioni apocalittiche sul rischio di una guerra nucleare.

ALLARMI DI APOCALISSE DAL PATRIARCA DI MOSCA. Musk contro l’Escalation in Ucraina – GOSPA NEWS International – Reportages dal Mondo


CREPE NATO SULL’UCRAINA.
Terrore (Nucleare) della Germania, Timore di Biden e USA, Missione Suicida Italiana di Crosetto per la Lobby delle Armi

ARTICOLO DEL 21 GENNAIO 2023

Cominciamo dal fondo. Come dignità umana. Cioè dal Ministro della Difesa italiano Guido Crosetto. Può avere dinnanzi a un giornalista credibilità governativa un simile personaggio che ha fatto carriera politica grazie alle consulenze alle industrie della difesa? La risposta è ovviamente no.

A meno che non sia un reporter dell’agenzia Nova News che è sponsorizzata da Leonardo SPA, la multinazionale degli armamenti partecipata dallo Stato Italiano per cui Crosetto, attuale Ministro della Difesa nella disgraziata Italia, fu consulente e pure presidente in una società controllata.

CROSETTO, MINISTRO PER LE GUERRE DI NATO & GATES. Dalla Lobby delle Armi Private ai Prossimi Missili di Stato per Kiev

Per puro caso la Leonardo è controllata al 30 % dal Ministero dell’Economia e Finanze ora guidato dal ministro Giancarlo Giorgetti (Lega) fratello del manager commerciale della Leonardo Helicopters…

In tre righe abbiamo chiarito perché il pelatone che ricorda il Duce nei lati peggiori non solo non è affidabile ma è anche servo, fors’anche schiavo in quanto debitore di consulenze già incassate, verso il Nuovo Ordine Mondiale che controlla la NATO grazie al pupazzo del segretario generale Jens Stoltenberg.

Stoltenberg fu piazzato nell’Alleanza Atlantica da Bill Gates che prima l’aveva usato come direttore dell’ONG Gavi Alliance nel piano di immunizzazione globale concordato con l’amministrazione USA Obama-Biden e con quella Italiana Renzi- Gentiloni (Decreto Lorenzin, 10 vaccini obbligatori ai bimbi per arricchire la GSK controllata da Gates e candidamente promossa dall’ex premier Matteo Renzi).

Ma questi sono intrighi già svelati che i più attenti lettori di Gospa News conoscono bene.

STOLTENBERG: BURATTINO NATO DI GATES-NWO IN PANDEMIA E GUERRA UCRAINA. Vaccini GAVI & Affari NORGES BANK su Bombe RHM nello Yemen

 

Essi ci permettono però di capire perché il Signore della Guerra Crosetto, già presidente della Confindustria italiana delle armi, ha un mandato suicida da assolvere al costo di qualche pioggia di missili ipersonici sulle città d’Italia da parte della Russia che sta trovando sempre più strano e disdicevole questo smisurato appoggio al regime filo-nazista di Kiev.

Se si leggono le dichiarazioni dell’ideologo di Fratelli d’Italia (partito fondato da Crosetto con la sua figlioccia politica Giorgia Meloni che è attuale premier) i dubbi riportano al Ventennio Nazi-Fascista in quanto il Sottosogretario al Programma di Governo della Repubblica Italiana ha lodato ad oltranza l’eroismo dei paramilitari nazi-satanisti del Battaglione Azov della Guardia Nazionale Ucraina, oggetto di molteplici inchieste giornalistiche indipedenti e denunciati alla Corte Internazionale per violazioni dei diritti umani e crimini di guerra fin dalle loro prime azioni del 2014 nel Donbass.

NEONAZISTI UCRAINI “EROI” PER IL ‘GURU” DELLA MELONI. Il Sottosegretario Fazzolari Elogia i Feroci Paramilitari di Estrema Destra

Fin qui abbiamo chiarito perché il Ministro della Difesa dell’Italia è più estremista del Regno Unito e dei Paesi Baltici nel sostegno armato a Kiev.

Ci guadagna di prestigio lui verso i suoi partner della Lobby delle Armi.

Ci guadagna, il dubbio è legittimo visto che le forniture di armi sono segretate dal governo, la multinazionale Leonardo in cui lavora il fratello dell’altro ministro italiano Giorgetti di cui solo Gospa News, finora, ha avuto il coraggio di denunciare  la grave incompatibilità chiedendo le sue dimissioni.

Ci perdono tutti gli Italiani per finanziare la guerra in Ucraina…

RINCARI CARBURANTI PER LE GUERRE NAZI-FASCISTE. Per Armare l’Ucraina Meloni ripristina l’Accise del Duce sull’Etiopia

Nell’incontro dei 40 paesi NATO tenutosi a Ramstein in Germania l’altro giorno (venerdì 20 gennaio 2023) Crosetto ha incontrato personalmente il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, e vari ministri della Difesa, tra cui quelli ucraino, lituano, rumeno, turco

“Ogni giorno è importante per risolvere la crisi in atto. Ci aspettiamo nelle prossime settimane un inasprimento della guerra con un aumento esponenziale degli attacchi via terra che andranno ad aggiungersi a quelli missilistici portati dalla Russia in quest’ultimo periodo. Bisogna passare dalle parole ai fatti nel più breve tempo possibile” ha detto il Ministro della Difesa dell’Italia che, con l’arrivo alla Presidenza della Repubblica degli ex deputati del Partito Democratico Giorgio Napolitano e Sergio Mattarella, è diventata sempre più attiva nella belligeranza offensiva. 

Arriviamo così alla spaccatura del vertice NATO nel quale il Segretario della Difesa USA Lloyd Austin e il portavoce tedesco il neo-ministro della Difesa tedesca Boris Pistorius non hanno sciolto la riserva sulla fornitura dei carri armati all’Ucraina invocata da altri paesi NATO e dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

“AFFARI DI FAMIGLIA” SULLE ARMI DI LEONARDO: GIORGETTI SI DIMETTA! Suo Fratello Manager degli Elicotteri. Lui assunse figlio di Tangentista della Multinazionale

 

“Non abbiamo molto tempo. La guerra iniziata dalla Russia non ci permette ritardi, non posso usare parole invece di armi per difendere l’Ucraina: vi ringrazio per l’aiuto ma dobbiamo velocizzare, il Cremlino deve perdere, vi incoraggio a prendere le decisioni e darci i carri armati e missili di lungo raggio” ha detto il capo di stato di Kiev intervenuto al vertice militare dell’Alleanza Atlantica.

La base di Ramstein, però, rammenta ai tedeschi brutte memorie di recenti conflitti… 

E’ infatti l’ospedale NATO in cui fu ricoverato un centinaio di soldati americani gravemente feriti dalla rappresaglia dei missili ipersonici iraniani sulle basi USA in Iraq in ritorsione all’uccisione nel gennaio 2020 del generale Qasem Soleimani, comandante delle Forze Quds, il reparto speciale della Guardia della Rivoluzione Islamica (Pasdaran) dell’Iran, disposta dal più folle gesto della carriera presidenziale d Donald Trump.

VIDEO ESCLUSIVO SULL’ATTACCO ALLA BASE USA IN IRAQ. Il Pentagono desecreta il filmato sui missili iraniani

Molti dei feriti non si sarebbero più ripresi dai gravissimi danni cerebrali. I medici e i militari tedeschi perciò hanno respirato il verso senso di una vendetta. Mai giustificabile davanti al Dio dei Cristiani, ben comprensibile davanti agli affari sporchi degli uomini indegni.

L’aereo su cui viaggiava l’ex direttore del controspionaggio CIA in Medio Oriente che seguì l’operazione, Mike D’Andrea, fu invece abbattuto in Afghanistan poche settimane dopo…

Ma torniamo all’incontro NATO…

“Abbiamo parlato della possibile consegna dei Leopard” e “ci sono buone ragioni a favore e buone ragioni contro”, ha detto il ministro tedesco Pistorius.

“Ma non c’è un’opinione unitaria sulla questione: la sensazione che ci sia una coalizione compatta e la Germania sia un ostacolo è sbagliata”, ha sottolineato. Berlino ha comunque promesso di fornire altre armi e attrezzature per il valore di 1 miliardo di euro in primavera.

LOBBY ARMI – 8. Boom di Affari USA nell’UE per la “Colonia Ucraina”. L’Accordo Pentagono-Olanda sui Carri Armati Cechi fa Gola a Mattarella: in partenza per l’Aja

La ritrosia non viene dalla “paura” – è l’accusa di Kiev – ma dal senso di “responsabilità per la Germania e per l’Europa”. Ovvero la possibile escalation militare temuta anche da Elon Musk. 

L’Occidente, ha tuonato infatti il portavoce di Putin Dmitry Peskov, si sta “illudendo” se pensa che l’Ucraina possa davvero vincere la guerra e la consegna dei tank non farebbe altro che accrescere il rischio di un coinvolgimento diretto della Nato.

Il Patriarca della Chiesa Ortodossa Russa Kirill ha rammentato al mondo che una guerra totale contro il Cremlino significa un conflitto nucleare che preannuncia l’apocalisse del mondo.

E Berlino è una delle capitali strategiche dell’UE e dell’Alleanza Atlantica troppo vicina ai missili intercontinentali (Zircon e Sarmat) della Russia che, per volere del presidente Vladimir Putin, ha già cominciato a piazzare sistemi anti-razzi sui tetti degli edifici della capitale Mosca.

IL CAPO DEL REGIME NEONAZI DI KIEV ARMATO DA BIDEN. Guerre Stellari: Patriot USA contro Missili Russi Sarmat & Zircon

Anche il burattino americano del Nuovo Ordine Mondiale, al secolo il presidente Joe Biden, preso con le mani nella marmellata di documenti classificati trafugati dalla Casa Bianca e ritrovati nel suo garage, sta cominciando ad avere un po’ di paura.

E infatti sulla questione dei carri armati tedeschi il Pentagono ha svicolato durante il vertice NATO.

Il segretario della Difesa americano Lloyd Austin III ha però consigliato di non focalizzare troppo l’attenzione su “un mezzo solo” – ovvero i carri – e si è detto convinto che l’ulteriore pacchetto da 2,5 miliardi di dollari deciso da Washington, specie in combinazione con gli aiuti decisi dagli altri alleati, sarà sufficiente (“se usato in modo appropriato”) a dare a Kiev una posizione di vantaggio sul campo di battaglia per “recuperare i territori occupati”.

USA: SCHEGGE DI APOCALISSE PER COLPA DELL’ANTICRISTO BIDEN. Tremenda Bufera di Natale Uccide 60 Americani dopo i “Doni” Malefici per la Guerra Ucraina

Le vittorie sul campo nel Donbass degli ultimi giorni dell’esercito russo (Soledad, Dvurechye, Kleshcheevka), stanno confermando esattamente il contrario: Mosca ha un esercito pronto a difendere una guerra di confine per decenni, l’ex attore Zelensky costruito da un Golpe dei Paesi NATO progettato da George Soros a Kiev nel 2014, ogni sera deve riflettere bene in quale stanza si reca a dormire per paura che qualcuno delle sue guardie si stanchi della sua apparente egemonia e compia un contro-golpe per poi trattare a nome di un élite politico-militare una tregua dignitosa col Cremlino.

“PIU’ ARMI A KIEV”. NATO ORDINA, IL PARLAMENTO ITALIANO ESEGUE! In Festa i Signori della Guerra Amici del Ministro Crosetto

In mezzo a tutto ciò il peggiore sostenitore di guerra assurda e suicida sembra abitare in Italia e chiamarsi Crosetto.

Se ne frega delle ricadute di un’eventuale escalation militare in Ucraina probabilmente perché deve pensare solo alla Lobby delle Armi che ha rappresentato dal 2018 al vertice dell’AIAD (Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza che è partner del NIAG: NATO Industrial Advisory Group).

GLI OLOCAUSTI IMPUNITI DEI ROCKEFELLER: Bombe Atomiche, Aborti, Pandemia da SARS-2 Artificiale e Strage da Vaccini di Gates

 

In tutto ciò fa pena la bambolina Meloni che fa finta di essere – ma non è – il vero premier…

Soprattutto da quando, come il suo mentore in Fratelli d’Italia Crosetto, è diventata affiliata ai think tank dei Rockefeller che di olocausti impuniti ne hanno causati fin troppi nella storia. In particolare in Europa.

Dove l’Italia rischia di restare con in mano il cerino della miccia accesa: per una bomba di cui altre nazioni, al momento giusto, potrebbero rinnegare ogni responsabilità.

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

MELONI E CROSETTO NELLA CORTE DEI ROCKEFELLER. Lei nell’Aspen, lui nello IAI: partner di Think-Tank USA Covo di Lobby Armi & Big Pharma

MATTARELLA CONTRO LA “SCIAGURATA GUERRA” ARMATA ANCHE DA LUI. Il Presidente Invoca “Pace” ma Legittima Aiuti Militari Incostituzionali Firmando per le Armi Italiane a Kiev

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 2. Obama, Soros, 007 MI6 & Kyiv Security Forum

Capo CIA in Medio Oriente ucciso nell’aereo Usa caduto in Afghanistan

Snowden Mocks Biden for the Crass Handling of Top Secret Documents: “I did It Better!”

RENZI “SCEICCO D’ARABIA” DOPO I VACCINI AI BAMBINI. Consulenza d’Oro dai Sauditi: Partner di GSK e Sponsor del “Decreto Lorenzin”

CENTINAIA DI MORTI IN LIBIA SULLA COSCIENZA SPORCA DI NAPOLITANO

(Visited 1.156 times, 459 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *