NAVI DA GUERRA NUCLEARI RUSSE VICINO ALLE COSTE USA. Esercitazione a Cuba rievoca Spettri della Crisi dei Caraibi del ’62

NAVI DA GUERRA NUCLEARI RUSSE VICINO ALLE COSTE USA. Esercitazione a Cuba rievoca Spettri della Crisi dei Caraibi del ’62

1.974 Views

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION

Nei prossimi giorni navi da guerra nucleari russe approderanno nel porto di Cuba per una visita ufficiale e alcune esercitazioni.

In altri momenti la questione sarebbe parsa come una semplice provocazione ma dopo le ripetute escalation del conflitto in Ucraina innescate dal potenziamento delle forniture di missili dei paesi NATO e dall’autorizzazione data da alcuni di essi, tra cui gli USA, a usarli sui territori della Russia da cui partono gli attacchi contro l’esercito di Kiev, questa “mossa inattesa” rappresenta un pericolo che riporta alla mente la Crisi dei Missili dei Caraibi dell’ottobre 1962.

NAVI RUSSE A CUBA, MISSILE IPERSONICO ZIRCON A 2 MINUTI DA MIAMI. All’Avana dopo le Esercitazioni di Guerra (Foto Esclusive)

Una Normale Esercitazione per Cuba

Benché i media di mainstream atlantisti abbiano cercato di minimizzare come una “psyop” – una semplice intimidazione psicologica con esibizioni di muscoli militari – va tenuto in considerazione che nei giorni scorsi Dmitry Suslov, vicedirettore dei programmi di ricerca del Consiglio per la politica estera e di difesa di Mosca, aveva consigliato al Cremlino di valutare un attacco nucleare dimostrativo per terrorizzare gli avversari di Ucraina e Nato.

I principali organi d’informazione ufficiali russi cercano di sdrammatizzare anch’essi la minaccia facendo apparire l’insolito evento come un semplice incontro diplomatico internazionale nell’ambito delle forze armate.

La fregata Admiral Gorshkov

“Dal 12 al 17 giugno 2024 ci sarà la visita ufficiale al porto dell’Avana di un gruppo di quattro navi della Marina russa”, si legge nella nota del Ministero degli Esteri cubano.

Il gruppo è composto dalla fregata Admiral Gorshkov, dal sottomarino nucleare Kazan, dalla nave cisterna Akademik Pashin e dal rimorchiatore di salvataggio Nikolay Chiker, ha riportato l’agenzia di stampa russa TASS.

RUSSIA VALUTA ATTACCO NUCLEARE. 11 Sommergibili con Missili Atomici Bulava nell’Atlantico. Escalation NATO per la III Guerra Mondiale

“Questa visita deriva dalle storiche relazioni amichevoli tra Cuba e la Russia ed è strettamente in linea con le regole internazionali”, ha sottolineato il Ministero della Difesa cubano. “Nessuna delle navi trasporta armi nucleari, quindi il loro attracco nel nostro Paese non rappresenta una minaccia per la regione”.

Ma anche nella Crisi di Cuba del 1962 il Cremlino inizialmente negò l’installazione di missili ad appena 140 km dalle coste degli Stati Uniti…

“Durante il loro soggiorno, i marinai russi seguiranno un programma di attività che include visite di cortesia al comandante della Marina cubana e al governatore dell’Avana. Visiteranno anche luoghi di interesse storico e culturale”, hanno detto le forze armate cubane.

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE SU GOSPA NEWS INTERNATIONAL

Lo Spettro dei Missili Nucleari nei Caraibi

La manovra navale, però, si aggiunge a quella avviata nel marzo scorso con il dispiegamento nell’Oceano Atlantico di 11 sommergibili nucleari dotati del nuovo potentissimo missile Bulava con una lunghissima gittata fino a 9mila km e capace di trasportare fino a 10 testate atomiche. 

MISSILE NUCLEARE RUSSO ZIRCON NEL MEDITERRANEO. La Fregata Admiral Gorshkov entrata dal Canale di Suez – International Breakings by Gospa News

Non va inoltre dimenticato che alcuni mesi orsono proprio la Russia aveva annunciato di aver dotato proprio la fregata Admiral Gorshkov del missile ipersonico da crociera Zircon, lanciabile da unità navali, sommergibili e superficie, e in grado di trasportare una testata atomica da 350 kg.

Con una gittata tra 400 e 1.000 chilometri, gli Zircon possono volare a una velocità di 9.800 km/h (Mach 8) eludendo i sistemi di difesa. Sono stati usati con successo con successo dalla marina russa in Ucraina, ma ovviamente senza esplosivo nucleare.

«I piani della Russia di condurre esercitazioni militari nei Caraibi hanno suscitato grande interesse e disordini nella comunità internazionale. Le esercitazioni fanno parte della strategia di Mosca per proiettare il proprio potere a livello globale e rappresentano un passo importante in risposta agli sforzi degli Stati Uniti per sostenere l’Ucraina» riporta il sito di geopolitica militare russo Avia.Pro.

La Minaccia di Putin ai paesi NATO

Secondo le informazioni riportate dal sito, «le navi da guerra russe intendono fermarsi a Cuba e in Venezuela, il che sottolinea gli stretti legami di Mosca con questi paesi. Dopo la fine delle esercitazioni, si prevede di lasciare le navi nella regione fino alla fine dell’estate per condurre altre manovre militari in autunno. Questa decisione è un chiaro segnale all’Occidente che la Russia è pronta a difendere i propri interessi ovunque nel mondo».

VENDETTA DI PUTIN CONTRO ZELENSKY! Tempesta di Missili Ipersonici sta Annientando l’Esercito Ucraino. Sachs & Musk: “Enorme e Prevedibile Debacle”

In un recente grande incontro con i media stranieri, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che Mosca potrebbe iniziare a fornire armi ai paesi in guerra con gli stati che forniscono armi all’Ucraina.

“Se qualcuno ritiene possibile fornire tali armi in una zona di combattimento per colpire il nostro territorio e crearci problemi, allora perché non abbiamo il diritto di fornire le nostre armi della stessa classe a quelle regioni del mondo dove verranno effettuati gli attacchi? Farlo su obiettivi sensibili quei paesi che fanno questo contro la Russia? La risposta potrebbe essere asimmetrica. Ci penseremo”, ha sottolineato il presidente.

Nei giorni precedenti l’ambasciatore russo all’ONU Vasilij Nebenzia aveva denunciato al Consiglio di Sicurezza che l’esercito di Kiev da mesi stava utilizzando missili a medio-lungo raggio forniti dalla NATO per “sterminare la popolazione civile delle zone di confine” come nella regione di Belgorod.

Quest’area di confine è stata colpita per l’ennesima volta nei giorni scorsi dai lanciarazzi HIMARS di fabbricazione americana con il plauso dei media atlantisti che lo hanno riconosciuto come il primo attacco “ufficiale” in Russia dopo l’ok della Casa Bianca all’uso di tali armi.

“ARMI NATO GIA’ USATE DA KIEV PER STERMINARE CIVILI IN RUSSIA: UCCISI 30 BIMBI”. Mosca svela all’ONU la Finta Polemica UE. Missili Killer anche dell’Italia

Il colonnello in pensione e osservatore militare Viktor Baranets ha osservato che le parole di Putin non sono solo un avvertimento, ma un vero movimento in questa direzione, riferisce in un altro articolo Avia.Pro.

Secondo lui, da molto tempo sono in corso trattative tra Russia e Venezuela, tra Russia e Cuba sul ritorno a Cuba dopo la partenza. I cubani e il Venezuela, secondo lui, stanno già cominciando a cambiare le loro politiche e hanno meno paura dei dettami americani.

“Se anche i cinesi si unissero a lì, ciò provocherebbe urla selvagge a Washington. Urleranno, forse anche interferiranno fisicamente, ma se a Cuba apparirà almeno una base militare, ciò significherà che una baionetta affilata russa sarà puntata contro il ricco  “quinto punto” dell’America, ha aggiunto.

Baranets ha anche attirato l’attenzione sulle esercitazioni previste tra Russia e Cuba nei Caraibi. Che riporta alla memoria quanto accadde nel 1962 quando il Cremlino inizialmente negò di aver piazzato missili nucleari sull’isola.

La Crisi dei Missili del 1962

La crisi dei missili di Cuba, nota a Cuba come crisis de octubre (“crisi di ottobre”) e in Russia come Карибский кризис (Karibskij krizis, “crisi dei Caraibi”), fu uno stato di grave tensione politica e diplomatica tra Stati Uniti d’America e Unione Sovietica, generato dal dispiegamento di missili balistici sovietici in territorio cubano. L’episodio, avvenuto durante la presidenza Kennedy, fu uno dei momenti più critici della guerra fredda e più a rischio di innesco di un conflitto nucleare.

ARMI NUCLEARI RUSSE IN BIELORUSSA. Mosca: “In Difesa dalla Guerra Non Dichiarata della NATO” – International Breakings by Gospa News

Reagendo all’installazione di missili PGM-19 Jupiter in basi in Italia e Turchia (1959) e alla fallita invasione della baia dei Porci (1961), il leader sovietico Nikita Chruščёv decise di posizionare missili con testata nucleare a Cuba come deterrenza contro una possibile invasione statunitense dell’isola. Chruščёv e Fidel Castro raggiunsero un accordo segreto circa il dispiegamento nei missili nel luglio 1962, e poco dopo fu avviata la costruzione delle rampe di lancio.

Benché il Cremlino negasse l’installazione di missili ad appena 140 km dalle coste degli Stati Uniti, i sospetti statunitensi furono confermati da un aereo da ricognizione Lockheed U-2 della United States Air Force, che il 14 ottobre 1962 fornì le prove fotografiche della presenza a Cuba di missili a medio raggio R-12 e raggio intermedio R-14.

A seguito di questa conferma, gli Stati Uniti imposero il 24 ottobre un blocco navale militare per impedire l’arrivo di nuovi missili a Cuba, chiedendo lo smantellamento e il ritorno in Unione Sovietica dei missili già installati. Furono avviati anche preparativi per attacchi aerei ai siti di lancio e per un’invasione dell’isola, che prevedibilmente avrebbero potuto far precipitare la crisi verso una guerra aperta tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

SFIDA ATOMICA DELLA POLONIA ALLA RUSSIA. Mosca testa Missile Nucleare Mobile TOP-SECRET. Ungheria: “NATO prepara III Guerra Mondiale”

Dopo un lungo periodo di fitti negoziati, il presidente degli Stati Uniti d’America John Fitzgerald Kennedy e Chruščёv giunsero a un compromesso: ufficialmente i sovietici avrebbero smantellato le loro armi a Cuba e le avrebbero riportate in patria in cambio del pubblico impegno statunitense a non tentare una nuova invasione dell’isola; in segreto, gli Stati Uniti avrebbero anche acconsentito a smantellare i loro missili Jupiter in Italia e in Turchia.

Le gittate relative degli Il-28, SS-4 e SS-5 installati a Cuba in miglia nautiche (NM)

Gli Stati Uniti tolsero quindi il blocco di Cuba il 20 novembre 1962, una volta confermato il ritiro di tutti i missili sovietici dall’isola. La vicenda mise in evidenza la necessità di una rapida, chiara e diretta linea di comunicazione riservata tra Washington e Mosca, e condusse infine all’istituzione della “linea rossa” tra le due capitali.

Da allora i paesi NATO hanno accolto posizionato circa 150 testate nucleare in Europa quali pericolosi deterrenti contro la minaccia sovietica e poi hanno innescata la guerra in Ucraina con il sanguinario golpe del 2014 a Kiev per la rimozione del presidente ucraino vicino a Mosca.

INCUBO NUCLEARE, X-FILE NATO: 150 TESTATE USA IN EUROPA. Ma i Russi ne hanno 2.000 più degli Americani nel Mondo. Pronto il Sarmat ICBM

Non solo. L’intelligence americana e britannica è stata accusata dalla Russia di aver avuto ruoli significati in almeno tre tremendi attentati: quello contro i gasdotti Nord Stream, contro il ponte di Crimea e il massacro della Corcus City Hall. 

Se l’Alleanza Atlantica continuerà ad alzare il tiro nel conflitto in Ucraina una guerra mondiale sarà praticamente inevitabile. Ma probabilmente molti cittadini occidentali si schiereranno dalla parte di Putin contro il Nuovo Ordine Mondiale teorizzato da George Soros fin dal 1993 quale evoluzione della NATO…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Fabio Carisio su Twitter
Gospa News su Telegram


FONTI PRINCIPALI

GOSPA NEWS INTERNATIONAL – tutte le fonti internazionali citate

GOSPA NEWS – DOSSIER UCRAINA

GOSPA NEWS – LOBBY ARMI

GOSPA NEWS – NWO, MASSONERIA & COSPIRAZIONI

11 SETTEMBRE, PANDEMIA DA LABORATORIO & STRAGE DI MOSCA: Lo 007 dei Complotti CIA con Biden jr nella Società Ucraina Accusata di Finanziare i Terroristi dell’Attacco al Crocus

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 4. Putin: “Piano contro la Russia dal 2008”. Dopo il Kiev Security Forum: per la Guerra sul Gas e sui Virus

DALLA FINE DEL FASCISMO ALLA DITTATURA NAZI-SIONISTA NWO. Genocidi. Fosse Comuni. Deportati. Atenei Blindati. Milizie pro-SS nell’UE

SPY STORY DALLA RUSSIA! Alti Ufficiali Tedeschi Intercettati mentre Pianificano un Attacco coi Missili Taurus al Ponte di Crimea

“ATTACCO TERRORISTICO USA SENZA PRECEDENTI”. Mosca Accusa Washington per il Sabotaggio Nord Stream

INCUBI NUCLEARI IN EUROPA. Operativo Missile Sarmat Russo. Munizioni all’Uranio dagli Usa a Kiev

UKRAINE BIOLABS – 8. “Virus Studiati dal Pentagono Resi Pandemici per Affari DEM & Big Pharma”. Generale Russo su SARS-2 e Vaiolo Scimmie

(Visited 357 times, 357 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *