SENZA GIUSTIZIA I BIMBI RAPITI DALLO STATO A BIBBIANO. Assolto il “Maestro” della Lupa Cattiva e Promoter della Cultura LGBTQ

SENZA GIUSTIZIA I BIMBI RAPITI DALLO STATO A BIBBIANO. Assolto il “Maestro” della Lupa Cattiva e Promoter della Cultura LGBTQ

15.276 Views

Introduzione di Carlo Domenico Cristofori

“Bibbiano: lo psicoterapeuta Claudio Foti assolto in appello dalle accuse per gli affidi illeciti” titola RAI News in un gelido articolo senza commenti sulla sentenza ribaltata dalla Corte d’Appello di Bologna nei confronti del “maestro” delle terapie degli Angeli & Demoni, dal nome dell’inchiesta, che davanti alla giustizia di secondo grado sono diventati improvvisamente angioletti. 

In Italia comandano solo la casta dei troppi magistrati servi del potere, come insegna lo scandalo Palamara-Gate e la persecuzione a una magistrata che ha osato denunciare i morti da vaccino, e la Lobby LGBTQ che aveva trovato punti di collaborazione con il fondatore dell’inquietante associazione Hansel & Gretel, incaricata di lucrose terapie psicoanalitiche sui bambini strappati ai genitori poveri di Bibbiano. Terapie che poi si rivelarono inquietanti anche per le prestazioni di una psicologa travestita da Lupa Cattiva.

Fece scalpore soprattutto l’affido di una bambina a una coppia lesbica che non si premurava di evitarle di assistere a scene scioccanti…

Ma in tutto ciò Foti, grande regista del sistema degli affidi in Val d’Elsa (Emilia-Romagna), non è stato ritenuto responsabile di alcun reato!

SCANDALO BIBBIANO: 4 ANNI ALLO PSICOTERAPEUTA FOTI. Per Alterazione Psichica di una Bimba. A giudizio Sindaco e “Lupa Cattiva”

La notizia è di enorme rilievo per il fatto che lo psicoterapeuta condannato in primo grado a 4 anni di reclusione, infatti, era il principale indagato nelle scrupolose indagini della Procura di Reggio Emilia sui falsi abusi che consentirono alle assistenti sociali di togliere i bambini ai loro legittimi genitori per darli alle coppie affidatarie.

Lui scelse la via del giudizio immediato (che in caso di condanna garantisce lo sconto di un terzo sulla pena) e quindi uscì dal processo principale in corso per gli altri imputati.

Il pronunciamento della Corte d’Appello sul suo caso rappresenta pertanto un precedente estremamente significativo anche nei riguardi di quelle altre persone che, come la psicologa Nadia Bolognini, sua compagna e più stretta collaboratrice, erano accusate di lesioni per l’uso della macchinetta dei ricordi che dava piccole traumatiche scosse elettriche ai bambini, o come il Sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, accusato di abuso d’ufficio come Foti, prosciolto anche da questa imputazione.

Al via la Commissione parlamentare sugli “orchi rossi” del Forteto. Fascicoli persi nel Tribunale Minori che seguì Bibbiano

E’ stato prosciolto dalla Corte d’Appello di Bologna. Proprio in quel Foro giudiziario oggetto di ombre sinistre per la sparizione dei fascicoli sui bambini dal Tribunale dei Minorenni…

Questa circostanza fu denunciata al Consiglio Superiore della Magistratura dall’ex componente del CSM Celentina Tinelli in qualità di Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Reggo Emilia. Nessuna inchiesta ci risulta avviata. Nel frattempo Tinelli fu boicottata dai consiglieri del suo stesso ordine e sfiduciata.

Così va l’Italia. Tarallucci e vino anche per chi finisce nel mirino dei Carabinieri per disgustosi reati.

Se la Cassazione confermerà la sentenza di assoluzione per Claudio Foti l’imputato potrà pure chiedere il risarcimento allo Stato per l’ingiusta detenzione ai domiciliari. Oltre al danno anche la beffa!

BAMBINI DI BIBBIANO: LE TERAPIE “HANSEL E GRETEL” PROMOSSE DALLA SUORA FAN PD

Caliamo un velo pietoso su questa Repubblica Italiana destinata a una rapida estinzione a causa del sistema politico animato da una cultura mafiosa che manda sempre in galera i disperati e lascia liberi gli amici degli amici…

Rammentiamo che Rodolfo Fiesoli, il fondatore della Cooperativa Il Fioretto che violentò pure un bimbo di 3 anni, è stato scarcerato di recente per i problemi di salute dovuti all’anzianità.

Infatti prima di essere processato, condannato a 14 anni e finalmente incarcerato trascorsero 32 anni (dal 1985 al 2017) che costarono all’Italia una condanna da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) alle madri delle bambine cui erano state tolte le piccole vittima degli abusi.

Ci limitiamo a questo rapido, affranto e angosciato commento onde evitare di tracimare in improperi diffamatori.

Intanto i bambini in Italia continuano a essere rapiti e, se stanno male per l’assenza della madre, li imbottiscono di psicofarmaci… 

Leggete i dettagli sull’assoluzione di Foti riportati da RAI News.

Noi ci vergogniamo a scriverli e saremmo furibondi nel commentarli ma, per dovere di cronaca su una vicenda oggetto di molteplici inchieste di Gospa News, siamo costretti a riportarli.

YLENIA, LA BAMBINA CARDIOPATICA RAPITA E DROGATA DALLO STATO. Cavia di Psicofarmaci per Reggere al Distacco dalla Madre che ora Sfida i Giudici


Bibbiano: lo psicoterapeuta Claudio Foti assolto in appello dalle accuse per gli affidi illeciti

Pubblicato in origine da RAI News

Si ribalta in secondo grado la sentenza per Claudio Foti, lo psicoterapeuta coinvolto nell’inchiesta “Angeli e Demoni” sui presunti affidi illeciti nella Val d’Enza Reggiana. La Corte di Appello di Bologna lo ha infatti assolto da tutte le accuse: per non aver commesso il fatto dall’abuso di ufficio e perché il fatto non sussiste dal reato di lesioni dolose gravi.

Confermata anche l’assoluzione dall’accusa di frode processuale. In primo grado a Reggio Emilia era stato condannato a quattro anni. Il fondatore della onlus Hansel & Gretel ha accolto la sentenza, arrivata dopo una lunga camera di consiglio, con commozione.

BAMBINI RAPITI DALLA LEGGE: a soli 3 anni nelle mani dell’orco. Fiesoli Portato in Carcere. Ma ci è Rimasto ben Poco…

“Hanno vinto la verità e la giustizia, dopo quattro anni di gogna. Ho pianto perché si è incrinato il teorema accusatorio”, ha detto uscendo dalla Corte bolognese lo psicoterapeuta. La Procura generale, con il procuratore reggente Lucia Musti, ha spiegato che dopo la lettura delle motivazioni si valuterà se sussistono spazi per un ricorso in Cassazione.

La sentenza arriva mentre è in corso il processo a Reggio Emilia per altri 17 imputati, quelli che diversamente dal fondatore della onlus piemontese Hansel & Gretel hanno scelto il rito ordinario e non l’abbreviato. Può essere significativa perché l’abuso di ufficio contestato a Foti è stato commesso, in ipotesi di accusa, in concorso con il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, in relazione all’affidamento senza gara, alla sua associazione, del servizio di psicoterapia nell’Unione Val d’Enza.

“FORTETO E BIBBIANO: ORRORI ANNUNCIATI NEL SOLCO DELLA CULTURA DI SINISTRA”

Le lesioni invece riguardavano i danni psicologici subiti, sempre per l’accusa, da una giovanissima paziente: ansia, depressione e altri disturbi, provocati dalle sedute a cui aveva partecipato.

Foti in particolare era accusato di aver ingenerato in lei il convincimento di aver subito abusi sessuali dal padre e di averla sottoposta alla tecnica della Emdr, la discussa “macchina dei ricordi”, “in totale violazione dei protocolli di riferimento”. Fu proprio questo uno degli episodi di cui si parlò di più, quando deflagrò l’inchiesta nell’estate del 2019, con le misure cautelari eseguite dai carabinieri, abbattendosi sull’Emilia e diventando una delle indagini più citate negli ultimi anni dalla politica. 

BIMBI “RAPITI” DALLO STATO A BIBBIANO: Chiesto Processo per Sindaco PD, dirigente LGBT e “lupa cattiva”. L’avvocato: “Angeli e Demoni in tutta Italia”

Che si divise e la strumentalizzò: “Angeli e Demoni” incendiò la campagna elettorale per le Regionali in Emilia Romagna a inizio 2020, quando Bibbiano, il paese del sindaco Carletti, esponente del Pd, divenne luogo di contesa e di comizi, finì su magliette indossate in parlamento, suscitò polemiche continue. Al centro un presunto business illecito, legato al mondo degli affidi, su cui ancora i giudici devono in gran parte esprimersi.

“Il processo Foti è un processo alla scienza ed è stato un processo di persecuzione e pregiudizio. Abbiamo dimostrato alla Corte di Appello che la scienza prima di tutto assolveva Claudio Foti e che ogni suo comportamento è stato ispirato al rispetto delle regole della sua professione”. Lo ha affermato all’Adnkronos Luca Bauccio, avvocato difensore di Claudio Foti.

Bibbiano, raffica di accuse: restano indagati Sindaco, assistente sociale LGBT e psicologi delle scosse elettriche ai bimbi. Indagini chiuse per 26

“Il caso Foti poteva diventare un secondo caso Braibanti, anche Foti è stato accusato di aver plagiato una propria paziente – ha aggiunto il difensore dello psicoterapeuta – e invece abbiamo dimostrato che l’ha curata nel modo migliore e più efficace e abbiamo ricordato che nessun tribunale, nessun magistrato possono legittimamente pretendere di giudicare una psicoterapia o come deve essere condotta una psicoterapia. Foti dopo 4 anni di persecuzione viene restituito alla  vita, chi muore oggi sono invece coloro i quali con cinismo hanno speculato e sfruttato un’accusa infondata per rendite politiche e  personali”.

Bibbiano come Riace: grazie alla Cassazione tra Angeli e Demoni il PD brinda a tarallucci e vino

“Non abbiamo paura del giudizio di Cassazione. La Corte d’Appello ha accolto principi che da almeno da 20 anni la Corte di Cassazione ha elaborato con ricchezza di analisi, di studio e di profondità. Foti era stato condannato sulla base di una consulenza presentata dal Pubblico ministero che era in palese violazione di tutti i canoni scientifici internazionali nonché della carta di Noto”, ha concluso Bauccio.

Pubblicato in origine da RAI News

DENUNCIO’ LE MORTI DOPO VACCINI COVID: GIUDICE ZANDA NEL MIRINO. Nordio Istiga Azione Disciplinare al PG voluto da Mattarella

PALAMARA SENZA GALERA COME SPERANZA. Magistratura Italiana NON SA PUNIRE i Criminali in Atti Giudiziari e Sanitari

(Visited 489 times, 1 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *