I GIOCHI DI GUERRA DI ZELENSKY VERSO LA FINE: Ungheria e Slovacchia Bloccano gli Aiuti Militari UE perché “Kiev non vincerà Mai contro la Russia”

I GIOCHI DI GUERRA DI ZELENSKY VERSO LA FINE: Ungheria e Slovacchia Bloccano gli Aiuti Militari UE perché “Kiev non vincerà Mai contro la Russia”

9.101 Views

di Carlo Domenico Cristofori

ENGLISH VERSION

I giochi di guerra del nazi-sionista Volodymyr Zelensky stanno volgendo al termine. Il primo ministro ungherese Victor Orban ha ribadito in un’intervista che bloccherà il nuovo pacchetto di aiuti militari per l’Ucraina da 50 milioni di euro previsto dall’Unione Europa perché “Kiev non si sconfiggerà mai Mosca” e pertanto serve un urgente accordo per la pace.

Ribadisce un concetto già noto a tutti gli analisti di geopolitica militare della terra fin dal marzo 2022 quando Zelensky, pur di obbedire al mandato della NATO di proseguire nel conflitto ad ogni costo per incrementare gli affari della Lobby delle Armi (soprattutto americana, tedesca, norvegese ma anche Italiana) arrivò persino a far uccidere un negoziatore di pace ucraino con un colpo di pistola alla testa dai servizi di sicurezza SBU.

E’ forse quel tremendo, impunito e minimizzato gesto che ben rappresenta la pervicace protervia del regime di Kiev, sostenitore dei nazi-satanisti del Battaglione Azov, nel rifiutare non solo ogni trattativa di pace, grazie anche al sostegno esplicito in tal senso del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, ma persino le tregue per il Natale ortodosso.

GIALLO A KIEV. Negoziatore di Pace con la Russia Ucciso dai Servizi di Sicurezza Ucraini SBU

Ora che il nuovo conflitto in Palestina sta attirando le attenzioni ed energie dei paesi NATO e soprattutto quelle del principale promotore e finanziatore della guerra in Ucraina, ovvero gli USA del presidente Joseph Biden che fu vice del predecessore Barack Obama durante il sanguinario golpe del 2014 a Kiev preparato dall’intelligence anglosassone degli 007 britannici MI6 e degli americani della CIA, Zelensky rischia di restare all’asciutto di soldi e di armi.

LOBBY ARMI – 11. SIGNORI DELLA GUERRA PIU’ RICCHI GRAZIE A NATO & KIEV CONTRO LA PACE. Enormi Profitti delle Industrie Militari Occidentali

Senza quelle armi che nella corruzioni dilagante a Kiev sono state spesso rivendute dagli stessi Ucraini sul mercato nero e finite persino in mano ai guerriglieri di Hamas che gli Atlantisti chiamano terroristi ma i Palestinesi forza di resistenza contro i crimini di guerra dell’esercito sionista di Benjamin Netanyahu, perpetrati per anni ben prima dl 7 ottobre 2023 quando ci fu l’assalto ai kibbutz israeliani.

LA DITTATURA SIONISTA ZITTISCE L’ONU E IL PAPA. Minacce al Segretario Generale. Bergoglio Tace sulla Strage di Bimbi Cristiani e le Bombe vicine ai Cattolici

Crepe nell’Unione Europea sull’Ucraina e la NATO

Oltre all’Ungheria anche il  nuovo primo ministro slovacco, Robert Fico, si è impegnato a porre fine al sostegno militare all’Ucraina nel suo conflitto con la Russia e rifiuterà qualsiasi proposta di ulteriori sanzioni anti-Russia avanzata dai paesi baltici a meno che non vi sia un’analisi dettagliata del danno che tali restrizioni potrebbero Avere.

Budapest inoltre ritarda il voto sull’espansione della NATO. Secondo un parlamentare dell’opposizione, il parlamento ungherese non voterà questa settimana la richiesta della Svezia di aderire alla NATO. La questione non verrà presa in considerazione fino al mese prossimo, a causa di una serie di ritardi nella decisione.

IN ODORE DI SCONFITTA IN UCRAINA, LA NATO SI FA MINACCIOSA. Armi in forse per Kiev ma Allerta Nucleare in Europa

Nel frattempo il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis potrebbe essere perseguito per aver chiesto un cambio di regime a Mosca.

Il leader ungherese si oppone agli aiuti da 50 miliardi di euro all’Ucraina perché “Kiev non sconfiggerà Mosca”

L’Ungheria ha bloccato un pacchetto di aiuti UE da 50 miliardi di euro (52,8 miliardi di dollari) per l’Ucraina perché “è ovvio” che Kiev non sconfiggerà Mosca, ha detto venerdì il primo ministro Viktor Orban. Orban ha ripetutamente chiesto il cessate il fuoco e i colloqui di pace in Ucraina.

Intervenendo a margine di un vertice a Bruxelles, Orban ha detto alla radio ungherese Kossuth che la proposta multimiliardaria “non era stata elaborata adeguatamente e non era adatta a costituire una base per negoziati seri, quindi l’abbiamo respinta”.

L’intera strategia di Bruxelles di fornire aiuti militari ed economici a Kiev sanzionando l’economia russa non è riuscita a far pendere il conflitto a favore dell’Ucraina, ha continuato.

BOLLETTE ALLE STELLE PER GUERRE NATO DELLA MELONI. Great Reset della Partner di Lobby Armi, Rockefeller, NeoNazisti e Sionisti

“Oggi tutti sanno, ma non osano dirlo ad alta voce, che questa strategia ha fallito. È ovvio che questo non funzionerà… gli ucraini non vinceranno in prima linea”, ha detto.

Il progetto di piano, noto come Strumento per l’Ucraina, vedrebbe Kiev ricevere 33 miliardi di euro in prestiti a basso interesse e 17 miliardi di euro in sovvenzioni a fondo perduto come parte di un pacchetto più ampio che stanzierebbe anche 15 miliardi di euro per gestire le questioni legate alla migrazione. Poiché il piano prevede la modifica del bilancio dell’UE, deve essere approvato da tutti i 27 Stati membri. Anche la Slovacchia ha posto il veto alla bozza, con il primo ministro Robert Fico che ha espresso preoccupazione per la corruzione in Ucraina.

ITALIA PRESTO AL FREDDO, UNGHERIA COL GAS RUSSO IN BARBA ALL’UE. Roma Pianifica Razionamenti. Budapest fa Nuovi Accordi con Gazprom

Nuovo Primo Ministro Slovacco: “Niente più aiuti militari per l’Ucraina”

Il nuovo primo ministro slovacco, Robert Fico, si è impegnato a porre fine al sostegno militare all’Ucraina nel suo conflitto con la Russia e a spingere per un’immediata cessazione delle ostilità. Ha anche promesso di non sostenere ulteriori sanzioni contro Mosca se finissero per danneggiare il suo Paese.

Giovedì, parlando ad una riunione della commissione parlamentare per gli affari europei, Fico ha dichiarato che “come primo ministro, sosterrò l’assenza di aiuti militari all’Ucraina”, spiegando che la posizione del suo governo è che “l’immediata cessazione delle operazioni militari è la soluzione migliore soluzione che abbiamo per l’Ucraina”.

LOBBY ARMI – 9. BANCA DI NORVEGIA: AFFARI DI GUERRA TRA STOLTENBERG, GATES, NATO & ITALIA. Oslo Lucrerà sui Carri Armati tedeschi in Ucraina

Fico ha esortato l’UE a trasformarsi da “fornitore di armi a pacificatore”, insistendo sul fatto che Ucraina e Russia farebbero meglio a negoziare la pace per i prossimi dieci anni piuttosto che uccidersi a vicenda i cittadini senza alcun risultato.

Ha anche sottolineato che la possibilità che la Russia si ritiri dai territori recentemente incorporati, vale a dire la penisola di Crimea, le repubbliche del Donbass e le regioni di Kherson e Zaporozhye, non è realistica – e che è ingenuo aspettarsi di mettere all’angolo uno stato nucleare utilizzando armi convenzionali.

L’Ungheria ritarda il voto sull’espansione della NATO

Secondo un parlamentare dell’opposizione, il parlamento ungherese non voterà questa settimana la richiesta della Svezia di aderire alla NATO. La questione non verrà presa in considerazione fino al mese prossimo, a causa di una serie di ritardi nella decisione.

Agnes Vadai, che ricopre il ruolo di vicepresidente del partito di opposizione della Coalizione Democratica, martedì è andata su Facebook per criticare i colleghi parlamentari per aver rinviato il voto, accusando la coalizione di governo di ignorare la “sicurezza della patria”.

International Breakings by Gospa News – GLI SCHELETRI NAZISTI DI FINLANDIA E SVEZIA. Retroscena dell’Ingresso nella NATO

L’Ungheria e la Turchia sono gli unici membri dell’alleanza militare guidata dagli Stati Uniti che devono ancora approvare la richiesta di adesione di Stoccolma. Tuttavia, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha firmato un protocollo di adesione all’inizio di questa settimana, inviandolo alla ratifica da parte dei legislatori. Se votassero sì, la decisione finale spetterebbe a Budapest.

La Russia minaccia il Ministro della NATO con accuse penali

Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis potrebbe essere perseguito per aver chiesto un cambio di regime a Mosca, ha detto giovedì la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Secondo Zakharova, in un recente incontro con il magnate russo fuggitivo Mikhail Khodorkovsky, Landsbergis ha apertamente chiesto “un violento cambio di governo” in Russia.

Durante il vertice della NATO dell’11 luglio, il Ministro degli Affari Esteri della Lituania Gabrielius Landsbergis ha incontrato il Ministro degli Esteri federale tedesco Annalena Baerbock

Durante il vertice della NATO dell’11 luglio, il Ministro degli Affari Esteri della Lituania Gabrielius Landsbergis ha incontrato il Ministro degli Esteri federale tedesco Annalena Baerbock
Il ministro degli Esteri lituano ha affermato che “nessuno in Europa e nel mondo” è al sicuro dal “regime del Cremlino”, e quindi Vilnius voleva vedere “un’opposizione attiva al [presidente russo] Vladimir Putin non solo all’estero, ma anche nella stessa Russia”. che “cercherebbe cambiamenti nel sistema politico russo”, secondo i media baltici che hanno citato Landsbergis.

“MENZOGNE NATO A VILNIUS”. Ex Ambasciatore Italiano: “Summit Patetico e Pericoloso. Sull’Orlo dell’Abisso” del Conflitto Nucleare

“Questo è un comportamento inaccettabile per il capo del ministero degli Esteri, anche se comprendiamo perfettamente che [Landsbergis e altri come lui] hanno da tempo oltrepassato il limite e sono andati completamente oltre ogni quadro giuridico”, ha detto Zakharova ai giornalisti durante la conferenza stampa quotidiana.

ULTERIORI DETTAGLI SU OGNI ARGOMENTO SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Traduzione simultanea dall’Inglese all’Italiano disponibile con un click sulle bandierine

Toward End of Zelensky’s War Games: EU Nations Russia’s friends Block Military Aids for Ukraine. Orban: “Kiev will not Defeat Moscow”

OSPEDALE CON 40MILA PALESTINESI NEL MIRINO DEI NAZI-SIONISTI! Inferno di Fuoco Israeliano a Gaza in Risposta alla Tregua richiesta dall’ONU

LA VIOLENZA DI HAMAS CONTRO I CRIMINI DI GUERRA DI ISRAELE. Terroristi Amati da Gaza, Sionisti protetti da Corte de L’Aja e USA

PUTIN: “KIEV INIZIO’ LA GUERRA NEL 2014 COI CARRI ARMATI CONTRO I CIVILI DOPO IL GOLPE”. Carta ONU legittima Intervento della Russia, dice il Cremlino

NEONAZISTI UCRAINI “EROI” PER IL ‘GURU” DELLA MELONI. Il Sottosegretario Fazzolari Elogia i Feroci Paramilitari di Estrema Destra

ATTACCO HAMAS PER “FALSE FLAG” ISRAELE: Ignorati Allarmi dall’Egitto. Ex Agente CIA svela Trappola di Bibi e Mossad per Radere al suolo Gaza

SFREGIO DI ZELENSKY & NWO ALLA PACE. Rifiuta la Mediazione del Papa grazie alle Armi Promesse da Mattarella per il Nuovo Ordine Mondiale

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 2. Obama, Soros, 007 MI6 & Kyiv Security Forum

LO SFREGIO DI ZELENSKY ALLA TREGUA DI NATALE. Il NeoNazista Pagato da Biden rifiuta il Gesto di Pace di Putin e Kirill

(Visited 431 times, 4 visits today)

Carlo Domenico Cristofori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *