DIRETTORE DI RAI3 UCCISO DA TURBO-CANCRO. Franco Di Mare Incolpò l’Amianto dopo aver Promosso Vaccini Covid Oncogeni

DIRETTORE DI RAI3 UCCISO DA TURBO-CANCRO. Franco Di Mare Incolpò l’Amianto dopo aver Promosso Vaccini Covid Oncogeni

2.422 Views

di Redazione Gospa News

«Non è quella di un treno che sta per arrivarci addosso, come diceva Woody Allen, ma è quella di un vaccino. Ci vorranno mesi, la distribuzione prenderà tempo e l’efficacia sarà legata alla diffusione e somministrazione dell’antidoto. Però vediamo la possibilità di uscire dall’incubo nel quale siamo entrati meno di un anno fa. Quello che di buono ci resta è che come ci ricordava Papa Francesco, nessuno si salva da solo. La collaborazione dei grandi scienziati è stata la chiave per ottenere un vaccino in meno di un anno. Un miracolo che solo la coesione, la collaborazione e una visione comune del mondo hanno reso possibile».

“DAI VACCINI COVID RISCHI DI GRAVI DANNI POLMONARI”. Ricerca Shock su Nature: ignorata da Comunità Scientifica, Big Pharma e Media

Il 21 novembre 2020, pochi mesi prima dell’arrivo del siero genico antiCovid Pfizer-Biontech e un mese dopo che università cinesi ne avevano evidenziato la pericolosità chiedendo lo stop dei vaccini a RNA messaggero, nel corso dell’editoriale che chiudeva l’appuntamento settimanale di Frontiere, il conduttore e al contempo direttore di Rai 3, Franco Di Mare, si lasciò andare ad un attacco con destinatari senza nome, ma che risultano facilmente individuabili.

Franco Di Mare: “Qualcuno col camice bianco diceva che il virus era morto. Un pessimo esempio”

«Per questo stonano le parole di coloro che seminano zizzania, divisione, scontento. Abbiamo avuto pessimi esempi. C’è qualcuno col camice bianco, i loro nomi resteranno scritti nella storia, che aveva giurato che il virus era morto, alimentando comportamenti scorretti, chissà quanti contagi hanno causato».

Oggi sono ancora vivi molti di quei dottori che hanno espresso dubbi sui vaccini sperimentali, rivelatisi poi killer in quanto correlati a varie e tremende patologiche reazioni avverse. Lui… purtroppo… invece. R.I.P.

“NANOPARTICELLE DEI VACCINI mRNA CAUSANO IL CANCRO”. Giappone Conferma Allarme prof. Segalla Ignorato dai Giudici per Assolvere Speranza

Le Accuse contro l’Amianto ignorando i Danni da Vaccini

E’ morto a Roma il giornalista e inviato della Rai Franco Di Mare, colpito da un mesotelioma. Aveva 68 anni. A dare l’annuncio è il fratello Gino Di Mare che su Facebook scrive: “Ciao Frà, con te va via un pezzo di me“, come riporta Adnkronos.

Lo scorso 28 aprile, il giornalista era stato ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa. Di Mare Aveva spiegato di essere ammalato di un tumore molto cattivo legato “alla presenza di amianto nell’aria che si prende tramite la respirazione di particelle di amianto, senza rendersene conto”.

“Da inviato di guerra ho respirato amianto: sono sereno e non mollo, ma da questo non si guarisce” aveva aggiunto senza considerare minimamente una probabile concausa derivante dai sieri genici mRNA Covid.

“Ho un mesotelioma, un tumore molto cattivo” aveva detto il giornalista. Di Mare era un nome e un volto notissimo per i telespettatori italiani. La sua carriera era cominciata negli anni ’80 con una serie di collaborazioni prima dell’assunzione a L’Unità, presso cui diventa inviato e caporedattore. Nel 1991 Di Mare era approdato in Rai e dal 1995 era diventato inviato Speciale per il Tg2. Nel 2002 il passaggio al Tg1.

Nel 2003 era diventato conduttore televisivo con Unomattina Estate prima di Uno Mattina week end. Il curriculum comprende programmi di informazione e attualità nella fascia mattutina e una serie di serate su Rai1. Nel 2019 aveva assunto la carica di vicedirettore di Raiuno con delega ad approfondimenti ed inchieste, e l’anno successivo viene nominato direttore generale dei programmi del giorno della Rai prima di assumere la direzione di Raitre il 15 maggio 2020.

VACCINATI COVID: TURBO-CANCRO DOPO POCHI GIORNI-ORE! 26 Casi SHOCK in Studio di Oncologa Italiana sul Rischio Cancerogeno mRNA

 

Persino durante la malattia il giornalista – pervicace nel minimizzare le conseguenze fatali dei vaccini Covid ormai denunciate dalle più importanti riviste mediche del mondo (sapientemente occultate dai medici e media italiani di mainstream partner delle Big Pharma in molteplici forme…), preferì attribuire alle particelle di amianto la causa del suo male piuttosto che alle anomale patologie di turbo-cancro che l’esperta oncologa Patrizia Gentilini ha scoperto essersi sviluppate nei siti d’inoculazione dei vaccini persino a distanza di poche ore dalla somministrazione.

LA MOLECOLA DIABOLICA DEI VACCINI mRNA CAUSA IL CANCRO. Anche SCIENCEDIRECT conferma i Rischi dei Sieri Genici Killer: FERMATELI!

«Quel vaccino vale oro, perché è l’antidoto con cui riconquistare una nuova normalità. Il Paese, il governo che ottiene per primo il vaccino – e che poi riesce a vaccinare tutti i suoi cittadini – si garantisce una lunghezza di anticipo nel ricostruire condizioni semi-normali nell’attività economica» si legge nella presentazione della puntata della trasmissione Frontiere dedicata all’“Odisssea Vaccini”

Le Lamentele contro la RAI

Durante l’intervista da Fabio Fazio, Di Mare aveva lamentato l’atteggiamento, tenuto dalla Rai di fronte alla sua malattia: si sono dileguati “tutti i gruppi dirigenti, non quello attuale, ma quello precedente, quello precedente ancora – aveva affermato – . Posso capire che esistano delle ragioni di ordine legale, sindacale, ma io chiedevo alla Rai lo stato di servizio che è un mio diritto, i posti in cui sono stato, così potevo provare a chiedere alle associazioni di categoria cosa fare… sono spariti tutti».

STRAGE PER TUMORI DA VACCINI mRNA: 642 Morti tra 7.116 Reazioni Avverse: 2.440 con Esito Ignoto! Sospetto TURBO-CANCRO per Re Carlo e Capo Pentagono

“Se io posso arrivare a capire, e non è che lo debba fare per forza, che possono esistere ragioni legali o sindacali, quello che capisco meno è l’assenza sul piano umano. Persone a cui parlavo dando del tu, perché ero un dirigente Rai, sono sparite, si sono negate al telefono, a me. Come se fossi un questuante. Io davanti a un atteggiamento del genere trovo un solo aggettivo: ripugnante” aggiunse.

Forse era serpeggiante il timore che potesse correlare il suo tremendo e impietoso male ai turbo-cancro da vaccini che era stato costretto a inocularsi per lavorare nella TV di stato. Col conseguente rischio di una causa astronomica contro la RAI!

Il Sostegno alla Ricerca sul Vaccino contro il Cancro

“La ricerca va avanti. Voi avete Burioni, che qualche settimana fa ospitò un mago della ricerca, proprio intorno ai temi dell’immunoterapia, Paolo Ascierto, che presentò il vaccino proprio da voi in trasmissione, per una malattia correlata al cancro. Quindi si è trovata una soluzione. Non è vero che domani non ci siano possibilità, ma al momento no. Io stasera sono qui a festeggiare l’idea che ci sia una soluzione che ancora non si è scoperta ma che probabilmente verrà scoperta. Non bisogna buttarsi giù e si può andare avanti con ragionevoli speranze che ci sia una soluzione e che non sia cosi lontana.”

Franco Di Mare a #CTCF vedi link Che Tempo fa https://x.com/chetempochefa/status/1784651016434045201/photo/1=

“CONSULENTE” DI SCHILLACI PAGATO DA PFIZER & GSK FA TERRORISMO SUI MORTI COVID (Vaccinati). Ignora Turbo-Cancro. Fu al Meeting di De Lorenzo, ex Ministro delle Tangenti Big Pharma

PRIMATO MONDIALE TRANSUMANISTA: Primo a Vaccinarsi contro il Cancro per Curare TURBO-CANCRO da Sieri Genici mRNA Covid

GIORNALISTA PURGATORI UCCISO DA ENDOCARDITE, COME ALTRI 23 VACCINATI mRNA! Periti della Procura ignorano Studio OMS e dati EudraVigilance

 

 

 

(Visited 726 times, 16 visits today)

Redazione Gospa News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *