MISTERO JOAO, VOLONTARIO VACCINO ASTRAZENECA MORTO DI COVID-19 A 28 ANNI. Il farmaco in Italia a dicembre agli anziani delle RSA

MISTERO JOAO, VOLONTARIO VACCINO ASTRAZENECA MORTO DI COVID-19 A 28 ANNI. Il farmaco in Italia a dicembre agli anziani delle RSA
Pubblicità

5.727 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

English version here

«Il medico neolaureato, João Pedro R. Feitosa, 28 anni, che si è offerto volontario per testare il vaccino contro il Coronavirus di Oxford, è morto per complicazioni della malattia. Tuttavia non è stato comunicato se ha ricevuto il vaccino o il placebo. Il professionista della salute si è laureato presso l’Università Federale di Rio de Janeiro (UFRJ). Il caso è stato svelato mercoledì (21 ottobre) dal quotidiano O Globo».

Sul Diario do Rio de Janeiro ha avuto grande eco la tremenda notizia del primo decesso avvenuto nella fase 3 dei Trials sul farmaco sviluppato da AstraZeneca, di cui era stata temporaneamente sospesa la sperimentazione nel Regno Unito a settembre per le gravi reazioni avverse in due cavie umane, una delle quali sviluppò una patologia neurologica al midollo spinale che potrebbe lasciarla paralizzata a vita.

Secondo l’Ansa, che cita a sua volta Bloomberg, il 28enne non avrebbe ricevuto la dose del test clinico. I condizionali sono però d’obbligo perché sui test clinici e la morte del giovane medico è calato il vincolo della segretezza nonostante la multinazionale anglo-svedese, ben radicata negli USA, sia stata coinvolta in passato in più di un contenzioso giudiziario per frodi al sistema sanitario, come evidenziato in una precedente inchiesta di Gospa News.

WUHAN-GATES – 16. VACCINO DALL’AZIENDA CRIMINALE. Ha rovinato un ciclista per doping e fatto truffe sanitarie

 

«In relazione alla morte del volontario per il test del vaccino di Oxford, Anvisa è stata formalmente informata di questo fatto il 19 ottobre 2020. I dati relativi all’indagine condotta dall’ Comitê Internacional de Avaliação de Segurança (International Safety Assessment Committee) sono stati condivisi con l’Agenzia». Ha comunicato ufficialmente Agência Nacional de Vigilância Sanitária come riportato dal media brasiliano.

«È importante notare che, sulla base degli impegni di riservatezza etica previsti dal protocollo, le agenzie di regolamentazione coinvolte ricevono dati parziali in merito all’indagine svolta da tale comitato, che hanno suggerito di proseguire lo studio. Pertanto, il processo rimane in fase di valutazione – ha aggiunto – Pertanto, Anvisa ribadisce che, secondo le normative nazionali e internazionali sulla Buona Pratica Clinica, i dati sui volontari della ricerca clinica devono essere mantenuti riservati, nel rispetto dei principi di riservatezza, dignità umana e tutela dei partecipanti».

«Anvisa si impegna a rispettare queste normative, al fine di garantire la privacy dei volontari e anche l’affidabilità del Paese per la realizzazione di studi di tale rilevanza. L’Agenzia ha adempiuto e adempirà alla sua missione istituzionale di proteggere la salute della popolazione brasiliana».

La posta in gioco per il Brasile è troppo alta per permettere che un misterioso “imprevisto” fermi l’ingranaggio per la validazione del vaccino dato che il SARS-Cov-2 ha finora fatto più di 155mila morti a fronte di oltre 5mlioni di contagiati.

«Il Ministero della Salute prevede l’erogazione di 1,9 miliardi di R$ (Real Brasiliani) per il progetto AstraZeneca / Oxford e prevede di offrire 100 milioni di dosi nella prima metà del prossimo anno, se gli studi confermeranno la sua efficacia e sicurezza. Inoltre, prevede di produrre altri 165 milioni di dosi in Brasile nella seconda metà» scrive il Diario do Rio che dà ampio spazio alle rassicurazioni giunte anche dai partner locali della sperimentazione.

COVID-19, STOP VACCINO ASTRAZENECA: Cavia Umana colpita da Infezione, rischia Paralisi. Accordo Big Pharma anti-Trump

Pertanto è inutile aspettarsi chiarimenti sulle ipotesi che si possono azzardare sul decesso del giovane medico: una complicazione da Covid-19, iniettato a soggetti sani per testare la reazione con il vaccino, o una reazione avversa derivante dal farmaco stesso.

Secondo l’Istituto di ricerca e insegnamento D’Or (IDOR), responsabile dei test a Rio de Janeiro, fino ad oggi nel paese sono stati vaccinati circa 8.000 volontari. In una nota, IDOR ha affermato di non poter confermare la partecipazione di alcun volontario allo studio clinico con l’Oxford Vaccine. Tuttavia, l’istituzione afferma che, visti i dati raccolti nei test in tutto il mondo, non ci sono dubbi sulla sicurezza del vaccino.

“Vorremmo informarvi che, dopo l’inclusione di oltre 20.000 partecipanti ai test in tutto il mondo, tutte le condizioni mediche registrate sono state attentamente valutate dal comitato di sicurezza indipendente, dai team di investigatori e dalle autorità di regolamentazione locali e internazionali. Vale la pena ricordare che si tratta di uno studio randomizzato, in cieco, in cui il 50% dei volontari riceve l’immunizzatore prodotto da Oxford ”.

Il medico neolaureato Joao Pedro Feitosa morto a soli 28 anni per complicazioni connesse al Covid-19

La scomparsa di Joao Pedro Feitosa ha destato viva commozione nell’Università Federale di Rio de Janeiro dove era stato studente del preside Denise Pires de Carvalho. «Il Rettorato dell’UFRJ – insieme a tutta la comunità universitaria – offre sincere condoglianze alla famiglia e agli amici del nostro ex studente in mezzo a questo momento di tristezza che ha tolto la vita a João, che si era appena laureato e non ha risparmiato sforzi per agire nell’affrontare la pandemia COVID-19, che ha accumulato oltre 40 milioni di casi in tutto il mondo».

Il media online brasiliano cita poi Uno studio con i risultati preliminari del vaccino di Oxford (AZD1222) è stato pubblicato il 20 luglio sulla rivista scientifica “The Lancet”. La ricerca cita reazioni considerate lievi e moderate e non parla di effetti collaterali gravi:

Dolore dopo la vaccinazione: 67% senza paracetamolo; 50% con paracetamolo.
Stanchezza: 70% senza paracetamolo; 71% con paracetamolo.
Mal di testa: 68% senza paracetamolo; 61% con paracetamolo.
Dolore muscolare: 60% senza paracetamolo; 48% con paracetamolo.

Nello stesso giorno in cui le agenzie internazionali comunicano questa misteriosa morte, che si aggiunge ai due casi dei britannici con gravi reazioni avverse, per una curiosa coincidenza il presidente dell’azienda biotecnologica IRBM di Pomezia Terme, l’ex lobbista e produttore televisivo Piero di Lorenzo, uomo di fiducia del governatore del Lazio Nicola Zingaretti, grande finanziatore del centro di ricerca, annuncia l’imminente arrivo del vaccino Oxford-AstraZeneca in Italia all’inizio di dicembre che sarà destinato alle fasce più a rischio della popolazione come gli anziani delle RSA.

ALLARME VACCINO COVID-19 SCELTO DAL PD: Altro Volontario con Patologia Neurologica nei Test AstraZeneca. Per l’azienda non è colpa del farmaco

Come ricorda l’Ansa, la disponibilità delle prime dosi entro dicembre, già annunciata nei giorni scorsi dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, è stata così confermata da Di Lorenzo “se non insorgono problematiche improvvise – ha detto nel corso di un’intervista concessa al sito Financial Lounge – è ragionevole pensare che la fase clinica di sperimentazione possa concludersi entro fine novembre o i primi di dicembre”. L’Italia potrebbe ricevere 2-3 milioni di dosi da distribuire inizialmente tra operatori sanitari, forze dell’ordine e ospiti RSA.

“Conclusa la fase 3 – ha proseguito – la palla passa all’Ema (l’Agenzia europea del farmaco, ndr) per l’eventuale validazione”, che in tempi normali richiede fino a 12 mesi. “Ma questi non sono tempi normali” spiega Di Lorenzo, che ricorda come la procedura di validazione sia già incominciata.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti (secondo da sinistra) in visita al parco scientifico IRBM accanto al manager Piero Di Lorenzo (secondo da destra)

Resta un altro mistero quello di capire come possa essere iniziato tale processo autorizzativo visto che la multinazionale farmaceutica britannico-svedese sta ancora conducendo una terza fase di prova del suo vaccino Covid-19 in collaborazione con Oxford in Brasile, Regno Unito, India e Sud Africa.

Lo scorso marzo la Advent srl, partecipata da Irbm di Pomezia e da Reithera, ha iniziato a collaborare con partner britannici, tra cui AstraZeneca e Jenner Institute della Oxford University, per lo sviluppo di un vaccino per il nuovo coronavirus, inizialmente previsto per settembre 2020. In estate la Commissione Ue ha firmato un accordo di acquisto anticipato di 400 milioni di dosi di vaccino Oxford da distribuire tra gli Stati membri.

WUHAN-GATES -15. IMPOSTI ALL’ITALIA VACCINI COVID DI LOSCHE BIG PHARMA: Affarone DEM Gates-Zingaretti all’ombra di Palamara

 

Come evidenziato da Gospa News, Reithera, ora detenuta dall’azienda elvetica Keires AG, una società anonima di Basilea i cui azionisti, per le leggi svizzere, possono restare occulti, era stata acquistata quando si chiamava Okairos dalla multinazionale GlaxoSmithKline (quella che fornisce i 10 vaccini resi obbligatori in età scolare dal Decreto Lorenzin del Governo Gentiloni-PD) nel solito vortice di intrecci tra Big Pharma dei vaccini e progetti politico-sanitari del Partito Democratico, di cui è segretario nazionale Zingaretti, promotore dell’IRBM attraverso due tranche di finanziamenti della Regione Lazio, avviati ben prima della pandemia.

WUHAN-GATES 21. “PANDEMIA PIANIFICATA DA DECENNI”. Kennedy accusa Gates e Fauci. Il Complotto in 200 righe: sunto di 30 Inchieste. Papa contro Big Pharma: “Troppi interessi”

Come se il leader Dem avesse le stesse doti profetiche di Bill Gates, donors dei Dem americani, preconizzatore della pandemia da Coronavirus nel 2015, promotore del progetto di immunizzazione globale GAVI (Global Alliance for Vaccine Immunization), ma anche finanziatore delle pericolose sperimentazione sul virus SARS 1 infettato con l’HIV iniziate nel laboratorio di biosicurezza 4 del Wuhan Institute of Virology nel 2004 grazie al finanziamento della Commissione Europea presieduta da Romano Prodi, poi divenuto premier grazie al Partito Democratico.

Perché stupirsi se a distanza di 16 anni il piano vaccinale in Italia sarà quindi targato PD? Robert F. Kenney junior, avvocato dei diritti umani che si batte per i vaccini sicuri, sostiene infatti che questa pandemia sia stata pianificata da decenni proprio da Bill Gates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

ANSA – VACCINO ASTRAZENECA IN ITALIA A DICEMBRE

WUHAN-GATES – 9. LE PROVE: HIV inserito in un virus SARS nel 2007. Grazie ai milioni UE della Commissione Prodi

Morre médico formado na URFJ que participava de testes com vacina de Oxford contra Covid-19

 

(Visited 3.035 times, 77 visits today)
Pubblicità

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

2 pensieri su “MISTERO JOAO, VOLONTARIO VACCINO ASTRAZENECA MORTO DI COVID-19 A 28 ANNI. Il farmaco in Italia a dicembre agli anziani delle RSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *