siteId=76639&formatId=24">

WUHAN-GATES – 62. Vaccini d’Oro & SARS-Cov-2 da Laboratorio: Complotto NWO-Gates-CIA nel Covo dei Rockefeller a Bellagio

WUHAN-GATES – 62. Vaccini d’Oro & SARS-Cov-2 da Laboratorio: Complotto NWO-Gates-CIA nel Covo dei Rockefeller a Bellagio

48.083 Views
Dalla GAVI Alliance (1999) al Global Virome Project (2016)
la famosa Villa Serbelloni sul Lago di Como
si è trovata al centro di un intrigo internazionale 
tra laboratori batteriologici in Cina. Usa e Ucraina
e l’azienda Metabiota, partner di CIA e Biden junior

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Il mistero che aleggia intorno a Villa Serbelloni, in precedenza anche nota come Castello di Bellagio (Como, Lombardia) comincia fin dalla morte dell’americana Ella Walker, principessa vedova Della Torre e Tasso, che avvenne il 20 giugno 1959, solo una settimana dopo la firma dei documenti per la donazione dell’antico maniero alla Fondazione Rockefeller…

La tenuta è divenuta celebre per le memorie storiche ed il suo vasto parco, esteso sul promontorio scosceso che separa i due rami del Lago di Como, dove, secondo la tradizione, Plinio il Giovane possedeva una villa chiamata Tragoedia. L’impianto originale della villa risale al 1400 e fu edificato per volere di Marchesino Stanga, feudatario del luogo.

Nel 1788 passò al conte Alessandro Serbelloni, esponente di una delle più nobili e ricche famiglie lombarde, che vi si dedicò anima e corpo, concentrandosi soprattutto sulla realizzazione dell’immenso parco esterno, ove fece costruire piste carrozzabili, viali e sentieri per una lunghezza totale di circa 18 km. Alla morte del conte la villa passò di proprietà in proprietà e, a fine ‘800, venne trasformata in albergo dopo l’acquisto da parte della miliardaria Walker nel 1932.

Il Centro Congressi della Rockefeller Foundation nella Villa Serbelloni di Bellagio (Como)

Da decenni Villa Serbelloni è divenuta centro di esclusive conferenze ospitate dalla Fondazione Rockefeller. Ma anche luogo foriero di disgrazie visto che ci transitò anche il presidente USA John Fitzgerald Kennedy 4 mesi prima del suo assassinio, avvenuto il 23 novembre 1963 a Dallas.

In questo scenografico contesto naturalistico e architettonico è stato avviato il complotto del Nuovo Ordine Mondiale che partendo dal progetto sui vaccini d’oro si è concluso con il SARS-Cov-2 creato in laboratorio che li ha resi necessari.

In due momenti differenti, nel marzo 1999 e nell’agosto 2016, infatti, i principali protagonisti della pandemia da Covid-19 si sono incontrati per architettare un piano di immunizzazione globale, diventato rapidamente funzionale ad una dittatura sanitaria e sociale che il recente G20 di Bali ha messo per iscritto.

AL G20 MELONI TACE SUI VACCINI MA SOTTOSCRIVE IL “GREEN PASS ETERNO”. E gli Hub su Terapie mRNA Promosse dal ministro Schillaci

DA GAVI ALLIANCE AL GLOBAL VIROME PROJECT

Si parte con la presentazione della GAVI Alliance finanziata dalla Bill & Melinda Gates Foundation nel 1999.

«La Risoluzione WHA44.4 richiede al Direttore Generale, tra l’altro, di tenere informato il Comitato Esecutivo sui progressi relativi all’Iniziativa sui vaccini per bambini. La Children’s Vaccine Initiative è stata istituita da un gruppo di co-sponsor tra cui l’OMS, l’UNICEF, la Banca Mondiale, l’UNDP e la Fondazione Rockefeller dopo il World Summit for Children (NewYork, 1990). L’iniziativa è stata uno sforzo collettivo internazionale, progettato per sfruttare i nuovi sviluppi scientifici al fine di aumentare la protezione dalle malattie infettive e semplificare la consegna del vaccino» scriveva l’OMS in un documento del 25 gennaio 2000, successivo all’incontro sul Lago di Como.

«La Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) è stata istituita dopo una serie di incontri (Banca Mondiale, Washington, marzo 1998; Bellagio, Italia, marzo 1999; Seattle, Stati Uniti d’America, luglio 1999) e un anno di esame approfondito delle attività legate all’immunizzazione intraprese dai principali partner interessati» tra cui figurano innanzitutto The Rockefeller Foundation e Bill & Melinda Gates Foundation.

GREEN PASS UE, MICROCHIP SOTTOPELLE E MARCHIO DELLA BESTIA 666 DI GATES. Il Piano Transumanista di Klaus Schwab (Great Reset) e NWO contro il Cristianesimo

«Si prevede che l’Alleanza sarà lanciata pubblicamente contemporaneamente al Fondo globale per Children’s Vaccines alla fine di gennaio 2000, forse durante il World Economic Forum» si legge nel documento OMS che già evoca il futuro impegno del WEF di Klaus Schwab, teorico del Great Reset ma anche finanziatore dell’Event 201 di New York con la fondazione di Gates che simulò un’esercitazione per una pandemia da coronavirus poche settimane dopo il suo scoppio reale.

Ma prima di arrivare all’emergenza del 2020, nello stesso maniero di Bellagio, tra l’8 e l’11 agosto 2016, si tenne un forum del Global Virome Project (GVP) a cui parteciparono alcuni dei principali enti sospettati di aver avuto un ruolo significativo nella costruzione del coronavirus da laboratorio che ha indotto i governi occidentali ad assecondare le strategie delle Big Pharma dei vaccini in una delle più gravi mistificazioni e speculazioni finanziarie della storia dell’umanità.

2016 GVP BELLAGIO FORUM ATTENDEES – W. Ian Lipkin, Center for Infection and Immunity, Columbia University and the NIH Center for Research in Diagnostics and Discovery, Jonna Mazet, One Health Institute, UC Davis School of Veterinary Medicine, Carlos Morel, Oswaldo Cruz Foundation (FIOCRUZ) , Subhash Morzaria, Food and Agriculture Organization (FAO) of the United Nations, Ariel Pablos-Mendez, United States Agency for International Development, Edward Rubin, Metabiota, Steven Solomon, World Health Organization, Oyewale Tomori, Nigerian Academy of Science, Maria Van Kerkhove, Center for Global Health, Institut Pasteur, Ana Ayala, O’Neill Institute for National and Global Health Law, Georgetown University, Prasert Auewarakul, Siriraj Hospital and Mahidol University, Dennis Carroll, United States Agency for International Development, Cara Chrisman, United States Agency for International Development, Peter Daszak, EcoHealth Alliance, Amy Espeseth, MRL, Merck & Co., Inc., Kenilworth, NJ USA, Keiji Fukuda, World Health Organization, George Gao, Chinese Center for Disease Control and Prevention, Michael Kurilla, Office of Biodefense Research Resources and Translational Research, NIAID, National Institutes of Health

Ospiti della Fondazione Rockefeller c’erano rappresentanti dell’OMS, dell’agenzia governativa USAID, ritenuta strumento finanziario della Central Intelligence Agency (il controspionaggio USA della CIA), del CDC cinese e di METABIOTA, società di ricerca biochimica finita nell’occhio del ciclone per i laboratori batteriologici del Pentagono in Ucraina con la complicità di Biden junior, ma anche partner della stessa CIA e del progetto PREDICT che l’amministrazione Obama-Biden sviluppò nel Wuhan Institute of Virology.

Non poteva però mancare la EcoHealthAlliance dello zoologo Paul Daszak, messo in croce persino dalla rivista medica The Lancet per aver cercato di depistare le indagini scientifiche sull’origine artificiale del SARS-Cov-2 dopo aver ricevuto finanziamenti dalla Bill & Melinda Gates Foundation e dal NIAID (l’Istituto Nazionale di Malattie Infettive diretto da Anthony Fauci), anch’esso presente al meeting Global Virome Project. Infine c’era pure un rappresentante della Columbia University e del National Institute of Health, entrambi coinvolti nel progetto Predict sui coronavirus. 

WUHAN-GATES – 58. TROPPI SEGRETI SU SARS DA LABORATORIO. Gli USA Tolgono Contributi all’ONG di New York finanziata da Fauci & Gates in Cina

 

«Il Global Virome Project (GVP) è stato concepito in risposta alla ripetuta e imprevedibile comparsa e ricomparsa di epidemie e pandemie virali ad alto impatto che compromettono la sicurezza sanitaria globale e il benessere dei popoli del mondo» si legge sul sito ufficiale.

«Tra l’8 e l’11 agosto 2016, rappresentanti di tutto il mondo: “decision makers” nelle politiche di alto livello, leader di pensiero, esperti in materia, ricercatori e rappresentanti di organizzazioni internazionali (compresi coloro che si occupano di salute umana, animale e ambientale), università, donatori, fondazioni e settore privato – si sono riuniti presso il Bellagio Conference Center della Fondazione Rockefeller per sviluppare una visione sull’importanza e la fattibilità del GVP nella costruzione di un mondo al sicuro dalla minaccia delle malattie virali emergenti» aggiunge il promemoria di Bellagio Initiative on the Global Virome Project (GVP)

WUHAN-GATES – 63. “SARS-2 & OMICRON: Esperimenti Pericolosi e Sospetti senza Controlli: FERMATELI!”. Allarme di 5 Senatori USA. Accuse da Mosca

«I partecipanti al forum di Bellagio del Global Virome Project (GVP) sostengono lo sviluppo di un’alleanza globale per portare avanti il ​​GVP, uno sforzo internazionale per identificare e caratterizzare, entro un decennio, il 99% di tutti i virus zoonotici con epidemia /potenziale pandemico al fine di prevedere, prevenire e rispondere meglio alle future minacce di pandemia virale e per proteggerci tutti dalle loro peggiori conseguenze».

GLI ESPERIMENTI PERICOLOSI PER IL SARS-COV-2 DA LABORATORIO

A giudicare dalle 6.583.588 morti attribuite al Covid-19 dall’OMS in tutto il mondo e dalla strage per reazioni avverse ai vaccini antiCovid quantificata in oltre 76mila segnalazioni con esito fatale dalle piattaforme di farmacovigilanza sono nell’Unione Europea e negli USA non solo non sembrano essere riusciti a proteggere tutti.

Ma i macroscopici conflitti d’interesse tra alcuni degli scienziati nei pericolosissimi esperimenti di costruzione di virus potenziati, con finalità Dual Use ovvero vaccino ma anche arma batteriologica militare, inducono a ritenere estremamente sospetto proprio quel summit. Facciamo subito alcuni promemoria fondamentali per spiegare l’importanza di tale simposio in quel preciso momento.

WUHAN-GATES 45. FAUCI OCCULTO’ STUDIO SU SARS-2 DA LABORATORIO. Microbiologo USA: “Alterazioni Artificiali Spike”. Scoperte da Indiani e Montagnier

«Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti è stato coinvolto nel finanziamento dell’amplificazione della natura infettiva del coronavirus tra il 1999 e il 2002 prima che la SARS fosse mai rilevata nell’uomo» dimostrò il medico americano David Martin mostrando i brevetti relativi alle ricerche nel suo The Fauci Dossier, indirettamente confermato dalle scoperte di alcune scottanti email del direttore NIAID.

«Nell’ottobre 2013, la proteina spike del coronavirus S1 del Wuhan Institute of Virology 1 è stata descritta nel lavoro finanziato dal NIAID in Cina. Questo lavoro ha coinvolto NIAID, USAID e Peter Daszak, il capo di EcoHealth Alliance. Questo lavoro, finanziato con R01AI079231, è stato fondamentale nell’isolare e manipolare frammenti virali selezionati da siti in tutta la Cina che contenevano un alto rischio di grave risposta umana» aggiunge Martin.

WUHAN-GATES – 48. VACCINO COVID MODERNA BREVETTATO 9 MESI PRIMA DELLA PANDEMIA. Grazie ai SARS da Laboratorio di Fauci e Gates

Nel 2016 il National Institute of Health, lo Scripps Institute e il Dartmouth College depositano la domanda di brevetto WO 2018081318A1 “Prefusion Coronavirus Spike Proteins and their Use” che rivela la tecnologia dell’mRNA che si sovrappone (ed è utilizzato in tandem) con la tecnologia di Moderna., che brevettò un siero genico antiCovid 9 mesi prima della pandemia.

Il meeting di Metabiota con i rappresentanti governativi di Ucraina.USA e Polonia tenutosi 3-4 October,2016 a Lviv. La delegazione dell’Ucraina comprendeva i rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri (Mr. O. Kapustin), del Ministero della Salute (Dr. N. Vydaiko), del Ministero della Difesa (Mr. M. Usatyi) e del Servizio Statale dell’Ucraina per la Sicurezza Alimentare e tutela dei consumatori (M. Bilous). Hanno preso parte attiva alla discussione anche esperti scientifici dell’Istituto di diagnostica di laboratorio e competenza veterinaria-sanitaria (Kiev) e dell’Istituto di epidemiologia e igiene di Lviv. La delegazione degli Stati Uniti comprendeva rappresentanti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Mr. K. Garrett, Mr. G. Braunstein, Mr. W. Sosnowski, Mrs. J. Wintrol, ecc.) e rappresentanti di Black and Veatch e Metabiota Corporations ( Sig. D. Mustra, Dott. M. Guttieri, Sig. S. Anderson, Sig. T. Borth, ecc.). La STCU era rappresentata dal Direttore Esecutivo Mr. Curtis Bjelajac e dal Senior Specialist Dr. V. Pashynska.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD) ha poi assegnato un contratto il 12 novembre 2019 alla Labyrinth Global Health INC. per la “ricerca COVID-19”, almeno un mese prima della presunta comparsa del nuovo coronavirus e tre mesi prima che fosse ufficialmente soprannominato Covid-19.

Il contratto aggiudicato nel novembre 2019 per la “Ricerca COVID-19” non solo prevedeva lo svolgersi delle ricerche in Ucraina, ma faceva parte di un contratto molto più ampio per un “Programma di riduzione della minaccia biologica in Ucraina” .

Una parte dei finanziamenti finì a ”Black & Veatch Special Projects Corp “, partner di METABIOTA che invece nell’ottobre 2016 aveva già tenuto un meeting Trilaterale sulla sicurezza batteriologica con i rappresentanti governativi di Ucraina, Polonia e Stati Uniti d’America a Lviv, nella città dove il Pentagono (Dipartimento della Difesa USA)  aveva finanziato nel 2012 l’apertura di due laboratori biologici per volontà dell’allora sottosegretario Leon Panetta, già direttore della CIA.

WUHAN-GATES – 53. Il Boss dei CoronaVirus di Obama parla Calabrese! Laboratori del Pentagono aperti in Ucraina dall’ex Direttore CIA Leon Panetta

Alla luce di questa estrema sintesi può stupire che nel 2018 la stessa METABIOTA, finanziata dalla società finanziaria Seneca Rosemont di proprietà di Hunt Biden, figlio del presidente USA Joseph, e del giovane socio legato a John Kerry, già Segretario di Stato nell’amministrazione Obama, abbia previsto una pandemia da SARS come fecero Bill Gates e l’avvocatessa Avril Haines, ex vice direttrice CIA con Obama e poi capo di tutta l’intelligence USA con Biden?

Sull’ampio argomento degli intrighi tra Metabiota, Ucraina, Biden jr e Cina torneremo più avanti. Ora vediamo lo scenario finanziario.

WUHAN-GATES – 26. BIO-ARMA SARS-2 & VACCINI D’ORO. Dai test CIA-OMS pagati da Gates al summit UE con PFIZER, sponsor di Biden, prima della pandemia. E le molecole Covid…

L’ASSICURAZIONE ANTI-PANDEMIA PROMOSSA DA METABIOTA NEL 2018

Per ora basti ricordare che Metabiota non solo predisse l’evento ma fu tra i primi consulenti di sicurezza globale a promuovere il progetto che la multinazionale assicurativa Swiss Re sviluppò con la World Bank la Pandemic Emergency Financing Facility (PEF), un’iniziativa innovativa che utilizzerà sia la riassicurazione che gli strumenti dei mercati dei capitali per aiutare a mobilitare fondi durante un’epidemia.

Questo “fondo assicurativo” di prevenzione dei danni da “business interruption (BI) policies” (politiche di interruzione dell’attività) fu lanciato da Swiss Re nel maggio 2016, pochi mesi prima del summit di Villa Serbelloni…

«Quest’anno ricorrono i 100 anni da quando uno dei focolai più mortali mai esplosi per la prima volta: la pandemia influenzale del 1918. Conosciuto anche come l’epidemia di influenza spagnola del 1918 – un nome che in realtà è un termine improprio – la pandemia ha infettato fino a 500 milioni di persone in tutto il mondo in un momento in cui la popolazione mondiale era di circa 1,8 miliardi» ha scritto Metabiota in un articolo “profetico” pubblicato il 31 luglio 2018 mentre continuava a lavorare con i laboratori batteriologici dell’Ucraina sui virus che, secondo esperti russi, sono stati potenziati dal Pentagono per favorire il business delle Big Pharma americane dei vaccini.

L’articolo inquietante di Metabiota

«Con i progressi medici di oggi e la copertura mediatica 24 ore su 24, una pandemia simile sarebbe persino possibile? E cosa significa questo per il settore della riassicurazione? Sfortunatamente, rimane la possibilità significativa che possa scoppiare una malattia altamente virulenta e che il settore della riassicurazione ne risentirebbe effettivamente».

«Come ha spiegato Jen Bruursema, vicepresidente marketing e vendite di Metabiota, il settore assicurativo sulla vita ha ovvie esposizioni di cui preoccuparsi in caso di pandemia, ma anche il settore immobiliare e dei sinistri può essere colpito dalla suddetta protezione BI. Metabiota sta ora lavorando con Marsh per sviluppare una piattaforma che aiuterà le aziende a comprendere meglio la minaccia rappresentata dalla pandemia per le loro attività» si evidenzia nell’articolo.

PFIZER: AFFARI CON GOLDMAN SACHS, INTRIGHI CON GLI EX MANAGER DRAGHI & MONTI. In CdA Big Pharma pure ex vicepresidente della Banca

«Mentre Metabiota sta lavorando con Marsh per sviluppare questo nuovo mercato BI pandemico, l’anno scorso il braccio assicurativo dedicato di Swiss Re ha collaborato con la Banca mondiale per creare le prime obbligazioni catastrofiche al mondo per combattere tali focolai. Le obbligazioni catastrofali sponsorizzate dalla Banca Mondiale supportano la Pandemic Emergency Financing Facility (PEF). Questa struttura fornisce finanziamenti di prima risposta ai paesi in via di sviluppo che affrontano il rischio di un’epidemia di pandemia».

Ecco quindi che il gotha della finanza mondiale era ampiamente preparato ad assorbire l’onda d’urto di una pandemia e la conseguente strategia del Great Reset, volta a consentire il monopolio economico mondiale alle società della Big Economy che, nel frattempo, avevano già avviato partnership con la Big Pharma dei vaccini antiCovid come Pfizer: tra loro la banca newyorkese Goldman Sachs, la Coca-Cola, il World Economic Forum e il colosso farmaceutico londinese GSK (controllato da Gates).

LA TRIADE DEI VACCINI. Intrighi Miliardari tra GSK, PFIZER, NOVAVAX con Lobby Sioniste, Gates, Biden & BoJo

Con la pandemia da Covid-19, dichiarata con estrema sollecitudine dal direttore dell’OMS, Tedros Adhanom Gebreyesus, leader politico di un movimento terrorista paramilitare etiope promosso in tale incarico da Gates, è stato lanciato il Piano COVAX, affidato alla Gavi Alliance di cui fu direttore Jens Stoltenberg, oggi segretario generale NATO, e amministrato da una ex manager GSK.

Il Piano COVAX per la vaccinazione antiCovid nei paesi del Terzo Mondo, in parte fallimentare per il rifiuto delle nazioni ad accettare i sieri genici sperimentali a volte consegnati oltre la data di scadenza, è stato però sostenuto con un finanziamento da 4 miliardi di dollari dell’amministrazione Biden, vincolati però all’acquisto di 500milioni di dosi di vaccini Pfizer che ha sponsorizzato i Democratici alle presidenziali del 2020.

WUHAN-GATES – 30. LOBBY DI GATES SUI VACCINI COVID. Piano miliardario COVAX-OMS gestito da ex Manager Big Pharma coi Soldi Italiani

IL PROGETTO GAVI ALLIANCE CON L’ITALIA IN PRIMA FILA

Non può destare stupore, pertanto, che la Rockefeller Foundation già nel giugno 2020 abbia finanziato con 5 milioni di dollari la GAVI Alliance che aveva tenuto a battesimo nel marzo 1999 presso il suo Centro Congressi di Villa Serbelloni segnando il destino dell’Italia nel progetto.

Tutto ciò emerge dal resoconto del sito della Rappresentanza Permanente d’Italia all’ONU di Ginevra, dove divenne famoso come vice direttore dell’OMS il dottor Ranieri Guerra, consigliere scientifico dell’ambasciata italiana che promosse l’accordo Italia-USA-Gates sul progetto pilota dei 10 vaccini obbligatori imposto dal Decreto Lorenzin nel 2017.

Tale legge fu difesa dalla sentenza del giudice costituzionale Marta Cartabia poi divenuta ispiratrice dell’obbligo di vaccinazione Covid per gli operatori sanitari in qualità di Ministro della Giustizia del Governo Draghi.

NWO CONTRO L’ITALIA – 6. La Ministra dei Vaccini Obbligatori (ai sanitari) ne impose 10 ai Bimbi da Giudice. All’ombra di Napolitano & Soros

Il dottor Guerra, invece, finì poi sotto inchiesta per false dichiarazioni ai magistrati, in relazione allo scandalo sul piano di emergenza pandemico, e fu di fatto indotto a dare le dimissione dal prestigioso incarico nell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

«La GAVI Alliance è una partnership pubblico-privata nata nel 2000 con l’obiettivo di garantire un miglior livello di salute per i bambini e per la popolazione, principalmente attraverso la realizzazione di campagne di vaccinazione nei paesi in via di sviluppo. Ne fanno parte paesi e settore privato, come ad esempio la Fondazione Bill & Melinda Gates, produttori di vaccini sia dei paesi sviluppati che in via di sviluppo, istituti specializzati di ricerca, società civile e organizzazioni internazionali come OMS, UNICEF e Banca Mondiale» si legge nel sito ONU di Ginevra dell’Italia.

PANDEMIA: INDAGATO A BERGAMO, IL DIRETTORE VICARIO OMS LASCIA. Addio “Giallo” di Ranieri Guerra a Ginevra. Ora è nell’Accademia di Medicina

 

L’Italia ha contribuito al GAVI sin dalla sua costituzione nel 2006, in qualità di membro fondatore dello strumento International Finance facility for Immunization (Iffim). Fra i primi donatori in assoluto dell’Alleanza, l’Italia ha contribuito con 100 milioni in contributi diretti di euro nel ciclo strategico 2016-2020, a cui si aggiungono le risorse destinate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per il sostegno agli strumenti di finanza innovativa (IFFIm e AMC).

«Al Vertice di rifinanziamento di giugno 2020, il “Global Vaccine Summit” di Londra, il nostro Paese ha annunciato un contributo pluriennale di 120 milioni di Euro per il ciclo finanziario (2021-2025), che include il contributo per la distribuzione dei vaccini anti-COVID-19 già annunciato alla precedente Conferenza di Bruxelles (4 maggio 2020) ed ulteriori 150 milioni di Euro allo strumento IFFIm (per il periodo 2026-2030), in aggiunta ai 635 milioni di dollari già impegnati» è stato specificato.

WUHAN-GATES – 55. “SARS DEL 2003 E DEL 2019 BIOARMI”. Esperti Russi di Genomica e Biologia Accusano gli USA

«Nel contesto della lotta al COVID-19, GAVI sta giocando un ruolo di primo piano. Insieme con OMS e CEPI, l’Alleanza co-dirige la COVAX Facilty, il pilastro vaccini dell’acceleratore “Access to COVID-19 Tools (ACT)”, lanciato ad aprile 2020».

Nel sito governativo italiano, ovviamente, non si fa riferimento allo scandalo del lobbying perpetrato dall’ONG di Gates nei confronti di politici europei e statunitensi e non compaiono due dei grandi protagonisti dell’ong Gavi: il già citato Jens Stoltenberg che ha favorito lo scoppio della guerra in Ucraina con le continue provocazioni NATO alla Russia, e Vittorio Colao, ex Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale nel governo Draghi, che fece un accordo sull’immunizzazione globale con GAVI quando era Ceo di Vodafone.

Il suo ruolo è strategicamente importante perché ha promosso la fallimentare APP Immuni ma anche le forme di controllo digitale durante l’emergenza pandemica che si sono concretizzate nel Super Green Pass solo per i vaccinati (o guariti dal Covid-19) causando enormi disparità sociali e restrizioni.

PNRR ITALIA: €320 MILIONI “DIROTTATI” DA GATES ALLE BIG PHARMA. Ricerche su Vaccini mRNA nell’Ateneo di Crisanti (PD) con Pfizer, AstraZeneca e la Farmaceutica del Marito di Von Der Leyen

Il suo conflitto d’interesse è emerso anche in relazione al prospetto di gestione dei Fondi Europei Next Generation elaborato dalla multinazionale McKinsey, di cui fu manager, che ha portato alla stesura del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) all’interno del quale 320milioni di euro sono stati destinati a un Centro Nazionale per la Ricerca sulle terapie geniche mRNA sviluppato dalle Big Pharma dei vaccini insieme al Ministero dell’Università e ad alcuni atenei italiani, tra cui l’Università di Roma Tor Vergata di cui è rettore il nuovo Ministro della Salute Orazio Schillaci.

Ecco dunque un corto circuito di macroscopici conflitti d’interessi tra governi, istituzioni pubbliche e case farmaceutiche private con licenza di speculare sull’emergenza Covid-19 e su nuove eventuali pandemie o persino sui vaccini per limitare le reazioni avverse causate dai sieri genici antiCovid, come nel caso di quello contro l’Herpes Zoster.

METABIOTA DALLA CIA ALL’UCRAINA CON BIDEN JR

Metabiota, una società con sede a San Francisco focalizzata sull’analisi del rischio per le epidemie, nel 2017 aveva invece lanciato la sua prima piattaforma di modellazione del rischio commerciale e un indice di preparazione per aiutare le compagnie di assicurazione o riassicurazione e i fondi ILS o gli investitori a comprendere e sottoscrivere il rischio epidemico.

«Metabiota ha affermato di aver firmato accordi strategici con il gigante della riassicurazione Munich Re e In-Q-Tel, Inc. una società di venture capital senza scopo di lucro in parte finanziata dalla CIA che mira ad accelerare lo sviluppo di tecnologie di interesse alla comunità dell’intelligence statunitense».

E’ quanto riportò il sito americano Artemis nel 2017. E ci basta per confermare gli oscuri collegamenti con la Central Intelligence Agency che, pochi giorni dopo la “profezia“ su una pandemia globale fatta nel luglio 2018, si estesero anche ad una delle più strategiche agenzie militari del Pentagono.

UKRAINE BIOLABS – 8. “Virus Studiati dal Pentagono Resi Pandemici per Affari DEM & Big Pharma”. Generale Russo su SARS-2 e Vaiolo Scimmie

«Oggi, Metabiota, pioniere nella modellazione del rischio epidemico, ha annunciato di essersi aggiudicata un subappalto da Black & Veatch (B&V) per supportare il Programma di impegno biologico cooperativo (CBEP) della U.S. Defense Threat Reduction Agency (DTRA) in Iraq nell’ambito del Biological Threat Reduction Contratto Integrativo (BTRIC). Metabiota ha anche collaborato con B&V per il contratto di integrazione per la riduzione della minaccia cooperativa (CTRIC) III recentemente assegnato da DTRA con un tetto massimo del contratto di consegna a tempo indeterminato/quantità indefinita (ID/IQ) di 970 milioni di dollari» si legge sul sito dell’azienda di San Francisco alla data dell’8 agosto 2018, due settimane dopo l’articolo sull’imminente allarme pandemico.

Ma da alcuni anni, ancor prima del meeting di STCU a Lviv, già collaborava con l’analogo piano BTRC in Ucraina come dimostrato dalle email spuntate dal laptop di Hunter Biden nello scorso anno e pubblicate in anteprima dal New York Post e dal Daily Mail.

Una partita di golf tra amici: a sinistra Devon Archer (socio di Rosemont Seneca) insieme a Joe ed Hunter Biden, gli ultimi due destra

Dalle e-mail risulta che Rosemont Seneca Technology Partners investì 500mila dollari nella società di ricerca sui patogeni di San Francisco e ne raccolse altri milioni attraverso aziende come Goldman Sachs.

Hunter presentò Metabiota ai vertici di Burisma, l’azienda del gas ucraina di cui era membro del consiglio d’amministrazione, per un “progetto scientifico” relativo a biolaboratori in Ucraina.

Una delle email compromettenti tra Metabiota e Biden jr

In uno scambio di e-mail, la vicepresidente di Metabiota, Mary Guttieri scrisse a Hunter nell’aprile 2014, due mesi dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia in seguito al golpe dei paesi NATO a Kiev.

“Come promesso, ho preparato il promemoria allegato, che fornisce una panoramica di Metabiota, il nostro impegno in Ucraina e di come possiamo potenzialmente sfruttare il nostro team, le nostre reti e le nostre idee per affermare l’indipendenza culturale ed economica dell’Ucraina dalla Russia e la continua integrazione in Società occidentale”.

GOLPE NATO IN UCRAINA: LA GENESI – 2. Obama, Soros, 007 MI6 & Kyiv Security Forum

«Alcuni giorni dopo, un uomo di Burisma Vadym Pozharskyi parlava a Biden di un “progetto” – quello – scrisse “che hai chiamato ‘Science Ukraine'”. Di fatto, dai bilanci di spesa del governo, risulta che gli Usa nel 2014 garantirono a Metabiota 23,9 milioni di dollari, dei quali 307.091 dollari per “progetti di ricerca ucraini”. Del resto Hunter Biden si vantava con gli investitori che la sua azienda organizzava finanziamenti per Metabiota e l’aveva aiutata a “ottenere nuovi clienti” tra le quali “agenzie governative”» ha riassunto l’Agenzia Giornalistica Italia (AGI) in un reportage del 26 marzo 2022.

Curiosamente la dottoressa Guttieri nomina anche il Lago di Como… Chissà se stesse pensando alla Villa Serbelloni!

LO SCIENZIATO CINESE NELL’INTRIGO TRA WUHAN E BELLAGIO

Ma il sito cattolico canadese e americano LIfeSiteNews è andato oltre in una recente inchiesta alla luce della quale il meeting ospitato dalla Rockefeller Foundation assume una rilevanza inquietante.

«Jack Maxey, ex co-conduttore di War Room di Steve Bannon e attuale membro di Faith & Reason di LifeSite, ha rivelato una connessione tra Hunter Biden, la società di ricerca Metabiota – che si occupa di biolab in Ucraina – e il laboratorio cinese di Wuhan che è responsabile dell’epidemia di coronavirus» si legge nell’articolo.

«Hunter aveva una segretaria a Pechino, di nome Xiaoyang, il suo cognome è Zeng, scritto Z E NG, e suo marito è un ragazzo di nome Fu Gao, o George Gao, anziano, capo del CDC cinese. E Hunter mette in contatto questo ragazzo con Metabiota, e essenzialmente eseguono esperimenti di Guadagno di Funzione all’interno del laboratorio di Wuhan che ci ha dato COVID!» sostiene Maxey che poi produce alcuni indizi probatori molto convincenti.

WUHAN-GATES – 31. SARS-2, BUGIE E INTRIGHI DI SCIENZIATI ALL’OMBRA DI GATES. Svelati da Daily Mail e Die Welt. L’OMS nega l’origine da laboratorio. La Germania manipolò studi sui rischi Covid-19

Vengono citati due differenti studi portati avanti sotto l’egida del progetto PREDICT avviato dall’agenzia governativa americana USAID durante l’amministrazione Obama-Biden e poi interrotto dal presidente Donald Trump anche in relazione ai ruoli poco chiari del NIAID di Anthony Fauci, che aveva finanziato EcoHealhtAlliance di Daszak insieme a Gates, e che si vide bocciare dall’agenzia militare DARPA del Pentagono una ricerca di potenziamento del virus SARS con il Guadagno di Funzione ritenuta troppo pericolosa.

Simili esperimenti furono invece poi finanziati nel Regno Unito tanto da indurre a sospettare che il SARS-Cov-2 da laboratorio sia stato ultimato lì… 

WUHAN-GATES – 47. SARS-2 DA LABORATORIO: ENIGMA REGNO UNITO. DARPA bocciò Pericolose Ricerche USA ma le Finanziò in UK con Gates

Ecco le conclusioni di uno studio: «I ricercatori hanno utilizzato la PCR di consenso, una tecnica economica che prende di mira una piccola sezione del genoma virale, sufficiente per individuare la posizione di ciascun virus nell’albero genealogico di tutti i CoV. Per fare un ulteriore passo avanti, i ricercatori stanno utilizzando un sequenziamento dell’intero genoma più potente per dare uno sguardo dettagliato a quei virus che assomigliano a minacce note per l’uomo».

La ricerca fu sostenuta da USAID attraverso il progetto Emerging Pandemic Threats PREDICT. Altri coautori includono W. Ian Lipkin, Sarah Kramer, Xiaoyu Che, Heather Wells, Allison L. Hicks e Stephen S. Morse della Mailman School of Public Health; Christine K. Johnson, Denise J. Grieg e Jonna A. K. Mazet (PI e direttore del progetto) presso l’Università della California Davis; Damien O. Joly e Nathan D. Wolfe di Metabiota, Inc.; Peter Daszak e William Karesh di EcoHealth Alliance; e il Consorzio PREDICT.

I nomi in grassetto corrispondono a quelli presenti al forum Global Virome Project (GVP) ospitato dal Forum Initiative Bellagio nel Centro Congressi della Fondazione Rockefeller.

L’email che implica Biden jr con la Cina

Maxey fa poi riferimento a una circostanziata email del 2014 tra tra Eric Schwerin, broker-dealer manager di Hunter Biden e il figlio del presidente americano Joe, vicepresidente all’epoca dello scambio di comunicazioni.

‘Hunter, dobbiamo contattare il marito di Xiaoying, perché penso che e il CDC potrebbe essere davvero utile per Metabiota”.

Schwerin aveva anche scritto il 29 maggio di quell’anno: “Ora che mi hai fatto pensare in questo modo ci sono ovviamente delle reali potenziali sinergie tra il lavoro del marito di Xiaoying al CDC e quello che fa Metabiota. Qualcos’altro a cui pensare”.

IL DIRETTORE DEL CDC CINESE E GLI ESPERIMENTI SUI VIRUS POTENZIATI

Ebbene George Gao, marito di Xiaoing, è un altro degli importanti scienziati presenti al meeting sul Lago di Como per il Global Virome Project.

Il GVP fu organizzato circa un anno dopo che Ralph Baric, con l’appoggio di Fauci e i finanziamenti dell’agenzia militare DARPA, sviluppò i super-virus chimerici presso l’University of North Carolina grazie ai precedenti test condotti dalla dottoressa Shi Zhengli, conosciuta come la batwoman cinese, in qualità di direttrice del Centro di Malattie Infettive del Wuhan Institute of Virology.

Fu proprio Zhengli a infettare un plasmide con l’HIV poi utilizzato per creare un virus SARS da laboratorio nel lontano 2004 per una ricerca finanziata dal progetto EPISARS della Commissione Europea, di cui era presidente Romano Prodi (amico di Soros e poi primo premier italiano dei Democratici nel 2006), ma seguita dal Pasteur Institute di Parigi (anch’esso rappresentato al forum di Bellagio).

WUHAN-GATES – 40. FAUCI & APPRENDISTI STREGONI. Virus SARS da Laboratorio fin dal 2000! Affare Usa-Cina

Lo sviluppo di quesi test pericolosi avvenne in collaborazione con lo zoologo Daszak, della EcoHealthAlliance, che finì nell’occhio del ciclone quando il direttore dell’OMS amico di Gates lo nominò nella task force per indagare sulle origini del SARS-Cov-2 sebbene proprio Daszak avesse guidato 27 scienziati della rivista britannica The Lancet a negare fin da principio l’origine artificiale di tale agente patogeno.

WUHAN-GATES 43. OCCULTI REGISTI DELLA PANDEMIA DA BIO-ARMA SARS-2. Bill Clinton e il Boia Cinese della Tienanmen

George Fu Gao non è stato solo direttore (dal 2017 fino al luglio 2022) del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ma anche direttore presso il CAS Key Laboratory of Pathogenic Microbiology and Immunology, Institute of Microbiology, dell’Accademia Cinese delle Scienze, da cui dipende il Wuhan Institute of Virology, che fu potenziato dalla cosiddetta Gang di Shangai fondata dall’ex presidente cinese Jiang Zemin, anche noto come il Boia della Tienanmen per la repressione cruenta delle proteste degli studenti nel giugno 1989.

Lo scienziato cinese George Fu Gao che compare tra i collaboratori di una ricerca EcoHealthAlliance con Metabiota

Quale esperto virologo del CDC e dell’Accademia Cinese delle Scienze ha partecipato a importanti dibattiti internazionali sul GOF, il Guadagno di Funzione per il potenziamento dei virus in laboratorio, ed in uno di questi portò «l’esempio del virus dell’influenza H7N9, osservando che lo studio del virus potrebbe essere diretto a trovare una mutazione nel sito di legame del recettore che potrebbe essere responsabile del passaggio del virus da un ospite aviario a un ospite umano e consentire il virus da trasmettere all’uomo».

Il dottor Gao aveva notato «che il controllo di tutte le possibili combinazioni genetiche non è fattibile e, data l’importanza attribuita alla ricerca delle mutazioni responsabili, un approccio GOF si è rivelato più efficiente».

Il suo nome compare poi affiancato a quello di Daszak e del Wuhan Institute of Virology nella ricerca dal titolo poco fortunato “The beginning of the end of the pandemic era” (L’inizio della fine dell’era della pandemia) pubblicata da EcoHealthAlliance nell’ambito degli studi del Global Virome Project (GVP) lanciato dalla Fondazione Rockefeller a Bellagio.

PROFETESSA DI PANDEMIA CON GATES, ORA A CAPO DELL’INTELLIGENCE USA. L’ex CIA Avril Haines confermata Direttore Nazionale da Biden e Senato

Ma soprattutto il dottor Gao, marito dell’amica cinese di Biden jr., come ricorda LifeSiteNews, fu tra gli scienziati protagonisti dell’esercitazione Event 201 dell’ottobre 2019 su un’epidemia simulata da coronavirus che vide intervenire anche l’esperta di armi batteriologiche Avril Haines, profetessa della pandemia nel 2018 e già vice direttrice della CIA e consigliere di sicurezza della Casa Bianca (2013-2017).

Successivamente è stata nominata dal presidente Biden direttore dell’ODNI (gennaio 2021), l’ufficio di Washington che coordina tutte le agenzie federali dell’Intelligence Community USA.

Da rammentare che gli 007 americani, nonostante ciò, non sono ancora riuscito a trovare un accordo condiviso sull’origine del SAR-Cov-2, nonostante i nuovi studi che ne attestano la natura artificiale.

WUHAN-GATES – 61. NEL SARS-Cov-2 “IMPRONTE DIGITALI” DI VIRUS DA LABORATORIO. Origine Artificiale confermata da Studio di Scienziato Tedesco e due Americani

In chiave geopolitica post-pandemica questo prestigioso incarico pul essere visto come un premio per la supervisione esercitata sui laboratori americani, cinesi ed ucraini quando si trovava ai vertici della Central Intelligence Agency (2014) mentre Metabiota faceva esperimenti assai pericolosi come quelli portati alla luce dalla Russia nel suo esposto all’ONU di Ginevra e analizzati nelle 9 inchieste Ukraine Biolabs pubblicate da Gospa News.

Siamo anche stati tra i primi ad avanzare i sospetti di una pandemia da coronavirus bio-arma correlata ai paesi dell’ex URSS fin dal primo articolo del 4 febbraio 2020.

MELONI E CROSETTO NELLA CORTE DEI ROCKEFELLER. Lei nell’Aspen, lui nello IAI: partner di Think-Tank USA Covo di Lobby Armi & Big Pharma

Alla luce di questo enorme complotto del Nuovo Ordine Mondiale dal SARS-Cov-2 da laboratorio ai vaccini d’oro, su cui speculano gli stessi investitori della Lobby delle Armi, è facile comprendere come la Rockefeller Foundation abbia avuto gioco facile nell’attirare nei suoi “think tank” la nuova premier italiana Giorgia Meloni e perché stia finanziando un progetto per psicanalizzare tutti coloro che si rifiutano di diventare cavie umane per i sieri genici antiCovid. 

Per leggere in sintesi tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

WHO – GAVI ALLIANCE

THE ROCKEFELLER FOUNDATION – GLOBAL VIROME PROJECT

THE ROCKEFELLER FOUNDATION – Gavi Receives US$ 5 Million from The Rockefeller Foundation to Support Health Workers Facing Covid-19 Pandemic

STCU – TRILATERAL MEETING IN UKRAINE

RAPPRESENTANZA ITALIA ALL’ONU DI GINEVRA – PROGETTO GAVI

AGI – Dall’email di Hunter Biden spuntano i contatti con il ‘biolab’ di Kiev

LIFESITENEWS – Jack Maxey reveals Hunter Biden’s connection to Ukraine biolabs and Wuhan China

PREDICT – Bats Are the Major Reservoir of Coronaviruses Worldwide

NIH – Gain-of-Function Research: Summary of the Second Symposium, March 10-11, 2016.

ECOHEALTHALLIANCE – GAO & METABIOTA

WUHAN-GATES – 54. SARS-2 BIOARMA: Per il Capo Covid della rivista The Lancet è Virus Artificiale. Accusa gli USA ma non lo “sponsor” Gates

UKRAINE BIOLABS – 9. La Russia porta a Ginevra le Prove degli Esperimenti Batteriologici Militari degli USA

WUHAN-GATES – 41. “SARS-2 E’ BIO-ARMA”. Denuncia alla Corte dell’Aja con Perizia di Montagnier. Intelligence USA “Divisa” tra Virus Naturale o da Laboratorio

WUHAN-GATES – 9. LE PROVE: HIV inserito in un virus SARS nel 2004. Grazie ai milioni UE della Commissione Prodi

STOLTENBERG: BURATTINO NATO DI GATES-NWO IN PANDEMIA E GUERRA UCRAINA. Vaccini GAVI & Affari NORGES BANK su Bombe RHM nello Yemen

UKRAINEGATE: SCOTTANTE “MEMO” ACCUSA BIDEN E KERRY, già vice e segretario di Obama. Kiev riavvia l’inchiesta

“SARS: ESPERIMENTI TROPPO PERICOLOSI”. Dossier dell’Agenzia Militare USA DARPA Inguaia Fauci

(Visited 706 times, 165 visits today)

Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.